Il Prete Salviniano

0 Utenti e 28 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #20 il: 17 Ago 2019, 17:54 »
Non sono d'accordo, perche' anche nella Chiesa, come in tutte le organizzazioni complesse, ci sono regole e procedure.

Se consentono a gente come quella di cavarsela con un buffettino evidentemente sono sbagliate
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #21 il: 17 Ago 2019, 18:00 »
Eh gia', le grandi tragedie del XX secolo sono state dovute alla Chiesa e ai suoi seguaci

Mica solo nel 20esimo secolo, sarebbe riduttivo ignorarne i pregressi.
Dal falso storico della donazione di costantino in avanti , la chiesa non ha mai preso una posizione diversa da quella di condannare e reprimere ogni forma di libertà .

E non solo della chiesa, ma le religioni in generale, assieme ai governi (inteso come potere dello stato sull'uomo), sono i più formidabili nemici che l'umanità abbia mai avuto.

"In every country and in every age, the priest has been hostile to liberty.
He is always in alliance with the despot, abetting his abuses in return for protection to his own.
"

Offline Vincelor

*
886
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #22 il: 17 Ago 2019, 18:18 »
Mica solo nel 20esimo secolo, sarebbe riduttivo ignorarne i pregressi.
Dal falso storico della donazione di costantino in avanti , la chiesa non ha mai preso una posizione diversa da quella di condannare e reprimere ogni forma di libertà .

E non solo della chiesa, ma le religioni in generale, assieme ai governi (inteso come potere dello stato sull'uomo), sono i più formidabili nemici che l'umanità abbia mai avuto.

"In every country and in every age, the priest has been hostile to liberty.
He is always in alliance with the despot, abetting his abuses in return for protection to his own.
"
E' un discorso lungo e complesso e secondo me semplifichi un po' troppo. Se volessi semplificare anche io, ti potrei dire che le piu' grandi catastrofi politiche della storia (nazismo, stalinismo e successori, maoismo, khmer rouge) sono state perpetrate da movimenti atei e dunque l'ateismo ne e' stata una causa. Ma non funziona cosi'

Offline sorazio

*
8196
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #23 il: 17 Ago 2019, 19:29 »
la Chiesa qui non si muoverà...

Offline Omar65

*****
6602
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #24 il: 17 Ago 2019, 19:30 »
Nihil novum sub sole.
Per alcuni (ma se anche fosse uno solo sarebbe troppo) preti la parola di cristo è un optional.

Ce ne sono tanti, specie tra i più anziani, che hanno scelto di fare il prete come mestiere...

Offline sharp

*****
18692
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #25 il: 17 Ago 2019, 20:00 »
da testimonianze sul posto stasera davanti alla chiesa c'erano i carabinieri e
gente di estrema dx che diceva di non fare riprese con i cellulari
(credo casa clown, anche se non ne sono certi) a fare da scudo,
il prete in questione, per sicurezza, è uscito da una porticina laterale.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #26 il: 17 Ago 2019, 21:37 »
Questa la posizione del Papa. Se vogliamo discutere di chiesa e politica questo è il punto da cui partire. Tenendo presente che tra i preti, soprattutto quelli che contano, è largamente maggioritaria.
Però volendo possiamo anche andare appresso a Fra Cazzo Da Velletri e ai suoi amici di Cagapound.



"L'Europa non può e non deve sciogliersi. È un'unità storica e culturale oltre che geografica. Il sogno dei Padri Fondatori ha avuto consistenza perché è stata un'attuazione di questa unità. Ora non si deve perdere questo patrimonio". Sono le parole di Papa Francesco in un'intervista a La Stampa, nella quale precisa che l'Europa "si è indebolita con gli anni, anche a causa di alcuni problemi di amministrazione, di dissidi interni. Ma bisogna salvarla. Dopo le elezioni, spero che inizi un processo di rilancio e che vada avanti senza interruzioni".

Il pontefice parla anche del sovranismo, che considera "un atteggiamento di isolamento. Sono preoccupato perché si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934. "Prima noi. Noi… noi…": sono pensieri che fanno paura. Il sovranismo è chiusura. Un Paese deve essere sovrano, ma non chiuso. La sovranità va difesa, ma vanno protetti e promossi anche i rapporti con gli altri paesi, con la Comunità europea. Il sovranismo è un'esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre". Lo "stesso discorso" vale anche per i populismi. "All'inizio faticavo a comprenderlo - spiega - perché studiando Teologia ho approfondito il popolarismo, cioè la cultura del popolo: ma una cosa è che il popolo si esprima, un'altra è imporre al popolo l'atteggiamento populista. Il popolo è sovrano (ha un modo di pensare, di esprimersi e di sentire, di valutare), invece i populismi ci portano a sovranismi: quel suffisso, 'ismi', non fa mai bene".

Il Papa è poi tornato sul fenomeno delle migrazioni: "Innanzitutto, mai tralasciare il diritto più importante di tutti: quello alla vita". Parte della soluzione, secondo il Pontefice, è investire in Medio Oriente e Africa "per aiutare a risolvere i loro problemi e fermare così i flussi migratori". Ma, attenzione, bisogna "ricevere", perché "le porte vanno aperte, non chiuse".

Offline sorazio

*
8196
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #27 il: 17 Ago 2019, 22:07 »
considerando il profondo legame chiesa politica, e considerando l'altrettanto profonda crepa tra il nuovo corso di Papa Francesco e quella che era la Vecchia Chiesa associata alle politiche di dx per lo meno in Italia, diretto che siamo in un punto di profonda rottura tra Iol vecchio ed il nuovo sistema. Una rottura che neanche Papa Giovanni Paolo II era riuscito a creare. Solo che in Italia ancora non sai è capita la svolta della Chiesa e soggetti come il Capitone II ancora va girando col rosario. Quanto ci vorrà ancora prima che le persone capiscano tale scissione?

Offline carib

*****
27403
Un prete tira l'altro
« Risposta #28 il: 17 Ago 2019, 22:59 »
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #29 il: 18 Ago 2019, 02:41 »
Questa la posizione del Papa. Se vogliamo discutere di chiesa e politica questo è il punto da cui partire. Tenendo presente che tra i preti, soprattutto quelli che contano, è largamente maggioritaria.
Però volendo possiamo anche andare appresso a Fra Cazzo Da Velletri e ai suoi amici di Cagapound.



"L'Europa non può e non deve sciogliersi. È un'unità storica e culturale oltre che geografica. Il sogno dei Padri Fondatori ha avuto consistenza perché è stata un'attuazione di questa unità. Ora non si deve perdere questo patrimonio". Sono le parole di Papa Francesco in un'intervista a La Stampa, nella quale precisa che l'Europa "si è indebolita con gli anni, anche a causa di alcuni problemi di amministrazione, di dissidi interni. Ma bisogna salvarla. Dopo le elezioni, spero che inizi un processo di rilancio e che vada avanti senza interruzioni".

Il pontefice parla anche del sovranismo, che considera "un atteggiamento di isolamento. Sono preoccupato perché si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934. "Prima noi. Noi… noi…": sono pensieri che fanno paura. Il sovranismo è chiusura. Un Paese deve essere sovrano, ma non chiuso. La sovranità va difesa, ma vanno protetti e promossi anche i rapporti con gli altri paesi, con la Comunità europea. Il sovranismo è un'esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre". Lo "stesso discorso" vale anche per i populismi. "All'inizio faticavo a comprenderlo - spiega - perché studiando Teologia ho approfondito il popolarismo, cioè la cultura del popolo: ma una cosa è che il popolo si esprima, un'altra è imporre al popolo l'atteggiamento populista. Il popolo è sovrano (ha un modo di pensare, di esprimersi e di sentire, di valutare), invece i populismi ci portano a sovranismi: quel suffisso, 'ismi', non fa mai bene".

Il Papa è poi tornato sul fenomeno delle migrazioni: "Innanzitutto, mai tralasciare il diritto più importante di tutti: quello alla vita". Parte della soluzione, secondo il Pontefice, è investire in Medio Oriente e Africa "per aiutare a risolvere i loro problemi e fermare così i flussi migratori". Ma, attenzione, bisogna "ricevere", perché "le porte vanno aperte, non chiuse".

Ma il papa DEVE essere seguito o così iscrive in sezione per cambiare le cose .

🤔
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #30 il: 18 Ago 2019, 08:44 »
Anche la chiesa ha i suoi clienti .

Mica li può cacciare .

E sono più di quanto crediate .

Specie a nord .
Dici che devono fare come l’aradio de Roma?

Offline sorazio

*
8196
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #31 il: 18 Ago 2019, 11:01 »
nel frattempo sono uscite le scuse su fb. Dall'alto avrà avuto la chiamata
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #32 il: 18 Ago 2019, 11:53 »
nel frattempo sono uscite le scuse su fb.

Su FB, le scuse su FB... Che immagino sentite e sincere ...
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #33 il: 18 Ago 2019, 12:37 »
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #34 il: 18 Ago 2019, 14:57 »
Rega’ ma, sinceramente, anche sticazzi de Fra Cazzo eh...
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #35 il: 18 Ago 2019, 15:10 »
Rega’ ma, sinceramente, anche sticazzi de Fra Cazzo eh...

50%

Condivido che la posizione ufficiale, nella forma e nella sostanza, della Chiesa Cattolica sia ben diversa e mi tengo stretto questa.

Però non possiamo far finta di non sapere quanto i vari parroci sparsi nelle cittadine, nelle campagne e nei paesini di montagna abbiano carisma e influenzano le persone. I cattivisti non sarebbero mai ricorsi a rosari e madonne se non avessero saputo di avere l'appoggio di molti capetti religiosi.
E da come verrà gestito questo caso, che sappiamo non essere unico non prendiamoci in giro, dipenderanno molte cose

Offline sorazio

*
8196
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #36 il: 18 Ago 2019, 15:18 »
concordo, il 40% ed oltre del cdx è nelle cittadine, le grandi città vanno in direzione opposta. Hanno presa forte alle città medio piccole, che sono la maggioranza dell'Italia, se fino a 500000 abitanti si vota a dx ben poco rimane a sx. Ergo a me di fracazzo frega e come...
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #37 il: 18 Ago 2019, 15:23 »
Ma no MisterFaro, è un’idea della Chiesa completamente fuori fase.

Siamo in un mondo che quando elegge i suoi rappresentanti secolari esalta, a furor di popolo, con la bava alla bocca, traboccante di bile, i Trump, i Salvini, i Putin. Tutta gente che in chiesa ci va solo se a favore di fotografi. Sono l’espressione netta di una società che crede in “IO”, che “l’altro” lo vuole affogare in mare, o mandare nelle camere a gas.

Poi c’è una minoranza, arroccata nelle parrocchie, che le sere va per le stazioni a portare i panini ai disperati, che organizza le case di accoglienza, che teorizza la fratellanza e la pratica eleggendo un Papa che sta dalla parte dei migranti e una gerarchia, escluse poche eccezioni, che è con lui.

Oggi la Chiesa Cattolica è chiaramente percepita dall’internazionale sovranista come il primo, e forse il solo, nemico. Per lo meno è l’unica che ha una visione coerente di difesa degli esseri umani, tutti; che siano migranti, che siano donne, che siano bambini, che siano malati, che siano diversi.

E noi tiriamo fuori Fra Cazzo da Velletri e lo brandiamo (“vedi, vedi!”)  per asserire chissàchecosa.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #38 il: 18 Ago 2019, 15:29 »
non conosco di comunita' dove non esista qualche elemento che va contro la 'linea editoriale', sia nel meglio ma molto piu' spesso nel peggio.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #39 il: 18 Ago 2019, 15:31 »
Ma no MisterFaro, è un’idea della Chiesa completamente fuori fase.

Siamo in un mondo che quando elegge i suoi rappresentanti secolari esalta, a furor di popolo, con la bava alla bocca, traboccante di bile, i Trump, i Salvini, i Putin. Tutta gente che in chiesa ci va solo se a favore di fotografi. Sono l’espressione netta di una società che crede in “IO”, che “l’altro” lo vuole affogare in mare, o mandare nelle camere a gas.

Poi c’è una minoranza, arroccata nelle parrocchie, che le sere va per le stazioni a portare i panini ai disperati, che organizza le case di accoglienza, che teorizza la fratellanza e la pratica eleggendo un Papa che sta dalla parte dei migranti e una gerarchia, escluse poche eccezioni, che è con lui.

Oggi la Chiesa Cattolica è chiaramente percepita dall’internazionale sovranista come il primo, e forse il solo, nemico. Per lo meno è l’unica che ha una visione coerente di difesa degli esseri umani, tutti; che siano migranti, che siano donne, che siano bambini, che siano malati, che siano diversi.

E noi tiriamo fuori Fra Cazzo da Velletri e lo brandiamo (“vedi, vedi!”)  per asserire chissàchecosa.

Attribuisci al tuo interlocutore posizioni mai espresse

Sostieni idee iperboliche e paradossali

Così è difficile ragionare
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod