Venezuela: quando le fake news ci piacciono

0 Utenti e 15 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline orchetto

*****
12078
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #260 il: 13 Feb 2019, 14:44 »
Io non chiedo mica alla borghesia venezuelana di tifare contro i suoi interessi, spero semplicemente che soccomba schiacciata dagli interessi popolari (e maduro subito dopo di essa).
Per me Maduro può anche finire schiacciato sotto gli interessi popolari, ma devo essere sicuro che siano interessi genuinamente popolari, con tutte le contraddizioni del caso e financo le eterodiretture di chi a magari all'estero conviene, ok. Ma deve essere genuino, cioè non deve essere un arretramento nei fatti delle conquiste e deve essere in grado di esprimere un potere che sappia poi difendere e rilanciare in avanti nei fatti, poi magari pure perdendo ma con l'autorevolezza e legittimità di sapersi portare appresso nella battaglia i "peones", perchè se invece lo sostitusico con chi non sarebbe in grado di fare ciò meglio allora che chi è più avanzato si dia alla battaglia politica, al pungolo da sinistra.
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #261 il: 13 Feb 2019, 15:56 »
finora c'è sempre stata una classe che ha prevaricato l'altra e gli ha pure detto de stasse zitta e accettare la sua condizione perché la sua insubordinazione era uno sfregio a Dio, al Sovrano o alla Legge.




Non partire da qui rende surreale il discorso

Offline orchetto

*****
12078
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #262 il: 14 Feb 2019, 17:41 »
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #263 il: 18 Feb 2019, 18:14 »
ok, ma non credo che la questione si sposti poi di molto in base a quando Guaido è stato eletto presidente
voglio dire, c'è un racconto di un golpe, soft o hard vedremo, nel quale pare che l'AN abbia fatto una cosa non coperta da alcuna valenza giuridica o costituzionale

e non mi pare così

poi, sull'interferenza degli USA nella questione - soprattutto di questi USA - avete tutti ragione e la storia del giardino di casa si ripete

@venezuelano: raccontaci meglio dell'alternativa politica

@parisjr: di foto o video di oceani di persone a favore di Guaido è pieno il mondo...mi pare che il paese sia spaccato più o meno a metà e la promessa di amnistia fatta da Guaido a breve sposterà anche l'asse dell'esercito

Beh, porga, l'alternativa politica, quella che si identifica con Guaidò, è legata, se non ricordo male, ad un partito chiamato "Vente Venezuela" ,dal quale si riconoscono volti come Guaidò e Maria Corina Machado, che nelle recenti dispute contro il regime di Maduro ha manifestato la sua insofferenza per la linea tracciata dall'opposizione capeggiata dai vari Capriles, Allup e compagnia cantante. "Vente Venezuela" mirava ad una sorta di radicalizzazione nella contrapposizione a Maduro attraverso la disubbidienza civile e altri mezzi di questo genere. Il problema è che questa opposizione  non rappresenta una alternativa politica con l'intenzione di intraprendere un piano politico, sociale, civile, culturale, economico e finanziario articolato e strutturato che si identifichi con le enormi esigenze della società, quella società che subisce e ha subito per decenni l'esclusione da parte di una classe borghese e parassitaria; la stessa che sarebbe rappresentata dal corpo politico che oggi invoca l'uscita di Maduro.

E' un gran casino, perché ci troviamo di fronte a un bivio: una borghesia statale, quella madurista e partitica che possiede le fonti di ricchezza dello stato, che spazia lungo un circuito di criminalità , corruzione, degenerazione umana e sociale e obbrobri di ogni genere difficilmente riscontrabili nella storia recente del nostro paese ; dall'altra parte abbiamo un'alternativa politica che ci offre i residui  umani e politici di coloro che furono protagonisti del colpo di stato del 2002; che ci offre attori politici che fungono da intermediari di coloro che vogliono mantenere una condizione di disparità sociale ed economica abissale con la popolazione, la maggior parte povera, che patisce questo status. Alla fin fine, purtroppo come al solito, tra loro tracciano i loro accordi di convenienza, mi riferisco ai Cohen, ai Mendoza e personaggi politici dell'opposizione, con il regime, ed escono entrambe le parti beneficiate.

Poi, per carità, è vero che la recente costituzione "votata" e confermata poggia su basi illegittime e abusi allucinanti di potere, ed è valido che il regime possa essere attaccato sotto quest'aspetto, ma personalmente la dinamica e le proposte concrete del'opposizione politica venezuelana mi rattristano; ed è un peccato che il cittadino si lasci trasportare dall'entusiasmo di un eventuale intervento addirittura militare degli Stati Uniti o delle potenze europee, che nulla avrebbe a che vedere con i loro interessi primari, anzi, ci sarebbe il rischio di un ulteriore bagno di sangue.

Mah, alla fine capisco il cittadino che non ne può più e vorrebbe far fuori questo regime per trovare un po' di pace (basandosi, però, su una visione individualistica del disagio che lo attanaglia), ma la sensazione quasi certa è che le alternative politiche non abbiano nessuna intenzione di affrontare i disagi del cittadino comune secondo una visione che non sia discriminatoria. E' dura.
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #264 il: 11 Mar 2019, 18:18 »
Articolo di ieri del New York Times - certo non amichevole con Trump, ma pur sempre non un covo di Marxisti impenitenti - che dice:

CÚCUTA, Colombia — The narrative seemed to fit Venezuela’s authoritarian rule: Security forces, on the order of President Nicolás Maduro, had torched a convoy of humanitarian aid as millions in his country were suffering from illness and hunger.

Vice President Mike Pence wrote that “the tyrant in Caracas danced” as his henchmen “burned food & medicine.” The State Department released a video saying Mr. Maduro had ordered the trucks burned. And Venezuela’s opposition held up the images of the burning aid, reproduced on dozens of news sites and television screens throughout Latin America, as evidence of Mr. Maduro’s cruelty.

But there is a problem: The opposition itself, not Mr. Maduro’s men, appears to have set the cargo alight accidentally.
....
per chi è interessato ad approfondire aggiungo il link

https://www.nytimes.com/2019/03/10/world/americas/venezuela-aid-fire-video.html

Offline PARISsn

*****
10168
Re:Venezuela: quando le fake news ci piacciono
« Risposta #265 il: 13 Mar 2019, 17:24 »
Articolo di ieri del New York Times - certo non amichevole con Trump, ma pur sempre non un covo di Marxisti impenitenti - che dice:

CÚCUTA, Colombia — The narrative seemed to fit Venezuela’s authoritarian rule: Security forces, on the order of President Nicolás Maduro, had torched a convoy of humanitarian aid as millions in his country were suffering from illness and hunger.

Vice President Mike Pence wrote that “the tyrant in Caracas danced” as his henchmen “burned food & medicine.” The State Department released a video saying Mr. Maduro had ordered the trucks burned. And Venezuela’s opposition held up the images of the burning aid, reproduced on dozens of news sites and television screens throughout Latin America, as evidence of Mr. Maduro’s cruelty.

But there is a problem: The opposition itself, not Mr. Maduro’s men, appears to have set the cargo alight accidentally.
....
per chi è interessato ad approfondire aggiungo il link

https://www.nytimes.com/2019/03/10/world/americas/venezuela-aid-fire-video.html

ma di che ti stupisci ?? le zozzerie di cui sono capaci gli americani per dar manforte alle loro decisioni ( spesso decisioni belliche ) sono infinite...vi ricordate i poveri aironi e cormorani cosparsi di petrolio perche Saddam aveva aperto e incendiato i pozzi?? poi si scopri' che erano immagini causate dal disastro della Exxon Valdez ( americana ) nel naufragio in alaska...o il possesso delle armi chimiche con cui si scateno' la seconda guerra del golfo...armi chimiche  mai trovate perche non c'erano e con gli stessi americani ad ammettere ( anni dopo ) che avevano avuto informazioni fasulle??? o quando vendevano sottobanco armi all'Iran ( che era sotto sanzioni volute principalmente proprio dagli americani ) per finanziare la guerriglia anti Sandinista in Nicaragua?? ma quante ne hanno fatte ??
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod