New Wave, Darwave, Post Punk

0 Utenti e 7 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline giò7

*****
6647
Sesso: Maschio
New Wave, Darwave, Post Punk
« il: 10 Set 2015, 09:18 »
Ho messo tutte le definizioni così gli amanti delle categorie non rimangono delusi però se semo capiti: quaaa robba la, tutto il calderone. ;)
Lazio.net ha indiscutibilmente un cuore punk ma sono sicuro che c'è anche chi condivide con me la passione per questo/i movimento/i musicale/i e mi piacerebbe avere consigli e pareri dai vdm darkettoni del forum.

Dopo questa premessa passiamo alle mie fisse musicali: ho venerato e venero i Cure, anche quelli più pop ma per me si sarebbero dovuti fermare a Wish. Sui Joy division penso sia inutile soffermarsi... carriera brevissima ma che gli ha consentito di entrare di diritto tra i pilastri del genere. i New order si ma non mi fanno impazzire.
Amo follemente i Sound. gruppo a mio avviso fenomenale e sottovalutato per la mancanza di un frontman carismatico. ho recuperato qualche mese fa tutta la discografia in cofanetto ad un presso stracciato e la custodisco gelosamente.
Bauhaus a piccole dosi, un album intero riesco a digerirlo a fatica. Non so perchè ma mi hanno sempre fatto sto effetto.
In Italia Diaframma e Litfiba su tutti con una netta predilezione per i secondi. peccato che dopo "el diablo" (che già non dovrebbe stare su questo topic) siano diventati... boh, non so manco come definirli.

Per ora mi fermo ai più famosi e ai primi che mi sono venuti in mente perchè odio i post kilometrici.

A voi, darkettoni!

P.S. l'ondata post punk revival in pratica non la conosco, a parte qualche pezzo degli interpol. c'è qualcosa che merita davvero??


Offline giò7

*****
6647
Sesso: Maschio
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #1 il: 10 Set 2015, 09:21 »
ah, siouxsie and the Banshees :love:
Photostory Deluxe 300x250
MAGIX SOS Vinile et Cassette

Offline Buckley

*
1345
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #2 il: 10 Set 2015, 09:43 »
beh, come non includere i Sisters of Mercy (a me piacevano da morire anche i Mission), i Christian Death, Dead Can Dance, Virgin Prunes, Cocteau Twins e .....e pure il primo Nick Cave mica ci andava leggero. Comunque di quel periodo me ne ricordo una miriade di gruppettini durati lo spazio di una stagione. Tra essi rammento questa band (voce di Liz Fraser dei Cocteau T.). Ma gli italiani Le Masque li conosci?

Offline Warp

*
7581
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #3 il: 10 Set 2015, 15:15 »
Mah, io a parte alcuni di quelli gia segnalati, partirei da alcuni padri fondatori come

Wire, Clock DVA, D.A.F. P.I.L. Pop Group (e Mark Stewart), Einstürzende Neubauten,, Tuxedomoon, XTC, Birthday Party, Wall Of Voodoo, Crime

per proseguire verso

Throbbing Gristle, Coil/Current 93/Death In June, Eyeless In Gaza, Die Tödliche Doris, Front 242,  Young Marble Giants, Laibach,

ti consiglierei anche di partire dalle compilation tipo The Factory Box Set, Rough Trade Shop: Post Punk vol.1, Koude Golven (A Collection of Belgian Cold Wave and Punk 1979-1984, From Brussels With Love, Verschwende Deine Jugend che sono molto esaustive del periodo, scavando anche su nomi di poca presa sul "grande" pubblico ma poi alla fine piccole pepite d'oro.

se cerchi album consigliati per iniziare magari approfondiamo

Offline Rugiule

*
5847
Sesso: Maschio
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #4 il: 10 Set 2015, 15:30 »
Ho messo tutte le definizioni così gli amanti delle categorie non rimangono delusi però se semo capiti: quaaa robba la, tutto il calderone. ;)
Lazio.net ha indiscutibilmente un cuore punk ma sono sicuro che c'è anche chi condivide con me la passione per questo/i movimento/i musicale/i e mi piacerebbe avere consigli e pareri dai vdm darkettoni del forum.

Dopo questa premessa passiamo alle mie fisse musicali: ho venerato e venero i Cure, anche quelli più pop ma per me si sarebbero dovuti fermare a Wish. Sui Joy division penso sia inutile soffermarsi... carriera brevissima ma che gli ha consentito di entrare di diritto tra i pilastri del genere. i New order si ma non mi fanno impazzire.
Amo follemente i Sound. gruppo a mio avviso fenomenale e sottovalutato per la mancanza di un frontman carismatico. ho recuperato qualche mese fa tutta la discografia in cofanetto ad un presso stracciato e la custodisco gelosamente.
Bauhaus a piccole dosi, un album intero riesco a digerirlo a fatica. Non so perchè ma mi hanno sempre fatto sto effetto.
In Italia Diaframma e Litfiba su tutti con una netta predilezione per i secondi. peccato che dopo "el diablo" (che già non dovrebbe stare su questo topic) siano diventati... boh, non so manco come definirli.

Per ora mi fermo ai più famosi e ai primi che mi sono venuti in mente perchè odio i post kilometrici.

A voi, darkettoni!

P.S. l'ondata post punk revival in pratica non la conosco, a parte qualche pezzo degli interpol. c'è qualcosa che merita davvero??
The cure di gran lunga su tutti, adoro Robert Smith e dopo wish ricordo anche bloodflowers da non disdegnare. Tra i precedenti album ci sono delle perle assolute, per me the top e il live concert su tutti.
Poi possiamo parlare anche di S. And the banshees, Echo and the Bunnymen, i primi cult, i Sister of mercy e tanti altri, ma se parliamo di darkettoni per VDM parliamo soprattutto dei cure...

Offline eagle1968

*
420
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #5 il: 10 Set 2015, 15:47 »
I Cure sono il mio gruppo preferito di questi generi
Anch'io sono dell'avviso che fino a Wish siano impeccabili!
E poi Siouxie, il primo Nick Cave, Joy Division, Mission, i primi Cult
In Italia "Siberia" dei Diagramma e 17 Re dei Litfiba sono i migliori dischi di quegli anni.....   

Offline giò7

*****
6647
Sesso: Maschio
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #6 il: 10 Set 2015, 15:52 »
bene bene, poco alla volta uscite fuori! Allora: Nick Cave (per la quale ho una insana adorazione) l'ho tenuto fuori perchè d'istinto ho pensato ai lavori più maturi ma in effetti ci sono i birthday party che qui possono starci eccome.

Throbbing gristle fenomenali così come gli einsturzende, anche se sono entrambi "borderline". A me fanno impazzire.. sarà che le derive elettroniche a me piacciono tanto.
Su Bloodflowers sono d'accordo. album più che buono che avevo colpevolmente dimenticato nel post precedente.
Più che consigli a me (che chiaramente non disprezzo affatto, anzi) mi piacerebbe che diventasse un topic stile quello sul punk, dove tirare fuori anche delle chicche  ;)

ci butto dentro un video, va... questa è una delle canzoni alle quali sono più affezionato

Offline Warp

*
7581
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #7 il: 10 Set 2015, 16:00 »
ma se parliamo di darkettoni per VDM parliamo soprattutto dei cure...

gusti personali ovviamente, anche se di dischi veramente "dark" o goth come definiscono il genere in UK e US dei cure metterei solo 17 seconds, Faith e Pornography (di gran lunga i 3 migliori a mio modo di vedere) gli altri sono classificabili come post punk il primo, pop/synth wave quelli dopo pornography fino a head on the door  pop rock psichedelico tutti gli altri almeno fino a disintegration poi li ho mollati per non assistere all'eutanasia di uno dei miei gruppi preferiti. :)

sebbene io non sia mai stato un "darkettone" (sempre odiato le patenti) identificherei il genere più con i Joy Division, i Cure erano quelli musicalmente più "accessibili" quindi chi seguiva il genere più per moda che per gusto musicale pascolava li o al massimo ai Bauhaus e Killing Joke o alle carnevalate dei Christian Death post Ashes. già i Sisters of mercy cominciavano ad essere impegnativi a parte qualche pezzo più ballabile da Uonna Club

Offline Biafra

*
8658
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #8 il: 10 Set 2015, 20:12 »

Offline Rugiule

*
5847
Sesso: Maschio
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #9 il: 10 Set 2015, 23:09 »
Che bello. Psychocandy, wow! Dolce e terribile, tanto feedback, wow, che ricordi!

Online JSV23

*
12111
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #10 il: 11 Set 2015, 21:15 »
Ho messo tutte le definizioni così gli amanti delle categorie non rimangono delusi però se semo capiti: quaaa robba la, tutto il calderone. ;)
Lazio.net ha indiscutibilmente un cuore punk ma sono sicuro che c'è anche chi condivide con me la passione per questo/i movimento/i musicale/i e mi piacerebbe avere consigli e pareri dai vdm darkettoni del forum.

Dopo questa premessa passiamo alle mie fisse musicali: ho venerato e venero i Cure, anche quelli più pop ma per me si sarebbero dovuti fermare a Wish. Sui Joy division penso sia inutile soffermarsi... carriera brevissima ma che gli ha consentito di entrare di diritto tra i pilastri del genere. i New order si ma non mi fanno impazzire.
Amo follemente i Sound. gruppo a mio avviso fenomenale e sottovalutato per la mancanza di un frontman carismatico. ho recuperato qualche mese fa tutta la discografia in cofanetto ad un presso stracciato e la custodisco gelosamente.
Bauhaus a piccole dosi, un album intero riesco a digerirlo a fatica. Non so perchè ma mi hanno sempre fatto sto effetto.
In Italia Diaframma e Litfiba su tutti con una netta predilezione per i secondi. peccato che dopo "el diablo" (che già non dovrebbe stare su questo topic) siano diventati... boh, non so manco come definirli.

Per ora mi fermo ai più famosi e ai primi che mi sono venuti in mente perchè odio i post kilometrici.

A voi, darkettoni!

P.S. l'ondata post punk revival in pratica non la conosco, a parte qualche pezzo degli interpol. c'è qualcosa che merita davvero??
La new wave è stata il mio primo amore.
I Joy Division il non plus ultra per quanto mi riguarda,i New Orde invece non mi sono piaciuti, mentre adoravo i Cure, i TFF e David Bowie.
In Italia Diaframma fino a Boxe con Miro Sassolini alla voce,  con Siberia che per me è IL capolavoro. Litfiba, che seguo ancora, con Desaparecido e 17 Re ma soprattutto col periodo pre Desaparecido. L'addio di Gianni Maroccolo li ha cambiati profondamente.
E poi i Denovo, i Moda, gli Ultra Violet. Diciamo che la New wave Italiana comunque aveva spesso una discreta venatura punk. Ed oggi sembra pure normale dirlo, ai tempi no.

Oggi oltre ai sopracitati ascolto i Fata, gruppo emiliano, secondo me meritano tantissimo.
Gli Interpol non mi piacciono.

P. S: quasi dimenticavo i sisters of mercy

Offline Zanzalf

*****
11963
Sesso: Maschio
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #11 il: 12 Set 2015, 00:22 »
Mah, io a parte alcuni di quelli gia segnalati, partirei da alcuni padri fondatori come

Wire, Clock DVA, D.A.F. P.I.L. Pop Group (e Mark Stewart), Einstürzende Neubauten,, Tuxedomoon, XTC, Birthday Party, Wall Of Voodoo, Crime

per proseguire verso

Throbbing Gristle, Coil/Current 93/Death In June, Eyeless In Gaza, Die Tödliche Doris, Front 242,  Young Marble Giants, Laibach,

ti consiglierei anche di partire dalle compilation tipo The Factory Box Set, Rough Trade Shop: Post Punk vol.1, Koude Golven (A Collection of Belgian Cold Wave and Punk 1979-1984, From Brussels With Love, Verschwende Deine Jugend che sono molto esaustive del periodo, scavando anche su nomi di poca presa sul "grande" pubblico ma poi alla fine piccole pepite d'oro.

se cerchi album consigliati per iniziare magari approfondiamo

Mamma mia, Warp è il top player di LTGTR!  :beer:
Ne esisterà uno speculare in un forum romanista? Mi rifiuto di crederlo!

VAI CON GLI ALBUM CONSIGLIATI!!

Offline Warp

*
7581
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #12 il: 12 Set 2015, 20:18 »
Ne esisterà uno speculare in un forum romanista?

Si ma ascolta musica di mrda  :ssl
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #13 il: 13 Set 2015, 05:07 »
I miei dischi DARK preferiti:

The Cure - Pornography
Joy Division - Closer
Virgin Prunes - If i die i die
Bauhaus - In the flat field
Death in june - The guilty have no pride
Dead can dance - Spleen and ideal
Clan of Xymox - s/t

Cialtron_Heston

Cialtron_Heston

Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #14 il: 13 Set 2015, 11:07 »
Si parte dai classici, ma di contemporanei c' è  veramente tanto in giro ed anche di qualità.
L' unico appunto è che molto spesso azzeccano un album e poi si sgonfiano.
Ma gruppi ( spesso sono un duo) cresciuti ascoltando questo genere fino a decidere di cimentarsi producendo lavori egregi, ce ne sono.

Cialtron_Heston

Cialtron_Heston

Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #15 il: 14 Set 2015, 11:05 »
Questi mi piacciono, producono molto,  è uscito in queste settimane l'utimo lp, mi ricordano i The Church in questo lavoro, in altri i Jesus and Mary Chain, insomma Crayg Dyer  ha ascoltato quintali di Darkwawe, NW, postpunk e si sente.


Offline Rugiule

*
5847
Sesso: Maschio
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #16 il: 14 Set 2015, 17:46 »
Io ero un grandissimo fan dei The Church, oltre che dei Jesus and Mary Chain, quindi dovrò ascoltarli.
Dei primi apprezzavo da morire l'anima psichedelica della musica e della voce, i secondi mi colpivano per il sound e l'abuso del feedback con la chitarra. A ben guardare anch'essi avevano un'anima psichedelica (sto pensando a just like honey in questo momento)...
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #17 il: 14 Set 2015, 18:20 »
scusate la cacacazzitudine, ma ne i JMC ne i Church sono new wave, ne tantomeno dark ne tantomeno post-punk.
non a caso Simon Reynolds, autore dell'epocale bibbia Post Punk 1978-1984 fissa la data di morte del genere con tutti suoi sottogeneri proprio in concomitanza dell'uscita del primo singolo dei Jesus an mary Chain.

Offline Warp

*
7581
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #18 il: 14 Set 2015, 19:53 »
scusate la cacacazzitudine, ma ne i JMC ne i Church sono new wave, ne tantomeno dark ne tantomeno post-punk.
non a caso Simon Reynolds, autore dell'epocale bibbia Post Punk 1978-1984 fissa la data di morte del genere con tutti suoi sottogeneri proprio in concomitanza dell'uscita del primo singolo dei Jesus an mary Chain.

ovviamente concordo con Kelly al 100%

Offline Biafra

*
8658
Re:New Wave, Darwave, Post Punk
« Risposta #19 il: 14 Set 2015, 20:24 »
scusate la cacacazzitudine, ma ne i JMC ne i Church sono new wave, ne tantomeno dark ne tantomeno post-punk.
non a caso Simon Reynolds, autore dell'epocale bibbia Post Punk 1978-1984 fissa la data di morte del genere con tutti suoi sottogeneri proprio in concomitanza dell'uscita del primo singolo dei Jesus an mary Chain.

In amicizia, ma sticaxxi della bibbia di Reynolds,
secondo la mia di bibbia, i JMC ci stanno e come nel genere,
poi ognuno le sonorità  le interpreta e le cataloga come le sente.

I "generi", per come la vedo io,
una volta nati non muoiono mai,
crearli è difficile, ammazzarli è impossibile.

 ;))






 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod