coronavirus

0 Utenti e 9 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online Baldrick

*****
5581
Re:coronavirus
« Risposta #13580 il: 13 Gen 2021, 23:47 »
Trax, ho detto una cazzata pure a te. A quanto pare non si sa se i sospetti sono stati testati, tant'è che Doshi scrive:

If many or most of these suspected cases were in people who had a false negative PCR test result, this would dramatically decrease vaccine efficacy. But considering that influenza-like illnesses have always had myriad causes—rhinoviruses, influenza viruses, other coronaviruses, adenoviruses, respiratory syncytial virus, etc.—some or many of the suspected covid-19 cases may be due to a different causative agent.

Offline vaz

*****
44712
Re:coronavirus
« Risposta #13581 il: 14 Gen 2021, 06:40 »
Sono sempre stato convinto del potenziale dello spray nasale, anche in questo topic, come vettore complementare del vaccino. Se la trasmissione del virus rimane primariamente per vie aeree (va ricordato che ci sono gruppi di pazienti che non presentano sintomi respiratori, cosa di cui non si conosce ancora il significato), e tenendo conto anche della estrema facilità di distribuzione e somministrazione, secondo me lo spray potrebbe risultare addirittura decisivo, in particolare in quella fase in cui dovremo assicurarci che i vaccinati non siano anche loro contagiosi.

d'accordissimo, per la tbc è stato un vero e proprio gamechanger, speriamo.

su AZ, le perplessità ci sono. la cosa più importante è non mischiare i diversi vaccini. cmq la sensazione è che tutti aspettino i dati di Israele.

Offline vaz

*****
44712
Re:coronavirus
« Risposta #13582 il: 14 Gen 2021, 07:02 »
nuove news sulla memoria immunitaria

https://science.sciencemag.org/content/early/2021/01/06/science.abf4063.long


nella maggior parte dei pazienti controllati in questo studio, le cellule b della memoria circolanti sono stabili anche 8 mesi dopo l'onset dei sintomi. le cellule T invece stabili fino a 5 mesi. non male.
c'è una popolazione naturalmente caratterizzata da minor produzione di anticorpi che probabilmente, dicono gli autori, potrebbe renderli suscettibili a re-infezioni.

ovviamente bisogna vaccinarsi tutti, il più velocemente possibile

Online Tarallo

*****
97810
Re:coronavirus
« Risposta #13583 il: 14 Gen 2021, 08:23 »
Se è stato già postato mi scuso, ma è importante divulgare un messaggio ottimista.
Questo il link al più facilmente comprensibile articolo del NYT

NYTimes: Coronavirus Will Resemble the Common Cold, Scientists Predict
Coronavirus Will Resemble the Common Cold, Scientists Predict https://nyti.ms/3sk1Z4r

e questo il link all'articolo su Science
 https://science.sciencemag.org/content/early/2021/01/11/science.abe6522

Se facciamo tutto come si deve  covid19 sarà un comune raffreddore.

Online phenix

*****
1535
Re:coronavirus
« Risposta #13584 il: 14 Gen 2021, 08:40 »
Se è stato già postato mi scuso, ma è importante divulgare un messaggio ottimista.
Questo il link al più facilmente comprensibile articolo del NYT

NYTimes: Coronavirus Will Resemble the Common Cold, Scientists Predict
Coronavirus Will Resemble the Common Cold, Scientists Predict https://nyti.ms/3sk1Z4r

e questo il link all'articolo su Science
 https://science.sciencemag.org/content/early/2021/01/11/science.abe6522

Se facciamo tutto come si deve  covid19 sarà un comune raffreddore.

Avevo postato un articolo di Nature Immunology Reviews sullo stesso tenore, mi sembra. Riposto qui:

https://www.nature.com/articles/s41577-020-00493-9?utm_source=facebook&utm_medium=social&utm_content=organic&utm_campaign=NGMT_USG_JC01_GL_NRJournals&fbclid=IwAR3Z-ui026G7nSVfBmwyqpfcMtt8VPpDO-MEh_qavL5Tj9KHS6oo2w35_Fc

Endemic SARS-CoV-2 will maintain post-pandemic immunity
Marc Veldhoen & J. Pedro Simas
Nature Reviews Immunology (2021)
COVID-19 vaccinations have started. They will stop the pandemic. Citing recent data that are in line with immunological knowledge and predictions, combined with insights of common cold coronaviruses, we here set out the case that the maintenance of population immunity will not depend on continued vaccinations but on the endemic presence of SARS-CoV-2.


Da ignorante in materia, mi ha sempre stuzzicato l'idea che questo coronavirus possa avere una traiettoria simile agli altri virus del raffreddore, che magari in passato hanno provocato pandemie simili (anche se magari con numero di morti e impatto sociale inferiore data l'età media più bassa), e successivamente sono diventati endemici.

In questo commento mi sembra si dica che la vaccinazione bloccherà i danni maggiori della pandemia, ma il virus rimarrà per sempre in giro e a forza di prenderselo da giovani aiuterà a costruire una risposta immunitaria che lo ridurrà a quello che sono attualmente i raffreddori.

Chiedo agli esperti, è una visione condivisibile/realistica? Se così fosse, avrebbe senso vaccinare gli under 40 e impedire che si costruiscano la loro risposta immunitaria? O questo avverrà comunque in un secondo momento quando, finito l'aspetto emergenziale garantito dalla copertura vaccinale dei più deboli, i più giovani non dovranno ripetere la vaccinazione?

Offline vaz

*****
44712
Re:coronavirus
« Risposta #13585 il: 14 Gen 2021, 08:50 »
secondo me, questi modelli sono interessanti ma troppo ottimistici.

ne sapremo di più tra 2/3 mesi. io non sono tranquillissimo perchè vedo approssimazione ovunque.
Re:coronavirus
« Risposta #13586 il: 14 Gen 2021, 09:27 »
nuove news sulla memoria immunitaria

https://science.sciencemag.org/content/early/2021/01/06/science.abf4063.long


nella maggior parte dei pazienti controllati in questo studio, le cellule b della memoria circolanti sono stabili anche 8 mesi dopo l'onset dei sintomi. le cellule T invece stabili fino a 5 mesi. non male.
c'è una popolazione naturalmente caratterizzata da minor produzione di anticorpi che probabilmente, dicono gli autori, potrebbe renderli suscettibili a re-infezioni.

ovviamente bisogna vaccinarsi tutti, il più velocemente possibile

Scusate, mi è stato girato questo articolo è mi ha spiazzato. È un articolo di un quotidiano e non di una rivista scientifica, quindi chiaramente va preso con cautela, però la testata a parte quando fa propaganda religiosa è una testata che approfondisce con attenzione e gli intervistati sono personaggi autorevoli

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/quei-positivi-che-non-si-ammalano-mai-ecco-chi-riesce-a-tollerare-il-virus

Mi spiazza perché questo concetto che ad uccidere le persone non sia tanto il virus quanto l'eccesso di reazione immunitaria non lo avevo recepito prima, e non so se sia poi stato confermato? E perché, in questo caso, mi verrebbe da dedurre che vaccinare sarebbe controproducente perché viene attivata ancora di più la risposta immunitaria.

Non mi sembra se ne sia già parlato, ma ultimamente sono andato in overdose di informazione e sto facendo delle confusioni pazzesche. Però pur convinto che la mia deduzione sia fallata non capisco dove lo sarebbe.

Chiedo ai luminari e a Vaz  ( ;) ) chiarimenti, sperando di non abusare del vostro tempo.


Grazie

Offline Blueline

*
5385
blog of life
Re:coronavirus
« Risposta #13587 il: 14 Gen 2021, 10:05 »
Avevo postato un articolo di Nature Immunology Reviews sullo stesso tenore, mi sembra. Riposto qui:

https://www.nature.com/articles/s41577-020-00493-9?utm_source=facebook&utm_medium=social&utm_content=organic&utm_campaign=NGMT_USG_JC01_GL_NRJournals&fbclid=IwAR3Z-ui026G7nSVfBmwyqpfcMtt8VPpDO-MEh_qavL5Tj9KHS6oo2w35_Fc

Endemic SARS-CoV-2 will maintain post-pandemic immunity
Marc Veldhoen & J. Pedro Simas
Nature Reviews Immunology (2021)
COVID-19 vaccinations have started. They will stop the pandemic. Citing recent data that are in line with immunological knowledge and predictions, combined with insights of common cold coronaviruses, we here set out the case that the maintenance of population immunity will not depend on continued vaccinations but on the endemic presence of SARS-CoV-2.


Da ignorante in materia, mi ha sempre stuzzicato l'idea che questo coronavirus possa avere una traiettoria simile agli altri virus del raffreddore, che magari in passato hanno provocato pandemie simili (anche se magari con numero di morti e impatto sociale inferiore data l'età media più bassa), e successivamente sono diventati endemici.

In questo commento mi sembra si dica che la vaccinazione bloccherà i danni maggiori della pandemia, ma il virus rimarrà per sempre in giro e a forza di prenderselo da giovani aiuterà a costruire una risposta immunitaria che lo ridurrà a quello che sono attualmente i raffreddori.

Chiedo agli esperti, è una visione condivisibile/realistica? Se così fosse, avrebbe senso vaccinare gli under 40 e impedire che si costruiscano la loro risposta immunitaria? O questo avverrà comunque in un secondo momento quando, finito l'aspetto emergenziale garantito dalla copertura vaccinale dei più deboli, i più giovani non dovranno ripetere la vaccinazione?

Io sapevo che il virus se non trova appoggio in qualche essere vivente, muore.

Online Tarallo

*****
97810
Re:coronavirus
« Risposta #13588 il: 14 Gen 2021, 10:09 »
Io sapevo che il virus se non trova appoggio in qualche essere vivente, muore.

Certo che muore. Per questo abbiamo fatto il lockdown.
Se immagini un lockdown teorico in cui ogni persona del pianeta sta da sola per un mese, senza vedere nessuno, il virus muore (così come le persone che nel frattempo lo avevano preso).
Ma lui sparisce.
Siccome è impossibile farlo, il virus non muore e lotta insieme a noi, a meno di a) immunità totale della popolazione che ne impedisce anche la trasmissione e b) nuove mutazioni..

Online Tarallo

*****
97810
Re:coronavirus
« Risposta #13589 il: 14 Gen 2021, 11:17 »
Mi spiazza perché questo concetto che ad uccidere le persone non sia tanto il virus quanto l'eccesso di reazione immunitaria non lo avevo recepito prima, e non so se sia poi stato confermato? E perché, in questo caso, mi verrebbe da dedurre che vaccinare sarebbe controproducente perché viene attivata ancora di più la risposta immunitaria.

La cytokine storm è stata notata come cofattore in diversi casi di Covid grave, in particolare alti livelli di Interleuchina 6 sono associati con un degrado della patologia più rapido. Linfociti T Cd4+ e CD8+ attivati sono elevati in pazienti Covid.

In realtà, malgrado una deregolazione immunologica sia stata evicdenziata, non si sa se alla base dei casi severi di Covid ci sia iperattività immunitaria o mancata risoluzione della risposta infiammatoria a causa di attiva replicazione virale. Dati di associazione tra la carica virale e livelli di citochine in casi gravi ma non in casi non gravi sono stati pubblicati.
Un altro meccanismo ipotizzato è l'autoimmunità dovuta alla possibile somiglianza fra SARS-CoV-2 e un autoantigene.
E' possibile anche che la presenza di un preesistente stato di infiammazione cronica in pazienti Covid con altre malattie come ipertensione, diabete e obesità sia associata ai sintomi cytokine-storm-like che si vedono talvolta in questo gruppo di pazienti.

Insomma, non si sa :)
Pare che le cytokine storms di Covid siano diverse da altre cytokine storms già note (surprise!) in molti aspetti importanti.

Come diceva vaz, impareremo molto da quello che accade alla popolazione vaccinata, in particolare quella parte della popolazione che ha comorbidita' e che era palesemente assente dai gruppi di individui usati nei clinical trials.
Re:coronavirus
« Risposta #13590 il: 14 Gen 2021, 12:49 »
Blueline guarda gli ultimi 2 minuti di questo video.

https://www.la7.it/piazzapulita/video/il-covid-non-esiste-10-09-2020-339034

La bionda è una maestra che entra a in classe ha fatto togliere le mascherine e riattaccare i banchi.
È i genitori sono andati a prendersi i figli a scuola.

Quello co la faccia da plastino e montanari.
Una sorta di wanna marchi col camice.

madonna questo video fa venire veramente rabbia e sconforto
Re:coronavirus
« Risposta #13591 il: 14 Gen 2021, 15:36 »
Scusate, mi è stato girato questo articolo è mi ha spiazzato. È un articolo di un quotidiano e non di una rivista scientifica, quindi chiaramente va preso con cautela, però la testata a parte quando fa propaganda religiosa è una testata che approfondisce con attenzione e gli intervistati sono personaggi autorevoli

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/quei-positivi-che-non-si-ammalano-mai-ecco-chi-riesce-a-tollerare-il-virus

Mi spiazza perché questo concetto che ad uccidere le persone non sia tanto il virus quanto l'eccesso di reazione immunitaria non lo avevo recepito prima, e non so se sia poi stato confermato? E perché, in questo caso, mi verrebbe da dedurre che vaccinare sarebbe controproducente perché viene attivata ancora di più la risposta immunitaria.

Non mi sembra se ne sia già parlato, ma ultimamente sono andato in overdose di informazione e sto facendo delle confusioni pazzesche. Però pur convinto che la mia deduzione sia fallata non capisco dove lo sarebbe.

Chiedo ai luminari e a Vaz  ( ;) ) chiarimenti, sperando di non abusare del vostro tempo.


Grazie

Da non esperto ti dico che quello che ho capito io: non essendoci degli anticorpi specifici, il sistema immunitario mano mano aumenta la risposta perché non riesce ad eliminare il virus fino a scatenare la tempesta. Con il vaccino, il nostro sistema immunitario dovrebbe essere in grado di rispondere in maniera specifica e quindi di eliminare il virus e non aumentare la risposta immunitaria in maniera esagerata.

Chiaramente è una spiegazione molto profana e i dettagli come detto dai più esperti neanche sono ancora chiarissimi.
Re:coronavirus
« Risposta #13592 il: 14 Gen 2021, 16:34 »
La cytokine storm è stata notata come cofattore in diversi casi di Covid grave, in particolare alti livelli di Interleuchina 6 sono associati con un degrado della patologia più rapido. Linfociti T Cd4+ e CD8+ attivati sono elevati in pazienti Covid.

In realtà, malgrado una deregolazione immunologica sia stata evicdenziata, non si sa se alla base dei casi severi di Covid ci sia iperattività immunitaria o mancata risoluzione della risposta infiammatoria a causa di attiva replicazione virale. Dati di associazione tra la carica virale e livelli di citochine in casi gravi ma non in casi non gravi sono stati pubblicati.
Un altro meccanismo ipotizzato è l'autoimmunità dovuta alla possibile somiglianza fra SARS-CoV-2 e un autoantigene.
E' possibile anche che la presenza di un preesistente stato di infiammazione cronica in pazienti Covid con altre malattie come ipertensione, diabete e obesità sia associata ai sintomi cytokine-storm-like che si vedono talvolta in questo gruppo di pazienti.

Insomma, non si sa :)
Pare che le cytokine storms di Covid siano diverse da altre cytokine storms già note (surprise!) in molti aspetti importanti.

Come diceva vaz, impareremo molto da quello che accade alla popolazione vaccinata, in particolare quella parte della popolazione che ha comorbidita' e che era palesemente assente dai gruppi di individui usati nei clinical trials.

Grazie, molto abbastanza chiaro  ;)

Insomma, come capita spesso, nell'articolo del giornale si era fatta passare come certa e preminente una causa
"Se a ucciderci non è il virus stesso, ma l’eccesso di autodifesa che il nostro corpo mette in atto scatenando quella reazione infiammatoria che solo in Italia ha causato oltre 35mila vittime, qual è il meccanismo di tutto questo?"
quando invece sembra essere una delle tante potenziali conseguenze letali dell'infezione da Sars-Cov-2




Da non esperto ti dico che quello che ho capito io: non essendoci degli anticorpi specifici, il sistema immunitario mano mano aumenta la risposta perché non riesce ad eliminare il virus fino a scatenare la tempesta. Con il vaccino, il nostro sistema immunitario dovrebbe essere in grado di rispondere in maniera specifica e quindi di eliminare il virus e non aumentare la risposta immunitaria in maniera esagerata.

Chiaramente è una spiegazione molto profana e i dettagli come detto dai più esperti neanche sono ancora chiarissimi.

Grazie anche a te, l'auspicio è che sia così

Offline vaz

*****
44712
Re:coronavirus
« Risposta #13593 il: 14 Gen 2021, 16:59 »
il punto del vaccino è evitare che si sviluppi l'infiammazione cronica che potrebbe portare alla tempesta di citochine.

il sistema immunitario va letteralmente in corto circuito perché non sa che pesci prendere, e questo è dovuto al virus. il meccanismo esatto della tempesta di citochine è diverso, come scrive Tarallo, da altri casi, specialmente perché di solito si ha un sovraffollamento di macrofagi. Per quanto riguarda il covid, c'è un vero e proprio intasamento di cellule immunitarie in loco.

una delle ipotesi più in voga ora è che il sistema immunitario chiami praticamente tutte le cellule dell'immunità, provocando un'amplificazione massiva dei segnali infiammatori. da qui la tempesta di citochine.

Offline Emanuele

*
7313
Via Bocchi
Re:coronavirus
« Risposta #13594 il: 14 Gen 2021, 19:51 »
scusate ma la tempesta di citochine a livello sintomatico come si manifesta?

Online Tarallo

*****
97810
Re:coronavirus
« Risposta #13595 il: 14 Gen 2021, 20:06 »
La tempesta di citochine è una sovrapproduzione di queste sostanze, come l'Interleuchina, l'interferone, il tumor necrosis factor e tante altre. Fra le altre cose, queste sostanze chiamano all'attivazione e all'intervento le cellule del sistema immunitario, che arrivano nel luogo preposto e cominciano a combattere con le loro armi.
I sintomi sono quelli di una iperinfiammazione che non si ferma, di una iperrisposta immunitaria che fa fatica a riconoscere amici da nemici con danni a tessuti e cellule circostanze, febbre, eruzioni cutanee, tosse, fatica a respirare, confusione, dolori, mal di testa, danni cellulari dei tessuti attaccati.
Per fare un esempio, la tempesta di citochine è come il discorso di Trump a Washington, con Trump, Rudy Giuliani, Mo Brooks nel ruolo delle citochine esagerate che attivano migliaia e migliaia di cellule immunitarie e le spingono irrimediabilmente a trasferirsi nel sito dove vogliono che si svolga l'infiammazione e le convincono a distruggere tutto quello che trovano.

Offline Emanuele

*
7313
Via Bocchi
Re:coronavirus
« Risposta #13596 il: 14 Gen 2021, 20:37 »
grazie per la spiegazione molto chiara

Online Tarallo

*****
97810
Re:coronavirus
« Risposta #13597 il: 14 Gen 2021, 20:46 »
Intanto, per chiudere la giornata con una botta di tristezza, c'è la variante brasiliana + l'efficacia del vaccino cinese (Sinovac) al 50.4%. La Turchia e il Brasile se lo stanno pompando a palla, e molti paesi meno ricchi faranno lo stesso per motivi di costi che li hanno spinti a prenotare milioni di dosi.

Da l'animadelimejomortaccidestovirus è tutto.

Online Baldrick

*****
5581
Re:coronavirus
« Risposta #13598 il: 14 Gen 2021, 22:51 »

Offline Blueline

*
5385
blog of life
Re:coronavirus
« Risposta #13599 il: 15 Gen 2021, 12:39 »
Sono negativo.
Comunque, appena sospettato di poter essere infettato, ho preso subito zitromax e il cortisone, forse eliminando subito dalla nascita la minaccia, ma sicuramente sono stato un asintomatico(tutti i miei familiari sono stati positivi, adesso negativizzati).
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod