Lazio.net Community

Varie / General => Temi => Topic aperto da: sorazio - 17 Ago 2019, 10:02

Titolo: Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 17 Ago 2019, 10:02
https://www.ilmessaggero.it/frosinone/migranti_predica_choc_del_parroco_vengono_con_telefonini_e_dicono_di_fuggire_dalle_guerre_pensiamo_alla_nostra_patria-4678916.html


senza parole
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Maremma Laziale - 17 Ago 2019, 11:07
Dimmi che è Verdone che fa Don Alfio  :s
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: novantatreesimo - 17 Ago 2019, 11:55
Nelle parrocchie di paese papa francesco è considerato l'anticristo.
A Piglio (FR), per esempio. 
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 17 Ago 2019, 13:48
A Segni ( Roma) c'è un topo de fogna che oltre che razzista demmerda è pure della riomma.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 17 Ago 2019, 14:28
Sicuramente papa Frangiesco adesso farà foco e fiamme ... Scomunica e anatema arrivo
Te fidi !!!???
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: alasinistra - 17 Ago 2019, 14:37
La predica di questo prete merdoso sarebbe da considerare un "reato proprio", in quanto tali espressioni pronunziate da un ministro di Dio sono inqualificabili e aggravate proprio dalla sua qualifica di prete.
Peccato, però, che le sue parole non siano state interrotte da qualche fedele, anche con l'ausilio di qualche oggetto (es. una scarpa) lanciata verso questo idiota.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 17 Ago 2019, 14:54
Sicuramente papa Frangiesco adesso farà foco e fiamme ... Scomunica e anatema arrivo
Te fidi !!!???
Sora. Parroco anti-migranti, il vescovo lo sconfessa: "La Chiesa è per accoglienza" (repubblica). Me fido
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: VeniVidiLulic - 17 Ago 2019, 15:44
Dall'era dei tempi questi aizzano impunemente le folle per fare i loro sporchi interessi.

Andavano terminati nel 1870, con l'avallo di Bismarck e della Gran Bretagna, occasione irripetibile e terribilmente sprecata.
Ci saremmo risparmiati più di un secolo d'odio, corruzzione, nefandezze di vario tipo, supporto a dittatori ai 4 angoli del globo, ci sarebbe stato abbastanza per industrializzare il paese 50 anni prima, per risolvere la questione meridionale e per comprare pacificamente dall'Austria i territori orientali ed evitare così la guerra del 1915...

A quel punto cambierebbe totalmente la storia, senza un papa sul trono i tratti assolutistici tipici del cattolicesimo vengono meno....
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Piojo66 - 17 Ago 2019, 15:46
Basterebbero solo le interviste in cui Papa Francesco attacca la politica di Salvini. ...
https://www.ilfoglio.it/l-italia-vista-dagli-altri/2019/07/08/news/lo-scontro-tra-papa-francesco-e-salvini-sull-immigrazione-264263/

Purtroppo  in questo momento  nella Chiesa c'è  una guerra, e sono in parecchi  contro il papa
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Piojo66 - 17 Ago 2019, 15:53
Dall'era dei tempi questi aizzano impunemente le folle per fare i loro sporchi interessi.

Andavano terminati nel 1870, con l'avallo di Bismarck e della Gran Bretagna, occasione irripetibile e terribilmente sprecata.
Ci saremmo risparmiati più di un secolo d'odio, corruzzione, nefandezze di vario tipo, supporto a dittatori ai 4 angoli del globo, ci sarebbe stato abbastanza per industrializzare il paese 50 anni prima, per risolvere la questione meridionale e per comprare pacificamente dall'Austria i territori orientali ed evitare così la guerra del 1915...

A quel punto cambierebbe totalmente la storia, senza un papa sul trono i tratti assolutistici tipici del cattolicesimo vengono meno....

Sbagli tantissime cose, di storia e filosofia, ma ti faccio notare solo l'errore in italiano:
 corruzione  va con una z sola...
 :p
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 17 Ago 2019, 15:55
Basterebbero solo le interviste in cui Papa Francesco attacca la politica di Salvini. ...
https://www.ilfoglio.it/l-italia-vista-dagli-altri/2019/07/08/news/lo-scontro-tra-papa-francesco-e-salvini-sull-immigrazione-264263/

Purtroppo  in questo momento  nella Chiesa c'è  una guerra, e sono in parecchi  contro il papa
spero nell'anno sabbatico nello Zimbabwe
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 17 Ago 2019, 16:14
Sora. Parroco anti-migranti, il vescovo lo sconfessa: "La Chiesa è per accoglienza" (repubblica). Me fido

Lo sconfessa... Mammamia che tremenda punizione... Cioè sto pezzo demmerda si prende la libertà di aizzare dal pulpito i cristiani verso altri esseri umani e tutto quello di cui ė capace la chiesa ė prendere le distanze dicendo che sono semplicemente discutibili idee personali!!!??

Direi che ti fidi facile... Poi ci sorprendiamo  dei preti pedofili
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: WhiteNoise - 17 Ago 2019, 16:43
Nihil novum sub sole.
Per alcuni (ma se anche fosse uno solo sarebbe troppo) preti la parola di cristo è un optional.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: WhiteNoise - 17 Ago 2019, 16:44
E comunque è vero: Cissé arrivò col Ferrari, oltre che con le catene d'oro...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 17 Ago 2019, 16:56
Reality check.

La galassia sovranista è AVVELENATA contro il grosso dei preti e delle gerarchie cattoliche. Tranne poche eccezioni predicano accoglienza, fratellanza, aiuto dei più deboli.
La destra, tradizionale ostentatrice di simboli religiosi (mistificati per orpelli identitari), è sconcertata dagli innumerevoli anatemi POLITICI che gli arrivano dal Papa in giù.

Certo, in tutto questo, possiamo anche stracciarci le vesti perché qualche prete di Inculonia dice cazzate. Possiamo. Possiamo anche scendere in spiaggia in cappotto, mica è vietato.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 17 Ago 2019, 17:02
Dall'era dei tempi questi aizzano impunemente le folle per fare i loro sporchi interessi.

Andavano terminati nel 1870, con l'avallo di Bismarck e della Gran Bretagna, occasione irripetibile e terribilmente sprecata.
Ci saremmo risparmiati più di un secolo d'odio, corruzzione, nefandezze di vario tipo, supporto a dittatori ai 4 angoli del globo, ci sarebbe stato abbastanza per industrializzare il paese 50 anni prima, per risolvere la questione meridionale e per comprare pacificamente dall'Austria i territori orientali ed evitare così la guerra del 1915...

A quel punto cambierebbe totalmente la storia, senza un papa sul trono i tratti assolutistici tipici del cattolicesimo vengono meno....
Eh gia', le grandi tragedie del XX secolo sono state dovute alla Chiesa e ai suoi seguaci
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 17 Ago 2019, 17:08
Lo sconfessa... Mammamia che tremenda punizione... Cioè sto pezzo demmerda si prende la libertà di aizzare dal pulpito i cristiani verso altri esseri umani e tutto quello di cui ė capace la chiesa ė prendere le distanze dicendo che sono semplicemente discutibili idee personali!!!??

Direi che ti fidi facile... Poi ci sorprendiamo  dei preti pedofili
Non voglio partecipare alla polemica, ma che ti aspetteresti? La Santa Inquisizione non e' piu' di moda. Il riferimento ai preti pedofili mi sembra molto uno sparare nel mucchio, qui non c'entra granche'. Peraltro la pedofilia non mi sembra una perversione tragica legata solo agli ambienti ecclesiali (vedi Epstein). Mi sembra che questo Papa abbia fatto molto al riguardo, non tutto e magari non abbastanza, ma meglio che in passato
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 17 Ago 2019, 17:23
Non voglio partecipare alla polemica, ma che ti aspetteresti? La Santa Inquisizione non e' piu' di moda. Il riferimento ai preti pedofili mi sembra molto uno sparare nel mucchio, qui non c'entra granche'. Peraltro la pedofilia non mi sembra una perversione tragica legata solo agli ambienti ecclesiali (vedi Epstein). Mi sembra che questo Papa abbia fatto molto al riguardo, non tutto e magari non abbastanza, ma meglio che in passato

Mi aspetterei che lo cacciassero, molto semplicemente perché non degno di indossare l'abito che porta, non c'entra nulla l'inquisizione, e il riferimento alla pedofilia ė assolutamente pertinente perché fa riferimento all'ipocrisia che per anni ha consentito a questa gentaglia di abusare della fiducia (oltre che dei ragazzini) di chi affidava loro i propri cari, la stessa ipocrisia che consente di ritenere adeguato un buffettino come la reprimenda di cui sopra rispetto alla schifosa omelia che offende prima di tutto la chiesa, dal papa mi aspetterei una presa di posizione netta, dura , senza se e senza ma...  non solo a chiacchiere

Ps- nessuna polemica da parte mia, quantomeno con te
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 17 Ago 2019, 17:27
Anche la chiesa ha i suoi clienti .

Mica li può cacciare .

E sono più di quanto crediate .

Specie a nord .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 17 Ago 2019, 17:35
Mi aspetterei che lo cacciassero, molto semplicemente perché non degno di indossare l'abito che porta, non c'entra nulla l'inquisizione, e il riferimento alla pedofilia ė assolutamente pertinente perché fa riferimento all'ipocrisia che per anni ha consentito a questa gentaglia di abusare della fiducia (oltre che dei ragazzini) di chi affidava loro i propri cari, la stessa ipocrisia che consente di ritenere adeguato un buffettino come la reprimenda di cui sopra rispetto alla schifosa omelia che offende prima di tutto la chiesa, dal papa mi aspetterei una presa di posizione netta, dura , senza se e senza ma...  non solo a chiacchiere

Ps- nessuna polemica da parte mia, quantomeno con te
Non sono d'accordo, perche' anche nella Chiesa, come in tutte le organizzazioni complesse, ci sono regole e procedure.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 17 Ago 2019, 17:54
Non sono d'accordo, perche' anche nella Chiesa, come in tutte le organizzazioni complesse, ci sono regole e procedure.

Se consentono a gente come quella di cavarsela con un buffettino evidentemente sono sbagliate
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: VeniVidiLulic - 17 Ago 2019, 18:00
Eh gia', le grandi tragedie del XX secolo sono state dovute alla Chiesa e ai suoi seguaci

Mica solo nel 20esimo secolo, sarebbe riduttivo ignorarne i pregressi.
Dal falso storico della donazione di costantino in avanti , la chiesa non ha mai preso una posizione diversa da quella di condannare e reprimere ogni forma di libertà .

E non solo della chiesa, ma le religioni in generale, assieme ai governi (inteso come potere dello stato sull'uomo), sono i più formidabili nemici che l'umanità abbia mai avuto.

"In every country and in every age, the priest has been hostile to liberty.
He is always in alliance with the despot, abetting his abuses in return for protection to his own.
"
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 17 Ago 2019, 18:18
Mica solo nel 20esimo secolo, sarebbe riduttivo ignorarne i pregressi.
Dal falso storico della donazione di costantino in avanti , la chiesa non ha mai preso una posizione diversa da quella di condannare e reprimere ogni forma di libertà .

E non solo della chiesa, ma le religioni in generale, assieme ai governi (inteso come potere dello stato sull'uomo), sono i più formidabili nemici che l'umanità abbia mai avuto.

"In every country and in every age, the priest has been hostile to liberty.
He is always in alliance with the despot, abetting his abuses in return for protection to his own.
"
E' un discorso lungo e complesso e secondo me semplifichi un po' troppo. Se volessi semplificare anche io, ti potrei dire che le piu' grandi catastrofi politiche della storia (nazismo, stalinismo e successori, maoismo, khmer rouge) sono state perpetrate da movimenti atei e dunque l'ateismo ne e' stata una causa. Ma non funziona cosi'
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 17 Ago 2019, 19:29
la Chiesa qui non si muoverà...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Omar65 - 17 Ago 2019, 19:30
Nihil novum sub sole.
Per alcuni (ma se anche fosse uno solo sarebbe troppo) preti la parola di cristo è un optional.

Ce ne sono tanti, specie tra i più anziani, che hanno scelto di fare il prete come mestiere...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sharp - 17 Ago 2019, 20:00
da testimonianze sul posto stasera davanti alla chiesa c'erano i carabinieri e
gente di estrema dx che diceva di non fare riprese con i cellulari
(credo casa clown, anche se non ne sono certi) a fare da scudo,
il prete in questione, per sicurezza, è uscito da una porticina laterale.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 17 Ago 2019, 21:37
Questa la posizione del Papa. Se vogliamo discutere di chiesa e politica questo è il punto da cui partire. Tenendo presente che tra i preti, soprattutto quelli che contano, è largamente maggioritaria.
Però volendo possiamo anche andare appresso a Fra Cazzo Da Velletri e ai suoi amici di Cagapound.



"L'Europa non può e non deve sciogliersi. È un'unità storica e culturale oltre che geografica. Il sogno dei Padri Fondatori ha avuto consistenza perché è stata un'attuazione di questa unità. Ora non si deve perdere questo patrimonio". Sono le parole di Papa Francesco in un'intervista a La Stampa, nella quale precisa che l'Europa "si è indebolita con gli anni, anche a causa di alcuni problemi di amministrazione, di dissidi interni. Ma bisogna salvarla. Dopo le elezioni, spero che inizi un processo di rilancio e che vada avanti senza interruzioni".

Il pontefice parla anche del sovranismo, che considera "un atteggiamento di isolamento. Sono preoccupato perché si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934. "Prima noi. Noi… noi…": sono pensieri che fanno paura. Il sovranismo è chiusura. Un Paese deve essere sovrano, ma non chiuso. La sovranità va difesa, ma vanno protetti e promossi anche i rapporti con gli altri paesi, con la Comunità europea. Il sovranismo è un'esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre". Lo "stesso discorso" vale anche per i populismi. "All'inizio faticavo a comprenderlo - spiega - perché studiando Teologia ho approfondito il popolarismo, cioè la cultura del popolo: ma una cosa è che il popolo si esprima, un'altra è imporre al popolo l'atteggiamento populista. Il popolo è sovrano (ha un modo di pensare, di esprimersi e di sentire, di valutare), invece i populismi ci portano a sovranismi: quel suffisso, 'ismi', non fa mai bene".

Il Papa è poi tornato sul fenomeno delle migrazioni: "Innanzitutto, mai tralasciare il diritto più importante di tutti: quello alla vita". Parte della soluzione, secondo il Pontefice, è investire in Medio Oriente e Africa "per aiutare a risolvere i loro problemi e fermare così i flussi migratori". Ma, attenzione, bisogna "ricevere", perché "le porte vanno aperte, non chiuse".
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 17 Ago 2019, 22:07
considerando il profondo legame chiesa politica, e considerando l'altrettanto profonda crepa tra il nuovo corso di Papa Francesco e quella che era la Vecchia Chiesa associata alle politiche di dx per lo meno in Italia, diretto che siamo in un punto di profonda rottura tra Iol vecchio ed il nuovo sistema. Una rottura che neanche Papa Giovanni Paolo II era riuscito a creare. Solo che in Italia ancora non sai è capita la svolta della Chiesa e soggetti come il Capitone II ancora va girando col rosario. Quanto ci vorrà ancora prima che le persone capiscano tale scissione?
Titolo: Un prete tira l'altro
Inserito da: carib - 17 Ago 2019, 22:59
(https://media1.giphy.com/media/Bzebpz5rnyBb2/giphy.gif)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 18 Ago 2019, 02:41
Questa la posizione del Papa. Se vogliamo discutere di chiesa e politica questo è il punto da cui partire. Tenendo presente che tra i preti, soprattutto quelli che contano, è largamente maggioritaria.
Però volendo possiamo anche andare appresso a Fra Cazzo Da Velletri e ai suoi amici di Cagapound.



"L'Europa non può e non deve sciogliersi. È un'unità storica e culturale oltre che geografica. Il sogno dei Padri Fondatori ha avuto consistenza perché è stata un'attuazione di questa unità. Ora non si deve perdere questo patrimonio". Sono le parole di Papa Francesco in un'intervista a La Stampa, nella quale precisa che l'Europa "si è indebolita con gli anni, anche a causa di alcuni problemi di amministrazione, di dissidi interni. Ma bisogna salvarla. Dopo le elezioni, spero che inizi un processo di rilancio e che vada avanti senza interruzioni".

Il pontefice parla anche del sovranismo, che considera "un atteggiamento di isolamento. Sono preoccupato perché si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934. "Prima noi. Noi… noi…": sono pensieri che fanno paura. Il sovranismo è chiusura. Un Paese deve essere sovrano, ma non chiuso. La sovranità va difesa, ma vanno protetti e promossi anche i rapporti con gli altri paesi, con la Comunità europea. Il sovranismo è un'esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre". Lo "stesso discorso" vale anche per i populismi. "All'inizio faticavo a comprenderlo - spiega - perché studiando Teologia ho approfondito il popolarismo, cioè la cultura del popolo: ma una cosa è che il popolo si esprima, un'altra è imporre al popolo l'atteggiamento populista. Il popolo è sovrano (ha un modo di pensare, di esprimersi e di sentire, di valutare), invece i populismi ci portano a sovranismi: quel suffisso, 'ismi', non fa mai bene".

Il Papa è poi tornato sul fenomeno delle migrazioni: "Innanzitutto, mai tralasciare il diritto più importante di tutti: quello alla vita". Parte della soluzione, secondo il Pontefice, è investire in Medio Oriente e Africa "per aiutare a risolvere i loro problemi e fermare così i flussi migratori". Ma, attenzione, bisogna "ricevere", perché "le porte vanno aperte, non chiuse".

Ma il papa DEVE essere seguito o così iscrive in sezione per cambiare le cose .

🤔
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: tommasino - 18 Ago 2019, 08:44
Anche la chiesa ha i suoi clienti .

Mica li può cacciare .

E sono più di quanto crediate .

Specie a nord .
Dici che devono fare come l’aradio de Roma?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 18 Ago 2019, 11:01
nel frattempo sono uscite le scuse su fb. Dall'alto avrà avuto la chiamata
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 18 Ago 2019, 11:53
nel frattempo sono uscite le scuse su fb.

Su FB, le scuse su FB... Che immagino sentite e sincere ...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Maremma Laziale - 18 Ago 2019, 12:37
Ieri pomeriggio invece aveva recitato la formuletta "non sono razzista, ma..."

https://www.ilmessaggero.it/frosinone/predica_anti_migranti_il_parroco_di_sora_insiste_prima_i_poveri_italiani-4679100.html (https://www.ilmessaggero.it/frosinone/predica_anti_migranti_il_parroco_di_sora_insiste_prima_i_poveri_italiani-4679100.html)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 14:57
Rega’ ma, sinceramente, anche sticazzi de Fra Cazzo eh...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 18 Ago 2019, 15:10
Rega’ ma, sinceramente, anche sticazzi de Fra Cazzo eh...

50%

Condivido che la posizione ufficiale, nella forma e nella sostanza, della Chiesa Cattolica sia ben diversa e mi tengo stretto questa.

Però non possiamo far finta di non sapere quanto i vari parroci sparsi nelle cittadine, nelle campagne e nei paesini di montagna abbiano carisma e influenzano le persone. I cattivisti non sarebbero mai ricorsi a rosari e madonne se non avessero saputo di avere l'appoggio di molti capetti religiosi.
E da come verrà gestito questo caso, che sappiamo non essere unico non prendiamoci in giro, dipenderanno molte cose
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 18 Ago 2019, 15:18
concordo, il 40% ed oltre del cdx è nelle cittadine, le grandi città vanno in direzione opposta. Hanno presa forte alle città medio piccole, che sono la maggioranza dell'Italia, se fino a 500000 abitanti si vota a dx ben poco rimane a sx. Ergo a me di fracazzo frega e come...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 15:23
Ma no MisterFaro, è un’idea della Chiesa completamente fuori fase.

Siamo in un mondo che quando elegge i suoi rappresentanti secolari esalta, a furor di popolo, con la bava alla bocca, traboccante di bile, i Trump, i Salvini, i Putin. Tutta gente che in chiesa ci va solo se a favore di fotografi. Sono l’espressione netta di una società che crede in “IO”, che “l’altro” lo vuole affogare in mare, o mandare nelle camere a gas.

Poi c’è una minoranza, arroccata nelle parrocchie, che le sere va per le stazioni a portare i panini ai disperati, che organizza le case di accoglienza, che teorizza la fratellanza e la pratica eleggendo un Papa che sta dalla parte dei migranti e una gerarchia, escluse poche eccezioni, che è con lui.

Oggi la Chiesa Cattolica è chiaramente percepita dall’internazionale sovranista come il primo, e forse il solo, nemico. Per lo meno è l’unica che ha una visione coerente di difesa degli esseri umani, tutti; che siano migranti, che siano donne, che siano bambini, che siano malati, che siano diversi.

E noi tiriamo fuori Fra Cazzo da Velletri e lo brandiamo (“vedi, vedi!”)  per asserire chissàchecosa.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: UnDodicesimo - 18 Ago 2019, 15:29
non conosco di comunita' dove non esista qualche elemento che va contro la 'linea editoriale', sia nel meglio ma molto piu' spesso nel peggio.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 18 Ago 2019, 15:31
Ma no MisterFaro, è un’idea della Chiesa completamente fuori fase.

Siamo in un mondo che quando elegge i suoi rappresentanti secolari esalta, a furor di popolo, con la bava alla bocca, traboccante di bile, i Trump, i Salvini, i Putin. Tutta gente che in chiesa ci va solo se a favore di fotografi. Sono l’espressione netta di una società che crede in “IO”, che “l’altro” lo vuole affogare in mare, o mandare nelle camere a gas.

Poi c’è una minoranza, arroccata nelle parrocchie, che le sere va per le stazioni a portare i panini ai disperati, che organizza le case di accoglienza, che teorizza la fratellanza e la pratica eleggendo un Papa che sta dalla parte dei migranti e una gerarchia, escluse poche eccezioni, che è con lui.

Oggi la Chiesa Cattolica è chiaramente percepita dall’internazionale sovranista come il primo, e forse il solo, nemico. Per lo meno è l’unica che ha una visione coerente di difesa degli esseri umani, tutti; che siano migranti, che siano donne, che siano bambini, che siano malati, che siano diversi.

E noi tiriamo fuori Fra Cazzo da Velletri e lo brandiamo (“vedi, vedi!”)  per asserire chissàchecosa.

Attribuisci al tuo interlocutore posizioni mai espresse

Sostieni idee iperboliche e paradossali

Così è difficile ragionare
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 18 Ago 2019, 15:48
Ma no MisterFaro, è un’idea della Chiesa completamente fuori fase.

Siamo in un mondo che quando elegge i suoi rappresentanti secolari esalta, a furor di popolo, con la bava alla bocca, traboccante di bile, i Trump, i Salvini, i Putin. Tutta gente che in chiesa ci va solo se a favore di fotografi. Sono l’espressione netta di una società che crede in “IO”, che “l’altro” lo vuole affogare in mare, o mandare nelle camere a gas.

Poi c’è una minoranza, arroccata nelle parrocchie, che le sere va per le stazioni a portare i panini ai disperati, che organizza le case di accoglienza, che teorizza la fratellanza e la pratica eleggendo un Papa che sta dalla parte dei migranti e una gerarchia, escluse poche eccezioni, che è con lui.

Oggi la Chiesa Cattolica è chiaramente percepita dall’internazionale sovranista come il primo, e forse il solo, nemico. Per lo meno è l’unica che ha una visione coerente di difesa degli esseri umani, tutti; che siano migranti, che siano donne, che siano bambini, che siano malati, che siano diversi.

E noi tiriamo fuori Fra Cazzo da Velletri e lo brandiamo (“vedi, vedi!”)  per asserire chissàchecosa.

Che ė un pezzo di merda, che ci sono preti che di Cristiano non hanno nulla e che la chiesa non fa niente quando deve colpire chi caca fuori dal vaso, come sempre, a chiacchiere la grande evoluzione ma nei fatti i panni sporchi si lavano in casa o non si lavano per niente, ma tanto c'è chi ė sempre pronto a sminuire perché tanto gli altri hanno un'idea della chiesa completamente fuori fase... Fuori fase de che poi !!???

L'amore per il prossimo, l'accoglienza, i fratelli che soffrono, i figli di Dio e l'ipocrisia che regna sovrana
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 16:18
https://twitter.com/enzobianchi7/status/1163069573182238721?s=21
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 16:20
https://twitter.com/ddinopirri/status/1162829280340008960?s=21
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 16:21
https://twitter.com/mauricristiano/status/1158659509293920258?s=21
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 16:23
https://twitter.com/donivanlicinio/status/1160935043281371136?s=21

5 minuti di ricerca, a caso, di preti twitter
poi continuate pure con la guerra nella giungla...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 18 Ago 2019, 16:25
La stai a butta in caciara ...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 16:29
no, e poi chiudo, ti faccio solo vedere la realtà che è sovrabbondante
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 18 Ago 2019, 17:02
fra cazzo fa parte della comunità, e soprattutto i fra cazzo nelle piccole comunità fanno pendere la bilancia. Forse nn hai mai vissuto nelle piccole comunità o forse non vuoi capire, ma nella maggior parte d'Italia, nelle piccole e medie città i fra cazzo muovono l'opinione pubblica, soprattutto degli ignoranti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 18 Ago 2019, 18:25
Non e' piu' il fattore principale, e Berlusconi lo ha capito meglio e prima degli altri. Adesso mi sembra che tutti, inclusi M5S e Lega, sfruttino le varie ignoranze. A dire il vero, ma questo punto si scade nelle analisi da bar sport, se si pensa a Trump si vede che il fenomeno non e' solo italiano. Non darei ai parroci di Sora e simili tutte le colpe
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Piojo66 - 18 Ago 2019, 19:39
Ma soprattutto, dando al Fracasso da Velletri di cui sopra tutta questa importanza simbolica "per come è la chiesa" ci si mette pari pari sullo stesso piano di quelli che "e al ora il PD a Bibbiano ?"

Stesso tentativo di buttare in caciara e non provare a capire COSA È  ORA il mondo cattolico.

Capisco non vi freghi nulla, ma allora non buttate giudizi "tanto per" oppure non siete diversi  dai tanti leoni da tastiera sovranisti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 18 Ago 2019, 20:19
Non e' piu' il fattore principale, e Berlusconi lo ha capito meglio e prima degli altri. Adesso mi sembra che tutti, inclusi M5S e Lega, sfruttino le varie ignoranze. A dire il vero, ma questo punto si scade nelle analisi da bar sport, se si pensa a Trump si vede che il fenomeno non e' solo italiano. Non darei ai parroci di Sora e simili tutte le colpe

Non gliele ha date nessuno, non credere a quelli che, per difendere a spada tratta la propria parte, attribuiscono accuse inesistenti a chi critica gli errori.
Per delegittimare le critiche.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 18 Ago 2019, 20:27
Ma soprattutto, dando al Fracasso da Velletri di cui sopra tutta questa importanza simbolica "per come è la chiesa" ci si mette pari pari sullo stesso piano di quelli che "e al ora il PD a Bibbiano ?"

Stesso tentativo di buttare in caciara e non provare a capire COSA È  ORA il mondo cattolico.

Capisco non vi freghi nulla, ma allora non buttate giudizi "tanto per" oppure non siete diversi  dai tanti leoni da tastiera sovranisti.

Ma un po' di rispetto per i tuoi interlocutori, no?

Si sta dicendo che fraccaxxo è uno steronzo, che non è l'unico e che il modo con cui la Chiesa gestirà queste situazioni, anche quando non surgono alla ribalta della cronaca ma mi accontento di monitorare quelle note, sarà un segnale importante. Qualcuno è più fiducioso, qualcuno meno.

Cosa c'è di sbagliato? Criticate la realtà e non le ciance inventate per fare le vittime!
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 18 Ago 2019, 22:03
Questo è Antonio Spadaro, il direttore di Civiltà Cattolica, ed altro; non un Fracazzo qualunque. Suggerisco di seguire il suo twitter e rendersi conto del corpo a corpo che lui e la Chiesa sta conducendo contro i sovranisti.

https://twitter.com/antoniospadaro/status/1162791151944028166?s=21
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 18 Ago 2019, 22:29

(https://i.ibb.co/tY7cdPP/significato-e-caratteristica-dellanguilla-anghille.jpg) (https://ibb.co/CVkvrss)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 00:39
Non gliele ha date nessuno, non credere a quelli che, per difendere a spada tratta la propria parte, attribuiscono accuse inesistenti a chi critica gli errori.
Per delegittimare le critiche.
Mi sono espresso male. Non intendevo delegittimare le critiche ben meritate al parroco di Sora. Volevo dire che un certo tipo di mentalita' non e' il frutto principale di eventuali azioni di diseducazione di alcuni esponenti del clero, ma che purtroppo e' un fenomeno mondiale
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 00:57
Mi sono espresso male. Non intendevo delegittimare le critiche ben meritate al parroco di Sora. Volevo dire che un certo tipo di mentalita' non e' il frutto principale di eventuali azioni di diseducazione di alcuni esponenti del clero, ma che purtroppo e' un fenomeno mondiale

Ovvio che è così
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 19 Ago 2019, 01:00
comunque è da notare come nessun sacerdote postula del prete di Sora
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Thorin - 19 Ago 2019, 07:55
Ma siamo arrivati a "un prete=tutti i preti"?
Perchè il parroco del mio quartiere, sono sicuro, fa per poveri e migranti da solo più della somma di quanto facciamo noi in questo topic.
E non me fate difende a me la chiesa, su.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 08:10
Ma siamo arrivati a "un prete=tutti i preti"?
Perchè il parroco del mio quartiere, sono sicuro, fa per poveri e migranti da solo più della somma di quanto facciamo noi in questo topic.
E non me fate difende a me la chiesa, su.

Solo se leggi solo James M. McGill
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Piojo66 - 19 Ago 2019, 08:24
Ma un po' di rispetto per i tuoi interlocutori, no?

Si sta dicendo che fraccaxxo è uno steronzo, che non è l'unico e che il modo con cui la Chiesa gestirà queste situazioni, anche quando non surgono alla ribalta della cronaca ma mi accontento di monitorare quelle note, sarà un segnale importante. Qualcuno è più fiducioso, qualcuno meno.

Cosa c'è di sbagliato? Criticate la realtà e non le ciance inventate per fare le vittime!

Ti si è  abbondantemente  risposto che la Chiesa, con la C maiuscola per indicarne la gerarchia, sta smentendo  il suddetto, mentre tu ed altri state solo dicendo che "tanti preti soprattutto  al nord" sono così.

Mi sembra di non essere io quello che ciancia.

Riguardo  al rispetto per gli interlocutori, se argomenti ok,  ma  se dici semplicemente impicchiamo  tutti i preti ti becchi la risposta  che meriti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 09:14
Ti si è  abbondantemente  risposto che la Chiesa, con la C maiuscola per indicarne la gerarchia, sta smentendo  il suddetto, mentre tu ed altri state solo dicendo che "tanti preti soprattutto  al nord" sono così.

Mi sembra di non essere io quello che ciancia.

Riguardo  al rispetto per gli interlocutori, se argomenti ok,  ma  se dici semplicemente impicchiamo  tutti i preti ti becchi la risposta  che meriti

Un par di palloni!
La risposta la voglio, la pretendo per avere e dare rispetto dal e al mio interlocutore, sulla base di quello che ho affermato! Non su quello che mi mettete in bocca per poi poter fare le vittime.

Questo il mio primo post, il cui contenuto ho sempre ribadito e mai contraddetto:

50%

Condivido che la posizione ufficiale, nella forma e nella sostanza, della Chiesa Cattolica sia ben diversa e mi tengo stretto questa.

Però non possiamo far finta di non sapere quanto i vari parroci sparsi nelle cittadine, nelle campagne e nei paesini di montagna abbiano carisma e influenzano le persone. I cattivisti non sarebbero mai ricorsi a rosari e madonne se non avessero saputo di avere l'appoggio di molti capetti religiosi.
E da come verrà gestito questo caso, che sappiamo non essere unico non prendiamoci in giro, dipenderanno molte cose

Non vi si può fare una critica, non si può dire che c'è qualcosa che non va. Subito amplificate la portata della critica per delegittimare contemporaneamente la critica specifica e chi la espone.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 09:21
Sintesi del meccanismo per mandare in vacca le discussioni che non volete vengano affrontate:

Se dici X
allora Y


...
Riguardo  al rispetto per gli interlocutori, se argomenti ok,  ma  se dici semplicemente impicchiamo  tutti i preti ti becchi la risposta  che meriti

Inventandosi X, facendolo diventare l'argomento di discussione spostando l'attenzione da quello vero che vi da fastidio, per poter sproloquiare con i vari Y
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 19 Ago 2019, 09:26
Ma soprattutto, dando al Fracasso da Velletri di cui sopra tutta questa importanza simbolica "per come è la chiesa" ci si mette pari pari sullo stesso piano di quelli che "e al ora il PD a Bibbiano ?"

Stesso tentativo di buttare in caciara e non provare a capire COSA È  ORA il mondo cattolico.

Capisco non vi freghi nulla, ma allora non buttate giudizi "tanto per" oppure non siete diversi  dai tanti leoni da tastiera sovranisti.

Questa ė semplicemente una tua personalissima opinione, per me chi si esprime in quel modo ė un pezzo di merda a prescindere , se poi lo fa da un pulpito vestendo un abito sacerdotale ė un GRANDISSIMO pezzo di merda esattamente come qualsiasi altro politico o personaggio politico, con una responsabilità maggiore rispetto alla mia e alla tua ... In tutto questo la chiesa si rende complice con la sua eterna ipocrisia nel parlare bene e razzolare malissimo, che ci siano preti diversi non sposta una virgola perche il silenzio di chi sta al comando annulla le migliori intenzioni di chi dal di dentro prende anche decisamente le distanze da certe "cadute di stile"

Per il resto cerca di esprimerti educatamente e rispettare le idee e il pensiero di chi non la pensa come te
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Ago 2019, 10:21
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 19 Ago 2019, 11:30
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?

Quindi la Chiesa , intesa come la gerarchia immediatamente superiore al prete pezzodemmerda di cui si parla, può impedire al di cui ommemmerda di salire su di un pulpito ed andare contro la linea politica della chiesa stessa?
questo credo sia il problema , perchè se il  proprio vescovo , si dissocia solamente , bollando le parole della merda come opinione personale , se permetti c'è qualcosa che non quadra : il prete ha pronunciato quelle frasi , non già davanti ad un bicchiere di vino in una cena conviviale di fasci dimmerda , ma dal pulpito di una processione del santo patrono , quindi nell' esercizio delle sue funzioni .
Opinioni personali stocazzo.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 19 Ago 2019, 12:09
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?

Questo lo dici te, se un prete , un vescovo o suora prende posizioni o mette in atto azioni che ledono o vanno contro i dettami della chiesa può essere espulso dalle istituzioni ... Se non viene fatto ė evidente che non interessa farlo, e così facendo ci si rende complici di quel soggetto... a quel punto Le chiacchiere da balcone domenicali non valgono un cazzo
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 12:43
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?

Finalmente hai risposto!
Nel merito e senza attribuire nefandezze a caxxo.
Che le palle le avevi sfracassate tu, grazie


E, rimanendo nel merito, non sono d'accordo con te sulle due questioni che affronti:


1) "NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa"

La gestione delle nefandezze dette dal parroco di Sora (circa 30.000 abitanti, non proprio un paesino tra l'altro) è importante per capire quanto la Chiesa consideri il valore dell'accoglienza, quanto sia in grado di difendere la propria posizione ufficiale (ripeto, nella forma e nella sostanza, non ci sono dubbi su questo!) dalle metastasi che, come ogni organizzazione, ha all'interno.

L’intervento del vescovo ("La Chiesa sempre pronta all’accoglienza"), l'aver obbligato il parroco di Sora a ritrattare sono elementi a favore, che nobilitano l'operato dell'organizzazione in questione.

Io spero non ci si fermi a questo, che il segnale sia ancora più netto, anche per prevenire e stoppare altre esternazioni simili da parte di altri ecclesiastici.



2) "la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti"

Quindi se un parroco dicesse che un bambino può crescere serenamente con una coppia gay la Chiesa lascerebbe stare? Se un parroco dicesse che se una donna dopo aver avuto un rapporto sessuale e non voler rischiare una gravidanza indesiderata prende la pillola "del giorno dopo" è nel suo pieno diritto, la Chiesa lascerebbe stare?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Ago 2019, 12:56
siete de coccio, è totalmente inutile parlare con voi.
come la chiesa toniniana lasciava fracazzo don gallo in pace, così la chiesa franceschina lascia fracazzo di sora in pace.

sai qual è il deterrente? che stai a sora e non in una bella parrocchia importante. un prete giovane e in carriera col cazzo si fa spedi’ a sora a fare le prediche fasciste a quattro vecchietti!

non avete idea di come funzioni la dialettica, non dico spirituale ma sociale, politica, civica, nella chiesa e parlate, date giudizi, mettete condizioni, lanciate anatemi, che manco stessimo a parlá de lotitotare. Va bene tutti football manager ma bishop manager te prego anche no.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 19 Ago 2019, 13:17
Una multinazionale .

Cor catso che a 30 anni mi facevo spedire a fare il country manager in Burundi .

Uguale Uguale .

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Ago 2019, 13:54
coldilana, appunto: sora è il burundi, per un prete
anche per questo dice quello che gli pare: nessuno lo ascolta
tranne i fasci, ovviamente.
e tranne gli anticlericali a servizio permanente effettivo che si ritrovano, come sempre, a fare risonanza ai fasci
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 19 Ago 2019, 13:57
siete de coccio, è totalmente inutile parlare con voi.

Paragonare fraccazzo da sora a don Gallo la dice lunga su quanto sia inutile perdere tempo in discussioni visto che dimostri quanto l'unico di coccio qui dentro sia proprio te, sempre pronto a schivare le discussioni con tweet presi a cazzo su internet e a buttare in caciara ogni tentativo di confronto... la verità in tasca sempre... da semprr... Ma non ė una novità

(Ma poi non avevi chiuso?)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 14:44
siete de coccio, è totalmente inutile parlare con voi.
non avete idea di come funzioni la dialettica, non dico spirituale ma sociale, politica, civica, nella chiesa e parlate, date giudizi, mettete condizioni, lanciate anatemi, che manco stessimo a parlá de lotitotare. Va bene tutti football manager ma bishop manager te prego anche no.

La chiesa sa bene che per non far parlare di lei chi non fa parte della sua comunità la soluzione è semplice:
- smettere di condizionare la vita a chi non fa parte della sua comunità
- smettere di pesare economicamente su chi non fa parte della sua comunità

Se volesse sarebbe semplice. Altrimenti gli tocca avere questo fastidio
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 15:01
La Chiesa pero' non e' un partito politico governato dal centralismo democratico (cosa che ogni tanto per i partiti auspicherei, ma questo e' un altro discorso). La rigidita' ci puo' essere sulle questioni teologiche, mentre sulle altre questioni ci sono sempre state differenze all'interno del clero. Sinceramente non capisco il riferimento al condizionamento della vita a chi non fa parte della sua comunita'. Se non si e' parte e non ci si sente parte della comunita' ecclesiale, ho difficolta' ad immaginare come la propria vita possa essere condizionata dalle prese di posizione della Chiesa
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 15:27
...
Sinceramente non capisco il riferimento al condizionamento della vita a chi non fa parte della sua comunita'. Se non si e' parte e non ci si sente parte della comunita' ecclesiale, ho difficolta' ad immaginare come la propria vita possa essere condizionata dalle prese di posizione della Chiesa

Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio, insegnamento nelle Scuole Pubbliche, concorrenza sleale da parte di aziende legate alla chiesa, affettività e sessualità, malati terminali e fine vita.

Bastano come momenti della vita di TUTTI su cui la Chiesa condiziona con i soldi di TUTTI?

Rinunciasse al patto internazionale firmato da due dittatori nel 1929, uno deposto una cinquantina di anni prima e uno in auge, per legittimarsi a vicenda e vedrai che riceverà molte meno critiche
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 15:32
Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono, malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?), affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento, insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 15:52
Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono, malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?), affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento, insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra

Rispondo per punti:

1) Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono,
Su "come" le cose ci sono, intendo la possibilità di accedervi e i tempi per ottenerle, e su come si è potuto fare in modo che ci siano, la Chiesa ha pesantemente influito e prova ancora a farlo.

2) malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?)
"espone le sue posizioni o secondo te non dovrebbe farlo?" classica obiezione che si fa a chi ha dovuto giustificare perché espone le sue posizioni nei confronti della Chiesa. Ti accorgi che è un loop in cui ti sei infilato?

3) affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento
forse perché non ti sei mai interessato delle difficoltà che incontrano coloro che vivono una affettività e una sessualità non approvate dalla Chiesa

4) insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra
bene, almeno alcune questioni sulle quali le prese di posizione della Chiesa condizionano la vita anche di chi sta fuori dalla sua comunità le vedi
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 19 Ago 2019, 16:08
coldilana, appunto: sora è il burundi, per un prete
anche per questo dice quello che gli pare: nessuno lo ascolta
tranne i fasci, ovviamente.
e tranne gli anticlericali a servizio permanente effettivo che si ritrovano, come sempre, a fare risonanza ai fasci

Ma non serve la vocazione ?  O la chiamata ?

La risonanza c'è l'hai nel cervello vuoto .

O pieno di cosa lo sai tu
Titolo: Re:Il prete bergogliano
Inserito da: carib - 19 Ago 2019, 16:42
Se può interessare ai fini della discussione (a tratti esilarante), la posizione di Bergoglio riguardo l'immigrazione è in estrema sintesi questa: Gli stranieri vanno accolti nella misura in cui non «MINACCINO l'identità» (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/september/documents/papa-francesco_20180925_voloritorno-estonia.html) del Paese che accoglie.

(cfr. risposta al giornalista della Radio-Televisione Lituana Edvardas Spokas)

Per quanto mi riguarda, lo ritengo un ottimo assist per Salvini e l'omuncolo oggetto del topic. Insomma, considerando l'inequivocabile biografia e sponda sociopolitica di riferimento del suddetto papa, nulla di sorprendente.

Buon proseguimento
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 16:50
Rispondo per punti:

1) Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono,
Su "come" le cose ci sono, intendo la possibilità di accedervi e i tempi per ottenerle, e su come si è potuto fare in modo che ci siano, la Chiesa ha pesantemente influito e prova ancora a farlo.

2) malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?)
"espone le sue posizioni o secondo te non dovrebbe farlo?" classica obiezione che si fa a chi ha dovuto giustificare perché espone le sue posizioni nei confronti della Chiesa. Ti accorgi che è un loop in cui ti sei infilato?

3) affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento
forse perché non ti sei mai interessato delle difficoltà che incontrano coloro che vivono una affettività e una sessualità non approvate dalla Chiesa

4) insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra
bene, almeno alcune questioni sulle quali le prese di posizione della Chiesa condizionano la vita anche di chi sta fuori dalla sua comunità le vedi
Sono realmente interessato a capire meglio, quindi in me non c'e' spirito polemico ne' vorrei passare per avvocato difensore della Chiesa, perche' si difende benissimo da sola
1) La Chiesa ha influito, la societa' e' andata avanti. La Chiesa ha espresso le sue posizioni, la maggioranza dei cittadini italiani ha deciso come si dovessero risolvere tali questioni
2) Non ho sinceramente capito la tua obiezione. Non mi rendo conto del loop in cui mi sono infilato, veramente
3) Tale questione mi sembra riguardare chi vive una sessualita' non approvata dalla Chiesa ma vorrebbe far parte della comunita' ecclesiale. Perche', se io sono ateo, dovrei preoccuparmi di quello che dice la Chiesa circa il mio modo di vivere la sessualita'?
4) Gia' da tempo l'ora di religione non e' obbligatoria. E l'altra questione ha ben poco a che fare con gli insegnamenti della Chiesa

Titolo: Re:Il Prete bergogliano
Inserito da: carib - 19 Ago 2019, 17:02
Aggiungo solo una cosa.
La Chiesa ha il diritto di esprimere tutte le posizioni che vuole.
Lo Stato HA IL DOVERE DI NON RECEPIRLE nell'ordinamento giuridico perché la laicità è un cardine della Costituzione (cfr. tre sentenze dell'Alta corte in merito).
Ciò non toglie che i singoli cittadini credenti possano scegliere - avendone tutto il diritto proprio perché l'Italia è uno Stato laico - se orientarsi o meno nelle proprie scelte in base alle indicazioni della Chiesa rappresentata dal prete, dal parroco, dal monsignore o dal papa di riferimento (attualmente ce ne sono un paio che non hanno la stessa idea su diversi temi...). Purché questi cittadini non rompano iltazzo agli altri: anche questa è laicità eh. Cosa difficilissima da far digerire a chi è convinto che il suo dio sia più dio di quello degli altri, figuriamoci se gli altri 'sto dio nun ce l'hanno avendo saputo mantenere egregiamente il rapporto con la realtà umana altrui senza sentire l'esigenza di credere in un demiurgo che li aiuti a completare le parole crociate della vita...

Su questo in molti fanno confusione: volontariamente, per fanatismo religioso, oppure involontariamente, per analfabetismo funzionale.

ps. Le società occidentali si sono evolute nei secoli nonostante l'oppressione e la violenza insite nel pensiero religioso monoteista.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 17:04
Eviterei di trattare i credenti come minus habentes
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 19 Ago 2019, 17:19
Sono realmente interessato a capire meglio, quindi in me non c'e' spirito polemico ne' vorrei passare per avvocato difensore della Chiesa, perche' si difende benissimo da sola
1) La Chiesa ha influito, la societa' e' andata avanti. La Chiesa ha espresso le sue posizioni, la maggioranza dei cittadini italiani ha deciso come si dovessero risolvere tali questioni
2) Non ho sinceramente capito la tua obiezione. Non mi rendo conto del loop in cui mi sono infilato, veramente
3) Tale questione mi sembra riguardare chi vive una sessualita' non approvata dalla Chiesa ma vorrebbe far parte della comunita' ecclesiale. Perche', se io sono ateo, dovrei preoccuparmi di quello che dice la Chiesa circa il mio modo di vivere la sessualita'?
4) Gia' da tempo l'ora di religione non e' obbligatoria. E l'altra questione ha ben poco a che fare con gli insegnamenti della Chiesa

La Chiesa influisce, no "ha influito". Il problema è che lo fa da una posizione di privilegio, non rinunciando a un accordo (un trattato internazionale!) stipulato da due dittature: una quella fascista, l'altra quella dello Stato Pontificio che ancora rivendicava il potere temporale. Potere temporale che la Chiesa non ha perso per gentile rinuncia ma che è costato sofferenze, persecuzioni e vite umane.

Quindi, abbiamo una organizzazione che gode di privilegi, che interviene in ogni ambito della vita privata dei singoli e mi ritrovo io a dover giustificare il diritto di criticarla  :o.

Indottrinamento nelle Scuole Pubbliche fin dall'età di tre anni, spazi gratuiti sui mezzi di Informazione del Servizio Pubblici, non pensi che siano tutti strumenti per condizionare le scelte degli italiani? O tutto quel tempo che dedicano, tutti i soldi che vengono spesi, sono tutti soldi buttati nella spazzatura?

No, chi vive una sessualità non approvata dalla Chiesa paga le discriminazioni derivanti anche da secoli di nefandezze commesse e propagandate dalla Chiesa. Il "contro natura", il "offesa al Signore", il "la sessualità è finalizzata alla procreazione", li paghi se vuoi andare in giro con il tuo partner dello stesso sesso. Questo per la sfera del quotidiano, a livello di diritti dal punto di vista normativo non devo certo spiegarti quanto la Chiesa cerchi di impedire che le coppie omosessuali possano usufruire degli stessi diritti di quelle eterosessuali. Poi possiamo parlare di quanto la Chiesa abbia rovinato la vita, specialmente nei decenni scorsi, a coppie di persone non sposate. Forse negli anni sessanta saresti stato a criticare chi criticava la chiesa per il suo impedire a persone che volevano rifarsi una vita dopo aver capito che il proprio matrimonio era fallito di provare a essere felici. Ma come pensi che si cambiano le cose, nei circoli di preghiera e riflessione della Chiesa stessa o perché qualcuno, anche da fuori, critica?


Alla fine resta il loop:

la Chiesa può metter bocca su tutto
ma chi mette bocca su ciò che porta avanti la Chiesa
viene accusato di censura
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 17:33
La Chiesa influisce, no "ha influito". Il problema è che lo fa da una posizione di privilegio, non rinunciando a un accordo (un trattato internazionale!) stipulato da due dittature: una quella fascista, l'altra quella dello Stato Pontificio che ancora rivendicava il potere temporale. Potere temporale che la Chiesa non ha perso per gentile rinuncia ma che è costato sofferenze, persecuzioni e vite umane.

Quindi, abbiamo una organizzazione che gode di privilegi, che interviene in ogni ambito della vita privata dei singoli e mi ritrovo io a dover giustificare il diritto di criticarla  :o.

Indottrinamento nelle Scuole Pubbliche fin dall'età di tre anni, spazi gratuiti sui mezzi di Informazione del Servizio Pubblici, non pensi che siano tutti strumenti per condizionare le scelte degli italiani? O tutto quel tempo che dedicano, tutti i soldi che vengono spesi, sono tutti soldi buttati nella spazzatura?

No, chi vive una sessualità non approvata dalla Chiesa paga le discriminazioni derivanti anche da secoli di nefandezze commesse e propagandate dalla Chiesa. Il "contro natura", il "offesa al Signore", il "la sessualità è finalizzata alla procreazione", li paghi se vuoi andare in giro con il tuo partner dello stesso sesso. Questo per la sfera del quotidiano, a livello di diritti dal punto di vista normativo non devo certo spiegarti quanto la Chiesa cerchi di impedire che le coppie omosessuali possano usufruire degli stessi diritti di quelle eterosessuali. Poi possiamo parlare di quanto la Chiesa abbia rovinato la vita, specialmente nei decenni scorsi, a coppie di persone non sposate. Forse negli anni sessanta saresti stato a criticare chi criticava la chiesa per il suo impedire a persone che volevano rifarsi una vita dopo aver capito che il proprio matrimonio era fallito di provare a essere felici. Ma come pensi che si cambiano le cose, nei circoli di preghiera e riflessione della Chiesa stessa o perché qualcuno, anche da fuori, critica?


Alla fine resta il loop:

la Chiesa può metter bocca su tutto
ma chi mette bocca su ciò che porta avanti la Chiesa
viene accusato di censura

Sono d'accordo su molte cose che dici ma non ho capito se ti riferisci a me relativamente alle limitazioni al tuo diritto di critica. Per me, ovviamente, puoi criticare quando e quanto vuoi. Le mie repliche sono nel contesto di una discussione che trovo interessante, nient'altro. Per quanto riguarda la sessualita', solo un'aggiunta: le discriminazioni si sono verificate anche sotto regimi non religiosi (vedi nazismo, stalinismo, maoismo, ecc.)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: trax_2400 - 19 Ago 2019, 17:35
Ma secondo voi la Chiesa è ancora così importante politicamente.
Boh ... io vedo solo preti anziani che recitano il rosario con poche signore anzianissime.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 19 Ago 2019, 17:47
Ma secondo voi la Chiesa è ancora così importante politicamente.
Boh ... io vedo solo preti anziani che recitano il rosario con poche signore anzianissime.

80% italiani va in chiesa .



Stacce .

Poi non capisce se di fronte ha uno con la vocazione o con la carriera in testa .

Ma questo è un altro problema

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 17:52
80%? Circa 48 milioni di persone? Sicuro? O era ironico?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 19 Ago 2019, 17:53
Ma secondo voi la Chiesa è ancora così importante politicamente.
Boh ... io vedo solo preti anziani che recitano il rosario con poche signore anzianissime.

Suvvia non prendiamoci perilculo: scuola privata, docenti di religione in quella pubblica, sanità privata convenzionata, televisione pubblica occupata da decine di fiction e informazione religiosa a tutte le ore del giorno, 8xmille, esenzioni miliardarie varie, cappellani militari, ora anche gli infermieri parrocchiali pagati dalle Asl. Questa è la Chiesa di cui si sta parlando: quella che forte del proprio potere politico, economico e finanziario (vedi Patti del 1929 e 1985) detta letteralmente la legge 40 al centrodestra, impedisce per venti anni alla Ru486 di entrare in commercio, protegge le spalle ai medici e paramedici obiettori della legge 194, fa in modo che questo Paese non abbia una legge sull'eutanasia, che i single fino al duemiladiciannove non possano adottare e che le unioni civili passino per una concessione.

Di questo si parla, non della fede religiosa dei singoli. Abbiate un po' di rispetto per i vostri interlocutori se volete riceverne in cambio.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Ago 2019, 17:56
coldilana, ti faccio il bignamino.

 80% degli italiani sceglie l’ora di religione, mica va in chiesa. in chiesa ci va il 15% circa degli italiani. nove milioni di persone che, ogni domenica, anche a ferragosto, come prima cosa, più importante di tutte quel giorno, celebra. minoranza ma sempre una manifestazione imponente: coesi e moralizzati.
il famoso 80% sono quelli che vivono secolarizzati in tutto MA , hai visto mai, al figlio, alla figlia, la religione, tanto è gratis, non se la sentono di togliergliela del tutto.

il resto dell’anticlericalismo si riduce molto a fidanzate che non la diedero con la scusa della religione. sono cose che restano.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 18:03
Suvvia non prendiamoci perilculo: scuola privata, docenti di religione in quella pubblica, sanità privata convenzionata, televisione pubblica occupata da decine di fiction e informazione religiosa a tutte le ore del giorno, 8xmille, esenzioni miliardarie varie, cappellani militari, ora anche gli infermieri parrocchiali pagati dalle Asl. Questa è la Chiesa di cui si sta parlando: quella che forte del proprio potere politico, economico e finanziario (vedi Patti del 1929 e 1985) detta letteralmente la legge 40 al centrodestra, impedisce per venti anni alla Ru486 di entrare in commercio, protegge le spalle ai medici e paramedici obiettori della legge 194, fa in modo che questo Paese non abbia una legge sull'eutanasia, che i single fino al duemiladiciannove non possano adottare e che le unioni civili passino per una concessione.

Di questo si parla, non della fede religiosa dei singoli. Abbiate un po' di rispetto per i vostri interlocutori se volete riceverne in cambio.
Poi mi fermo perche' se no diventa troppo. Hai ragione su alcune cose, ma metti troppe cose insieme:
- scuola privata, se e' privata veramente non vedo il problema
- docenti di religione in quella pubblica, hai ragione per gli stipendi (se sono pagati dallo stato)
- sanità privata convenzionata, non sono i soli, le convenzioni sono (ahime') troppe
- 8xmille, non e' soltanto per la Chiesa Cattolica
- cappellani militari, anche qui mi sembra di capire che il problema e' chi paga lo stipendio
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 19 Ago 2019, 18:08
Poi mi fermo perche' se no diventa troppo. Hai ragione su alcune cose, ma metti troppe cose insieme:
- scuola privata, se e' privata veramente non vedo il problema
- docenti di religione in quella pubblica, hai ragione per gli stipendi (se sono pagati dallo stato)
- sanità privata convenzionata, non sono i soli, le convenzioni sono (ahime') troppe
- 8xmille, non e' soltanto per la Chiesa Cattolica
- cappellani militari, anche qui mi sembra di capire che il problema e' chi paga lo stipendio
Ribadisco: non prendiamoci per ilculo (cit.) Metto insieme quello che va messo insieme per consentire di avere una visione complessiva del problema.
Tutto quello che hai estrapolato dal mio discorso è SOVVENZIONATO dai contribuenti italiani (totalmente o in massima parte). Me compreso, anche se ne farei volentieri a meno.
Per quanto riguarda l'8permille, ad es. consiglio di andarsi a leggere le ultime CINQUE relazioni annuali della Corte dei conti. La magistratura contabile in maniera molto esplicita consiglia allo Stato italiano di rivedere il calcolo dell'8per mille IN FAVORE DELLA CHIESA CATTOLICA non delle altre confessioni beneficiarie perché nulla giustifica il miliardo che finisce nelle casse della Cei ogni anno considerando il motivo per cui era stato inserito nel rinnovo dei Patti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 18:14
Non prendiamoci per ilculo (cit.)
Non ho capito. Se non ti si da' ragione ti si prende per il culo?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Ago 2019, 18:28
“That’s a BINGO!”
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 19 Ago 2019, 18:32
coldilana, ti faccio il bignamino.

 80% degli italiani sceglie l’ora di religione, mica va in chiesa. in chiesa ci va il 15% circa degli italiani. nove milioni di persone che, ogni domenica, anche a ferragosto, come prima cosa, più importante di tutte quel giorno, celebra. minoranza ma sempre una manifestazione imponente: coesi e moralizzati.
il famoso 80% sono quelli che vivono secolarizzati in tutto MA , hai visto mai, al figlio, alla figlia, la religione, tanto è gratis, non se la sentono di togliergliela del tutto.

il resto dell’anticlericalismo si riduce molto a fidanzate che non la diedero con la scusa della religione. sono cose che restano.

A me il Bignamini non serve .

Sei tu che parli di carriera e convenienza a non dire certe cose .

Alla faccia della vocazione di cui mi è sempre stato difficile capire il senso .

Per me comunque è difficile pure il Bignami .

A me basterebbe un po' di cloro .

A te il cilicio .

Parli di coccio e fidanzate .

Oggi , oggi , fattela una scopata .
Vedrai come si libera il cervello .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 19 Ago 2019, 18:36
Non ho capito. Se non ti si da' ragione ti si prende per il culo?
Ti ho risposto per darti degli elementi e ragionare su dati reali. A differenza del noto troll integralista che imperversa in questo topic, io non scrivo per avere ragione ma per informare. Non ho bisogno di avere ragione. Tuttavia vedo che l'unica cosa a cui hai fatto caso è la prima frase e stai spostando il piano della discussione, sei anche tu un troll?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 19 Ago 2019, 19:09
Ti ho risposto per darti degli elementi e ragionare su dati reali. A differenza del noto troll integralista che imperversa in questo topic, io non scrivo per avere ragione ma per informare. Non ho bisogno di avere ragione. Tuttavia vedo che l'unica cosa a cui hai fatto caso è la prima frase e stai spostando il piano della discussione, sei anche tu un troll?
Ho capito. Stiamo bene cosi'. Abbi fede
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 19 Ago 2019, 19:13
bravo
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 19 Ago 2019, 22:32
coldilana, appunto: sora è il burundi, per un prete
anche per questo dice quello che gli pare: nessuno lo ascolta
tranne i fasci, ovviamente.
e tranne gli anticlericali a servizio permanente effettivo che si ritrovano, come sempre, a fare risonanza ai fasci
ti consiglio di leggere qualcosa riguardo la Diocesi di Sora. Saluti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: pentiux - 20 Ago 2019, 11:08
La forza enorme della chiesa cattolica è il fatto di riuscire a tenere al suo interno la merda di Sora e Padre Zanotelli, Militia Christi e I volontari di strada sotto numerose bandiere.
E fa così da duemila anni non certo da ieri.
È certamente un atteggiamento ipocrita, utilitarista e difficilmente accettabile da chi non ne faccia parte, ma stupirsene denota una scarsa conoscenza della materia.
Però il problema se lo deve porre chi appartiene a quella Chiesa, non chi ne è fuori.

Altro è ragionare sui soldi che lo Stato da a quella stessa chiesa, o all'ingerenza che il Vaticano ha sulle scelte politiche dello Stato laico. Ma quei ragionamenti nulla hanno a che vedere con la coerenza o meno all'interno delle gerarchie cattoliche.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 20 Ago 2019, 12:12
Pentiux, io temo che in Italia le questioni (incoerenza, soldi, ingerenza) non si possano disgiungere, almeno allo stato attuale.
Pertanto il problema se lo pone chi è "fuori" dalla Chiesa e/o chi non è credente quando l'ipocrisia che c'è all'interno della Chiesa* incide - agendo sulle scelte di governo di uno Stato laico, grazie ai soldi e al potere politico (v. mio elenco precedente) - sulla qualità della vita e sulle scelte PERSONALI di chi è "fuori".

*Una per tutte: la 'demonizzazione' dell'omosessualità (altrui...)

Vado un attimo OT - IMHO, detto in estrema sintesi, non esiste la Chiesa buona e quella cattiva: esiste la Chiesa. Che si tiene insieme intorno a un pensiero, una cultura, una ideologia che è per sua natura incoerente e astratta in quanto annulla e nega la realtà umana. Questo per dire che facilmente gli ipocriti all'interno della Chiesa, alla fine, sono quelli che all'esterno di norma vengono considerati gli elementi migliori.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: FatDanny - 20 Ago 2019, 12:48
ma esistono la Chiesa come istituzione/i, la Chiesa come ordini sacerdotali e gerarchie, la Chiesa come comunità.
La distinzione buono/cattivo mi sembra poco interessante, più interessante quella una/molteplice.

Su questo credo dipenda da ciò di cui parliamo.
In alcuni termini la Chiesa è una, in altri no. Perché le interpretazioni attorno a quel pensiero e a quella cultura sono state non semplicemente incoerenti, ma a volte antitetiche. Tanto da generare conflitti anche molto violenti tra quelle che possiamo considerare vere e proprie ideologie distinte (tanto per fare un esempio dalle mille implicazioni: la ricerca del paradiso in cielo/in terra)
In merito consiglio il testo "Thomas Münzer teologo della rivoluzione" di E.Bloch, soprattutto la seconda parte, quella che parla non tanto del personaggio ma della traiettoria storica della Chiesa nelle varie accezioni: istituzione, ordini, comunità. La questione risulta così più complessa di quanto sembri.

Ciò non nega la realtà di cui parla Carib (incoerenza, soldi, ingerenza) ma soprattutto se parliamo di Chiesa come comunità il discorso diviene necessariamente più complesso.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: pentiux - 20 Ago 2019, 14:40
Io invece rimango convinto che la battaglia vada combattuta solo sui temi economici e delle ingerenze.
Perché magari una chiesa coerente formata da tanti Padre Zanotelli mi piacerebbe molto più di quella attuale, ma questa cosa non mi renderebbe un credente, non mi farebbe dire che è giusto finanziaria con i soldi pubblici, non ritengo gli darebbe diritto di ingerenza politica.
Per cui ascolto volentieri Alex Zanotelli, insulto pesantemente lo [...] di Sora, combatto duramente Militia Christi e magari mi trovo fianco a fianco con i volontari cattolici. Ma questo a prescindere a quale Chiesa appartengano.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 20 Ago 2019, 14:46
Sono d'accordo su molte cose che dici ma non ho capito se ti riferisci a me relativamente alle limitazioni al tuo diritto di critica. Per me, ovviamente, puoi criticare quando e quanto vuoi. Le mie repliche sono nel contesto di una discussione che trovo interessante, nient'altro. Per quanto riguarda la sessualita', solo un'aggiunta: le discriminazioni si sono verificate anche sotto regimi non religiosi (vedi nazismo, stalinismo, maoismo, ecc.)

Se, ora, nel mio Paese, uno di quei regimi avesse diritto a condizionare l'educazione dei ragazzi fin dall'età di tre anni, avesse diritto a enormi spazi di informazione e propaganda sui media del servizio pubblico, se usufruisse di esenzioni fiscali, se mettesse bocca sulle scelte delle persone, cosa pensi, che stavo qui a battergli le mani per questi comportamenti?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 20 Ago 2019, 14:56
Io invece rimango convinto che la battaglia vada combattuta solo sui temi economici e delle ingerenze.
Perché magari una chiesa coerente formata da tanti Padre Zanotelli mi piacerebbe molto più di quella attuale, ma questa cosa non mi renderebbe un credente, non mi farebbe dire che è giusto finanziaria con i soldi pubblici, non ritengo gli darebbe diritto di ingerenza politica.
Per cui ascolto volentieri Alex Zanotelli, insulto pesantemente lo [...] di Sora, combatto duramente Militia Christi e magari mi trovo fianco a fianco con i volontari cattolici. Ma questo a prescindere a quale Chiesa appartengano.

Io non sono credente e non lo diventerei neanche se la Chiesa rinunciasse ai molti privilegi, se combattesse la disumanità al suo interno riducendola a una quota fisiologica, se smettesse di rompere i cabasisi a chi non fa parte della sua comunità.

Però una organizzazione siffatta l'apprezzerei.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 20 Ago 2019, 20:52
Io non riesco a disgiungere il pensiero dall'azione, la cultura di riferimento dall'istituzione, i membri della Chiesa dalla Chiesa. Per questo con tutto il rispetto per le storie personali di alcuni singoli ecclesiastici, diversamente da voi non sono tanto fiducioso sulla possibilità che la Chiesa possa trasformarsi in un'organizzazione politico-religiosa siffatta. Penso che se avesse le caratteristiche elencate da MF, sarebbe altro. Cioè un'organizzazione politica, non più religiosa (tanto meno di matrice monoteista).

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: anderz - 20 Ago 2019, 21:42
Comunque c'è da dire, e lo dico da forte posizione agnostica, che non esiste in Italia - e molto probabilmente in Europa, se non al mondo - nessuna associazione che faccia più per l'accoglienza rispetto alla chiesa cattolica. Nessuna.
Poi si può ribattere che l'accoglienza può essere un business, ma se lo è per la chiesa lo è per tutti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 20 Ago 2019, 21:49
qui invece ti do atto di onestà intellettuale.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 20 Ago 2019, 21:52
Io non riesco a disgiungere il pensiero dall'azione, la cultura di riferimento dall'istituzione, i membri della Chiesa dalla Chiesa. Per questo con tutto il rispetto per le storie personali di alcuni singoli ecclesiastici, diversamente da voi non sono tanto fiducioso sulla possibilità che la Chiesa possa trasformarsi in un'organizzazione politico-religiosa siffatta. Penso che se avesse le caratteristiche elencate da MF, sarebbe altro. Cioè un'organizzazione politica, non più religiosa (tanto meno di matrice monoteista).

Questo lo penso anche io, avevo aggiunto frasi su sfumature e diversi livelli di apprezzamento/riprovazione che poi ho tolto per sintesi.

È chiaro che se ti eleggi rappresentante di una divinità il tuo potere dipende dal potere che si attribuisce a quella divinità. E rappresentare una divinità che controlla tutte le fasi importante della vita (procreazione, nascita, crescita, accoppiamento, morte) aiuta.

Però stavo rispondendo al discorso sui livelli sui quali noi non appartenenti alla comunità dei cattolici dovremmo dire la nostra. Per me possiamo parlare sia del problema dei privilegi sia delle cose che anche grazie a quei privilegi si fanno o si provano a fare. Le cose non si escludono.

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: trax_2400 - 20 Ago 2019, 22:00
Scusate, ma vi da così fastidio la Chiesa?
Io m'accorgo a malapena che esiste.
Secondo me si è ridotta ad un ruolo molto marginale, tranne che per quella piccolissima percentuale di cattolici che cercano veramente di vivere il Vangelo, ma sono veramente mosche bianche.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 21 Ago 2019, 00:16
 (procreazione, nascita, crescita, accoppiamento,morte)
[/quote]

Porcoddeyna e la salute nun ce la metti?  :x
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 21 Ago 2019, 14:03

intanto i ragazzi dell’azione cattolica di agrigento accolgono i migranti cantando “bella ciao”
forse non vanno a messa oppure nessuno ha avvertito i preti di quella provincia...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 21 Ago 2019, 14:07

intanto i ragazzi dell’azione cattolica di agrigento accolgono i migranti cantando “bella ciao”
forse non vanno a messa oppure nessuno ha avvertito i preti di quella provincia...

A volte fai tenerezza
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 21 Ago 2019, 14:18
Fammi capire PH: dobbiamo parlare solo del caso di fracazzo di sora o sono accettati altri esempi?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 21 Ago 2019, 14:25
Fammi capire PH: dobbiamo parlare solo del caso di fracazzo di sora o sono accettati altri esempi?

Non stai postando semplicemente altri esempi, stai insinuando che qui dentro qualcuno abbia detto che tutta la comunità cattolica la pensi come il pretaccio di Sora.

Offendendo pesantemente i tuoi interlocutori, solo per provare ad impedire di sviluppare discorsi leggermente più complessi di "Topolino buono, Paperino cacca".
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 21 Ago 2019, 14:28
beh sì, qualcuno lo ha detto: PabloHoney

“Sicuramente papa Frangiesco adesso farà foco e fiamme ... Scomunica e anatema arrivo
Te fidi !!!???”
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 21 Ago 2019, 14:30
beh sì, qualcuno lo ha detto: PabloHoney

“Sicuramente papa Frangiesco adesso farà foco e fiamme ... Scomunica e anatema arrivo
Te fidi !!!???”

Mi sembra di stare al circo.
Ma non mi viene da ridere.
Titolo: Fuori i troll dal circo.
Inserito da: carib - 21 Ago 2019, 15:02
Peraltro è stato già dimostrato che bergoglio la pensa esattamente come il prete di Sora e che in queste pagine nessuno ce l'ha con la comunità dei credenti ma con l'istituzione e chi la rappresenta.

Fuori i troll dal circo.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 21 Ago 2019, 15:41
Senza polemica, mi sembra di capire che si tratta di un semplice equivoco dovuto alla non conoscenza del contesto.
Vediamo se riusciamo a fare un po' di informazione.

L'Azione Cattolica non è una "comunità di base cattolica". Non sono spaesati ragazzi svincolati autoformatisi con letture consigliate dal prozio communista. No.

L'Azione Cattolica è una struttura al CUORE delle gerarchie della Chiesa. Se vogliamo semplificare è il bacino di persone che viene formato per reggere l'apparato della Chiesa in aggiunta ai preti.

I ragazzi (ACR, Azione Cattolica Ragazzi), come quelli che hanno accolto i migranti, sono l'investimento formativo che la chiesa ha fatto sulla prossima generazione. Vivono nelle parrocchie, i preti sono i loro formatori diretti. Non solo, parallelamente alla parrocchia fanno continuamente riferimento alle strutture della diocesi e qualcuno diventa anche "embedded", ovvero riceve incarichi extraparrocchiali.

Quindi, quando si fa l'esempio dei ragazzi ACR che cantano "Bella Ciao" ai migranti, si mostra (per carità, non si "dimostra", si "mostra" solo) che la sintesi dello sforzo formativo della Chiesa, ANCHE di quella periferica e del Sud, come Agrigento, è quella. E' accoglienza è contrasto politico attivo alle politiche salviniane.

Se in questo topic si fa, legittimamente, l'esempio del prete fascio di Sora, chiedo: si possono fare altri esempi? Si può provare a condividere un quadro esatto e completo di quello che fa la Chiesa, anche in sue strutture politicamente, dottrinariamente, comunitariamente, rilevanti come l'ACR? O ci dobbiamo limitare a parlare di Sora?
Titolo: Re:Fuori i troll dal circo.
Inserito da: MisterFaro - 21 Ago 2019, 15:45
Peraltro è stato già dimostrato che bergoglio la pensa esattamente come il prete di Sora e che in queste pagine nessuno ce l'ha con la comunità dei credenti ma con l'istituzione e chi la rappresenta.

Fuori i troll dal circo.

Su l'esattamente  ho qualche dubbio...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: anderz - 21 Ago 2019, 16:20
La posizione ufficiale della chiesa, del papà,  della CEI e di tutti i prelati più importanti nonché delle maggiori associazioni in seno alla chiesa è indiscutibilmente a favore dell'accoglienza, non dovrebbe nemmeno essere in discussione una cosa del genere. Lo dico da una posizione che definirei di laicismo.  Un singolo prete non può valere il papa o la quasi totalità dei vescovi.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 21 Ago 2019, 16:22
Senza polemica, mi sembra di capire che si tratta di un semplice equivoco dovuto alla non conoscenza del contesto.
Vediamo se riusciamo a fare un po' di informazione.

L'Azione Cattolica non è una "comunità di base cattolica". Non sono spaesati ragazzi svincolati autoformatisi con letture consigliate dal prozio communista. No.

L'Azione Cattolica è una struttura al CUORE delle gerarchie della Chiesa. Se vogliamo semplificare è il bacino di persone che viene formato per reggere l'apparato della Chiesa in aggiunta ai preti.

I ragazzi (ACR, Azione Cattolica Ragazzi), come quelli che hanno accolto i migranti, sono l'investimento formativo che la chiesa ha fatto sulla prossima generazione. Vivono nelle parrocchie, i preti sono i loro formatori diretti. Non solo, parallelamente alla parrocchia fanno continuamente riferimento alle strutture della diocesi e qualcuno diventa anche "embedded", ovvero riceve incarichi extraparrocchiali.

Quindi, quando si fa l'esempio dei ragazzi ACR che cantano "Bella Ciao" ai migranti, si mostra (per carità, non si "dimostra", si "mostra" solo) che la sintesi dello sforzo formativo della Chiesa, ANCHE di quella periferica e del Sud, come Agrigento, è quella. E' accoglienza è contrasto politico attivo alle politiche salviniane.

Se in questo topic si fa, legittimamente, l'esempio del prete fascio di Sora, chiedo: si possono fare altri esempi? Si può provare a condividere un quadro esatto e completo di quello che fa la Chiesa, anche in sue strutture politicamente, dottrinariamente, comunitariamente, rilevanti come l'ACR? O ci dobbiamo limitare a parlare di Sora?

Il topic si chiama :

Il prete salviniano

Apri un topic su Acli e bella ciao e finiscila di rompere il catso .

Sono più diretto di chi ti chiama troll .

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 21 Ago 2019, 16:31
Fammi capire PH: dobbiamo parlare solo del caso di fracazzo di sora o sono accettati altri esempi?

Questi non sono altri esempi ma provocatorie prese per il culo dell'intelligenza tue e di chi ti legge ...

A meno che tu non sappia dare una spiegazione convincente e una motivazione degna del perché mostrare questo video all'interno della discussione

Sono tutt'orecchi
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: PabloHoney - 21 Ago 2019, 16:35
beh sì, qualcuno lo ha detto: PabloHoney

“Sicuramente papa Frangiesco adesso farà foco e fiamme ... Scomunica e anatema arrivo
Te fidi !!!???”

Che ė cosa totalmente diversa da quello che ti ha appena detto MF.... E molto lontana da quello che ho detto in tutto il topic , ma come ti ho già detto ami buttarla in caciara e mandare in vacca le discussioni che non condividi... da sempre
Titolo: Re: i papi di Sora
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 08:41
Su l'esattamente  ho qualche dubbio...

Mi riferisco a questo:
Se può interessare ai fini della discussione (a tratti esilarante), la posizione di Bergoglio riguardo l'immigrazione è in estrema sintesi questa: Gli stranieri vanno accolti nella misura in cui non «MINACCINO l'identità» (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/september/documents/papa-francesco_20180925_voloritorno-estonia.html) del Paese che accoglie.

(cfr. risposta al giornalista della Radio-Televisione Lituana Edvardas Spokas)

Per quanto mi riguarda, lo ritengo un ottimo assist per Salvini e l'omuncolo oggetto del topic. Insomma, considerando l'inequivocabile biografia e sponda sociopolitica di riferimento del suddetto papa, nulla di sorprendente.



Quando qualcuno parla di "minaccia per l'identità del Paese che accoglie" (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/september/documents/papa-francesco_20180925_voloritorno-estonia.html), direi che si capisce bene che idea dello "straniero" e dell'accoglienza abbia in mente.
Il pretuncolo di sora lo dice in maniera più colorita ma il retropensiero è lo stesso. Bergoglio è solo meno social.
Fossi un serio giornalista italiano ascolterei e riporterei solamente quello che dice durante le conferenze stampa come quella che ho appena citato. Perché si tratta dei soli momenti in cui parla a braccio, dice quello che pensa e soprattutto lo fa da CAPO DI STATO, non cioè da capo della Chiesa.
Ma i giornalisti italiani, si sa, amano fare il contrario. Riportando in maniera acritica - nel 99.9% dei casi - quello che dice da capo della Chiesa. Con tutto il rispetto, a noi opinione pubblica italiana cosa ce ne dovrebbe fregare? Boh. Se il singolo credente è interessato alle preghierine e ai fioretti quotidiani del pontefice, si compra l'osservatore romano ed è a posto. Oppure, se non vuole spendere un centesimo, se ne va sul sito del Vaticano e risolve. C'è tutto.
Il risultato della (insulsa, deontologicamente parlando) propaganda mediatica vaticana veicolata dai nostri media qual è? Ehhh ma bergoglio è il nemico di salvini,  Ehhh ma la Chiesa è per l'accoglienza.
Sì un par de palle: solo se c'è abbastanza lavoro, e purché il negro o l'islamico non minaccino l'identità cristiana della stirpe italica. <--- cfr. il prete di sora, salvini, fusaro, minniti, bergoglio (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/september/documents/papa-francesco_20180925_voloritorno-estonia.html), fassina, bonino e compagnia cantando.

Prima che qualcuno faccia nuovamente il troll, ribadisco che la mia è una critica all'istituzione e a chi la rappresenta.
Altra cosa sono le singole persone o associazioni che onestamente e soprattutto senza secondi fini si occupano di accoglienza pur credendo nell'istituzione e in ciò che rappresenta.
Per loro, massimo rispetto e anche gratitudine.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 22 Ago 2019, 09:30
cioè, scusate state contestando l'operato del Papa dicendo che nn è per l'accoglienza?
E pensare che i fasci dicono l'esatto contrario.
Sinceramente sia Bergoglio quanto Ratzinger prima, hanno da sempre sostenuto il diritto (diritto leggete bene) delle persone a vivere nella propria terra in condizioni accettabili ma se ciò non avviene allora hanno libertà di migrare, con ciò credo che la posizione del Papa sia ben chiara
Titolo: Re:Il papa Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 10:14
Siccome i fasci dicono che il papa è per l'accoglienza, allora il papa è per l'accoglienza.
In effetti, l'acume è una caratteristica specifica dei fasci. Quindi ci dobbiamo fidare di loro e chissenefrega di quello che dice davvero il papa. Daje (fine dello sfogo personale)

(amaramente dico cvd (https://www.lazio.net/forum/temi/il-prete-salviniano/msg3027262/#msg3027262))
Titolo: Re: i papi di Sora
Inserito da: MisterFaro - 22 Ago 2019, 10:39
Mi riferisco a questo: 

Quando qualcuno parla di "minaccia per l'identità del Paese che accoglie" (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/september/documents/papa-francesco_20180925_voloritorno-estonia.html), direi che si capisce bene che idea dello "straniero" e dell'accoglienza abbia in mente.
Il pretuncolo di sora lo dice in maniera più colorita ma il retropensiero è lo stesso. Bergoglio è solo meno social.
Fossi un serio giornalista italiano ascolterei e riporterei solamente quello che dice durante le conferenze stampa come quella che ho appena citato. Perché si tratta dei soli momenti in cui parla a braccio, dice quello che pensa e soprattutto lo fa da CAPO DI STATO, non cioè da capo della Chiesa.
Ma i giornalisti italiani, si sa, amano fare il contrario. Riportando in maniera acritica - nel 99.9% dei casi - quello che dice da capo della Chiesa. Con tutto il rispetto, a noi opinione pubblica italiana cosa ce ne dovrebbe fregare? Boh. Se il singolo credente è interessato alle preghierine e ai fioretti quotidiani del pontefice, si compra l'osservatore romano ed è a posto. Oppure, se non vuole spendere un centesimo, se ne va sul sito del Vaticano e risolve. C'è tutto.
Il risultato della (insulsa, deontologicamente parlando) propaganda mediatica vaticana veicolata dai nostri media qual è? Ehhh ma bergoglio è il nemico di salvini,  Ehhh ma la Chiesa è per l'accoglienza.
Sì un par de palle: solo se c'è abbastanza lavoro, e purché il negro o l'islamico non minaccino l'identità cristiana della stirpe italica. <--- cfr. il prete di sora, salvini, fusaro, minniti, bergoglio (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/september/documents/papa-francesco_20180925_voloritorno-estonia.html), fassina, bonino e compagnia cantando.

Prima che qualcuno faccia nuovamente il troll, ribadisco che la mia è una critica all'istituzione e a chi la rappresenta.
Altra cosa sono le singole persone o associazioni che onestamente e soprattutto senza secondi fini si occupano di accoglienza pur credendo nell'istituzione e in ciò che rappresenta.
Per loro, massimo rispetto e anche gratitudine.

Continuo a pensare che la posizione di Bergoglio e quella del parroco di Sora siano diverse.
La frase "Gli stranieri vanno accolti nella misura in cui non «MINACCINO l'identità» del Paese che accoglie" non mi piace, ma a quella "misura in cui" si possono applicare tante scale di misura e tante soglie, e queste possono rendere molto differenti le posizioni delle diverse persone che l'affermano.

Sul resto del discorso sono d'accordo, chi mi si ricorda in altre discussioni sa che ritengo i leader delle diverse credenze persone che vivono sfruttando il bisogno (spesso indotto) di alcuni altri essere umani di avere delle risposte laddove le risposte non ci sono o non piacciono.



cioè, scusate state contestando l'operato del Papa dicendo che nn è per l'accoglienza?
E pensare che i fasci dicono l'esatto contrario.
Sinceramente sia Bergoglio quanto Ratzinger prima, hanno da sempre sostenuto il diritto (diritto leggete bene) delle persone a vivere nella propria terra in condizioni accettabili ma se ciò non avviene allora hanno libertà di migrare, con ciò credo che la posizione del Papa sia ben chiara

Tu la fai troppo semplice al contrario. La Chiesa Cattolica è piena si terreni e di edifici, al di la di alcune quote* di accoglienza ed elemosina non mi sembra lasci piena libertà a chi migra di usufruirne. Che allo Stato Italiano spesso dica "armiamoci e partite" non è una falsità.


(*) che comunque alleviano le sofferenze di chi in quelle quote ci ricade
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 22 Ago 2019, 11:27
nn è facilità o difficoltà ne tanto meno fasci o nn fasci, il punto è cosa dicono e fanno dalle parti del Vaticano? A me sembra che hanno mosso parecchio i loro referenti locali per dare accoglienza ai migranti.
Per me le posizioni del Papa e del prete sono posizioni del tutto opposte come chiarito dallo stesso Vescovo, che in modo eccessivamente blando ha tenuto a dire che lui nn si rispecchia in quelle parole.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 22 Ago 2019, 11:43
nn è facilità o difficoltà ne tanto meno fasci o nn fasci, il punto è cosa dicono e fanno dalle parti del Vaticano? A me sembra che hanno mosso parecchio i loro referenti locali per dare accoglienza ai migranti.
Per me le posizioni del Papa e del prete sono posizioni del tutto opposte come chiarito dallo stesso Vescovo, che in modo eccessivamente blando ha tenuto a dire che lui nn si rispecchia in quelle parole.

Diciamo cose simili, la differenza è tra quel che tu indichi con "hanno mosso parecchio" e il diritto alla libertà di migrare che hai menzionato in un posto precedente.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 11:46
Ma sostenere che Papa Bergoglio e il  prete di Sora abbiano la stessa posizione non e' trollare? Cosi' non si riesce a discutere piu'. Peccato (si puo' dire?), perche' era una discussione interessante
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 12:05
Ma sostenere che Papa Bergoglio e il  prete di Sora abbiano la stessa posizione non e' trollare? Cosi' non si riesce a discutere piu'. Peccato (si puo' dire?), perche' era una discussione interessante
No, mi dispiace per te. A partire dall'argomento del topic, io ho esposto il mio punto di vista, l'ho motivato e ho anche fornito delle fonti esemplificative a sostegno. Ovviamente trattandosi di un forum, non è richiesta una bibliografia completa, ma se gradisci approfondire non ho problemi a darti delle dritte. Tutto ciò non è trollaggio ma esattamente il contrario.
Semmai trollaggio è il tuo post che non entra nel merito di quel che dico, cerca - da manuale del troll - di screditarmi, non avendo argomenti validi per sostenere il confronto dialettico, e sposta il piano della discussione fuori dal perimetro del topic oltretutto senza dire nulla di interessante. Molto fuori. Accetto le tue scuse in anticipo.
Avresti potuto semplicemente dire che non sei d'accordo, facendo una figura immensamente migliore.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 12:08
No, mi dispiace per te. A partire dall'argomento del topic, io ho esposto il mio punto di vista, l'ho motivato e ho anche fornito delle fonti esemplificative a sostegno. Ovviamente trattandosi di un forum, non è richiesta una bibliografia completa, ma se gradisci approfondire non ho problemi a darti delle dritte. Tutto ciò non è trollaggio ma esattamente il contrario.
Semmai trollaggio è il tuo post che non entra nel merito di quel che dico, cerca - da manuale del troll - di screditarmi, non avendo argomenti validi per sostenere il confronto dialettico, e sposta il piano della discussione fuori dal perimetro del topic oltretutto senza dire nulla di interessante. Molto fuori. Accetto le tue scuse in anticipo.
Avresti potuto semplicemente dire che non sei d'accordo, facendo una figura immensamente migliore.
Ma non e' che il tuo punto di vista sia il Vangelo. Se fraintendi le posizioni di Papa Bergoglio o la fai volutamente (e allora e' trollaggio) o non le comprendi appieno (e allora studia). E adesso basta perche' il tuo modo di discutere da un piedistallo e' fastidioso
Titolo: Re: i papi di Sora
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 12:21
Continuo a pensare che la posizione di Bergoglio e quella del parroco di Sora siano diverse.
La frase "Gli stranieri vanno accolti nella misura in cui non «MINACCINO l'identità» del Paese che accoglie" non mi piace, ma a quella "misura in cui" si possono applicare tante scale di misura e tante soglie, e queste possono rendere molto differenti le posizioni delle diverse persone che l'affermano.

Tu m'insegni e lo storia del primo '900 insegna che quando POLITICAMENTE e a livello istituzionale si inizia a vedere alcune persone come dei numeri c'è qualcosa che non funziona. (E lasciamo stare che lo sta facendo il capo di una monarchia assoluta).
"Nella misura in cui" IMHO è proprio la chiave per capire che nella capoccetta del papa c'è un'idea moooolto pericolosa dell'essere umano. In base a quali parametri si stabilisce quando la misura è colma? Bergoglio dice chiaramente quali sono e con estrema naturalezza. A me questa cosa fa accapponare la pelle. Più di salvini che dice le stesse cose con la bava alla bocca. Entrambi parlano di pericolo di sostituzione etnica. Ovviamente ognuno con il suo timbro di voce e con il suo stile.
Sempre secondo me.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 12:23
LETTERA ENCICLICA LAUDATO SI’  2015

E’ tragico l’aumento dei migranti che fuggono la miseria aggravata dal degrado ambientale, i quali non sono riconosciuti come rifugiati nelle convenzioni internazionali e portano il peso della propria vita abbandonata senza alcuna tutela normativa. Purtroppo c’è una generale indifferenza di fronte a queste tragedie, che accadono tuttora in diverse parti del mondo. La mancanza di reazioni di fronte a questi drammi dei nostri fratelli e sorelle è un segno della perdita di quel senso di responsabilità per i nostri simili su cui si fonda ogni società civile.


16 dic 2018
La settimana scorsa - ha spiegato dopo l'Angelus - è stato approvato a Marrakech, in Marocco, il patto mondiale per una migrazione sicura, ordinata e regolare, che intende essere un quadro di riferimento per la comunità internazionale. Auspico pertanto che essa, grazie anche a questo strumento, possa operare con responsabilità, solidarietà e compassione nei confronti di chi, per motivi diversi, ha lasciato il proprio Paese

29 ott 2018
Papa Francesco: "L'Europa è nata dai migranti, chiudere le porte è suicida"

17 gen 2019
Papa Francesco: «Le migrazioni arricchiscono, anche Gesù fu profugo»

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 12:24
E si potrebbe continuare con le citazioni. Non e' esattamente quello che pensa il prete di Sora
Titolo: molla l'osso pretuncolo
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 12:27
Ma non e' che il tuo punto di vista sia il Vangelo. Se fraintendi le posizioni di Papa Bergoglio o la fai volutamente (e allora e' trollaggio) o non le comprendi appieno (e allora studia). E adesso basta perche' il tuo modo di discutere da un piedistallo e' fastidioso
Io non devo convincere nessuno. Siamo in un forum, funziona così: espongo il mio pensiero, e questa è la terza volta che te lo dico. Il fatto che ti dia fastidio quel che dico non ti autorizza a offendere. Ora ti chiederei la cortesia di piantarla CON QUESTO FLAME OT con cui continui a spostare la discussione sui problemi tuoi (peraltro, senza offesa, francamente irrilevanti). Se proprio non riesci a farne a meno, apriti un blog. Può risultare liberatorio, mi dicono. Grazie in anticipo anche a nome dei miei collioni sfranti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 12:30
Boh? Forse ti sei capito tu. Io ho postato alcune dichiarazioni del papa in materia di migrazioni che sono radicalmente differenti da quelle del prete di Sora.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 22 Ago 2019, 12:35
carib <3
Titolo: Re: i papi di Sora
Inserito da: MisterFaro - 22 Ago 2019, 12:37
Tu m'insegni e lo storia del primo '900 insegna che quando POLITICAMENTE e a livello istituzionale si inizia a vedere alcune persone come dei numeri c'è qualcosa che non funziona. (E lasciamo stare che lo sta facendo il capo di una monarchia assoluta).
"Nella misura in cui" IMHO è proprio la chiave per capire che nella capoccetta del papa c'è un'idea moooolto pericolosa dell'essere umano. In base a quali parametri si stabilisce quando la misura è colma? Bergoglio dice chiaramente quali sono e con estrema naturalezza. A me questa cosa fa accapponare la pelle. Più di salvini che dice le stesse cose con la bava alla bocca. Entrambi parlano di pericolo di sostituzione etnica. Ovviamente ognuno con il suo timbro di voce e con il suo stile.
Sempre secondo me.

Secondo me non dicono le stesse cose, il che non significa che sono d'accordo con uno dei due.


Semi OT:
purtroppo politicamente e a livello istituzionale alcune persone vengono da sempre viste come numeri. Mi riferisco ad esempio agli investimenti in sanità (prevenzione/assistenza/cura) o nella sicurezza stradale, si riduce il rischio ma fino a un certo punto altrimenti costa troppo. E a rischiare maggiormente sono le persone con meno disponibilità economica (impossibilità ad accedere a prevenzione e cure e utilizzo di mezzi di trasporto meno sicuri)
Fine OT (scusate)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 22 Ago 2019, 12:43
ma sinceramente non capisco, da cosa parte la convinzione che il Papa non abbia messo in moto la politica dell'accoglienza? Quali sono le basi? CI ha scritto libri, fatto prediche pubbliche e private, si è mosso fattivamente per mettere in pratica quella politica, ed ora niente, non ha fatto nulla.
Se la base è la predica di un prete, due, ma pure 100 ciò non significa che il Papa è concorde. Poi se il punto è, beh allora perchè non li caccia? Posso essere d'accordo, ma il Vaticano è uno Stato ha politiche interne, proprio come qualunque altro Stato.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 12:52
E si potrebbe continuare con le citazioni. Non e' esattamente quello che pensa il prete di Sora
Bene, finalmente entri nel merito. Per quanto mi riguarda ho già risposto. Quello che dice bergoglio da capo della Chiesa non è quello che pensa e dice bergoglio da capo di Stato.

A me, cittadino di uno Stato laico, interessa quello che dice da capo di Stato. E poi, siccome sono curioso, mi chiedo perché le due versioni non coincidano. E riflettendo riflettendo e studiando studiando arrivo a delle conclusioni. La gestione dei flussi migratori - di cui nobilmente si occupa la Chiesa con un interessante ritorno politico ed economico - è finalizzata a controllare che questi non minaccino l'identità (culturale, cioè religiosa) del Paese che accoglie. Le encicliche e i fioretti dell'Angelus o a santa marta servono a motivare l'esercito di operatori del sociale credenti che svolgendo il loro lavoro con entusiasmo (e onestà, ribadisco) sono loro malgrado funzionali agli scopi di Casa Madre: evangelizzazione, potere economico, potere politico.

Sempre esponendo il mio punto di vista, qui c'è un fallimento dello Stato italiano (e mancata applicazione della Costituzione), che laicamente E SENZA SECONDI FINI si dovrebbe occupare della gestione dei flussi. Evitando in tutti i modi che finiscano nelle mani di organizzazioni religiose.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: UnDodicesimo - 22 Ago 2019, 12:56
Anni fa mi trovati a discutere con tifosi del tottenham su uno dei loro forum, dove in diversi scrivevano 'Nazio'.

Per loro una delle 'prove' era non aver cacciato Di Canio il giorno dopo il saluto romano.

Quando gli chiesi se ritenevano di destra anche lo Swindon e il Sunderland, dicevano che non c'entrava nulla.

Quello che contava era il fatto che la società Lazio 'non aveva fatto nulla'.
Titolo: Re: i papi di Sora
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 12:56


Semi OT:
purtroppo politicamente e a livello istituzionale alcune persone vengono da sempre viste come numeri. Mi riferisco ad esempio agli investimenti in sanità (prevenzione/assistenza/cura) o nella sicurezza stradale, si riduce il rischio ma fino a un certo punto altrimenti costa troppo. E a rischiare maggiormente sono le persone con meno disponibilità economica (impossibilità ad accedere a prevenzione e cure e utilizzo di mezzi di trasporto meno sicuri)
Fine OT (scusate)

IMHO è uno dei temi del millennio.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 13:45
ma sinceramente non capisco, da cosa parte la convinzione che il Papa non abbia messo in moto la politica dell'accoglienza? Quali sono le basi? CI ha scritto libri, fatto prediche pubbliche e private, si è mosso fattivamente per mettere in pratica quella politica, ed ora niente, non ha fatto nulla.
Se la base è la predica di un prete, due, ma pure 100 ciò non significa che il Papa è concorde. Poi se il punto è, beh allora perchè non li caccia? Posso essere d'accordo, ma il Vaticano è uno Stato ha politiche interne, proprio come qualunque altro Stato.
Secondo me sollevi una questione molto importante su cui si fa tanta confusione in gran parte per colpa dei media generalisti italiani. Il Vaticano è una cosa, la Chiesa è un'altra. Ma il papa è capo di entrambi: guida politica e guida spirituale. Quando parla da leader politico, quel che dice va letto in un modo diverso da quando parla in qualità di guida spirituale. Perché i destinatari non coincidono.
Faccio un esempio: quando un papa chiede perdono per la pedofilia lo fa sempre da capo della Chiesa. Questo significa che sta chiedendo perdono per un peccato. Lo stupro di un bimbo di tre mesi da parte di un prete è un'offesa a dio, è un delitto contro la morale. Quando un credente chiede perdono per un peccato, lo sta confessando. La confessione chiama l'assoluzione. Quando un papa chiede perdono per la pedofilia sta assolvendo la Chiesa dal peccato che consiste nella violazione del VI Comandamento.
Se un papa chiedesse perdono da capo di Stato non sarebbe una confessione ma un'assunzione di responsabilità nei confronti delle vittime. L'assunzione di responsabilità comporta tutta una serie di sgradevoli cose a livello giudiziario, a cominciare dai risarcimenti pecuniari.
Non ci crederai, ma non è mai accaduto che un papa abbia chiesto perdono alle vittime da capo di Stato.... ma questo è un altro discorso e si finirebbe OT. Era solo per spiegare quanto sia importante saper distinguere il linguaggio politico del papa da quello religioso. Perché il suo scopo e le conseguenze di quel che dice sono molto diversi.

Dopo di che. detto in estrema sintesi, nello Stato Vaticano non c'è il permesso di soggiorno per motivi umanitari, lo Stato Vaticano non accoglie profughi, non vige lo ius soli etc. Quindi tecnicamente non è che li caccia: ufficialmente proprio non li fa entrare. Poi vabbè, a quelli che dormono nei pressi del colonnato gli danno le coperte e ora c'è anche il barbiere... La pietà non l'è morta.

La Chiesa, dicevo, è un'altra cosa: gli ecclesiastici sono soggetti al diritto vaticano, tant'è che qualsiasi cosa fanno devono rispondere al papa in primis, ma operano su suolo italiano quindi devono rispettare le leggi italiane. Il modo in cui tutto questo avviene è regolato dai Patti tra Stato e Chiesa.
Infine, la Chiesa accoglie. Come e perché - secondo me - l'ho detto prima. Sia chiaro, non è che non lo deve fare. Ma non sono d'accordo con chi crede che lo faccia per fini umanitari.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 22 Ago 2019, 13:59
quindi tu mi dici che don fracazzo che accoglie è uno che prende i soldi da questa accoglienza?
Secondo se il Papa (P) parla assumendosi le responsabilità di quanto fatto dai suoi preti lo fai sia davanti agli uomini che davanti a Dio (D), e lo fa di conseguenza sia come capo religioso che come capo di uno stato, quindi lo fa in una doppia veste. Ancor di più come tu dici, il Papa è "solo" il capo, ma poi c'è diritto a fare da padrone e di conseguenza i giudici che devono decidere riguardo le regole stabilite. Ed è quì a mio avviso che intervengono le correnti politiche del Vaticano.

PS: per rispetto di tutti i credenti del topic usa la P e la D, quando nomini il Papa e Dio. Ti ringrazio
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 14:28
Il papa non è "solo" il capo.
Il papa è il capo di una monarchia assoluta e la sua parola diventa legge dello Stato.
Se il papa dicesse ai membri del clero: "da domani tutti con lo smalto e i tacchi", questo accade. Ad oggi molti di loro sono costretti a farlo di nascosto, anche se è un segreto di pulcinella (mi scuseranno i fan di pulcinella se lo scrivo in minuscolo)
Inoltre, in quanto capo di una monarchia assoluta, il papa è anche giudice oltre che titolare del potere esecutivo. Non è robetta da poco eh, considerando il potere millenario dello Stato di cui stiamo parlando.

Dopo di che, in quanto "santità" e "infallibile" agli occhi della sua comunità, la sua immagine pubblica va preservata a ogni costo. E questo è il lavoro che quotidianamente fa la sala stampa vaticana, con la "complicità" dei velinari vaticanisti italiani. Quindi quello che accade all'interno della Chiesa, quello che c'è di irrisolto all'interno della Chiesa non sarà mai ufficialmente responsabilità del papa.
Invece proprio per i suoi poteri illimitati è sempre responsabile e mi fa sorridere (amaramente) chi sostiene il contrario. Non mi riferisco a chi scrive in questo topic ma a chi lo sostiene per professione.

quindi tu mi dici che don fracazzo che accoglie è uno che prende i soldi da questa accoglienza?
ho scritto esattamente il contrario, più volte.


Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: anderz - 22 Ago 2019, 14:31
carib mi sembra soffra nel condividere una battaglia con il suo forse ex peggior nemico, tutto qua. Ma ci sono tempi in cui il nemico del mio nemico è amico.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 14:32
carib mi sembra soffra nel condividere una battaglia con il suo forse ex peggior nemico, tutto qua. Ma ci sono tempi in cui il nemico del mio nemico è amico.
aspettavo con trepidazione questa idiozia offensiva che qualifica la tua superficialità tipica del troll
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: anderz - 22 Ago 2019, 14:35
Non volevo offenderti. E non mi ritengo affatto un troll.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 15:07
Non volevo offenderti. E non mi ritengo affatto un troll.
anderz, hai il potere di farmi girare vorticosamente le palle.

Io non faccio nessuna battaglia contro nessuno: non creo nemici per giustificare mie paranoie.
Sto condividendo dei ragionamenti - evidentemente strampalati - e la sintesi di una ricerca e di un lavoro professionale di anni  - evidentemente falliti -, cercando per quanto possibile di non saltare passaggi essenziali. Evidentemente senza riuscirci ma nessuno è obbligato a condividerli. C'è da criticare? Discutiamo nel merito, cribbio!
Il mio scopo, la mia esigenza è solo una: indagare su ciò che non mi suona e capirci qualcosa. E' una mia esigenza, che peraltro non ha alcun senso pratico poiché non ho nessun tornaconto. Anzi. Poi arrivi tu e a freddo e senza alcuna motivazione spari ad alzo zero. Ex nemici, nemici, amici. Che minkia dici?Ma ti pare il modo? Vedi che mi hai portato OT? cazz0 c'entra con il tema del topic? Ecco perché troll.

La guerra tra bande (i "nemici") è affare di altri. E lo scopo di queste bande non è certo capire qualcosa per amor di verità. Lo scopo è quello che dice Sorazio: potere. Cosa peraltro evidente anche agli occhi del più trinariciuto credente.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 16:36
Il Papa e' infallibile quando parla ex cathedra, di questioni dottrinali, e dicendolo espressamente. E' accaduto due volte negli ultimi due secoli
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 22 Ago 2019, 16:37
Quindi il Papa (il Papa, carib, Papa, non pulcinella) dice A ai preti, la sala stampa e i vaticanisti la trasformano in B per darla in pasto ai fedeli, e dopo di che i preti fanno C non dicendo nulla riguardo la A detta all'inizio? Scusa e lo Stato Italia, visto che parliamo dei migranti, che dice che appunto il Papa è in prima linea riguardo la lotta pro migranti? Stiamo tutti ubriachi?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 22 Ago 2019, 16:44
Il Papa e' infallibile quando parla ex cathedra, di questioni dottrinali, e dicendolo espressamente. E' accaduto due volte negli ultimi due secoli

sarebbe interessante qualche intervista nella comunità dei cattolici, per verificare se effettivamente considerano infallibili solo due cose di quello che hanno detto i papi negli ultimi due secoli
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 16:51
sarebbe interessante qualche intervista nella comunità dei cattolici, per verificare se effettivamente considerano infallibili solo due cose di quello che hanno detto i papi negli ultimi due secoli
Il concetto di infallibilita' (e quindi di accettazione senza discussioni dell'insegnamento) ripeto e' legato a questioni dottrinali e non certamente politiche. Non mi pare che la maggioranza dei cattolici, pur ritenendo il Pontefice un punto di riferimento e una guida spirituale, abbia mai seguito le indicazioni del Papa senza discussioni. Credo per esempio che anche non pochi cattolici abbiamo votato contro l'abrogazione della legge sul divorzio. E allo stesso modo, non tutti i cattolici seguono Bergoglio quando parla di accoglienza ai migranti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 22 Ago 2019, 16:56
Il concetto di infallibilita' (e quindi di accettazione senza discussioni dell'insegnamento) ripeto e' legato a questioni dottrinali e non certamente politiche. Non mi pare che la maggioranza dei cattolici, pur ritenendo il Pontefice un punto di riferimento e una guida spirituale, abbia mai seguito le indicazioni del Papa senza discussioni. Credo per esempio che anche non pochi cattolici abbiamo votato contro l'abrogazione della legge sul divorzio. E allo stesso modo, non tutti i cattolici seguono Bergoglio quando parla di accoglienza ai migranti

Ovvio.
O stai dicendo anche che non è autorevole? Che conta ben poco?
Perché questo significherebbe contraddire quello che sostengo io (e penso quello che sostiene carib), non che non tutti i cattolici lo seguono senza se e senza ma.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Ago 2019, 16:59
Ovvio.
O stai dicendo anche che non è autorevole? Che conta ben poco?
Perché questo significherebbe contraddire quello che sostengo io (e penso quello che sostiene carib), non che non tutti i cattolici lo seguono senza se e senza ma.
L'importante e' capirsi sulle parole. Infallibilita' nella dottrina cattolica ha un preciso significato e un preciso ambito dia applicazione. Autorevolezza e' ben altro e mi sembra che i recenti Papi ne abbiano avuto una notevole dose. Ma autorevolezza non e' infallibilita' e dunque ci sono spazi per posizioni di dissenso
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 22 Ago 2019, 17:07
L'importante e' capirsi sulle parole. Infallibilita' nella dottrina cattolica ha un preciso significato e un preciso ambito dia applicazione. Autorevolezza e' ben altro e mi sembra che i recenti Papi ne abbiano avuto una notevole dose. Ma autorevolezza non e' infallibilita' e dunque ci sono spazi per posizioni di dissenso

Importante anche capirsi sul contesto in cui quelle parole vengono dette. Il termine infallibilità era stato usato solo da carib

"Dopo di che, in quanto "santità" e "infallibile" agli occhi della sua comunità, la sua immagine pubblica va preservata a ogni costo"

"agli occhi della sua comunità"  tanto che "la sua immagine pubblica va preservata a ogni costo", mi sembra chiaro il significato allargato del termine rispetto al burocratico significato nella dottrina cattolica. Penso che ora ci siamo capiti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 22 Ago 2019, 19:13
Quindi il Papa (il Papa, carib, Papa, non pulcinella) dice A ai preti, la sala stampa e i vaticanisti la trasformano in B per darla in pasto ai fedeli, e dopo di che i preti fanno C non dicendo nulla riguardo la A detta all'inizio?
Scusa ma non capisco che gusto ci provi
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 22 Ago 2019, 22:18
Scusa ma non capisco che gusto ci provi
a fare? se sbaglio correggimi
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 24 Ago 2019, 16:37
Ecco un'altra testimonianza, accorata, militante, su cui mi sono imbattuto oggi.
La condivido ben consapevole che nessuno di voi pensa che "tutta la comunità cattolica la pensi come il pretaccio di Sora".

Però forse non immaginate che questo tipo di preti (Tony Drazza è il responsabile dell'educazione dei Giovani dell'ACR) è profondamente rappresentante dell'ISTITUZIONE Chiesa italiana. Per dirla in altro modo i Tony Drazza, con le loro idee, proprio per le loro idee, sono da anni al consiglio permanente della CEI a coordinare i giovani italiani; i pretacci fascisti, invece, sono sfanculati possibilmente ad inculonia.

Tony Drazza rappresenta la voce della CEI per i giovani

Consiglio anche di leggere la sua facebook home, di cui il seguente post rivolto a Salvini è solo un esempio.


https://www.facebook.com/tony.drazza

Tony Drazza
20 agosto alle ore 20:34 ·
#carezza #senzamaiabbattersi #tufiorisci #restatenero
Mentre tu stavi sventolando ancora una volta rosari, ti affidavi alla Madonna e citavi Giovanni Paolo II, io sono stato al Cimitero di Lampedusa, dove una donna atea mi ha insegnato di nuovo la pietà umana.
Sai che fanno qui questi folli? Provano a dare un nome alle persone morte. Cercano con tanta fatica di dare almeno dignità alla loro morte visto che qualcuno ha tolto loro la dignità della vita. Provano solo a dare nomi. Lo capisci. Solo un nome sulla tomba.
Ah poi sai che fanno ancora? Provano a fare da mangiare, a fare qualcosa di buono per far sentire di meno il peso e la fatica di un viaggio infinito. Fanno questo. Se il mondo non crolla è perché qualcuno, nonostante l'odio moltiplicato con il rosario in mano, riesce a dire: "se volete io posso cucinare per loro. Non ho molte cose ma questo posso farlo".
Ma non sei tu che mi spaventi sai? Tu passerai come tutti gli altri, mi spaventano tutti coloro che si sentono tranquillizzati dalle tue citazioni del Cuore immacolato di Maria, perché ho capito che lo dici per qualcuno (preti e compagnia bella....) che ti segue.
Sono certo che passerai. Prova a farti un giro da solo nel cimitero di Lampedusa per vedere che tanta gente come te e come me non ha manco avuto il nome sulla tomba.
Però bacia il rosario, e se riesci dormi tranquillo anche stanotte.
#buonaserata
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 24 Ago 2019, 20:15
... una donna atea mi ha insegnato di nuovo la pietà umana ...

Game . Set . Match .

Il dito : quello che scrive questo prete .

La luna : fate voi .

Io non mi comporto con umanità perché spero in una ricompensa .
Lo faccio perché giusto.Margherita Hack (cit)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: cartesio - 25 Ago 2019, 07:36
PS: per rispetto di tutti i credenti del topic usa la P e la D, quando nomini il Papa e Dio. Ti ringrazio

In questi siti la parola papa è sempre minuscola, tranne che all'inizio di una frase.

http://www.grandidizionari.it/Dizionario_Italiano/parola/P/papa.aspx?query=papa

https://dizionari.repubblica.it/Italiano/P/papa.html  (copiato da Hoepli?)

https://dizionario.internazionale.it/parola/papa

http://www.treccani.it/vocabolario/papa1/

https://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/P/papa.shtml

https://it.wikipedia.org/wiki/Papa

Ti invito ad adeguarti all'uso grammaticalmente corretto.
Nell'eventualità che tu decida di non farlo, la cosa lascerà indifferenti più o meno tutti.
Solo evita di parlare a sproposito di rispetto dei credenti, col quale le maiuscole non hanno niente a che vedere.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 10:22
https://www.ilmessaggero.it/vaticano/papa_francesco_osservatore_romano_virman_cusenza_meeting_rimini_franca_giansoldati-4691586.html

ti faccio solo presente che quando è riferito ad uno in particolare va in maiuscola. Ma so gusti eh
Felice di sbagliarmi.  Mi mancava
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 10:30
Il nome papa, abitualmente con la minuscola, può ricevere la maiuscola in riferimento al pontefice regnante: il Papa, senza altre specificazioni, è Giovanni Paolo II. Ma possono aversi motivazioni diverse: al Papa di un cattolico ovvero di un laico ammiratore dell'istituzione o di quel singolo pontefice può contrapporsi il papa di un agnostico o di un anticlericale.

dal sito della crusca
Titolo: Re:Il papa minuscolo
Inserito da: carib - 25 Ago 2019, 11:13


ti faccio solo presente che quando è riferito ad uno in particolare va in maiuscola. Ma so gusti eh
Felice di sbagliarmi.  Mi mancava
Non sono gusti ma semPlici regole di editing giornalistico. Regole che ogni testata giornalistica si dà per mantenere una ProPria uniformità grafica e non Per gratificare la 'sensibilità' dei lettori.

Il nome papa, abitualmente con la minuscola, può ricevere la maiuscola in riferimento al pontefice regnante: il Papa, senza altre specificazioni, è Giovanni Paolo II. Ma possono aversi motivazioni diverse: al Papa di un cattolico ovvero di un laico ammiratore dell'istituzione o di quel singolo pontefice può contrapporsi il papa di un agnostico o di un anticlericale.

dal sito della crusca
A conferma di quel che dico - e cioè che ognuno può fare come tazzo gli Pare -, l'Accademia della crusca scrive: "Il nome papa, abitualmente con la minuscola, può ricevere la maiuscola in riferimento al pontefice regnante".
"Può", non "deve". Può.
Significa che utilizzare la maiuscola è consentito, non è un errore, se po' fa'. In sostanza, detto senza tanti giri di parole, è irrilevante.

SPero che questo stucchevole e inutile OT sia terminato.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 11:14
... una donna atea mi ha insegnato di nuovo la pietà umana ...

Game . Set . Match .

Il dito : quello che scrive questo prete .

La luna : fate voi .

Io non mi comporto con umanità perché spero in una ricompensa .
Lo faccio perché giusto.Margherita Hack (cit)
D'accordissimo. Il bene va fatto in quanto bene, non come merce di scambio
Titolo: Re: Margherita
Inserito da: carib - 25 Ago 2019, 11:21
Realizzare la propria umanità rispondendo a una richiesta di Umanità. Questo diceva Hack.
Quello di cui parlava non è fare del bene - concetto moralista e religioso e in quanto tale soggettivo e causa di immani tragedie -, ma essere umani.

E questo prescinde da qualsiasi convinzione, religiosa o non religiosa. Quindi mette in crisi il pensiero religioso... che per definizione non è capace di mettersi in crisi
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 11:24
Pero', senza alcun spirito polemico, rilassati. Sono d'accordo totalmente anche sulle versione letterale del concetto della Hack.
Titolo: Re: polemica o Polemica?
Inserito da: carib - 25 Ago 2019, 11:32
Io sono calmissimo.
Andare oltre quello che dici tu non significa non essere d'accordo con te. Ma solo dire qualcosa in più che mi è venuta in mente nel momento in cui ho letto quello che tu e CDL61 avete scritto.

ps. Sono d'accordo sull'uso della minuscola per la parola 'polemica'. Sorazio, si scherza eh :-D
Titolo: Re:Il papa minuscolo
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 11:53
Non sono gusti ma semPlici regole di editing giornalistico. Regole che ogni testata giornalistica si dà per mantenere una ProPria uniformità grafica e non Per gratificare la 'sensibilità' dei lettori.
 A conferma di quel che dico - e cioè che ognuno può fare come tazzo gli Pare -, l'Accademia della crusca scrive: "Il nome papa, abitualmente con la minuscola, può ricevere la maiuscola in riferimento al pontefice regnante".
"Può", non "deve". Può.
Significa che utilizzare la maiuscola è consentito, non è un errore, se po' fa'. In sostanza, detto senza tanti giri di parole, è irrilevante.

SPero che questo stucchevole e inutile OT sia terminato.
OT tuo e di Cartesio per me il commento era sempre rimasto in OT. La crusca tiene a precisare che per rispetto si usa.
Carib mi spieghi perché ogni volta che parli ti agiti? A tratti insulti? Siamo tutti calmi su un  forum di calcio e parliamo comunque di un argomento dove per lo meno partiamo da punti comuni per poi divergere, ma in tranquillità.
Poi se vuoi ti lascio parlare da solo perché nn è la prima volta che affronti argomenti con questo piglio
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 25 Ago 2019, 12:22
Non riesco a vedere dove sta la mancanza di rispetto nel scrivere papa con la p minuscola. Diciamo che per devozione si può scrivere con la p maiuscola, liberi di farlo ma nel criticare chi lo scrive con la lettera minuscola, soprattutto dopo che si è chiarita la regola, allora si che ci sarebbe mancanza di rispetto.

Veniamoci incontro: paPa, ok  :=)) :beer:?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 25 Ago 2019, 12:48
credo che colga bene coldilana: un’atea può insegnare pietà e umanità.

solo che ci tengo a dire che margherita hack, tony drazza, coldilana, mr.z, su questo (“game set match”) sono stati sempre nella stessa squadra, quella di chi vede esprimere l’umanità a prescindere dalla sensibilità religiosa.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 12:55
sarebbe assurdo il contrario. L'umanità non credo che rientri solo nel credo religioso, ma nella concezione che l'uomo ha dell'altro uomo, il che esula dalla credenza. Almeno IMHO
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 25 Ago 2019, 13:17
siamo tutti d’accordo.
tranne “i salvini” che brandiscono i rosari manco fossero 9mm
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: kelly slater - 25 Ago 2019, 13:44
siamo tutti d’accordo.
tranne “i salvini” che brandiscono i rosari manco fossero 9mm

Ma che poi chissà se ci crede veramente.
Secondo me ci crede.
Secondo me dentro di se si dice: "ma come cazzo ho fatto a diventare IO il politico piú influente d'italia?
È un miracolo, quindi grazie santa brigida vergine e martire."

Poi quando ha deciso di fare lo strappo non è stato per hybris: è stato un autosabotaggio, perchè come ogni bravo cristiano si è sentito in colpa, ha sentito di non meritarlo.

La terza fase tipa del cattolicesimo: il pentimento.
Sono pentito, amici grillini, hi capito il mio errore, ora torniamo insieme.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 13:57
scusate per tutte le prese in giro ai cristiani (lo so che parli di Salvini ma vai x stereotipi) c'è il topic apposito
Titolo: Re: porazio
Inserito da: carib - 25 Ago 2019, 15:01


Carib mi spieghi perché ogni volta che parli ti agiti? A tratti insulti?


ps. Sono d'accordo sull'uso della minuscola per la parola 'polemica'. Sorazio, si scherza eh :-D

L'ho scritto mezz'ora prima del tuo post. Pensa te quanto sono nervoso e offensivo. E pensa te quanto ci azzecchi. Fatti venire il dubbio che nessuno sta perculeggiando nessuno, tanto meno insultando. Perché al momento l'unico che offende sei tu. In questo topic non si parla di me o di te ma di altro. Sono certo che ora capirai e la finirai con questo protagonismo stucchevole costantemente OT.

Tornando in topic. Gli atei non insegnano nulla a nessuno quando aprono bocca. Il solito vecchio vizio di attribuire ad altri credenze proprie: sono i cristiani che passano la vita a catechizzare il prossimo. Ovunque. Per strada, al telefono, nei forum, in televisione, sui giornali, nelle fiction, in chiesa, nei centri di accoglienza, nei consultori, nei reparti di ostetricia, negli ospedali, nelle camere ardenti, in farmacia, in spiaggia, in Parlamento, a palazzo Chigi e dai pulpiti della diocesi di Sora.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 15:12
l'offesa non fa parte del mio vocabolario.  Scusate l'ot

Tornando in topic
Le professioni di fede si chiamano tali poiché si devono professare a se stessi ed ai prossimi, in un ottica di scambio di opinioni, tranquilla e pari. A nessuno deve essere tolta la parola e nessuno deve essere tacciato di nulla. Purtroppo in Italia politica e religione sono argomento complicati, e l'argomento migranti non fa altro che aumentare il problema. Certo però che non è la prima volta che qualcuno cerca di accomunare le due sfere in modo del tutto errato. Na credo che si entra in altro topic
Titolo: Re:chec]
Inserito da: carib - 25 Ago 2019, 15:12
OT  La crusca tiene a precisare che per rispetto si usa.
OT Sono certo che tu non stia alterando appositamente il significato di certe frasi solo per aver ragione. Quindi in amicizia ti invito a rileggere la citazione della Crusca che hai riportato perché diversamente da quello che scrivi, la Crusca tiene a precisare che usare la maiuscola in segno di AMMIRAZIONE non è errato. Ergo si può fare. OT
Titolo: Re:chec]
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 15:21
OT Sono certo che tu non stia alterando appositamente il significato di certe frasi solo per aver ragione. Quindi in amicizia ti invito a rileggere la citazione della Crusca che hai riportato perché diversamente da quello che scrivi, la Crusca tiene a precisare che usare la maiuscola in segno di AMMIRAZIONE non è errato. Ergo si può fare. OT
La maiuscola si può fare, esatto per rispetto, ammirazione, del Papa. Io non scrivo budda, ma per rispetto dei religiosi scrivo Budda perché rispetto la loro religione. Ripeto questione personale di rispetto per il prossimo. Non è un peccato se lo metti in minuscola, manchi, forse, solo di rispetto o tatto alla religione o al credente. Se vuoi ti posso dire che ammiro tutte le religioni ma ovviamente ne professo una solamente.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: kelly slater - 25 Ago 2019, 15:22
scusate per tutte le prese in giro ai cristiani (lo so che parli di Salvini ma vai x stereotipi) c'è il topic apposito

1) non sono prese in giro ma il mio reale e serio pensiero.
2) sono perfettamente in topic perchè sto parlando di salvini e di religione
3) se ti brucia la verità, ovvero che la religione cattolica è basata sull'automortificazione delle potenzialità umane è un problema tuo, non cercare di trasformare ció in intolleranza perchè caschi molto male.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 25 Ago 2019, 15:28
1) non sono prese in giro ma il mio reale e serio pensiero.
2) sono perfettamente in topic perchè sto parlando di salvini e di religione
3) se ti brucia la verità, ovvero che la religione cattolica è basata sull'automortificazione delle potenzialità umane è un problema tuo, non cercare di trasformare ció in intolleranza perchè caschi molto male.
avrò interpretato male...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 15:43
1) non sono prese in giro ma il mio reale e serio pensiero.
2) sono perfettamente in topic perchè sto parlando di salvini e di religione
3) se ti brucia la verità, ovvero che la religione cattolica è basata sull'automortificazione delle potenzialità umane è un problema tuo, non cercare di trasformare ció in intolleranza perchè caschi molto male.
Kelly, sempre senza polemica e senza entrare nel merito, la numero 3 e' la verita'? E chi lo dice? Mi sembra una posizione dogmatica
Titolo: Re: porazio
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 15:51
L'ho scritto mezz'ora prima del tuo post. Pensa te quanto sono nervoso e offensivo. E pensa te quanto ci azzecchi. Fatti venire il dubbio che nessuno sta perculeggiando nessuno, tanto meno insultando. Perché al momento l'unico che offende sei tu. In questo topic non si parla di me o di te ma di altro. Sono certo che ora capirai e la finirai con questo protagonismo stucchevole costantemente OT.

Tornando in topic. Gli atei non insegnano nulla a nessuno quando aprono bocca. Il solito vecchio vizio di attribuire ad altri credenze proprie: sono i cristiani che passano la vita a catechizzare il prossimo. Ovunque. Per strada, al telefono, nei forum, in televisione, sui giornali, nelle fiction, in chiesa, nei centri di accoglienza, nei consultori, nei reparti di ostetricia, negli ospedali, nelle camere ardenti, in farmacia, in spiaggia, in Parlamento, a palazzo Chigi e dai pulpiti della diocesi di Sora.
Posso assicurarti che non e' cosi'. Non tutti i cristiani passano la vita a catechizzare il prossimo. Ce ne sono molti che il prossimo lo aiutano, cosi' come ce ne sono molti di non cristiani che il prossimo lo aiutano ugualmente. E nessuno e' migliore dell'altro. Dalle tue posizioni sembra trasparire una considerazione molto negativa di chiunque sia cristiano, il che non rende facile il confronto. Lo dico sempre senza polemica e senza intenti di esasperare il dibattito
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: kelly slater - 25 Ago 2019, 16:16
Kelly, sempre senza polemica e senza entrare nel merito, la numero 3 e' la verita'? E chi lo dice? Mi sembra una posizione dogmatica

Secondo la religione cattolica quando vieni al mondo non sei puro e innocente: ti porti dietro il peccato originale dai tempi dell'albero del bene e del male.
Manco sei nato già devi espiare.
Non ti basta già questo?
Lo spirito di sacrificio è il massimo dell'antiumano.
E il senso di colpa.
E la mortificazione della sessualità.
Continuo?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 16:17
Secondo la religione cattolica quando vieni al mondo non sei puro e innocente: ti porti dietro il peccato originale dai tempi dell'albero del bene e del male.
Manco sei nato già devi espiare.
Non ti basta già questo?
Lo spirito di sacrificio è il massimo dell'antiumano.
E il senso di colpa.
E la mortificazione della sessualità.
Continuo?
Se vuoi continua pure, ma -passami la battuta - il tuo maestro di catechismo era proprio scarso
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: kelly slater - 25 Ago 2019, 17:56
Se vuoi continua pure, ma -passami la battuta - il tuo maestro di catechismo era proprio scarso

Invece il tuo era bravo?
Dai, racconta.
A te ha insegnato a conoscere il tuo corpo in libertà quando eri piccolo?
T'ha insegnato a voler essere felice in questo mondo, invece di sacrificarti per poi andare con tutto il corpo in paradiso dopo che sei morto?
T'ha insegnato che è giusto che una donna ricerchi il piacere sessuale invece della storia che l'unico modo veramente divino di procreare è farlo da vergine?
Titolo: Re: oratio
Inserito da: carib - 25 Ago 2019, 18:06
Posso assicurarti che non e' cosi'. Non tutti i cristiani passano la vita a catechizzare il prossimo. Ce ne sono molti che il prossimo lo aiutano, cosi' come ce ne sono molti di non cristiani che il prossimo lo aiutano ugualmente. E nessuno e' migliore dell'altro. Dalle tue posizioni sembra trasparire una considerazione molto negativa di chiunque sia cristiano, il che non rende facile il confronto. Lo dico sempre senza polemica e senza intenti di esasperare il dibattito
Grazie per la predi rassicurazione.  :=))
Estrapolando una frase dal contesto - o una parola, come hai già fatto in precedenza - è molto facile alterare il senso del discorso altrui costringendo a continue precisazioni. Conosco molto bene questo modo di portare avanti le discussioni, anzi, "il dibattito", ma personalmente preferisco trovarmi di fronte chi invece lo esaspera apertamente, senza infingimenti, con sincerità. Non mi dà alcun fastidio quando il confronto dialettico si fa aspro, e sui temi sensibili non può che essere così.
Cmq, come ho già detto almeno 4 volte qui dentro, le mie opinioni non riguardano le persone - ci mancherebbe, questo è appannaggio di qualcuno molto più in Alto di me - ma il pensiero religioso, la cultura di matrice religiosa. Sono molto critico, lo rifiuto totalmente e laddove è possibile ne spiego punto per punto i motivi evidenziando ciò che per me non torna. Ed è qui che puntualmente arrivano le estrapolazioni altrui che sistematicamente puntano a sminuzzare e a svuotare di senso quel che dico.... Essendone consapevole non m'intazzo. Anche perché mi preoccuperei del contrario. Epperò, nuovamente siam tornati a parlare di te e di me. Argomento, invero, molto poco interessante, senza offesa e senza polemica.  :beer:
Titolo: Re: oratio
Inserito da: italicbold - 25 Ago 2019, 18:57
[...] questo è appannaggio di qualcuno molto più in Alto di me [...]

Si, ma non lo faccio spesso.



 :lol: :lol: :lol:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: dopesmokah - 25 Ago 2019, 19:09
Se vuoi continua pure, ma -passami la battuta - il tuo maestro di catechismo era proprio scarso

No, sono tutti gli "-ismi" che sono sbagliati: nazismo, comunismo, e soprattutto catechismo. Quello più di tutti, cazzo. Lo ha detto il papa, sà?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 25 Ago 2019, 20:06
si, ok, ma non riscendiamo agli schemi triti e ritriti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 21:37
No, sono tutti gli "-ismi" che sono sbagliati: nazismo, comunismo, e soprattutto catechismo. Quello più di tutti, cazzo. Lo ha detto il papa, sà?
Tutto va bene, ma equiparare nazismo, comunismo e catechismo proprio non ci sta
Titolo: Re: oratio
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 22:40
Grazie per la predi rassicurazione.  :=))
Estrapolando una frase dal contesto - o una parola, come hai già fatto in precedenza - è molto facile alterare il senso del discorso altrui costringendo a continue precisazioni. Conosco molto bene questo modo di portare avanti le discussioni, anzi, "il dibattito", ma personalmente preferisco trovarmi di fronte chi invece lo esaspera apertamente, senza infingimenti, con sincerità. Non mi dà alcun fastidio quando il confronto dialettico si fa aspro, e sui temi sensibili non può che essere così.
Cmq, come ho già detto almeno 4 volte qui dentro, le mie opinioni non riguardano le persone - ci mancherebbe, questo è appannaggio di qualcuno molto più in Alto di me - ma il pensiero religioso, la cultura di matrice religiosa. Sono molto critico, lo rifiuto totalmente e laddove è possibile ne spiego punto per punto i motivi evidenziando ciò che per me non torna. Ed è qui che puntualmente arrivano le estrapolazioni altrui che sistematicamente puntano a sminuzzare e a svuotare di senso quel che dico.... Essendone consapevole non m'intazzo. Anche perché mi preoccuperei del contrario. Epperò, nuovamente siam tornati a parlare di te e di me. Argomento, invero, molto poco interessante, senza offesa e senza polemica.  :beer:
E no Carib, non ho estrapolato una frase dal contesto. E' stato l'unico punto del tuo topic. Ho risposto a quello, senza mi sembra toni da predica
Titolo: Re: oratio
Inserito da: carib - 25 Ago 2019, 23:26
Si, ma non lo faccio spesso.



 :lol: :lol: :lol:
  :twisted:  :lol: :rotfl:

P. :party:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 25 Ago 2019, 23:54
Invece il tuo era bravo?
Dai, racconta.
A te ha insegnato a conoscere il tuo corpo in libertà quando eri piccolo?
T'ha insegnato a voler essere felice in questo mondo, invece di sacrificarti per poi andare con tutto il corpo in paradiso dopo che sei mort
T'ha insegnato che è giusto che una donna ricerchi il piacere sessuale invece della storia che l'unico modo veramente divino di procreare è farlo da vergine?
Come vuoi. La felicita' in questo mondo certo, dipende come definisci felicita'. Andare con tutto il corpo in Paradiso? Ma dove e' scritto questo? La parte poi della donna e il piacere sessuale non so che dire, mi sembra una provocazione a cui non vorrei rispondere per non fare polemica
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: kelly slater - 26 Ago 2019, 00:45
Andare con tutto il corpo in Paradiso? Ma dove e' scritto questo?

Cioè tu pensavi che ci andava solo l'anima?

http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p123a11_it.htm
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 26 Ago 2019, 08:32
Cioè tu pensavi che ci andava solo l'anima?

http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p123a11_it.htm
Ma quello e' il momento della risurrezione, non il momento dopo la morte in cui si va in Paradiso. Non confondere
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: kelly slater - 26 Ago 2019, 10:18
Ma quello e' il momento della risurrezione, non il momento dopo la morte in cui si va in Paradiso. Non confondere

Ambè certo, prima stai parcheggiato un tempo indefinito, ma poi nell'ultimo giorno Cristo ti risuscita pure nel corpo.
Che se in vita eri obeso e con la pelle rovinata t'ha detto pure male.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 26 Ago 2019, 10:23
Ambè certo, prima stai parcheggiato un tempo indefinito, ma poi nell'ultimo giorno Cristo ti risuscita pure nel corpo.
Che se in vita eri obeso e con la pelle rovinata t'ha detto pure male.
Ok, perfetto, risposta ok
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: cartesio - 26 Ago 2019, 10:32
Ambè certo, prima stai parcheggiato un tempo indefinito, ma poi nell'ultimo giorno Cristo ti risuscita pure nel corpo.
Che se in vita eri obeso e con la pelle rovinata t'ha detto pure male.

Ma infatti nella storia della Chiesa ci sono fantastiche discussioni tra dotti teologi che si chiedevano se uno storpio sarebbe rinato storpio o con un fisico perfetto. Se sarebbe rinato giovane o decrepito come al momento della morte. Con mille variazioni sul tema che potete immaginare. Il Corano è stato più esplicito, ma è arrivato dopo, non vale.
Il problema, per loro e molto meno per noi, è che partendo da un messaggio pubblicitario - vieni con noi, avrai la Vita Eterna - ragionando un po' si arriva a conclusioni impreviste da chi ha coniato lo slogan. Nei primi tempi della Chiesa in molti si aspettavano realmente di rinascere dopo poco tempo, così i teologi hanno dovuto spostare in avanti il momento della resurrezione, in modo da evitare la verifica.
Titolo: Re: porazio
Inserito da: cartesio - 26 Ago 2019, 10:36
Non tutti i cristiani passano la vita a catechizzare il prossimo.

Per fortuna.
L'osservazione di Carib era riferita alla collettività dei cristiani, che effettivamente è sistematicamente impegnata a diffondere il Verbo. Cosa presentata ai fedeli come "dovere di ogni cristiano".
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 26 Ago 2019, 10:39
i cristiani sono talmente impegnati che le chiese sono sempre più vuote. Secondo me si è in un OT megagalattico, IMHO
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 26 Ago 2019, 11:33
i cristiani sono talmente impegnati che le chiese sono sempre più vuote. Secondo me si è in un OT megagalattico, IMHO

Okkio che adesso arriva .


Titolo: Re: catechizio
Inserito da: carib - 26 Ago 2019, 11:57
Per fortuna.
L'osservazione di Carib era riferita alla collettività dei cristiani, che effettivamente è sistematicamente impegnata a diffondere il Verbo. Cosa presentata ai fedeli come "dovere di ogni cristiano".
che fatica, grazie Cartesio :-)
Titolo: Re: porazio
Inserito da: Vincelor - 27 Ago 2019, 05:18
Per fortuna.
L'osservazione di Carib era riferita alla collettività dei cristiani, che effettivamente è sistematicamente impegnata a diffondere il Verbo. Cosa presentata ai fedeli come "dovere di ogni cristiano".
Ma non e' che le parole hanno tutte lo stesso significato. Diffondere il Verbo e catechizzare il prossimo non sono equivalenti. C'e' secondo me un problema di fondo. Io non credo nel comunismo ma non ritengo i comunisti dei dementi e leggo le loro argomentazioni con grande interesse quando ne vale la pena (cfr. Fat Danny). Questa asserita superiorita' di chi non crede e inferiorita' di chi crede e' invece molto fastidiosa e fa torto alla intelligenza di chi la professa.Cosi' non vale la pena discutere.
Titolo: Re: porazio
Inserito da: WhiteNoise - 27 Ago 2019, 07:07
Ma non e' che le parole hanno tutte lo stesso significato. Diffondere il Verbo e catechizzare il prossimo non sono equivalenti. C'e' secondo me un problema di fondo. Io non credo nel comunismo ma non ritengo i comunisti dei dementi e leggo le loro argomentazioni con grande interesse quando ne vale la pena (cfr. Fat Danny). Questa asserita superiorita' di chi non crede e inferiorita' di chi crede e' invece molto fastidiosa e fa torto alla intelligenza di chi la professa.Cosi' non vale la pena discutere.
Secondo me ci vuole più fantasia a credere in dio. Ma io sono un rozzo razionalista, sicuramente sono io che non ci arrivo.
Ma è comunque molto OT.
Titolo: Re: porazio
Inserito da: MisterFaro - 27 Ago 2019, 07:55
Ma non e' che le parole hanno tutte lo stesso significato. Diffondere il Verbo e catechizzare il prossimo non sono equivalenti. C'e' secondo me un problema di fondo. Io non credo nel comunismo ma non ritengo i comunisti dei dementi e leggo le loro argomentazioni con grande interesse quando ne vale la pena (cfr. Fat Danny). Questa asserita superiorita' di chi non crede e inferiorita' di chi crede e' invece molto fastidiosa e fa torto alla intelligenza di chi la professa.Cosi' non vale la pena discutere.

Io vedo molta più presunta superiorità in chi crede, che non viene percepita in quanto data per scontata. Se evitiamo di fare le verginelle offese possiamo comunque discutere nel merito delle questioni
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 27 Ago 2019, 08:51
mha sinceramente non mi credi superiore a nessuno, anzi vi posso assicurare che quando mi faccio un segno della croce e sono con persone non credenti, mi guardano come a dire, ma ancora credi a queste cose?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 27 Ago 2019, 09:00
pure a me è capitato quando ho mandato la letterina al polo nord l'ultimo natale.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 27 Ago 2019, 09:02
 :lol:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 27 Ago 2019, 09:05
pure a me è capitato quando ho mandato la letterina al polo nord l'ultimo natale.
un esempio di superiorità...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 27 Ago 2019, 09:31
dio va bene e babbonatale no?

#jesuisbabbonatale #respect4santa
Titolo: Re: papoKKKio
Inserito da: carib - 27 Ago 2019, 09:40
Sull'idea di uguaglianza alla nascita di tutti gli esseri umani

«Un bambino battezzato o un bambino non battezzato non è lo stesso» (https://www.tempi.it/papa-francesco-un-bambino-battezzato-non-e-lo-stesso-che-un-bambino-non-battezzato/)

Il capo spirituale del prete di Sora (8 gennaio 2014)
Titolo: Re: papoKKKio
Inserito da: Sonni Boi - 27 Ago 2019, 10:07
Sull'idea di uguaglianza alla nascita di tutti gli esseri umani

«Un bambino battezzato o un bambino non battezzato non è lo stesso» (https://www.tempi.it/papa-francesco-un-bambino-battezzato-non-e-lo-stesso-che-un-bambino-non-battezzato/)

Il capo spirituale del prete di Sora (8 gennaio 2014)

Per non parlare dei bimbi gay da portare dallo psichiatra

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Ago 2019, 10:12
mha sinceramente non mi credi superiore a nessuno, anzi vi posso assicurare che quando mi faccio un segno della croce e sono con persone non credenti, mi guardano come a dire, ma ancora credi a queste cose?

Quindi quando invitato al battesimo di mia nipote, sono andato ospite con i miei figli, il parroco tra le varie cose ha ribadito più volte che non si può essere buoni padri Senza Dio era un atto di umiltà da parte sua.

Quando il parroco della mia zona, mentre aspettavamo l'ascensore nel Mio portone guardando i miei figli dice "bambini, mi sbaglio o non vi ho visto in parrocchia", io rispondo "no, non frequentiamo", lui "beh, si, sono ancora piccoli", io "non credo frequenteranno neanche quando saranno più grandi", lui nel rispondere, sempre a un padre davanti ai figli, "chissà, Dio ha un progetto per ciascuno di noi, probabilmente il suo è venuto male" è stato il suo bisogno di prostrarsi nei confronti del prossimo che lo ha spinto, arrogante e presuntuoso io nel rispondere "o forse è il suo che è venuto male".

O venendo a rapporti con amici e conoscenti, "però, sei una brava persona pure se non credi in Dio", "tranquillo, pregherò anche per te, per la tua salvezza", "la Fede è importante, non puoi capire", "mi fate ridere, qualcuno deve pur aver creato il tutto, un minimo di logica, cavolo!", "ma quanto aspetti a battezzare i tuoi figli, e se poi gli succede qualcosa...?", tutte frasi piene di umiltà e comprensione.

E quando lo racconto, sentirmi dire dai cattolici "ma tutte a te succedono queste cose, come mai a me non succedono", non posso rispondere "grazie al caxxo" perché sennò risulto presuntuoso
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: giovannidef - 27 Ago 2019, 10:27
però sul battesimo è come chiedere all'oste se è buono il suo vino
è normale che per loro ci sia una differenza, sarebbe ridicolo se non ci vedessero differenza

misterfaro, io ho avuto esperienze diverse
non ho battezzato i miei figli ma quando il più grande alle medie mi ha chiesto di essere battezzato, a quel punto ho fatto tutta un'imbarcata e dal mio parroco siamo stati trattati normalmente anche se come genitori ci siamo dichiarati atei

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: cartesio - 27 Ago 2019, 10:34
O venendo a rapporti con amici e conoscenti, "però, sei una brava persona pure se non credi in Dio",

Come dire Sei una brava persona anche se sei di colore.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Ago 2019, 10:42
però sul battesimo è come chiedere all'oste se è buono il suo vino
è normale che per loro ci sia una differenza, sarebbe ridicolo se non ci vedessero differenza
Si, ma si stava rispondendo al fatto che a sentirsi superiori siano solo i non cattolici. Il tuo discorso vale anche per vaz

Misterfaro, io ho avuto esperienze diverse
non ho battezzato i miei figli ma quando il più grande alle medie mi ha chiesto di essere battezzato, a quel punto ho fatto tutta un'imbarcata e dal mio parroco siamo stati trattati normalmente anche se come genitori ci siamo dichiarati atei

Di casi particolari ne possiamo tirare fuori a bizzeffe, ti devo fare l'elenco di volte in cui un non cattolico ha trattato normalmente un cattolico?

Penso che anche voi da atei avete trattato il parroco normalmente e trattate altrettanto normalmente vostro figlio o sbaglio? Comunque sarei curioso di sapere come vi avrebbe trattato il parroco se gli dicevate che rimanevate tutti non battezzati.


Ritorna il:
Io vedo molta più presunta superiorità in chi crede, che non viene percepita in quanto data per scontata
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Gio - 27 Ago 2019, 10:42
Quindi quando invitato al battesimo di mia nipote, sono andato ospite con i miei figli, il parroco tra le varie cose ha ribadito più volte che non si può essere buoni padri Senza Dio era un atto di umiltà da parte sua.

Quando il parroco della mia zona, mentre aspettavamo l'ascensore nel Mio portone guardando i miei figli dice "bambini, mi sbaglio o non vi ho visto in parrocchia", io rispondo "no, non frequentiamo", lui "beh, si, sono ancora piccoli", io "non credo frequenteranno neanche quando saranno più grandi", lui nel rispondere, sempre a un padre davanti ai figli, "chissà, Dio ha un progetto per ciascuno di noi, probabilmente il suo è venuto male" è stato il suo bisogno di prostrarsi nei confronti del prossimo che lo ha spinto, arrogante e presuntuoso io nel rispondere "o forse è il suo che è venuto male".

O venendo a rapporti con amici e conoscenti, "però, sei una brava persona pure se non credi in Dio", "tranquillo, pregherò anche per te, per la tua salvezza", "la Fede è importante, non puoi capire", "mi fate ridere, qualcuno deve pur aver creato il tutto, un minimo di logica, cavolo!", "ma quanto aspetti a battezzare i tuoi figli, e se poi gli succede qualcosa...?", tutte frasi piene di umiltà e comprensione.

E quando lo racconto, sentirmi dire dai cattolici "ma tutte a te succedono queste cose, come mai a me non succedono", non posso rispondere "grazie al caxxo" perché sennò risulto presuntuoso
Quando uno ti dice che tutti i Rom rubano o che gli extra-comunitari violentano le nostre donne, tu che rispondi? Ecco, piú o meno.
Come in tutte le cose umane, ci sono i principi e, poi, gli uomini che li applicano. Alcuni meglio, alcuni peggio. La religione e la Chiesa Cattolica non fanno eccezione. Tirarne fuori una generalizzazione é un errore.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Ago 2019, 11:00

Quando uno ti dice che tutti i Rom rubano o che gli extra-comunitari violentano le nostre donne, tu che rispondi? Ecco, piú o meno.
Come in tutte le cose umane, ci sono i principi e, poi, gli uomini che li applicano. Alcuni meglio, alcuni peggio. La religione e la Chiesa Cattolica non fanno eccezione. Tirarne fuori una generalizzazione é un errore.

Veramente ero io che stavo rispondendo a una generalizzazione.


E tornando indietro nel topic, a proposito di generalizzazioni e posizioni di superiorità:
Siamo in un mondo che quando elegge i suoi rappresentanti secolari esalta, a furor di popolo, con la bava alla bocca, traboccante di bile, i Trump, i Salvini, i Putin. Tutta gente che in chiesa ci va solo se a favore di fotografi. Sono l’espressione netta di una società che crede in “IO”, che “l’altro” lo vuole affogare in mare, o mandare nelle camere a gas.

Poi c’è una minoranza, arroccata nelle parrocchie, che le sere va per le stazioni a portare i panini ai disperati, che organizza le case di accoglienza, che teorizza la fratellanza e la pratica eleggendo un Papa che sta dalla parte dei migranti e una gerarchia, escluse poche eccezioni, che è con lui.

Oggi la Chiesa Cattolica è chiaramente percepita dall’internazionale sovranista come il primo, e forse il solo, nemico. Per lo meno è l’unica che ha una visione coerente di difesa degli esseri umani, tutti; che siano migranti, che siano donne, che siano bambini, che siano malati, che siano diversi.

O la pretesa che la parola "papa" deve essere scritta con la maiuscola.

Sto semplicemente chiedendo di non usare i filtri di una educazione monoteiste nel valutare le rispettive posizioni di superiorità
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: giovannidef - 27 Ago 2019, 11:12
se non avessi dovuto battezzare i miei figli non avrei avuto nessun colloquio con il parroco, mentre per almeno tre volte mi sono fatto una pallosa chiacchierata per la preparazione
avrebbe avuto poco senso andare dal parroco a dirgli non siamo battezzati e non ci battezziamo
si trattano le persone più o meno normalmente in base all'importanza che dai alle cose, se i miei figli si vogliono battezzare o farsi prete non me ne frega niente ma ad esempio sempre il grande per un periodo voleva tifare la riomma per integrarsi in classe, dopo anni si ricorda ancora quanto gli resi la vita difficile, ero arrivato al bullismo
Titolo: Re: papoKKKio
Inserito da: carib - 27 Ago 2019, 11:28
Per non parlare dei bimbi gay da portare dallo psichiatra
Oppure, senza uscire dalla comunità ecclesiastica, per non dire delle "cliniche" appositamente create da Casa madre per il recupero spirituale dei sacerdoti omosessuali e la cura della loro omosessualità.

Un uomo etero o un uomo non etero, non è la stessa cosa

Si può giustificare qualsiasi nefandezza con un retropensiero del genere...

Esempio astratto (si fa per dire)
Il figlio di un gerarca di Videla e il figlio di un sovversivo, non è la stessa cosa. Quindi sradicare dalla famiglia biologica il figlio di un sovversivo per affidarlo a chi può crescerlo "secondo i costumi cristiani e occidentali" (cit. Piano sistematico di appropriazione de los ninos) non è affatto un crimine. Anzi è una buona azione "benedetta" peraltro dal battesimo che verrà comminato al neonato prescelto altrimenti destinato a vivere nel peccato.
Titolo: Re: porazio
Inserito da: Vincelor - 27 Ago 2019, 12:21
Secondo me ci vuole più fantasia a credere in dio. Ma io sono un rozzo razionalista, sicuramente sono io che non ci arrivo.
Ma è comunque molto OT.
Non e' che chi crede non sia razionale, crede che la ragione non sia sufficiente.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 27 Ago 2019, 12:37
Comunque, come volevasi dimostrare. L'equiparazione della religione cattolica a babbo natale e' un modo per affermare la superiorita' con una provocazione, che meriterebbe un'altra provocazione a risposta. Che pero' e' meglio non fare, perche' non tutte le provocazioni vengono accettate, alcune sollevano una forte indignazione. L'estrapolazione di una frase da un discorso del Papa viene vista come una violazione del principio di uguaglianza alla nascita di tutti gli esseri umani. Poi si continua nel quadro di "mi ha detto mio cuggino". Non capisco qual e' lo scopo, se non si ritiene utile dibattere basta non intervenire
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 27 Ago 2019, 12:41
entrambi sono creati dall'uomo, entrambi portano felicità, entrambi incutono terrore.

ma SOLO uno ha le renne.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 27 Ago 2019, 13:24
quando fate il giro della testa a 360 gradi e vomito a spruzzo avvertitemi
Titolo: Re: porazio
Inserito da: WhiteNoise - 27 Ago 2019, 13:41
Non e' che chi crede non sia razionale, crede che la ragione non sia sufficiente.
Essere razionalisti non significa essere razionali.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: WhiteNoise - 27 Ago 2019, 13:44
entrambi sono creati dall'uomo, entrambi portano felicità, entrambi incutono terrore.

ma SOLO uno ha le renne.
Quando un personaggio di fantasia con l'aureola incontra un personaggio di fantasia con le renne (e inventato da una multinazionale), il personaggio di fantasia con l'aureola è un personaggio di fantasia morto.
Titolo: Re: porazio
Inserito da: Vincelor - 27 Ago 2019, 13:55
Essere razionalisti non significa essere razionali.
Hai ragione. Ma il razionalismo come metodo si trova anche nel Cristianesimo (basti pensare alla Scolastica). Come principio, se afferma di voler sottomettere ogni fatto in qualsiasi campo al vaglio assoluto della ragione umana, incontra notevoli problemi relativi alla definizione di ragione e degli elementi essenziali che la costituiscono.
Titolo: Re: sansebastiano
Inserito da: carib - 27 Ago 2019, 14:12
L'estrapolazione di una frase da un discorso del Papa viene vista come una violazione del principio di uguaglianza alla nascita di tutti gli esseri umani.
La frase di bergoglio, pronunciata a santa marta, è la sintesi di una cultura millenaria ed è la chiave IMHO per capire tante cose a cui questa cultura millenaria ha dato origine. L'estrapolazione l'ha fatta la rivista di Comunione e liberazione "Tempi" mettendola come titolo. Personalmente ho assistito a una scena esilarante, con il direttore de L'Avvenire che avendone intuito la "portata" ha negato che il papa avesse mai detto quella cosa. [Poi qualcuno gli fece notare che l'aveva scritto anche il suo giornale...  :poof:]
Io porto qui quella frase come ennesimo esempio di espressione di una mentalità molto in voga (in fondo, come già detto, il prete di Sora è solo più greve). Ribadisco che questo non è un luogo in cui dover mettere la bibliografia al termine di ogni post a sostegno delle proprie affermazioni, né occorre rifare l'elenco dei crimini compiuti "perché lo vuole Gesù" (frase classica del sacerdote che invita il bambino a tirar giùla chiusura lampo nell'ambito del confessionale - cfr. tutte le grandi indagini governative e miste Stato-Chiesa degli ultimi venti anni in mezzo mondo).
Se pensi che la mia sia una lettura errata, nessuno ti vieta di entrare nel merito e smentire cercando per quanto possibile di dire cose coerenti con la realtà. Questo sarebbe DIBATTERE. Ma non lo fai mai. Buffo no? Preferisci attaccare l'interlocutore, screditandolo e spostando il piano della discussione sul personale. Piazzando qua e là lacrimette da verginella pudica. E se qualcuno diventa sarcastico di fronte a questo modo di fare, hai anche l'ipocrisia offensiva di scrivere "se non si ritiene utile dibattere basta non intervenire".
Ipocrisia doppia e tripla perché quello che sistematicamente fai è spezzare il discorso altrui, prendendo solo quello che puoi utilizzare per svuotarlo di senso. E darti ragione da solo. Pappappero.
Aiutatemi a ricordare come si definisce chi dibatte in questo modo in un forum.... Fine OT
Titolo: Re: sansebastiano
Inserito da: Vincelor - 27 Ago 2019, 14:17
La frase di bergoglio, pronunciata a santa marta, è la sintesi di una cultura millenaria ed è la chiave IMHO per capire tante cose a cui questa cultura millenaria ha dato origine. L'estrapolazione l'ha fatta la rivista di Comunione e liberazione "Tempi" mettendola come titolo. Personalmente ho assistito a una scena esilarante, con il direttore de L'Avvenire che avendone intuito la "portata" ha negato che il papa avesse mai detto quella cosa. [Poi qualcuno gli fece notare che l'aveva scritto anche il suo giornale...  :poof:]
Io porto qui quella frase come ennesimo esempio di espressione di una mentalità molto in voga (in fondo, come già detto, il prete di Sora è solo più greve). Ribadisco che questo non è un luogo in cui dover mettere la bibliografia al termine di ogni post a sostegno delle proprie affermazioni, né occorre rifare l'elenco dei crimini compiuti "perché lo vuole Gesù" (frase classica del sacerdote che invita il bambino a tirar giùla chiusura lampo nell'ambito del confessionale - cfr. tutte le grandi indagini governative e miste Stato-Chiesa degli ultimi venti anni in mezzo mondo).
Se pensi che la mia sia una lettura errata, nessuno ti vieta di entrare nel merito e smentire cercando per quanto possibile di dire cose coerenti con la realtà. Questo sarebbe DIBATTERE. Ma non lo fai mai. Buffo no? Preferisci attaccare l'interlocutore, screditandolo e spostando il piano della discussione sul personale. Piazzando qua e là lacrimette da verginella pudica. E se qualcuno diventa sarcastico di fronte a questo modo di fare, hai anche l'ipocrisia offensiva di scrivere "se non si ritiene utile dibattere basta non intervenire".
Ipocrisia doppia e tripla perché quello che sistematicamente fai è spezzare il discorso altrui, prendendo solo quello che puoi utilizzare per svuotarlo di senso. E darti ragione da solo. Pappappero.
Aiutatemi a ricordare come si definisce chi dibatte in questo modo in un forum.... Fine OT
Guarda che io ti percepisco esattamente come mi percepisci tu. Sei tu che attacchi, sei tu che fai finta di argomentare partendo da un unico punto di partenza, sei tu che di fronte a un testo quale quello del Papa non percepisce, secondo me, il significato delle sue parole. E riattacchi con i peccati dei preti e con tutte le tiritere che ripeti ad ogni post da sempre senza aggiungere nulla. Ma che ti vuoi discutere
Titolo: Re: lussuria
Inserito da: carib - 27 Ago 2019, 14:54
"Peccati"?
Annamo bene...  :=))

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 27 Ago 2019, 14:57
Tecnica dell'estrapolazione di una parola, cvd
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 27 Ago 2019, 15:02

(https://i.ibb.co/q5kPHVY/95-A4720-C-99-F1-474-C-88-A3-CFE506-A307-A5.jpg) (https://ibb.co/dgGzNx4)


 :^^
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 27 Ago 2019, 15:05
(https://i.ibb.co/q5kPHVY/95-A4720-C-99-F1-474-C-88-A3-CFE506-A307-A5.jpg) (https://ibb.co/dgGzNx4)


 :^^
Il numero della Bestia!
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 27 Ago 2019, 16:05
Un altro esempio di prete curioso.
Questo immagino farà incazzare anche molti amanti del nodo scorsoio, non solo quelli salviniani.
La mia opinione è che si tratti comunque di un sistema di pensiero coerente. Con l'accoglienza, come con la difesa dei malati, e tante altre posizioni controverse della Chiesa.



Franco Esposito
25 agosto alle ore 22:07 ·

E' SCAPPATO UN DETENUTO DA POGGIOREALE; EMBE'?
Perché stupirsi davanti ad una evasione dal carcere, è la cosa più naturale che possa accadere. Quello che è innaturale è tenere rinchiuse delle persone in una situazione disumana e degradante. Con questo non sto assolutamente giustificando l’evasione di un pericoloso criminale (questo almeno secondo gli organi di informazione) ma vorrei spostare l’attenzione sul fatto che carceri come quello di Poggioreale non hanno certamente i requisiti per essere rieducativi e non servono certo al reinserimento della persona detenuta nel tessuto sociale. Allora mi domando se il carcere non è questo, qual è il suo compito a cosa serve?
Eppure il compito che la costituzione dà a questa istituzione è quello di far sì che attraverso la pena il detenuto raggiunga una sua maturità sociale prendendo coscienza del male compiuto e iniziando una vita legale nel rispetto delle regole. Quindi se un carcere non riesce a fare quello che la costituzione gli affida diventa una struttura anticostituzionale e quindi fuorilegge.
Ora tutti si meravigliano che da Poggioreale sia scappato un detenuto. Tutti sono pronti a cercare un colpevole, o meglio a scaricare la colpa su un capro espiatorio. Io “mi meraviglio” non per uno che scappa ma per l’ottanta per cento che dopo aver finito la pena in carcere ritorna a commettere reati e quindi vi rientra. Il carcere ha fallito, il carcere non risponde alla giusta domanda di sicurezza che i cittadini vogliono dalle istituzioni. Fino a quando i nostri politici non prenderanno atto di questa elementare verità fino a quando le pene saranno “pagate” solo col carcere, credo che non ci sia niente da meravigliarsi , nemmeno di un evasione rocambolesca (alla Vidoc) come quella di Poggioreale.
Quello che invece mi rammarica e mi indigna profondamente, sono delle dichiarazioni di qualche sindacalista della polizia penitenziaria. Mi riferisco all’affermazione che scarica la colpa dell’evasione al fatto che pur essendoci pochi agenti della polizia non sono state sospese le attività trattamentali. L’unica cosa che da una parvenza di legalità a una istituzione deficitaria come quella di Poggioreale, doveva essere sospesa per sacrificare anche quel poco di buono che con sacrificio si riesce a realizzare sull’altare della sicurezza. Infine vorrei ricordare che la celebrazione della Santa Messa non rientra nelle attività attività trattamentali che il carcere offre ai detenuti, ma è un diritto inalienabile della persona quello di professare la propria fede anche attraverso celebrazioni Liturgiche. Spero che nessuno pensi di risolvere problemi di sicurezza limitando ancora di più quel poco di rispetto dei diritti che ancora sopravvive nelle nostre carceri.
don Franco
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 27 Ago 2019, 18:27
Tecnica dell'estrapolazione di una parola, cvd
eppure non sembri un analfabeta funzionale
Titolo: Re:pentiti
Inserito da: carib - 27 Ago 2019, 18:42
Citazione
...
don Franco
La critica che fa don Franco IMHO fino a un certo punto è assolutamente condivisibile (a parte l'uso di alcuni termini tipo "male" - vincelor direbbe "peccati"; ma siamo nell'Italia del XXI secolo quindi il termine corretto è "reati").
In ogni caso, direi che nel finale del post don Franco getta la maschera e spiega molto bene perché lo ha scritto. E conferma che la carità cristiana non è mai disinteressata.
Titolo: Re: lussuria
Inserito da: cartesio - 27 Ago 2019, 19:11
"Peccati"?
Annamo bene...  :=))

Effettivamente... scrive peccati dove dovrebbe scrivere reati, perché i peccati sono i  loro reati. Le violazioni delle leggi "eterne", redatte una volta per tutte da Mosè. Poco democratico, ma chissene.
E il battesimo è la concessione della cittadinanza, al di là di tutte le immagini più o meno spirituali che accompagnano l'evento. Anche per questo "nessuno può battezzarsi da solo". Che uno si dà la cittadinanza da sé?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 27 Ago 2019, 19:19
siamo già arrivati al fatto che tutti i cristiani sono pedofili e di dx?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Ago 2019, 19:50
siamo già arrivati al fatto che tutti i cristiani sono pedofili e di dx?

No, però siamo già arrivati al fatto che alcuni cattolici che scrivono qui fanno le vittime per non rispondere nel merito
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 27 Ago 2019, 20:05
https://www.letteradibabbonatale.it/
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 27 Ago 2019, 20:50
No, però siamo già arrivati al fatto che alcuni cattolici che scrivono qui fanno le vittime per non rispondere nel merito
se vuoi parlare di religione ci sono i topic appositi, uno per i credenti ed uno per i non credenti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Ago 2019, 20:57
se vuoi parlare di religione ci sono i topic appositi, uno per i credenti ed uno per i non credenti

Ah, ok  :roll:
Titolo: Re: KKK
Inserito da: carib - 27 Ago 2019, 21:16
Un topic per credenti non è lo stesso che un topic per non credenti

(https://i.ibb.co/h9Lkc22/parker.jpg) - Eh già....

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 27 Ago 2019, 23:21
Dove stanno sti topic? Mi piace l'idea di partecipare a quello per non credenti e pianificare attività per l'inferno, o almeno scambiarsi idee su come sarà.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 28 Ago 2019, 00:30
 :lol: :lol: :lol:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: UnDodicesimo - 28 Ago 2019, 00:44
https://www.lazio.net/forum/temi/'dio-non-esiste'-viva-la-ragione/

https://www.lazio.net/forum/temi/'dio-non-e-morto'-gloria-a-dio!/
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 28 Ago 2019, 01:19
eppure non sembri un analfabeta funzionale
Tipico di un preciso atteggiamento il denigrare per intimidire. Allora, vediamo chi non riesce a comprendere. Il Papa parla a un audience di genitori cristiani e riafferma l'importanza di battezzare i propri figli, perche' con il battesimo si entra a far parte della comunita' cristiana. Se non si e' cristiani tutto questo non rileva. Da cio' tu ne deduci che il Papa discrimina tra battezzati e non. Cosa e'? Prevenzione? Incapacita' a comprendere il contesto in cui il discorso e' stato fatto? Un mix di tutto questo? E non mi venire a dire adesso che non rispondo nel merito e bla bla bla. Ti sei sbagliato, lo puoi ammettere, non c'e' niente di male
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 28 Ago 2019, 01:29
No, però siamo già arrivati al fatto che alcuni cattolici che scrivono qui fanno le vittime per non rispondere nel merito
Non so se e' rivolto a me, ma dopo un po' stucca. Nel merito di che? Di chi dice che si va in Paradiso con tutto il corpo? Di chi parla di infallibilita' non correttamente? Di chi equipara la religione cattolica a babbo natale? Di chi ritiene di possedere la verita' e dice se ti brucia la verita'? Di chi disquisisce tra bene e giusto? E su, andiamo. Quando ho risposto nel merito, la replica e' stata l'obesita' e la pelle rovinata, e coglio.nelle  varie, a proposito del dito e della luna
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 28 Ago 2019, 07:32
No, però siamo già arrivati al fatto che alcuni cattolici che scrivono qui fanno le vittime per non rispondere nel merito
Non so se e' rivolto a me, ma dopo un po' stucca. Nel merito di che? Di chi dice che si va in Paradiso con tutto il corpo? Di chi parla di infallibilita' non correttamente? Di chi equipara la religione cattolica a babbo natale? Di chi ritiene di possedere la verita' e dice se ti brucia la verita'? Di chi disquisisce tra bene e giusto? E su, andiamo. Quando ho risposto nel merito, la replica e' stata l'obesita' e la pelle rovinata, e coglio.nelle  varie, a proposito del dito e della luna

Ho quotato la provocazione di sorazio e sto quindi rispondendo a lui:
siamo già arrivati al fatto che tutti i cristiani sono pedofili e di dx?
No, però siamo già arrivati al fatto che alcuni cattolici che scrivono qui fanno le vittime per non rispondere nel merito

Scrivendo "alcuni" invece di "tutti" (come invece ha fatto lui) per provare a mantenere una possibilità di dialogo. Non ricordo se anche tu hai fatto questo gioco della vittima, leggo i post spesso senza fare caso a chi li scrive, se vuoi vado a rivedere ma non credo interessi a nessuno di noi due questo "approfondimento" ne tanto meno agli altri.

Ho sempre risposto nel merito, se sono andato OT l'ho fatto per rispondere a chi lo aveva fatto prima di me. Il problema, lo dico pensando a netter che stimo per intelligenza e cultura, è che non si può fare una critica specifica che parte la contraerea di chi non può accettare critiche verso la propria religione monoteista, che ha un Dio misericordioso e onnipotente e quindi gli eventuali errori sono incidenti di percorso e non possono essere visti come strategia per aumentare/mantener/gestire/sfruttare il potere da parte di chi si erge a rappresentante di quel Dio misericordioso e onnipotente. Inoltre, si giustificano le posizioni estreme dei credenti/ecclesiastici giustificando con il fatto che sono   appunto credenti/ecclesiastici ma lo stesso metro non si applica ad atei e agnostici.

Con rispetto, dato e preteso.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 28 Ago 2019, 10:11
scusa ma parlando di gioco della vittima e contraerea nn so se ti sei reso conto che la contraerea siamo io e vince, da voi ho perso il numero,  vedi un po do sta la contraerea. Mi sembra che qui si pretende rispetto parlando poi di babbonatale in contrapposizione ad una religione, spiegami tu che tipo di rispetto vuoi. Per di più il topic parla di altro di alcune dichiarazioni che uniscono il politico al religioso, si è arrivato ad offendere una religione, per carità ognuno può fare ciò che vuole ma non mi sembra che ne io ne Vince abbiamo detto che tutti quelli che nn credono allora sono frigidi (insulto a caso), mentre parlando di babbo Natale sembra che si vuole dire che siamo tipo babbione. Adesso si parte che siamo vittime, ma invece è la realtà, non mi sembra che noi si è offeso nessuno. Forse più che vittime si parla di educazione.
Purtroppo non sono un leone da tastiera e non è che se Vaz insulta allora mi sento libero di insultarlo, l'educazione e non il vittimismo,mi porta a non insultarlo sperando invano di avere indietro un atteggiamento normale, invece ovviamente esce che siamo vittime.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 28 Ago 2019, 10:15
Tipico di un preciso atteggiamento il denigrare per intimidire. Allora, vediamo chi non riesce a comprendere. Il Papa parla a un audience di genitori cristiani e riafferma l'importanza di battezzare i propri figli, perche' con il battesimo si entra a far parte della comunita' cristiana. Se non si e' cristiani tutto questo non rileva. Da cio' tu ne deduci che il Papa discrimina tra battezzati e non. Cosa e'? Prevenzione? Incapacita' a comprendere il contesto in cui il discorso e' stato fatto? Un mix di tutto questo? E non mi venire a dire adesso che non rispondo nel merito e bla bla bla. Ti sei sbagliato, lo puoi ammettere, non c'e' niente di male
Mi spiace. Io non posso risolvere i tuoi problemi
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 28 Ago 2019, 10:45
Mi spiace. Io non posso risolvere i tuoi problemi

spiaze
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 28 Ago 2019, 10:58
Il Papa parla a un audience di genitori cristiani e riafferma l'importanza di battezzare i propri figli, perche' con il battesimo si entra a far parte della comunita' cristiana. Se non si e' cristiani tutto questo non rileva.
Questa mi pare essere una risposta nel merito, la ripulisco delle tue provocazioni frustrate. Non sono ovviamente d'accordo e ritengo di corto respiro questa lettura.
L'idea che il battesimo sia un di più, che i battezzati siano "diversi" e che i non battezzati siano esseri inferiori - quando va bene da convertire, quando va male da eliminare - è purtroppo facilmente dimostrabile (non solo dal punto di vista storico - basti pensare ai motivi per cui è stato istituito il registro battesimale - e della cronaca ma anche in questo topic). Inoltre, nella nostra società, il problema non è tanto la 'comunità cristiana' dal momento che questa evidentemente tende a esercitare sempre più il diritto di vivere laicamente la propria fede (come è doveroso). Il problema si presenta quando certe idee di superiorità-diversità che sono alla radice di qualsiasi religione monoteista entrano nei gangli dello Stato, passando per il Parlamento o i consigli regionali, attraverso determinate leggi che si occupano di scuola e sanità solo per fare un paio di esempi. Arrivando così a condizionare la vita di chi credente non è. Che in Italia la Chiesa condizioni ancora la politica è un dato di fatto. All'estero certe cose sono inconcepibili. Quando ho cercato di spiegare a un giovane giornalista francese l'articolo 4 del Concordato, non mi ha creduto che esistesse fino a quando non glielo ho mostrato sul sito del Vaticano (l'autorità ecclesiastica non è tenuta a informare quella civile di eventuali reati di cui viene a conoscenza...). Questo solo per fare un esempio.

Il punto è che spesso non si arriva a considerare che non c'è scissione tra pensiero e azioni. Cioè, in realtà, quando si parla di cristianesimo l'assenza di scissione si tende a coglierla solo quando le azioni sono caritatevoli o 'umane'. Quando invece le dinamiche provocate da una certa ideologia si traducono in azioni disumane si tende a negare o peggio ad annullare il nesso pensiero-azione che purtroppo evidentemente c'è. E così non si capisce, non si accetta, che in quella cultura c'è qualcosa che non va e che andrebbe rivisto.
Vabbé questa è una mia considerazione scritta in fretta e molto male, ma non ci avevo mai pensato prima
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 28 Ago 2019, 11:39
Mi spiace. Io non posso risolvere i tuoi problemi
Capisco. Ancora una volta nessun argomento.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 28 Ago 2019, 11:55
Questa mi pare essere una risposta nel merito, la ripulisco delle tue provocazioni frustrate. Non sono ovviamente d'accordo e ritengo di corto respiro questa lettura.
L'idea che il battesimo sia un di più, che i battezzati siano "diversi" e che i non battezzati siano esseri inferiori - quando va bene da convertire, quando va male da eliminare - è purtroppo facilmente dimostrabile (non solo dal punto di vista storico - basti pensare ai motivi per cui è stato istituito il registro battesimale - e della cronaca ma anche in questo topic). Inoltre, nella nostra società, il problema non è tanto la 'comunità cristiana' dal momento che questa evidentemente tende a esercitare sempre più il diritto di vivere laicamente la propria fede (come è doveroso). Il problema si presenta quando certe idee di superiorità-diversità che sono alla radice di qualsiasi religione monoteista entrano nei gangli dello Stato, passando per il Parlamento o i consigli regionali, attraverso determinate leggi che si occupano di scuola e sanità solo per fare un paio di esempi. Arrivando così a condizionare la vita di chi credente non è. Che in Italia la Chiesa condizioni ancora la politica è un dato di fatto. All'estero certe cose sono inconcepibili. Quando ho cercato di spiegare a un giovane giornalista francese l'articolo 4 del Concordato, non mi ha creduto che esistesse fino a quando non glielo ho mostrato sul sito del Vaticano (l'autorità ecclesiastica non è tenuta a informare quella civile di eventuali reati di cui viene a conoscenza...). Questo solo per fare un esempio.

Il punto è che spesso non si arriva a considerare che non c'è scissione tra pensiero e azioni. Cioè, in realtà, quando si parla di cristianesimo l'assenza di scissione si tende a coglierla solo quando le azioni sono caritatevoli o 'umane'. Quando invece le dinamiche provocate da una certa ideologia si traducono in azioni disumane si tende a negare o peggio ad annullare il nesso pensiero-azione che purtroppo evidentemente c'è. E così non si capisce, non si accetta, che in quella cultura c'è qualcosa che non va e che andrebbe rivisto.
Vabbé questa è una mia considerazione scritta in fretta e molto male, ma non ci avevo mai pensato prima
Dici che l'idea che il battesimo sia un di più, che i battezzati siano "diversi" e che i non battezzati siano esseri inferiori - quando va bene da convertire, quando va male da eliminare - è purtroppo facilmente dimostrabile: fonte?
Poi ti sposti su un piano diverso e piu' generale e metti insieme il regime concordatario, l'influenza della Chiesa sulla politica, il nesso tra pensiero e azioni. Sul regime concordatario potrei essere d'accordo con te, francamente penso che se ne potrebbe fare a meno. Sull'influenza della Chiesa nella politica, e' un discorso molto lungo e complesso. Portandolo su un piano pratico, ed evitando di cadere nelle banalita' quale il diritto di tutti ad esprimere e perseguire secondo le leggi le proprie idee, anche a me danno fastidio le invasioni di campo. Sono d'accordissimo nel dare a Cesare quel che e' di Cesare. Sul nesso tra pensiero ed azione, anche qui discorso di estrema complessita', forse piu' del precedente. Come potrai immaginare non sono d'accordo, altrimenti la colpa dei gulag sovietici va attribuita a Marx e l'Isis e' colpa di Maometto. Potrei fare altri esempi, ma mi limito a questi due.
Sulle provocazioni, ma ogni tanto ti rileggi? "Eppure non sembri un analfabeta funzionale". "Mi spiace. Io non posso risolvere i tuoi problemi". 
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 28 Ago 2019, 11:56
spiaze
Non e' vietato esprimere le proprie idee, sempre che se ne abbiano
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 28 Ago 2019, 12:12
scusa ma parlando di gioco della vittima e contraerea nn so se ti sei reso conto che la contraerea siamo io e vince, da voi ho perso il numero,  vedi un po do sta la contraerea. Mi sembra che qui si pretende rispetto parlando poi di babbonatale in contrapposizione ad una religione, spiegami tu che tipo di rispetto vuoi. Per di più il topic parla di altro di alcune dichiarazioni che uniscono il politico al religioso, si è arrivato ad offendere una religione, per carità ognuno può fare ciò che vuole ma non mi sembra che ne io ne Vince abbiamo detto che tutti quelli che nn credono allora sono frigidi (insulto a caso), mentre parlando di babbo Natale sembra che si vuole dire che siamo tipo babbione. Adesso si parte che siamo vittime, ma invece è la realtà, non mi sembra che noi si è offeso nessuno. Forse più che vittime si parla di educazione.
Purtroppo non sono un leone da tastiera e non è che se Vaz insulta allora mi sento libero di insultarlo, l'educazione e non il vittimismo,mi porta a non insultarlo sperando invano di avere indietro un atteggiamento normale, invece ovviamente esce che siamo vittime.

I post di James, UnDodicesimo, Piojo66, Anderz, Giovannidef, non valgono  ;)?


Condivido che alcuni interventi sarcastici non aiutino la discussione, quando si toccano aspetti intimi per qualcuno è normale che questo qualcuno si irrigidisca. Ma vale per tutti.


Venendo alla tua domanda specifica "che tipo di rispetto vuoi?", va bene se pretendo la stessa che do io?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: sorazio - 28 Ago 2019, 19:52
si ma parlando di me nn credo di aver mai mancato di rispetto a qualcuno.... infelice di sbagliarmi (semi cit)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 05 Set 2019, 13:01
«Per me è un onore che mi attacchino gli americani»
PF
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 07 Set 2019, 17:36
Articolo pensoso di Avvenire sul rapporto tra cattolici e sovranismo. Parla un arcivescovo in procinto di diventare cardinale.



«Cristiani antidoto al sovranismo, ma anche alla realtà semplificata»

I cattolici sono meno divisi di un tempo in politica e a ricompattarli è l’insofferenza per populisti e sovranisti. Parola di don Matteo: «I populismi seminano il sospetto e creano una post-verità in cui tutto sembra uguale ed invece non lo è. Semplificano la realtà dell’economia, delle famiglie, della povertà, che invece è complessa. Ridicolizzano le istituzioni e conducono al plebiscitarismo…» L’arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi - che i fedeli chiamano "don Matteo" da quand’era parroco in Trastevere, prima di diventare vescovo ausiliare di Roma - tra qualche settimana sarà creato cardinale e nella sua prima uscita pubblica dopo la nomina ha descritto l’associazionismo cattolico come una rete alternativa al populismo e al sovranismo.

«Ha ragione Costalli quando dice che la vera minaccia è la delegittimazione dei corpi intermedi, che fanno la fatica di collegare i pezzi dei problemi e cercano di rammendare un Paese lacerato», ha spiegato intervenendo al secondo giorno del seminario del Movimento cristiano lavoratori a Senigallia. Poco prima, e dopo i saluti del vescovo di Senigallia Francesco Manenti e del nuovo assistente nazionale Mcl don Francesco Poli, era intervenuto infatti il presidente di Mcl Carlo Costalli, il quale aveva dichiarato che «negli ultimi anni, con Renzi e fino all’ultimo governo, i corpi intermedi sono finiti sotto tiro, la disintermediazione ha colpito al cuore anche un Paese come l’Italia che ha sempre potuto vantare una presenza e una vivacità della società civile.

La grande trasformazione in cui siamo immersi ha riproposto in modo nuovo la contraddizione della prima modernità, con la destrutturazione dei corpi intermedi verso l’utopia di un mondo interconnesso e disintermediato. I poli di riferimento non sono più lo Stato e il cittadino, ma lo spazio dei flussi e le moltitudini di utenti/clienti. La grande questione dell’essere corpo intermedio nella società liquida, dove massima è la potenza dei mezzi e scarsi sono gli obiettivi, è che senza un forte pensiero di libertà e senza una critica matura verso le promesse di una società accelerata e dell’innovazione come fine, non sarà facile fare i conti con la frammentazione sociale».

L’arcivescovo ha detto che «l’antidoto al populismo, come ci insegna papa Francesco, è l’umanesimo cristiano e la ricostruzione di reti è l’unico modo per affrontare la grande solitudine del nostro tempo. Certo, i corpi intermedi devono ridisegnarsi e imparare ad abbassarsi, come Cristo». Quindi, ha constatato che «oggi nel mondo cattolico si avverte questa esigenza e certi antagonismi del passato sono diventati molto relativi: questa è una grande opportunità che si presenta ad associazioni e movimenti, che, pur senza perdere la loro soggettività, devono cercare questa collaborazione».

Zuppi ha contrapposto la visione dell’umanesimo cristiano a quella dei sovranismi che «cedono alla tentazione di amplificare il piccolo» e ha chiarito che «la testimonianza non basta», esortando movimenti e associazioni a «non farsi fregare, a non accontentarsi delle frattaglie, mettendosi al servizio, di fatto dei sovranismi». I corpi intermedi, cui è dedicato il seminario di Senigallia, sono invece uno strumento per cogliere la complessità dei problemi dei giovani e delle famiglie, «per le quali le istituzioni fanno troppo poco».

Quindi, parlando dell’Europa, l’arcivescovo ha spiegato che «indipendenza e sovranità vengono confuse: gli Stati possono essere formalmente indipendenti e non essere sovrani perché le decisioni si prendono altrove; invece, limitando l’indipendenza degli Stati europei con l’interdipendenza di una moneta, un esercito, un fisco comuni, si garantisce la difesa della loro sovranità. L’alternativa è dunque andare a libro paga di potenze straniere o fare dell’Europa un museo». Il futuro porporato è convinto che a livello europeo si possano affermare le proprie ragioni, ma che il sovranismo sia sterile: «Va bene dare una spallata ma poi quelli sono i tuoi interlocutori: i sovranisti sono indipendentisti che non fanno il bene del loro Paese», ha concluso.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: er polipo - 09 Set 2019, 15:55
Articolo pensoso di Avvenire sul rapporto tra cattolici e sovranismo. Parla un arcivescovo in procinto di diventare cardinale.

«Cristiani antidoto al sovranismo, ma anche alla realtà semplificata»

....

Ottimo articolo. Da elettore moderato, ho fiducia nel governo Conte e spero che il centro destra recuperi la dimensione europeista che gli spetta, gentilmente accompagnando all'uscita Salvini e il suo codazzo populista.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 21 Set 2019, 14:12
Su Avvenire di oggi, passo dell’intervista a Ernesto Oliviero, fondatore del Servizio Missionario Giovani; a margine di una Messa concelebrata adal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, e dall’arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia.

Insomma, non l’opinione di un pizza-e-fichi qualunque; siamo al cuore del gruppo dirigente della chiesa italiana.

DOMANDA
Qualcuno ha voluto trascinare la Madonna nella lotta politica strumentalizzandone la figura. Ma qual è il messaggio autentico di Maria?

RISPOSTA
C’è un episodio bellissimo nel Vangelo di Giovanni, quello delle nozze di Cana. La Madonna, indicando Gesù, dice semplicemente: «Fate quello che vi dirà». E qual è il messaggio di Gesù? L’amore. Ma c’è un ma. L’amore di cui parla Gesù non è una scatola vuota. Amore è dare da mangiare agli affamati, amore è accogliere lo straniero, amore è visitare i carcerati. Nient’altro. Chi vuole mettere la Madonna nei propri programmi politici, faccia questo. Semplicemente.

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 21 Set 2019, 16:26
Eutanasia ? Divorzio ? Imu ? Legge 194 ?

Notizie ? Novità ?

Questa uscita fa il paio. Con l'ingresso della Lorenzini nel PD e le sue dichiarazioni .

È sta lanciata l'opa .

Ed io cretino che speravo .

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 21 Set 2019, 16:32
Dimenticavo .
 
C'È chi crede alla Madonna ed al suo uso .

Chi a babbo natale .

Chi alla nipote di Mubarak .

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 22 Set 2019, 11:33
Meno male che ci sono alcuni illuminati a indicare la retta via a chi e' perso nelle tenebre dell'ignoranza e della superstizione
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 22 Set 2019, 13:31
Meno male che ci sono alcuni illuminati a indicare la retta via a chi e' perso nelle tenebre dell'ignoranza e della superstizione

Oddio, i cattolici hanno fatto anche tante nefandezze
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 23 Set 2019, 08:00
Per precisare, alcuni cattolici. Non e' distinzione da poco conto. Si puo' dire i nazisti hanno fatto tante nefandezze, in quanto alcune azioni erano connaturate all'ideologia. Questo non vale per il cattolicesimo, l'islam, il buddismo ecc. Seconda cosa, d'accordo sulle nefandezze fatte in nome della religione cattolica e sulle coperture dei vertici ecclesiali. Ma io rispondevo a chi accomuna la religione, babbo natale e altre scemate del genere
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 23 Set 2019, 08:15
Per precisare, alcuni cattolici. Non e' distinzione da poco conto. Si puo' dire i nazisti hanno fatto tante nefandezze, in quanto alcune azioni erano connaturate all'ideologia. Questo non vale per il cattolicesimo, l'islam, il buddismo ecc. Seconda cosa, d'accordo sulle nefandezze fatte in nome della religione cattolica e sulle coperture dei vertici ecclesiali. Ma io rispondevo a chi accomuna la religione, babbo natale e altre scemate del genere

Per precisare, avendo scritto "hanno fatto ANCHE" la giusta distinzione l'avevo già fatta io.

Avevo capito con chi c'è l'avevi, sarcastico tu e sarcastico io nel far finta di aver capito che con
Meno male che ci sono alcuni illuminati a indicare la retta via a chi e' perso nelle tenebre dell'ignoranza e della superstizione
ti stessi riferendo ai cattolici.

Giochetti dialettici entrambi, andiamo avanti  ;)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 23 Set 2019, 08:54
Per precisare, avendo scritto "hanno fatto ANCHE" la giusta distinzione l'avevo già fatta io.

Avevo capito con chi c'è l'avevi, sarcastico tu e sarcastico io nel far finta di aver capito che conti stessi riferendo ai cattolici.

Giochetti dialettici entrambi, andiamo avanti  ;)
No problem ;)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 23 Set 2019, 12:16
Scemate . Nel senso andate via ?

Salvini il cattivo , litiga con Renzi il buono .

Ma sappiamo tutti per chi tifa la Madonna .
 
Ma in un vero stato laico , questo non dovrebbe essere importante .

Come per Babbo Natale .

Fosse per certa gente vivremmo come in Iran .

Con dio al posto di allah .

Solo in questo caso rimpiango i Savoia . Ma ci pensò il duce . E poi  Bettino .

PS : i post erano due . Come il dito e luna . Continuo a rispondere sul dito .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 23 Set 2019, 13:58
La luna , seconda parte .

Pio IX mandava la gente a morte .

Uno dice , altri tempi .

Io dico , vero .

Poi nel 2000 , qualcuno dice che Pio IX è beato .

Poi chi ha fatto beato Pio IX viene fatto beato .

Avete ragione , non è superstizione . Nel 1860 .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: er polipo - 24 Set 2019, 11:06
La luna , seconda parte .

Pio IX mandava la gente a morte .

Uno dice , altri tempi .

Io dico , vero .

Poi nel 2000 , qualcuno dice che Pio IX è beato .

Poi chi ha fatto beato Pio IX viene fatto beato .

Avete ragione , non è superstizione . Nel 1860 .

La storia della Chiesa e' costellata di luci ed ombre, e il dramma e l'ironia della cosa non e' passata inosservata alla Chiesta stessa, che infatti sa di essere "sancta et meretrix", per dirla con le parole di Sant'Ambrogio: santa e tuttavia fatta da, di e per i peccatori.
E tu, invece, di grazia, in quale instituzione o ideologia ti riconosci, dove la coerenza e la purezza degli ideali non e' mai stata macchiata dai limiti umani?  ;) :beer:
Titolo: Re:I Preti SalviniAni
Inserito da: carib - 24 Set 2019, 14:16

(https://i.ibb.co/NtgsXGX/Schermata-2019-09-24-alle-14-15-34.png)
Titolo: Re:I Preti SalviniAni
Inserito da: Maremma Laziale - 24 Set 2019, 15:03
(https://i.ibb.co/NtgsXGX/Schermata-2019-09-24-alle-14-15-34.png)

Rom e Sinti

La partecipazione intensa delle comunità Rom e Sinti della Calabria differenzia in modo sostanziale il culto praticato a Riace da quello praticato ai due Santi in molti altri luoghi d'Italia. Infatti si tratta del più grande raduno religioso di questa comunità, principale protagonista di questa straordinaria manifestazione di religiosità popolare. Ogni anno, fin dalle prime luci del 25, giungono in gran numero da ogni parte della regione, per venerare i Santi medici Cosma e Damiano riconosciuti loro protettori. Per questo motivo, la festa di San Cosma e Damiano a Riace è detta dagli abitanti del circondario "a festa di zingari". La loro presenza ha radici molto antiche, infatti in quanto grandi mercanti di bestiame, essi giungevano per la tradizionale fiera del bestiame che veniva fatta in passato in occasione della festa e che purtroppo da lungo tempo è stata interrotta.

Alcuni devoti indossano l'abito votivo mentre accompagnano la processione danzando. Animano con entusiasmo e trasporto la festa e mai come in tale occasione si assiste ad una fusione così spontanea e naturale con il resto della popolazione, mostrando come attraverso la devozione sia possibile abbattere le barriere razziali.


http://www.idea.mat.beniculturali.it/feste-e-tradizioni/calabria/item/197-santi-cosma-e-damiano-a-riace (http://www.idea.mat.beniculturali.it/feste-e-tradizioni/calabria/item/197-santi-cosma-e-damiano-a-riace)

pure i santi buonisti hanno a Riace :roll:

Comunque sarebbe bastato mettere un altro cartello, poco più avanti, dall'altro lato della strada... no, hanno semplicemente voluto fare gli str**zi
Titolo: Re:Il Peto Salviniano
Inserito da: carib - 24 Set 2019, 19:08
Eh già, ora Riace è diventato il paese dell'accoglienza dei migranti purché cattolici.
Cosa del resto in sintonia con le indicazioni di Bergoglio: L'immigrazione va bene purché non metta a rischio l'identità culturale di chi accoglie (https://www.lazio.net/forum/temi/il-prete-salviniano/msg3025907/#msg3025907)
Titolo: Re:I Preti SalviniAni
Inserito da: arturo - 25 Set 2019, 12:38
(https://i.ibb.co/NtgsXGX/Schermata-2019-09-24-alle-14-15-34.png)

Ma i santi hanno già fatto il miracolo a Riace ?
Sembra che la prefettura abbia dichiarato ineleggibile il sindaco legaiolo. :=))
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 25 Set 2019, 20:46
La Chiesa italiana accoglie, a sue spese, 60 profughi della #OceanViking

https://t.co/WDEuSDPyUz
Titolo: Re:I Peti Salesiani
Inserito da: carib - 26 Set 2019, 13:29

---> senza oneri a carico dello Stato, dice la ministra <---  ---> a nostre spese, dice la Cei (http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2019/09/25/cei-accoglie-60-migranti-di-ocean-viking_05838287-8ce1-47fd-b416-5c072a341ed3.html) <---

Ora l'Ottopermille se chiama così

Comunque, almeno in questo caso - come peraltro accadeva quando salvini era ministro dell'interno (https://www.internazionale.it/reportage/annalisa-camilli/2018/08/30/rocca-di-papa-profughi-eritrei) - si tratta di fondi Ottopermille spesi "bene".
Immagino anche dal punto di vista della Corte dei conti 
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 26 Set 2019, 13:38
L’8x1000 è un contributo, oltre che volontario, frutto di un accordo internazionale. Compensa l’immenso patrimonio incamerato dallo stato italiano con l’annessione (guerra di conquista) dello stato pontificio.
L’accordo prosegue i termini: lo stato italiano si tiene il patrimonio usurpato, allo stato vaticano va una minima compensazione annuale che rappresenta gli interessi.
Un accordo di PACE tra due stati dopo un’ostilità di quasi 60 anni.
L’accordo è stato modernizzato negli anni 80 ed è diventato PROPORZIONALE alla quota di italiani che si esprime a favore.
Ergo, legalmente, soldi della CEI.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 26 Set 2019, 13:45
usurpato... :rotfl2: :rotfl2: :rotfl2:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 26 Set 2019, 14:11
usurpato... :rotfl2: :rotfl2: :rotfl2:

Beh sì, guerra di annessione di uno stato sovrano. Come la chiami l'incamerazione di quei beni che lo stato possedeva nel tuo territorio?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 26 Set 2019, 14:21
usurpato... :rotfl2: :rotfl2: :rotfl2:


(https://i.ibb.co/qgqFJVY/trollino.png)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 26 Set 2019, 16:05
L’8x1000 è un contributo, oltre che volontario, frutto di un accordo internazionale. Compensa l’immenso patrimonio incamerato dallo stato italiano con l’annessione (guerra di conquista) dello stato pontificio.
L’accordo prosegue i termini: lo stato italiano si tiene il patrimonio usurpato, allo stato vaticano va una minima compensazione annuale che rappresenta gli interessi.
Un accordo di PACE tra due stati dopo un’ostilità di quasi 60 anni.
L’accordo è stato modernizzato negli anni 80 ed è diventato PROPORZIONALE alla quota di italiani che si esprime a favore.
Ergo, legalmente, soldi della CEI.

Prendo atto per te che l'abbattimento di una dittatura sanguinaria comporta la necessità di risarcimenti
(abbattimento avvenuto a costo di molte vite umane perché ovviamente il dittatore sanguinario e la sua corte non volevano rinunciare all'immenso potere)


Un dubbio:
vale per tutte le dittature sanguinarie o solo per quelle in cui il dittatore sanguinario è il capo dei cattolici?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 26 Set 2019, 16:34
MF, non ho dato giudizi di merito: una guerra tra due stati sovrani, con i conseguenti trattati di pace. Punto. Questo spiega una cosa, ovvero gli accordi del 29 e del 84.
Ma davvero secondo te c'era tanta differenza tra il Papa Re e i regnanti italiani dell'800? Da una parte i sanguinari, dall'altra gli umanitari? Ma che visione naif della storia è?

Poi, se io devo dare un giudizio di merito OVVIAMENTE sono per l'unità d'Italia, imperfetta, grondante contraddizioni, abusi e ingiustizie ma pur sempre NECESSARIA, BENVENUTA.
Ma per spiegare perché tu hai la possibilità di fare quella firmetta bisogna dare il nome alle cose: guerra di aggressione, acquisizione coatta dei beni dello sconfitto, lungo blocco diplomatico, trattato di pace, compensazione parziale negoziata, ristabilimento dei rapporti, aggiornamento dei trattati.
Infine tu firmi sereno alla chiesa valdese.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 26 Set 2019, 17:03
MF, non ho dato giudizi di merito: una guerra tra due stati sovrani, con i conseguenti trattati di pace. Punto. Questo spiega una cosa, ovvero gli accordi del 29 e del 84.
Ma davvero secondo te c'era tanta differenza tra il Papa Re e i regnanti italiani dell'800? Da una parte i sanguinari, dall'altra gli umanitari? Ma che visione naif della storia è?

Poi, se io devo dare un giudizio di merito OVVIAMENTE sono per l'unità d'Italia, imperfetta, grondante contraddizioni, abusi e ingiustizie ma pur sempre NECESSARIA, BENVENUTA.
Ma per spiegare perché tu hai la possibilità di fare quella firmetta bisogna dare il nome alle cose: guerra di aggressione, acquisizione coatta dei beni dello sconfitto, lungo blocco diplomatico, trattato di pace, compensazione parziale negoziata, ristabilimento dei rapporti, aggiornamento dei trattati.
Infine tu firmi sereno alla chiesa valdese.

Non riesco a prendere atto che qui NON ci siano giudizi di merito:
L’8x1000 è un contributo, oltre che volontario, frutto di un accordo internazionale. Compensa l’immenso patrimonio incamerato dallo stato italiano con l’annessione (guerra di conquista) dello stato pontificio.
L’accordo prosegue i termini: lo stato italiano si tiene il patrimonio usurpato, allo stato vaticano va una minima compensazione annuale che rappresenta gli interessi.
Un accordo di PACE tra due stati dopo un’ostilità di quasi 60 anni.
L’accordo è stato modernizzato negli anni 80 ed è diventato PROPORZIONALE alla quota di italiani che si esprime a favore.
Ergo, legalmente, soldi della CEI.



Tutto legale per carità.
Voi siete i buoni e caritatevoli. Ovviamente moderati. Un semplice accordo di PACE. Tanto che quell'accordo di PACE prevede che uno dei due Stati, l'unico che nel frattempo è rimasto una dittatura, possa raccontare storielle nelle Scuole Pubbliche dell'altro a bambini fin dai 3 (TRE!) anni di vita. "Storielle", esatto, perché se è vero, ed è vero, che il cattolicesimo ha avuto un ruolo importante per la popolazione italiana, altrettantodippiù è vero che quel ruolo è diverso da quello che si "insegna" per ore e ore durante le lezioni di Religione Cattolica. Da persone scelte, e che stanno sotto ricatto, dall'aristocrazia ecclesiastica.

I sedicenti moderati.

Peace&Love
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 26 Set 2019, 17:13
MF, non ho dato giudizi di merito: una guerra tra due stati sovrani, con i conseguenti trattati di pace. Punto. Questo spiega una cosa, ovvero gli accordi del 29 e del 84.
Ma davvero secondo te c'era tanta differenza tra il Papa Re e i regnanti italiani dell'800? Da una parte i sanguinari, dall'altra gli umanitari? Ma che visione naif della storia è?

Poi, se io devo dare un giudizio di merito OVVIAMENTE sono per l'unità d'Italia, imperfetta, grondante contraddizioni, abusi e ingiustizie ma pur sempre NECESSARIA, BENVENUTA.
Ma per spiegare perché tu hai la possibilità di fare quella firmetta bisogna dare il nome alle cose: guerra di aggressione, acquisizione coatta dei beni dello sconfitto, lungo blocco diplomatico, trattato di pace, compensazione parziale negoziata, ristabilimento dei rapporti, aggiornamento dei trattati.
Infine tu firmi sereno alla chiesa valdese.

La guera è guera . ( cit)
e quando perdi t'attacchiarcazzo , di solito.
poi , come ti ha ricordato MisterFaro , al mascellone serviva la chiesa alleata , ha barattato la propria laicità con l'investitura ad " uomo della provvidenza " restituendo parte del bottino di guerra.
e vissero tutti felici e contenti...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 26 Set 2019, 18:11
Se può essere utile ai fini della discussione, il "risarcimento" in lire corrisposto nel 1929 al papa dal capo del fascismo in virtù del Concordato era l'equivalente di un terzo (UN TERZO) delle riserve auree della Banca d'Italia. Grazie a questo lungimirante regalino a Pio XI, dieci mesi dopo l'Italia dovette affrontare con le pezze arculo il martedì nero... mentre lo Stato vaticano non sapendo come gestire tutta quella massa di denaro a un certo punto dovette fondare una banca. Lo Ior (1942).
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 26 Set 2019, 19:28
Mettiamo le cifre alle notizie che circolano per i bassifondi sregolati dell'anticlericalismo italiano.

La cifra corrisposta "cash" dall'Italia al Vaticano fu di lire 750 milioni.
Fonte: http://www.vatican.va/roman_curia/secretariat_state/archivio/documents/rc_seg-st_19290211_patti-lateranensi_it.html#CONVENZIONE_FINANZIARIA

Se si converte in euro attuali corrisponde all'inquietante valore di
euro 666.164.093,85 (ovvero 11 euro a testa).

[Fonte: https://inflationhistory.com/]

Poi furono inoltre corrisposte 1 miliardo di lire in titoli di stato. Altri 888 milioni di euro attuali (se prima era il numero della bestia, ora il numero di AH, sempre più inquietante), ma non cash.

A fronte di questi soldini faccio notare che il bilancio dello stato italiano prevede per il 2020 entrate per
 600 MILIARDI. Ovvero OLTRE 300 VOLTE la cifra corrisposta agli orridi preti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 26 Set 2019, 21:39
Puoi mettere le cifre che vuoi, parlare di euro o di lire.
Ma dovresti smentire l'affermazione di Carib se ne hai facoltà, altrimenti la butti in caciara, come tuo solito.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 26 Set 2019, 22:46
Puoi mettere le cifre che vuoi, parlare di euro o di lire.
Ma dovresti smentire l'affermazione di Carib se ne hai facoltà, altrimenti la butti in caciara, come tuo solito.

Ma io non voglio smentire l'affermazione di Carib. Sarà certamente esatta.
"Un terzo delle riserve auree per pagare il Vaticano". Evidentemente le riserve auree ammontavano a tre volte la cifra pattuita, ovvero 666 milioni odierni x 3 = 2 miliardi odierni.

Secondo me è una cifra non tale da mandare a rotoli l'economia di un paese.
QUESTO penso proprio che i numeri lo smentiscano. Ma sei libero di pensarla diversamente, per carità.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Dokblu - 27 Set 2019, 00:52
Ma io non voglio smentire l'affermazione di Carib. Sarà certamente esatta.
"Un terzo delle riserve auree per pagare il Vaticano". Evidentemente le riserve auree ammontavano a tre volte la cifra pattuita, ovvero 666 milioni odierni x 3 = 2 miliardi odierni.

Citazione
Poi furono inoltre corrisposte 1 miliardo di lire in titoli di stato. Altri 888 milioni di euro attuali ma non in cash
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 27 Set 2019, 08:48
Ma io non voglio smentire l'affermazione di Carib. Sarà certamente esatta.
"Un terzo delle riserve auree per pagare il Vaticano". Evidentemente le riserve auree ammontavano a tre volte la cifra pattuita, ovvero 666 milioni odierni x 3 = 2 miliardi odierni.

Secondo me è una cifra non tale da mandare a rotoli l'economia di un paese.
QUESTO penso proprio che i numeri lo smentiscano. Ma sei libero di pensarla diversamente, per carità.

Grazie della libertà di pensiero concessami, eminenza.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 27 Set 2019, 14:07
Ho fatto il nesso tra il denaro regalato al papa e le riserve auree per rendere l'idea della portata del piano ordito da Stato e Chiesa. Due entità in profonda crisi unite nel progetto folle e criminale di sostenersi a vicenda sulla pelle dei cittadini italiani.
Presentarsi al cospetto della crisi economica mondiale con un terzo della ricchezza dello Stato volatilizzata da un giorno all'altro ebbe conseguenze devastanti*. Per le persone normali. Non certo per i preti e i loro sodali (di cui a quanto pare abbiamo un degno rappresentante anche in questo topic).

*Conseguenze che sarebbero state devastanti per qualsiasi Paese in qualsiasi epoca: perché un terzo resta un terzo, sia quando la somma corrisposta è pari a 5 lire sia quando è pari a 666 miliardi. Spiace.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: er polipo - 27 Set 2019, 14:30
Ho fatto il nesso tra il denaro regalato al papa e le riserve auree per rendere l'idea della portata del piano ordito da Stato e Chiesa. Due entità in profonda crisi unite nel progetto folle e criminale di sostenersi a vicenda sulla pelle dei cittadini italiani.
Presentarsi al cospetto della crisi economica mondiale con un terzo della ricchezza dello Stato volatilizzata da un giorno all'altro ebbe conseguenze devastanti*. Per le persone normali. Non certo per i preti e i loro sodali (di cui a quanto pare abbiamo un degno rappresentante anche in questo topic).

*Conseguenze che sarebbero state devastanti per qualsiasi Paese in qualsiasi epoca: perché un terzo resta un terzo, sia quando la somma corrisposta è pari a 5 lire sia quando è pari a 666 miliardi. Spiace.

Considerato tutto quello che lo Stato Italiano s'è incamerato dall'annessione dello Stato Pontificio, direi che j'hanno fatto pure lo sconto, i preti.
Che poi, a vede' lo Stato de oggi, la burocrazia, er pubblico impiego, ma quasi quasi aridateme er papa re, li mortacci loro...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Set 2019, 15:10
Considerato tutto quello che lo Stato Italiano s'è incamerato dall'annessione dello Stato Pontificio, direi che j'hanno fatto pure lo sconto, i preti.
Che poi, a vede' lo Stato de oggi, la burocrazia, er pubblico impiego, ma quasi quasi aridateme er papa re, li mortacci loro...

Ma proprio NO, li mortacci sua
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 27 Set 2019, 15:39
(di cui a quanto pare abbiamo un degno due degni rappresentante rappresentanti anche in questo topic).


 

Errata corrige :^^


:luv: 
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: FatDanny - 27 Set 2019, 16:27
Pensavo di aver letto tutto.
Poi sono entrato in questo topic e ho appreso dei diritti dello Stato pontificio.
Da parte degli stessi che Israele non è un'invasione e sui nativi americani "quel che stato è stato".

:lol:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Set 2019, 17:02
Apposta la vecchia non voleva morì mai
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: TomYorke - 27 Set 2019, 17:37
Cose dell'altro mondo proprio
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Set 2019, 17:40
Però non sono ancora arrivati altri, chessò i Borboni, a reclamare giusti risarcimenti.

Aspettiamo
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: TomYorke - 27 Set 2019, 17:43
Però non sono ancora arrivati altri, chessò i Borboni, a reclamare giusti risarcimenti.

Aspettiamo

Se, so' arrivati eccome!!
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: FatDanny - 27 Set 2019, 17:54
Non avete capito che stanno tutti zitti perché se sta pulce arriva all'orecchio de Raggi quella va a batte cassa a tre quarti de continente, al Nordafrica e du spicci li chiede pure in Medio oriente.

Debito della capitale: risolto.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 27 Set 2019, 18:10
v'ha dato pure er carnevale
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 27 Set 2019, 18:27
Se, so' arrivati eccome!!

Qui  :shock:?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 27 Set 2019, 19:09
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 27 Set 2019, 22:52
Non facciamo gli scemi, che scemi non siamo.
Nessun seguace del Papa Re, né restauratori del Borbone.

Piuttosto si confutava, con fonti e strumenti, la nozione che versare 750 milioni, 1/300 del bilancio italiano, avesse "volatilizzato" le risorse italiane e ridotto l'Italia "con le pezze al culo".

Concentriamoci sull'argomento di discussione, senza straw man fallacies. Serve un pallottoliere?
Titolo: beata ignoranza
Inserito da: carib - 28 Set 2019, 08:23
:lol:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 28 Set 2019, 15:04
Te ce ridi , ma questa e' la sinistra italiana .

Catso te ridi .

Boh .

 :p
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 28 Set 2019, 15:33
Certo che eravamo proprio dei poveracci, Co du spicci dati al Vaticano, siamo andati subito in difficoltà.  :beer:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 29 Set 2019, 09:51
Tornando in topic, oggi per la Chiesa è la giiornata del rifugiato.
InVaticano il Papa celebra sul tema e sentiremo i discorsi.
Vi farò sapere cosa dice il mio parroco; se qualcuno è a Sora...
***

Migrazioni. La giornata per i rifugiati con papa Francesco: le celebrazioni

È papa Francesco a presiedere domenica mattina alle 10.30 in piazza San Pietro la Messa in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. Una Messa alla quale saranno presenti anche molti di quegli immigrati protagonisti dei viaggi della disperazione nel Mediterraneo e che hanno raggiunto le coste italiane, porta dell’Europa.
70,8 milioni è Il numero delle persone, in tutto il mondo, che sono state costrette a fuggire dal proprio Paese. Di queste, circa 25,9 milioni sono rifugiati

Testimoni viventi di questi viaggi, ma anche di storie di integrazione più o meno di successo. Nel Messaggio che il Papa ha inviato in occasione della 105ª Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, Francesco dice che «non si tratta solo di migranti», ma anche «di affrontare le nostre paure» che ci frenano e ci condizionano. Si tratta anche «della carità» e della «nostra umanità».

189.243 è il numero di rifugiati accolti dall’Italia. Si tratta di 3,1 rifugiato ogni mille abitanti. La Svezia (248mila rifugiati) ne ha 24,3 ogni mille abitanti

Insomma, sottolinea Francesco, «la risposta alla sfida posta dalle migrazioni contemporanee si può riassumere in quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare. Ma questi verbi non valgono solo per i migranti e i rifugiati. Essi esprimono la missione della Chiesa verso tutti gli abitanti delle periferie esistenziali, che devono essere accolti, protetti, promossi e integrati», consapevoli, conclude il Papa, che «i migranti, e specialmente quelli più vulnerabili, ci aiutano a leggere i “segni dei tempi”».
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 29 Set 2019, 13:53
Bergoglio e il metodo salvini: dire una cosa e il suo contrario (vedi perla su suicidio assistito).
Serve a pietrificare lo spirito critico dell'opinione pubblica
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 01 Ott 2019, 22:16
Il "tortellino dell'accoglienza"
==> applausi a quella parte di chiesa cattolica che lo ha proposto e che lo rivendica.

Difendere l'obbligo ad avere ostentati i propri simboli nella Scuole Pubbliche
==> vergogna per quella parte di chiesa cattolica che difende l'imposizione


In entrambi i casi ridicola la scusa della difesa delle tradizioni. Tradizioni belle deboli se messe in crisi dal variare la carne nel tortellino o dal togliere l'imposizione di ostentare un simbolo nei luoghi che sono di tutti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: JoeStrummer - 01 Ott 2019, 22:40
Il "tortellino dell'accoglienza"
==> applausi a quella parte di chiesa cattolica che lo ha proposto e che lo rivendica.

Difendere l'obbligo ad avere ostentati i propri simboli nella Scuole Pubbliche
==> vergogna per quella parte di chiesa cattolica che difende l'imposizione


In entrambi i casi ridicola la scusa della difesa delle tradizioni. Tradizioni belle deboli se messe in crisi dal variare la carne nel tortellino o dal togliere l'imposizione di ostentare un simbolo nei luoghi che sono di tutti

Un tortellino è un tortellino.

IMHO Se per precetti religiosi del menga si rinuncia alla sua bontà, bella pe’ te.

Un po’ come i somari che per lo stesso motivo rifiutano le emotrasfusioni.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 01 Ott 2019, 22:48
Un tortellino è un tortellino.

IMHO Se per precetti religiosi del menga si rinuncia alla sua bontà, bella pe’ te.

Un po’ come i somari che per lo stesso motivo rifiutano le emotrasfusioni.

La questione era un'altra.

Se vogliamo criticare il masochismo dei precetti religiosi mi trovi d'accordo. Ma qui il discorso è un altro, rispettoso delle scelte di altri che non ostacolano le nostre
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: JoeStrummer - 01 Ott 2019, 23:54
La questione era un'altra.

Se vogliamo criticare il masochismo dei precetti religiosi mi trovi d'accordo. Ma qui il discorso è un altro, rispettoso delle scelte di altri che non ostacolano le nostre

No, invece la questione è questa.

Alla chiesa fa comodo che l’integrazione abbia comunque un afflato religioso di fondo. Per la chiesa è più facile ragionare con un integralista mussulmano che con un razionalista laico. In fondo con il primo si trovano sullo stesso piano.

Quindi il tuo tortellino viene privato della carne di maiale per un motivo di fondo “religioso”.

Non viene “arricchito” con Yak, Cammello, Coccodrillo oppure quinoa o so’ n cazzo io cosa, per propugnare una vera integrazione di culture.

Viene privato di un ingrediente fondamentale perché un Dio, chiamato con un altro nome, ne vieta l’uso.

In sintesi: non esiste una chiesa da elogiare e una da combattere. Esiste una sola chiesa, quella che (legittimamente) persegue I suoi interessi di organizzazione “politica” transnazionale di plurimillenaria tradizione( e ci sara un motivo).
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: giovannidef - 02 Ott 2019, 00:10
è un tortellino senza maiale, non che tutti i tortellini saranno senza maiale
poi non credo che i mussulmani faranno la fila per comprarli
ridicolo però l'uso di due pesi tra la nostra religione e quella islamica, che non è certo migliore della cristiana
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 02 Ott 2019, 07:27
è un tortellino senza maiale, non che tutti i tortellini saranno senza maiale
poi non credo che i mussulmani faranno la fila per comprarli
ridicolo però l'uso di due pesi tra la nostra religione e quella islamica, che non è certo migliore della cristiana

Da parte di?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 02 Ott 2019, 07:45
No, invece la questione è questa.

Alla chiesa fa comodo che l’integrazione abbia comunque un afflato religioso di fondo. Per la chiesa è più facile ragionare con un integralista mussulmano che con un razionalista laico. In fondo con il primo si trovano sullo stesso piano.

Quindi il tuo tortellino viene privato della carne di maiale per un motivo di fondo “religioso”.

Non viene “arricchito” con Yak, Cammello, Coccodrillo oppure quinoa o so’ n cazzo io cosa, per propugnare una vera integrazione di culture.

Viene privato di un ingrediente fondamentale perché un Dio, chiamato con un altro nome, ne vieta l’uso.

In sintesi: non esiste una chiesa da elogiare e una da combattere. Esiste una sola chiesa, quella che (legittimamente) persegue I suoi interessi di organizzazione “politica” transnazionale di plurimillenaria tradizione( e ci sara un motivo).

Sul discorso generale siamo d'accordo. Ma, come per tutte le organizzazioni umane, apprezzo quando fa cose giuste per me, disprezzo quando ne fa di sbagliate.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: UnDodicesimo - 02 Ott 2019, 07:53
...
Non viene “arricchito” con Yak, Cammello, Coccodrillo oppure quinoa o so’ n cazzo io cosa...

ma anche la carne di cane per ingraziarsi i coreani, no?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: JoeStrummer - 02 Ott 2019, 08:08
ma anche la carne di cane per ingraziarsi i coreani, no?

Ah beh, sta sicuro che se il consumo di carne di cane fosse imposto ai coreani per precetto religioso, la chiesa non si farebbe tanti problemi a rispettarne i dettami.

Per la chiesa tutte le creature del creato sono messe a disposizione dell’uomo da Dio, senza distinzioni.

È proprio qui che dovrebbe scattare la differenza tra una sana integrazione di culture e sensibilità( anche culinarie) ed una guidata dalle religioni.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: UnDodicesimo - 02 Ott 2019, 08:33
la religione e' anche cultura.

un 'integrazione sulla base religiosa e' anche un'integrazione sulla base culturale.

tanto piu' che trasformazioni 'culinarie' le fanno tutti solo sulla base dei propri gusti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 02 Ott 2019, 11:14
IMHO In un Paese laico la religione è cultura privata, personale, quindi il discorso dell'integrazione su base religiosa almeno qui in Italia dovrebbe concentrarsi su questioni più importanti o che per lo meno abbiano una dimensione pubblica.

Mi chiedo poi come si possa parlare di processo di integrazione su base culinaria - come ho sentito dire in televisione da qualche politico idiòta, che guarda caso si riempie la bocca con parole senza senso tipo "nostri valori, tradizioni, radici cristiane" e via discorrendo - in un Paese che conta millemila cucine diverse. Boh. Per caso un siciliano che si trasferisce in Alto Adige può dirsi integrato solo se ingolla canederli anche a colazione?

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 02 Ott 2019, 11:20


È proprio qui che dovrebbe scattare la differenza tra una sana integrazione di culture e sensibilità( anche culinarie) ed una guidata dalle religioni.
Non so se sei d'accordo ma io sostituirei la parola "integrazione" con "confronto". E' il confronto tra culture diverse che porta all'integrazione. Che è una cosa doverosamente RECIPROCA, altrimenti finisce per assomigliare molto all'annessione di una cultura da parte di un'altra.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 02 Ott 2019, 11:42
la religione è spiritualità condivisa nell’agorà pubblico
infatti i gesti di accoglienza dei cristiani hanno valore civico, sociale e politico
non è che “amatevi come io ho amato voi” si possa applicare solo nell’intimo di una stanzetta.

poi, ovvio, ci saranno sempre sostenitori di regimi totalitari che vorranno reprimere le libertà religiose. lo fa salvini quando sbraita contro i vescovi, lo fanno altri in altri contesti.

ma se è legittimo criticare nel merito le opinioni dei cattolici, dei mussulmani, è allucinante l’approccio di provarle ad escludere dal dibattito pubblico “di per se”.

“il personale è politico”. almeno questa eredità del 68 l’avremo appresa, spero.
il portato personale di un cristiano, di un ateo, di un indu, di un satanista, di un agnostico, di un vegano, di un motociclista, vive insieme alla persona che lo esprime nel pubblico. proibirlo perché di ispirazione religiosa è proibire le libertà personali.
Titolo: Re:Il cacio salviniano
Inserito da: carib - 02 Ott 2019, 11:42
Citazione
IMHO In un Paese laico la religione è cultura privata, personale, quindi il discorso dell'integrazione su base religiosa almeno qui in Italia dovrebbe concentrarsi su questioni più importanti o che per lo meno abbiano una dimensione pubblica.

Mi chiedo poi come si possa parlare di processo di integrazione su base culinaria - come ho sentito dire in televisione da qualche politico idiòta, che guarda caso si riempie la bocca con parole senza senso tipo "nostri valori, tradizioni, radici cristiane" e via discorrendo - in un Paese che conta millemila cucine diverse. Boh. Per caso un siciliano che si trasferisce in Alto Adige può dirsi integrato solo se ingolla canederli anche a colazione?


In strema sintesi, non è un tortellino tanto meno una fede religiosa che fa l'identità di una nazione civile (e laica). Si tratta di fattori irrilevanti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: er polipo - 02 Ott 2019, 11:43
In strema sintesi, non è un tortellino tanto meno una fede religiosa che fa l'identità di una nazione civile (e laica). Si tratta di fattori irrilevanti

Non so se sei d'accordo ma io sostituirei la parola "integrazione" con "confronto". E' il confronto tra culture diverse che porta all'integrazione. Che è una cosa doverosamente RECIPROCA, altrimenti finisce per assomigliare molto all'annessione di una cultura da parte di un'altra.

Sto invecchiando, per ritrovarmi d'accordo con Carib su due suoi post consecutivi!
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 02 Ott 2019, 16:33
Honore
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 02 Ott 2019, 16:52
Il personale e' politico .

Quindi se una persona decide che e' giunta la sua ora e porre fine alle sue sofferenza , sarebbe libera di farlo o no ?

O un'altra persona , tipo l'ex netter Zanzalf , attraverso la sua religione ed i suoi referenti politici (impersonali) puo' impedirlo ?

Coldilana vuol morire , Zanzalf NO .

Il personale e' politico a giorni alterni o lo stato dovrebbe garantire entrambi ?

Perche' avete rotto il catso con il fatto che siete martiri senza esserlo .

Siete come i romanisti , parte lesa , sempre .

In sintesi: non esiste una chiesa da elogiare e una da combattere. Esiste una sola chiesa, quella che (legittimamente) persegue I suoi interessi di organizzazione “politica” transnazionale di plurimillenaria tradizione( e ci sara un motivo). cit JS.

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: FatDanny - 02 Ott 2019, 17:07
Io però mica ho capito perché sulla lasagna vegetariana, il seitan, il trapizzino non sia volata una foglia.
Se metti il pollo nei tortellini si.
Perché i tortellini sono in UN modo.
Non le lasagne, non la carne, non i tramezzini, non i cannelloni e nemmeno i saltimbocca.
La bolognese è il ragù più violato della storia, anche solo in Italia è fatto in dodici modi diversi e mo scopriamo che invece la ricetta dei tortellini è stata scolpita da dio su una tavola di pietra.

Oppure qualsiasi stronzata caca la bocca di quel menomato mentale deve per forza diventare dibattito pubblico. Che pena.

(Btw: spero nello sterminio dei celiaci perché, intolleranza o meno, nella pasta ci sta il glutine o è merda. Non è obbligatorio mangiare pasta, mangiassero fagiolini, insalate, carne, pesce, avoja a te. PUNTO)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: giovannidef - 02 Ott 2019, 17:59
Da parte di?
in quanto ateo, dovrei considerare tutte le religioni una brutta cosa, se poi consideriamo i danni che hanno fatto almeno molte di loro, il termine dovrebbe essere più forte
invece per l'islam moderato, forse anche come reazione all'integralismo islamico, da parte di molti atei vedo una certa benevolenza, secondo me assolutamente mal riposta
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 02 Ott 2019, 20:47
è un tortellino senza maiale, non che tutti i tortellini saranno senza maiale
poi non credo che i mussulmani faranno la fila per comprarli
ridicolo però l'uso di due pesi tra la nostra religione e quella islamica, che non è certo migliore della cristiana

Da parte di?

in quanto ateo, dovrei considerare tutte le religioni una brutta cosa, se poi consideriamo i danni che hanno fatto almeno molte di loro, il termine dovrebbe essere più forte
invece per l'islam moderato, forse anche come reazione all'integralismo islamico, da parte di molti atei vedo una certa benevolenza, secondo me assolutamente mal riposta

Io vedo molta molta benevolenza da parte di molti atei anche verso altre religioni, in primi la "nostra"
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 02 Ott 2019, 20:54


(Btw: spero nello sterminio dei celiaci perché, intolleranza o meno, nella pasta ci sta il glutine o è merda. Non è obbligatorio mangiare pasta, mangiassero fagiolini, insalate, carne, pesce, avoja a te. PUNTO)

<3
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: UnDodicesimo - 02 Ott 2019, 20:58
Basta che n'ariciccia fori il fumetto sull'intolleranza dell'intolleranza.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 02 Ott 2019, 21:03
Spiace
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 03 Ott 2019, 08:45
Difficile, quasi impossibile intervenire in un "dibattito" in cui si fa il tifo per le proprie posizioni. Da un lato si critica il Papa e la Chiesa quando parlano di accogliere i migranti, senza mettere a rischio le tradizioni locali, dall'altro se si propone il tortellino con il pollo (che ad occhio e croce non mi convince) e' un tentativo di afflato con altre religioni,  da condannare. Ovvio che il tortellino di pollo non mette a rischio niente, come invece magari la poligamia, la sharia, il divieto di mangiare carne bovina o il maiale (imho reale significato delle parole del Papa). Poi, in loop, si torna al danno che fanno le religioni contrapponendole al sano ateismo (mah!). Sull'8 per mille, e' un contributo volontario previsto anche per  soggetti differenti dalla Chiesa cattolica, che c'entra tra i privilegi (alcuni veri quali l'esenzione dell'IMU). Sul fine vita, non credo si possa semplificare il dibattito riducendolo a una scelta strettamente personale. Cerco di spiegarmi meglio: sulla decisione di porre termine alla propria vita ci potrebbero essere forti pressioni psicologiche di terzi (familiari di persone con malattie croniche e costose ad esempio, o con malattie mentali o con forte stato di depressione). A costo di sembrare retorico, un suicidio (non un'interruzione delle cure) e' una sconfitta per la societa'. Scusate se ho fatto una macedonia, mischiando forse troppi ingredienti
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 03 Ott 2019, 08:49
Quando si fa il tifo per le proprie posizione è anche difficile capire ciò che dicono i diversi interlocutori. Giustamente ti viene il dubbio di aver fatto una macedonia
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 03 Ott 2019, 08:57
Invece le pressioni di terzi, di culture e religioni, a dover restare in vita quando non lo si vuole più vanno bene.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 03 Ott 2019, 09:03
Invece le pressioni di terzi, di culture e religioni, a dover restare in vita quando non lo si vuole più vanno bene.
Ho detto questo? Ho detto che il dibattito e' complesso e non si puo' semplificare a un "diritto" al suicidio
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 03 Ott 2019, 09:03
Quando si fa il tifo per le proprie posizione è anche difficile capire ciò che dicono i diversi interlocutori. Giustamente ti viene il dubbio di aver fatto una macedonia
Ti sarei grato se mi potessi spiegare che cosa non ho compreso
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 03 Ott 2019, 09:08
Hai preso tempo per dire che potrebbero esserci pressioni di terzi a suicidarsi. Mi pare bizzarro non prendere altro tempo, la stessa quantità, per sottolineare il contrario. Verrebbe da pensare che il contrario per te non è un problema. Magari sbaglio.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 03 Ott 2019, 09:12
Si', sbagli
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 03 Ott 2019, 09:14
Come ho detto in precedenza, l'argomento e' veramente molto complesso ed e' quasi impossibile trovare casistiche omogenee, in quanto ogni situazione e' ovviamente differente.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 09:23
Difficile, quasi impossibile intervenire in un "dibattito" in cui si fa il tifo per le proprie posizioni. Da un lato si critica il Papa e la Chiesa quando parlano di accogliere i migranti, senza mettere a rischio le tradizioni locali, dall'altro se si propone il tortellino con il pollo (che ad occhio e croce non mi convince) e' un tentativo di afflato con altre religioni,  da condannare. Ovvio che il tortellino di pollo non mette a rischio niente, come invece magari la poligamia, la sharia, il divieto di mangiare carne bovina o il maiale (imho reale significato delle parole del Papa). Poi, in loop, si torna al danno che fanno le religioni contrapponendole al sano ateismo (mah!). Sull'8 per mille, e' un contributo volontario previsto anche per  soggetti differenti dalla Chiesa cattolica, che c'entra tra i privilegi (alcuni veri quali l'esenzione dell'IMU).
Sul fine vita, non credo si possa semplificare il dibattito riducendolo a una scelta strettamente personale. Cerco di spiegarmi meglio: sulla decisione di porre termine alla propria vita ci potrebbero essere forti pressioni psicologiche di terzi (familiari di persone con malattie croniche e costose ad esempio, o con malattie mentali o con forte stato di depressione). A costo di sembrare retorico, un suicidio (non un'interruzione delle cure) e' una sconfitta per la societa'. Scusate se ho fatto una macedonia, mischiando forse troppi ingredienti
Scusa se mi permetto di intervenire: la parte in grassetto è falsa. Nessuno qui dentro ha condannato nulla. Semmai siamo sconcertati per l'importanza data a una questione ridicola e irrilevante. Pertanto il tuo ragionamento non regge.

E accusare a buffo gli altri di semplificare un tema complesso come quello del suicidio assistito è un'offesa bella e buona. Fai tu.
Personalmente ritengo che tu faccia parecchia confusione mettendo sullo stesso piano malattie terminali e depressione. O forse lo fai appositamente per dare forza a una tua convinzione che anche in questo caso non regge. Perché il suicidio assistito per patologie psichiche - poiché non sono malattie terminali - diversamente da quanto accade in Olanda qui da noi (fortunatamente) non sarebbe consentito.
Nelle tue insinuazioni c'è purtroppo una odiosa similitudine con quanto si sostiene nei delinquenziali manifesti dei pro-vita apparsi a roma nei giorni della decisione della Consulta sul processo a Cappato per il SUICIDIO ASSISTITO di DjFabo.
Altro che pressione dei familiari (l'istigazione al suicidio è un crimine, è bene che tu lo sappia per chiarirti le idee).


(https://i.ibb.co/qWYVsJp/70849312-10157730271766942-2144084421903384576-n.jpg)

(https://i.ibb.co/LCtVrN4/70875498-10157730233306942-8973672705668677632-n.jpg)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 03 Ott 2019, 09:28
Scusa se mi permetto di intervenire: la parte in grassetto è falsa. Nessuno qui dentro ha condannato nulla. Semmai siamo sconcertati per l'importanza data a una questione ridicola e irrilevante. Pertanto il tuo ragionamento non regge.

E accusare a buffo gli altri di semplificare un tema complesso come quello del suicidio assistito è un'offesa bella e buona. Fai tu.
Personalmente ritengo che tu faccia parecchia confusione mettendo sullo stesso piano malattie terminali e depressione. O forse lo fai appositamente per dare forza a una tua convinzione che anche in questo caso non regge. Perché il suicidio assistito per patologie psichiche - poiché non sono malattie terminali - diversamente da quanto accade in Olanda qui da noi (fortunatamente) non sarebbe consentito.
Nelle tue insinuazioni c'è purtroppo una odiosa similitudine con quanto si sostiene nei delinquenziali manifesti dei pro-vita apparsi a roma nei giorni della decisione della Consulta sul processo a Cappato per il SUICIDIO ASSISTITO di DjFabo.
Altro che pressione dei familiari (l'istigazione al suicidio è un crimine, è bene che tu lo sappia per chiarirti le idee).


(https://i.ibb.co/qWYVsJp/70849312-10157730271766942-2144084421903384576-n.jpg)

(https://i.ibb.co/LCtVrN4/70875498-10157730233306942-8973672705668677632-n.jpg)
E' piu' forte di te, non riesci a non insultare: falso, accuse a buffo, offesa bella e buona, parecchia confusione, lo fai appositamente, insinuazioni, chiarirti le idee. Sei il maestro dell'intolleranza. Onestamente non mi va di discutere in questo modo. Stai bene
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 03 Ott 2019, 10:04
Si', sbagli

e spiegacelo , allora.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 03 Ott 2019, 10:10
il vecchio e caro pressioni di terzi, cavallo di battaglia di chi parla di libero arbitrio ma alla fine vuole decidere per gli altri.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 10:17
il problema è che non si capisce perché, se la ratio è “ciascuno decide della sua vita”, il suicidio assistito debba essere circoscritto ai malati terminali.
qual è la logica? perché un vecchietto rimasto solo, o un’adolescente disperata, non dovrebbero poter “decidere della propria vita” anche loro?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 03 Ott 2019, 10:21
Manca poco e si arriverà all’eugenetica, lo sento
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 10:30
vaz, se si discute di bioetica, queste sono le domande su cui ci si confronta.
se vuoi contribuire, dai la tua risposta; senza menare il can per l’aia
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 03 Ott 2019, 10:37
metti sullo stesso piano il malato cronico e un'adolescente disperata.
e fai pure il professore sulla bioetica.

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 10:39
il problema è che non si capisce perché, se la ratio è “ciascuno decide della sua vita”, il suicidio assistito debba essere circoscritto ai malati terminali.
qual è la logica? perché un vecchietto rimasto solo, o un’adolescente disperata, non dovrebbero poter “decidere della propria vita” anche loro?

Perché nei due casi che citi esistono cure che possono risolvere il problema.
Nel caso di malati terminali, come da dizionario, no.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 10:41
non ho messo nulla sullo stesso piano, chiedo se vale la proposizione “ciascuno decide della sua vita”.
vale o no.
non ci girare intorno.
(spoiler: se decidi che vale è la tua decisione che “mette sullo stesso piano”, se decidi che non vale mi devi dire qual è il criterio di accesso al suicidio assistito)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 10:42
@italic, quindi la ratio è la malattia terminale, giusto?
malattia terminale + volontà del paziente
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 10:49
@italic, quindi la ratio è la malattia terminale, giusto?
malattia terminale + volontà del paziente

Nella terminologia usata, anche da me, c'é una generalizzazione pericolosa.
Il valore di dignità della vita entra anch'essa in conto. Non sono un'esperto ma la "terminalità" di una malattia puo' anche essere ponderata con altri elementi di analisi. In fondo anche la vita stessa é una "malattia terminale". Diciamo che esistono fattori importanti che possono portare a decisioni estreme.
Un anziano abbandonato, esempio che tu hai usato, puo', anzi deve, essere aiutato e puo' uscire dal suo stato di abbandono. Cosi vale anche per l'adolescente, altro esempio che usi, disperata per cui esistono terapie risolutive.
Per un malato di SLA, faccio un esempio, oggi purtroppo non esistono soluzioni e la malattia in questione é una malattia tremendamente invalidante. Fino alla morte.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Davy_Jones - 03 Ott 2019, 10:50
non ho messo nulla sullo stesso piano, chiedo se vale la proposizione “ciascuno decide della sua vita”.
vale o no.
non ci girare intorno.
(spoiler: se decidi che vale è la tua decisione che “mette sullo stesso piano”, se decidi che non vale mi devi dire qual è il criterio di accesso al suicidio assistito)

per me vale, e' quasi ovvia la cosa. anzi non capisco perche' il suicidio assistito andrebbe limitato ai malati terminali (la depressione?). se una persona adulta e in grado di intendere e di volere decide di chiudere bottega attraverso il suicidio assistito (piuttosto che buttandosi dal nono piano), dovrebbe poterlo fare. dovrebbe esistere un protocollo che permetta a questa persona di essere seguita per un periodo di tempo congruo che dia la possibilita' a lei di capire cosa fa e a esperti di valutare se non ci sono alternative. se alla fine di tutto emerge che no, non ci sono alternative accettabili per la persona, si dovrebbe procedere, fermo restando che la persona sarebbe libera di cambiare idea fino all'ultimo nanosecondo. questo e' il suicidio assistito.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 03 Ott 2019, 10:51
per me vale, e' quasi ovvia la cosa. anzi non capisco perche' il suicidio assistito andrebbe limitato ai malati terminali (la depressione?). se una persona adulta e in grado di intendere e di volere decide di chiudere bottega attraverso il suicidio assistito (piuttosto che buttandosi dal nono piano), dovrebbe poterlo fare. dovrebbe esistere un protocollo che permetta a questa persona di essere seguita per un periodo di tempo congruo che dia la possibilita' a lei di capire cosa fa e a esperti di valutare se non ci sono alternative. se alla fine di tutto emerge che no, non ci sono alternative accettabili per la persona, si dovrebbe procedere, fermo restando che la persona sarebbe libera di cambiare idea fino all'ultimo nanosecondo. questo e' il suicidio assistito.

sono d'accordo. ci deve essere la scelta, sempre.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 10:52
per me vale, e' quasi ovvia la cosa. anzi non capisco perche' il suicidio assistito andrebbe limitato ai malati terminali (la depressione?). se una persona adulta e in grado di intendere e di volere decide di chiudere bottega attraverso il suicidio assistito (piuttosto che buttandosi dal nono piano), dovrebbe poterlo fare. dovrebbe esistere un protocollo che permetta a questa persona di essere seguita per un periodo di tempo congruo che dia la possibilita' a lei di capire cosa fa e a esperti di valutare se non ci sono alternative. se alla fine di tutto emerge che no, non ci sono alternative accettabili per la persona, si dovrebbe procedere, fermo restando che la persona sarebbe libera di cambiare idea fino all'ultimo nanosecondo. questo e' il suicidio assistito.

Per me questa é una zona
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 10:54
quindi la domanda che faccio a italic, con la cui analisi concordo al 85%, sei d’accordo con vaz e dj? suicidio assistito sempre? anche a ragazzetta e vecchietto dunque.

quello che voglio mettere in evidenza è che il tema è complesso e che spesso lo si tratta come una partita di calcio
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Davy_Jones - 03 Ott 2019, 10:55
quindi la domanda che faccio a italic, con la cui analisi concordo al 85%, sei d’accordo con vaz e dj? suicidio assistito sempre? anche a ragazzetta e vecchietto dunque.


dunque un cazzo. io non ho mai parlato di ragazzette e vecchietti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 03 Ott 2019, 10:57
dunque un cazzo. io non ho mai parlato di ragazzette e vecchietti.

già
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 10:57
Il mio messaggio é partito troppo presto.
Eccolo per intero.

per me vale, e' quasi ovvia la cosa. anzi non capisco perche' il suicidio assistito andrebbe limitato ai malati terminali (la depressione?). se una persona adulta e in grado di intendere e di volere decide di chiudere bottega attraverso il suicidio assistito (piuttosto che buttandosi dal nono piano), dovrebbe poterlo fare. dovrebbe esistere un protocollo che permetta a questa persona di essere seguita per un periodo di tempo congruo che dia la possibilita' a lei di capire cosa fa e a esperti di valutare se non ci sono alternative. se alla fine di tutto emerge che no, non ci sono alternative accettabili per la persona, si dovrebbe procedere, fermo restando che la persona sarebbe libera di cambiare idea fino all'ultimo nanosecondo. questo e' il suicidio assistito.

Per me questa é una zona grigia nel quale il dibattito si presenta complicato.
E, se ho capito bene, leggo una minima contraddizione in quello che scrivi. Se la persona é perfettamente capace di intendere e volere perché dovrebbero intervenire esperti per valutare ?
Io credo debbano esistere anche criteri oggettivi che permettano di avviare questo protocollo.
Come appunto le malattie terminali o fortemente invalidanti fino a ledere la dignità umana.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 10:59
dunque un cazzo. io non ho mai parlato di ragazzette e vecchietti.

Non é chiarissimo il tuo post precedente. Almeno per me, non so gli altri.
Se non poni limiti, in fondo, anche se non ne parli non escludi le "ragazzette e i vecchietti".

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 11:09
io penso che debba esistere qualche forma per xxxxx (non lo scrivo esplicitamente perché ogni formulazione mi sembra imprecisa)
però quello che mi spaventa non è la legge/sì legge/no ma un contesto culturale che tratta il tema con isteria, gente che si affretta a dire “io vorrei morire”
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Davy_Jones - 03 Ott 2019, 11:16
Per me questa é una zona grigia nel quale il dibattito si presenta complicato.
E, se ho capito bene, leggo una minima contraddizione in quello che scrivi. Se la persona é perfettamente capace di intendere e volere perché dovrebbero intervenire esperti per valutare ?
Io credo debbano esistere anche criteri oggettivi che permettano di avviare questo protocollo.
Come appunto le malattie terminali o fortemente invalidanti fino a ledere la dignità umana.

una persona puo' decidere di suicidarsi da sola, senza assistenza dello stato, quando e piu' o meno come vuole, indipendentemente dal suo stato di salute, da se e' maggiorenne, se e' in grado di intendere e di volere ecc. se chiede assistenza allo stato, parte un processo, come per tutto. il fatto di essere adulto e in grado di intendere e di volere ti permette di sostenere il processo. ma ovviamente non ti garantisce che andra' come vuoi tu. e l'altra strada e' sempre aperta. non serve lo stato per suicidarsi. non e' (non dovrebbe essere) quello il punto del suicidio assistito, almeno per me.

invece quello che e' grigio nel mio discorso e' il caso delle persone in stato vegetativo che non si sono mai espresse contro l'essere tenute in vita con le macchine.


Non é chiarissimo il tuo post precedente. Almeno per me, non so gli altri.
Se non poni limiti, in fondo, anche se non ne parli non escludi le "ragazzette e i vecchietti".

come stato, non escluderei nessuno. ma parlare di "ragazzette e vecchietti" esattamente che senso ha?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 03 Ott 2019, 11:21
In realtà il suicidio, una delle manifestazioni di controllo della propria vita inconcepibile per una religione, è visto dai bigotti come un peccato, e quindi loro non vogliono che altri partecipino a questa orgia di peccatori. Dice te voi ammazza', bene. Vai all'inferno, cazzi tuoi. Ma non mi chiedere aiuto, anche se l'aiuto in realtà potrebbe rendere la tua decisione meno orrenda (buttarsi dal sesto piano non deve essere facile) o addirittura farti cambiare idea.

È la carità cristiana, baby.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 11:21
@davy, si parla di ragazze vecchietti perché ragazze e vecchietti sono le categorie che più si suicidano.
e poi io non liquiderei il ruolo dello stato con la possibilità di fare da soli.
mica tanto semplice; se volessi suicidarmi lo vorrei fare nel modo più dolce e dignitoso possibile
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 11:22
ecco, tarallo, tu mostri di non voler seguire il discorso ma di fare l’ultras anticlericale

per me questo non è neanche il topic in cui parlarne e la religione dovrebbe starne fuori
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 03 Ott 2019, 11:23
Rispondi nel merito.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 03 Ott 2019, 11:26
Nel 2017 il più alto tasso di suicidi era nel gruppo 45-54 anni, seguito dagli over 85. I giovani hanno i tassi più bassi (ma fa più effetto)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 11:26
una persona puo' decidere di suicidarsi da sola, senza assistenza dello stato, quando e piu' o meno come vuole, indipendentemente dal suo stato di salute, da se e' maggiorenne, se e' in grado di intendere e di volere ecc. se chiede assistenza allo stato, parte un processo, come per tutto. il fatto di essere adulto e in grado di intendere e di volere ti permette di sostenere il processo. ma ovviamente non ti garantisce che andra' come vuoi tu. e l'altra strada e' sempre aperta. non serve lo stato per suicidarsi. non e' (non dovrebbe essere) quello il punto del suicidio assistito, almeno per me.

invece quello che e' grigio nel mio discorso e' il caso delle persone in stato vegetativo che non si sono mai espresse contro l'essere tenute in vita con le macchine.


come stato, non escluderei nessuno. ma parlare di "ragazzette e vecchietti" esattamente che senso ha?

Continuo a non capire. Che le persone possano suicidarsi tranquillamente senza chiedere allo stato é ovviamente un dato di fatto. Lo puo' fare, e drammaticamente spesso lo fa, anche un'adolescente disperata. Parlarne serve anche a porre dei paletti, almeno dialettici. Se non poni limiti, nel calderone entra di tutto. Anche la delusione amorosa. E di questo un legislatore ne deve tenere conto. Perché la questione é quella, non della libertà di suicidarti. La ragazzina disperata avrà sempre e comunque la libertà di gettarsi dalla finestra. E lo farà, se vuole farlo.
La questione non é sulla libertà di suicidarsi, ma sui limiti (o paletti) che il legislatore puo' e deve mettere per regolamentare questa situazione. In quel caso, a mio avviso, il discorso delle ragazzette e i vecchietti ha senso.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: tatoccolo - 03 Ott 2019, 11:36
il tema è molto complicato, e complicato è anche provare a spiegare la propria idea.
Posso dire che, a meno che io abbia capito male (e forse è la cosa più probabile, ho esordito confessando la complessità del tema per me), secondo me Davy e IB stanno dicendo quasi la stessa cosa anche se non se ne sono accorti?!?

se chiede assistenza allo stato, parte un processo, come per tutto. il fatto di essere adulto e in grado di intendere e di volere ti permette di sostenere il processo. ma ovviamente non ti garantisce che andra' come vuoi tu. e l'altra strada e' sempre aperta. non serve lo stato per suicidarsi. non e' (non dovrebbe essere) quello il punto del suicidio assistito, almeno per me.
La questione non é sulla libertà di suicidarsi, ma sui limiti (o paletti) che il legislatore puo' e deve mettere per regolamentare questa situazione.
ecco, secondo me quando dite che lo Stato deve "mettere i paletti" e che il "processo avviato e governato dallo Stato" potrebbe non finire come uno si attende (cioè con l'approvazione del suicidio assistito) state dicendo la stessa cosa. E se è così, sono d'accordo con voi.

Se non è così, scusate di aver male interpretato (e "usato") la vostra idea! (in caso cercherò di capirla meglio, prometto)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Davy_Jones - 03 Ott 2019, 11:38
Continuo a non capire. Che le persone possano suicidarsi tranquillamente senza chiedere allo stato é ovviamente un dato di fatto. Lo puo' fare, e drammaticamente spesso lo fa, anche un'adolescente disperata. Parlarne serve anche a porre dei paletti, almeno dialettici. Se non poni limiti, nel calderone entra di tutto. Anche la delusione amorosa. E di questo un legislatore ne deve tenere conto. Perché la questione é quella, non della libertà di suicidarti. La ragazzina disperata avrà sempre e comunque la libertà di gettarsi dalla finestra. E lo farà, se vuole farlo.
La questione non é sulla libertà di suicidarsi, ma sui limiti (o paletti) che il legislatore puo' e deve mettere per regolamentare questa situazione. In quel caso, a mio avviso, il discorso delle ragazzette e i vecchietti ha senso.

scusami IB ma parlo di un processo. richiede tempo, energia, dialettica. un ragazzo che ha delusione amorosa puo' lanciarsi d'impeto sotto un treno. capita. suicidi evitabili. se invece lo stesso ragazzo avviasse il processo per il suicidio assistito, alla fine non lo perderesti (se non fa da solo). sono proprio quei suicidi quelli piu' evitabili. io non porrei limiti all'accesso proprio perche' se no fanno da soli.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 11:41
scusami IB ma parlo di un processo. richiede tempo, energia, dialettica. un ragazzo che ha delusione amorosa puo' lanciarsi d'impeto sotto un treno. capita. suicidi evitabili. se invece lo stesso ragazzo avviasse il processo per il suicidio assistito, alla fine non lo perderesti (se non fa da solo). sono proprio quei suicidi quelli piu' evitabili. io non porrei limiti all'accesso proprio perche' se no fanno da soli.

Mi fai titubare. Devo dirlo. Vista cosi la questione si tiene in piedi.
E questo, se permetti, lo devi anche al fatto chi é parlato di "Vecchietti e ragazzette".
 ;))

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 03 Ott 2019, 11:44
Difficile, quasi impossibile intervenire in un "dibattito" in cui si fa il tifo per le proprie posizioni. Da un lato si critica il Papa e la Chiesa quando parlano di accogliere i migranti, senza mettere a rischio le tradizioni locali, dall'altro se si propone il tortellino con il pollo (che ad occhio e croce non mi convince) e' un tentativo di afflato con altre religioni,  da condannare. Ovvio che il tortellino di pollo non mette a rischio niente, come invece magari la poligamia, la sharia, il divieto di mangiare carne bovina o il maiale (imho reale significato delle parole del Papa). Poi, in loop, si torna al danno che fanno le religioni contrapponendole al sano ateismo (mah!). Sull'8 per mille, e' un contributo volontario previsto anche per  soggetti differenti dalla Chiesa cattolica, che c'entra tra i privilegi (alcuni veri quali l'esenzione dell'IMU). Sul fine vita, non credo si possa semplificare il dibattito riducendolo a una scelta strettamente personale. Cerco di spiegarmi meglio: sulla decisione di porre termine alla propria vita ci potrebbero essere forti pressioni psicologiche di terzi (familiari di persone con malattie croniche e costose ad esempio, o con malattie mentali o con forte stato di depressione). A costo di sembrare retorico, un suicidio (non un'interruzione delle cure) e' una sconfitta per la societa'. Scusate se ho fatto una macedonia, mischiando forse troppi ingredienti

Ti sarei grato se mi potessi spiegare che cosa non ho compreso

Certo!
Gli errori che rilevo:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Davy_Jones - 03 Ott 2019, 11:47
Mi fai titubare. Devo dirlo. Vista cosi la questione si tiene in piedi.
E questo, se permetti, lo devi anche al fatto chi é parlato di "Vecchietti e ragazzette".
 ;))

 :friends:

io mi ribellavo a quelle parole perche' sembravano banalizzare i loro motivi
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: italicbold - 03 Ott 2019, 11:55
:friends:

io mi ribellavo a quelle parole perche' sembravano banalizzare i loro motivi

Pero' hanno permesso a te di trovare l'argomento decisivo.
In fondo siamo tutti d'accordo, almeno le persone civili che non hanno secondo fini, che un malato terminale o con handicap terribilmente invalidanti puo' essere accompagnato verso una morte serena, mentre l'apparizione di fattispecie meno consensuali ha permesso di chiarire meglio le rispettive opinioni.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 11:58
E' piu' forte di te, non riesci a non insultare: falso, accuse a buffo, offesa bella e buona, parecchia confusione, lo fai appositamente, insinuazioni, chiarirti le idee. Sei il maestro dell'intolleranza. Onestamente non mi va di discutere in questo modo. Stai bene
  :lol:
Titolo: Re:
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 12:15
Tornando serio dopo essere stato offeso con ipocrisia per la seconda volta da un maestro del vittimismo.

Qui c'è il testo della proposta di legge (http://documenti.camera.it/leg18/pdl/pdf/leg.18.pdl.camera.2.18PDL0001020.pdf) di iniziativa popolare "Rifiuto di trattamenti sanitari e liceità dell’eutanasia" che giace in Parlamento, lo stesso parlamento che dovrebbe legiferare sul Suicidio assistito. Un buon inizio da parte delle istituzioni potrebbe essere quello di aiutare - ONESTAMENTE e SENZA TARE MORALI E/O RELIGIOSE - i cittadini a comprendere la differenza tra eutanasia e suicidio assistito, e cosa comporta l'una e cosa comporta l'altro. Servirebbe ad evitare isterismi, a combattere le fake news propalate da Belpietro, Tarquinio &Co. nonché le porcate ideologiche dei Pro-vita et similia.

ARTICOLO 1
Ogni cittadino può rifiutare l’inizio o la prosecuzione di trattamenti sanitari, nonché ogni tipo di trattamento di sostegno vitale e/o terapia nutrizionale. Il personale medico e sanitario è tenuto a rispettare la volontà del paziente ove essa:

provenga da soggetto maggiorenne;

provenga da un soggetto che non si trova in condizioni, anche temporanee, di incapacità di intendere e di volere, salvo quanto previsto dal successivo articolo 3;

sia manifestata inequivocabilmente dall’interessato o, in caso di incapacità sopravvenuta, anche temporanea dello stesso, da persona precedentemente nominata, con atto scritto con firma autenticata dall’ufficiale di anagrafe del comune di residenza o domicilio, “fiduciario per la manifestazione delle volontà di cura”.

ARTICOLO 2
Il personale medico e sanitario che non rispetti la volontà manifestata dai soggetti e nei modi indicati nell’articolo precedente è tenuto, in aggiunta ad ogni altra conseguenza penale o civile ravvisabile nei fatti, al risarcimento del danno, morale e materiale, provocato dal suo comportamento.

ARTICOLO 3
Le disposizioni degli articoli 575, 579, 580 e 593 del codice penale non si applicano al medico ed al personale sanitario che abbiano praticato trattamenti eutanasici, provocando la morte del paziente, qualora ricorrano le seguenti condizioni:

la richiesta provenga dal paziente, sia attuale e sia inequivocabilmente accertata;

il paziente sia maggiorenne;

il paziente non si trovi in stato, neppure temporaneo, di incapacità di intendere e di volere, salvo quanto previsto dal successivo articolo 4;

i parenti entro il secondo grado e il coniuge con il consenso del paziente siano stati informati della richiesta e, con il consenso del paziente, abbiano avuto modo di colloquiare con lo stesso;

la richiesta sia motivata dal fatto che il paziente è affetto da una malattia produttiva di gravi sofferenze, inguaribile o con prognosi infausta inferiore a diciotto mesi;

il paziente sia stato congruamente ed adeguatamente informato delle sue condizioni e di tutte le possibili alternative terapeutiche e prevedibili sviluppi clinici ed abbia discusso di ciò con il medico;

il trattamento eutanasico rispetti la dignità del paziente e non provochi allo stesso sofferenze fisiche. Il rispetto delle condizioni predette deve essere attestato dal medico per iscritto e confermato dal responsabile della struttura sanitaria ove sarà praticato il trattamento eutanasico.

ARTICOLO 4
Ogni persona può stilare un atto scritto, con firma autenticata dall’ufficiale di anagrafe del comune di residenza o domicilio, con il quale chiede l’applicazione dell’eutanasia per il caso in cui egli successivamente venga a trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 3, comma 5 e sia incapace di intendere e volere o manifestare la propria volontà, nominando contemporaneamente, nel modo indicato dall’art. 1, un fiduciario, perché confermi la richiesta, ricorrendone le condizioni.

La richiesta di applicazione dell’eutanasia deve essere chiara ed inequivoca e non può essere soggetta a condizioni. Essa deve essere accompagnata, a pena di inammissibilità, da un’autodichiarazione, con la quale il richiedente attesti di essersi adeguatamente documentato in ordine ai profili sanitari, etici ed umani ad essa relativi.

Altrettanto chiara ed inequivoca, nonché espressa per iscritto, deve essere la conferma del fiduciario.

Ove tali condizioni, unitamente al disposto di cui al precedente art. 3, comma 7 siano rispettate, non si applicano al medico ed al personale sanitario che abbiano attuato tecniche di eutanasia, provocando la morte le paziente, le disposizioni degli articoli 575, 579, 580 e 593.



 

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: tatoccolo - 03 Ott 2019, 12:28
Pero' hanno permesso a te di trovare l'argomento decisivo.
In fondo siamo tutti d'accordo, almeno le persone civili che non hanno secondo fini, che un malato terminale o con handicap terribilmente invalidanti puo' essere accompagnato verso una morte serena, mentre l'apparizione di fattispecie meno consensuali ha permesso di chiarire meglio le rispettive opinioni.

l'avevo detto che eravate d'accordo! E io con voi  :friends:
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 13:15
..se e' in grado di intendere e di volere..
Questo è un punto cardine.

La persona depressa è SEMPRE convinta che per lei non c'è possibilità di cura, altrimenti non sarebbe depressa.... Tuttavia la possibilità di cura esiste, e come detto nella depressione c'è un'alterazione del rapporto con la realtà, quindi fino a che punto per una persona depressa si può parlare di capacità di intendere e di volere?
Diverso è il caso ad es. di DjFabo, malato terminale e tetraplegico oltre che cieco etc senza alcuna possibilità di cura. La sua richiesta di suicidio assistito  - motivata peraltro dal fatto che in Italia non esiste una legge sull'eutanasia - era dovuta alla "naturale" depressione che sorge a causa della condizione di (non) vita in cui si è trovato o era libera espressione di volontà? Io penso entrambe le cose. Già perché nella depressione patologica IMHO di libertà non ce n'è affatto: il depresso patologico che decide di suicidarsi lo fa perché CREDE di non avere scelta, è CONVINTO di essere incurabile, che il peso che l'opprime sia incurabile. Questo tipo di malattia non rende liberi ma determina esattamente il contrario. Questo è un motivo per cui sempre secondo me la depressione deve rimanere fuori dalla legge sull'eutanasia (come accade con la proposta di legge italiana) o il suicidio assistito.

scusami IB ma parlo di un processo. richiede tempo, energia, dialettica. un ragazzo che ha delusione amorosa puo' lanciarsi d'impeto sotto un treno. capita. suicidi evitabili. se invece lo stesso ragazzo avviasse il processo per il suicidio assistito, alla fine non lo perderesti (se non fa da solo). sono proprio quei suicidi quelli piu' evitabili. io non porrei limiti all'accesso proprio perche' se no fanno da soli.
il tuo ragionamento è assolutamente condivisibile. Penso però che il ragazzo che si lancia d'impeto sotto il treno non lo potrai mai intercettare così come non potrai mai intercettare quei suicidi adulti che improvvisamente e senza alcun preavviso o sintomo visibile la fanno finita. Costoro non avvieranno mai un iter per il suicidio assistito.
Per gli altri, i depressi cronici con sintomi evidenti nel momento in cui chiedono la cura che per loro sarebbe la fine della sofferenza cioè la morte, nel rispetto dell'articolo 32 il medico psicoterapeuta - pur in presenza di una possibilità di cura - potrebbe fare ben poco se il suicidio assistito fosse previsto anche per questi casi.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: FatDanny - 03 Ott 2019, 13:15
Io sono favorevole all'eutanasia nella sua forma più estrema, ossia quella accessibile a tutti a prescindere dallo stato di salute, nei termini posti da DJ.
Sono convinto che questo eviterebbe diversi suicidi eseguiti da sé perché lasciati nella propria solitudine e per gli altri ci sarebbe la legittimità della propria sacrosanta scelta.
Io ammetto la possibilità che uno voglia razionalmente morire, anche fosse perché depresso, e se da questo stato non riesce ad uscire nemmeno tramite un percorso di aiuto piuttosto che tenergli su l'umore farmacologicamente a tutti i costi mi sembra più umano lasciarlo morire come da sua volontà.
L'accanimento non lo vedo solo nei casi di malati terminali.

Ah, tornando alle cazzate (ma fa ride) x vincelor, a cui non convincono i tortellini di pollo.
Ho verificato, la ricetta originaria dei tortellini (Bologna, 1790) è fatta con il pollo, non col maiale.
Forse sei tu a non convincere la tradizione :lol:
Tipico esempio di quando si maschera il razzismo con la tradizione, ma in realtà della tradizione non ci si interessa minimamente (ovviamente parlo del mentecatto, non di te vincelor)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: vaz - 03 Ott 2019, 13:18
tra l'altro Giovanni Rana so anni che commercializza i tortellini col pollo asado o col pollo al curry. nessuno me sembra gli abbia cacato il cazzo.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: FatDanny - 03 Ott 2019, 13:24
Il ragionamento sul depresso incapace di intendere e di volere in quanto depresso lo trovo pericoloso però.
Nel senso che apre la porta a varie incapacità di intendere e di volere conseguenziali ad un proprio stato.

Per me la capacità di intendere e di volere deve essere un qualcosa di delineato, specifico e quanto meno interpretabile (più è interpretabile più è estendibile).
Un depresso vede la realtà in modo sicuramente distorto, ma ciò non vuol dire necessariamente che non la intende.
Si può e deve fare un percorso di recupero, non dico di mettergli una siringa in mano appena manifesta la voglia di farla finita, ma se anche questo si rivela infruttuoso e l'intendimento resta lo stesso per me deve essere lasciato libero di uccidersi, perché a vivere di merda continua ad essere lui e non può essere condannato da altri a perpetrare tale situazione, a provarci comunque e a tutti i costi, o essere vincolato a dei farmaci.
Superato un costo/tentativo/percorso obbligatorio se insistere deve deciderlo lui.
Se lui, nonostante il percorso di "recupero", continua a ritenere la sua vita una merda non capisco perché non dovrebbe essere libero di decidere di farla finita.
Sempre nell'ottica e con il processo suggerito da DJ.
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 13:30

Io ammetto la possibilità che uno voglia razionalmente morire, anche fosse perché depresso, e se da questo stato non riesce ad uscire nemmeno tramite un percorso di aiuto piuttosto che tenergli su l'umore farmacologicamente a tutti i costi mi sembra più umano lasciarlo morire come da sua volontà.
L'accanimento non lo vedo solo nei casi di malati terminali.

anche il tuo ragionamento non fa una piega, perché non è certo agendo farmacologicamente sui sintomi che si risolve una depressione. Anzi, semmai il farmaco che si limita ad agire sull'umore potrebbe "confermare" al depresso la sua convinzione di essere incurabile. Spingendolo al suicidio.
Però IMHO va considerato che la psichiatria - diversamente da altre branche della medicina - è una scienza ancora in fieri, relativamente giovane e con tante questioni tuttora irrisolte (per es. l'organicismo - su cui lucrano le farmacologiche - è sempre più sull'orlo del "fallimento" non essendo mai riuscito a dimostrare l'origine biologica dei disagi psichici). Anche solo per questo terrei fuori le patologie mentali da una legge che si occupa di malattie terminali. Se c'è una sola possibilità che una persona possa essere curata, non si può parlare di malattia terminale. In più, come dicevo nel post precedente, per una persona depressa non si può mai parlare di libera scelta consapevole. Altrimenti non sarebbe depressa.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 03 Ott 2019, 13:34
il problema è che non si capisce perché, se la ratio è “ciascuno decide della sua vita”, il suicidio assistito debba essere circoscritto ai malati terminali.
qual è la logica? perché un vecchietto rimasto solo, o un’adolescente disperata, non dovrebbero poter “decidere della propria vita” anche loro?

Lo fanno senza assistenza . Non parlare di cose non vissute .

Altrimenti ti prendi del TdC .

Falla finita di insultare tra le righe .

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 03 Ott 2019, 13:35
E' piu' forte di te, non riesci a non insultare: falso, accuse a buffo, offesa bella e buona, parecchia confusione, lo fai appositamente, insinuazioni, chiarirti le idee. Sei il maestro dell'intolleranza. Onestamente non mi va di discutere in questo modo. Stai bene

Parte lesa . Spiace .

Percolazione per percolazione .

Fatela finita di fare le vittime .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 03 Ott 2019, 13:43
Chi parla di suicidio come una scelta facile , assistita o meno , è una emerita testa di catso .

Come una scelta da rendere difficile .

Ma che catso ne sapete ?

Ma ci siete passati ?

Ma avete mai sentito un malato con sofferenze immense , dire di un altro

Cit letterale : beato lui che ha aavuto il coraggio di farlo .

Avete mai il dubbio di non aver fatto abbastanza ?

Avete avuto la fortuna di essere chiamati dalla PS per un riconoscimento ?

Avete avuto la fortuna di avere incubi ?

Facile ? Ma andate a fare in culo .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 03 Ott 2019, 13:48
@davy, si parla di ragazze vecchietti perché ragazze e vecchietti sono le categorie che più si suicidano.
e poi io non liquiderei il ruolo dello stato con la possibilità di fare da soli.
mica tanto semplice; se volessi suicidarmi lo vorrei fare nel modo più dolce e dignitoso possibile

Ma di cosa parli ? Cosa ?

Sei come il prete che parli ed insegna sesso .

Senza sapere di cosa parla o magari riferendosi al sesso non consenziente con un bambino .

Dignitoso ? E quale sarebbe ? Nel momento in cui hai deciso e quando lo fai , possono passare anni o minuti . O magari diversi tentativi .

Stai zitto o mi incazzare sul serio .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 03 Ott 2019, 14:03
Paragonare dj Fabo ad una ragazzetta mollata dal fidanzato o al vecchietto rimasto solo o ad un malato di depressione o ciclotonico .

Vergognatevi . PdM .
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 14:17
Un abbraccio forte CDL61
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 14:28
A me sembra di essere stato rispettoso: il tema del "chi può accedere al suicidio assistito" è centrale, tanto è vero che nel topic si esprimono sensibilità ed opinioni molto differenti.

Certo che parlarne in questo topic, come se fosse l'ennesimo fronte di polemica "contro i preti" non aiuta. Suggerirei, se possibile, di spostare su altro topic apposito, se interessa discutere nel merito.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 03 Ott 2019, 14:48
A me sembra di essere stato rispettoso: il tema del "chi può accedere al suicidio assistito" è centrale, tanto è vero che nel topic si esprimono sensibilità ed opinioni molto differenti.

Certo che parlarne in questo topic, come se fosse l'ennesimo fronte di polemica "contro i preti" non aiuta. Suggerirei, se possibile, di spostare su altro topic apposito, se interessa discutere nel merito.

Tutto giusto, però non dimenticare che sei stato tu a far diventare questo topic l'ennesima esaltazione dei preti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 14:53
Tutto giusto, però non dimenticare che sei stato tu a far diventare questo topic l'ennesima esaltazione dei preti.

Secondo me il topic è buono per parlare del rapporto tra i preti e i temi che il salvinismo ha reso mainstream, "stop invasione" su tutti. Secondo me questo rapporto è totalmente ribaltato rispetto alla percezione di molti. Ed ho cercato di portare fatti oggettivi. Anche il parroco di Sora è un dato oggettivo, per carità.  È pieno il mondo di preti razzisti, fascisti, ecc.
Il topic dovrebbe servire a farne un bilancio, a capire come confrontarsi con gli uni e gli altri. Ed evitare di trasformarsi in chiesa buona, chiesa cattiva.

Detta altrimenti: ai fascisti gli piacerebbe ergersi a rappresentanti del cristianesimo in politica. Per fortuna non è così, per fortuna ci sono, a partire dal Papa, quelli che li contrastano.
Se però, anche chi avrebbe da rallegrarsi delle posizioni per l'accoglienza della chiesa continua la guerra ai preti *anche su questo tema* non fa altro che dare forza a quei fascisti che non vedono l'ora di impiccare il Papa.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 03 Ott 2019, 15:02
Secondo me il topic è buono per parlare del rapporto tra i preti e i temi che il salvinismo ha reso mainstream, "stop invasione" su tutti. Secondo me questo rapporto è totalmente ribaltato rispetto alla percezione di molti. Ed ho cercato di portare fatti oggettivi. Anche il parroco di Sora è un dato oggettivo, per carità.  È pieno il mondo di preti razzisti, fascisti, ecc.
Il topic dovrebbe servire a farne un bilancio, a capire come confrontarsi con gli uni e gli altri. Ed evitare di trasformarsi in chiesa buona, chiesa cattiva.

Una tua interpretazione, lecita.
Che alla "sparata" del parroco di Sora non ci siano state reazioni da parte della gerarchia ecclesiastica pari a quelle che avvengono su altri temi (omosessualità, gravidanza consapevole, eutanasia, privilegi economici, spazi di propaganda) mi sembra una posizione altrettanto lecita, che i molti esempi opposti che hai postato non intaccano. Ecco perché faccio fatica a dire che "ora" si sta andando fuori argomento, per me già era successo da un pezzo. Però spostare questi fuori argomento su altri topic ti riconosco che potrebbe essere corretto.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Il nostro Giorgione - 03 Ott 2019, 15:14
Una tua interpretazione, lecita.
Che alla "sparata" del parroco di Sora non ci siano state reazioni da parte della gerarchia ecclesiastica pari a quelle che avvengono su altri temi (omosessualità, gravidanza consapevole, eutanasia, privilegi economici, spazi di propaganda) mi sembra una posizione altrettanto lecita, che i molti esempi opposti che hai postato non intaccano. Ecco perché faccio fatica a dire che "ora" si sta andando fuori argomento, per me già era successo da un pezzo. Però spostare questi fuori argomento su altri topic ti riconosco che potrebbe essere corretto.

Non lo sappiamo, ufficialmente. Non possiamo escludere che la reazione si vericherà tra poco o che sia già stata avviata.

Io, ad esempio, mi aspetto che il parroco sia sollevato da incarichi pastorali e sia destinato a un luogo di meditazione e riflessione. Bergoglio, intanto, caccia a calci in culo altri cinque dipendenti infedeli dello SCV e affida a Pignatone - che, non so se lo sapete, non è nè "buono", né tanto accomodante - la presidenza del Tribunale Vaticano.
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 15:16
Sono d'accordo con JMM e MF ma forse salvini può aiutarci a rimanere in topic


(https://i.ibb.co/YpxwS7Q/70956931-3026285674111457-1215842689593901056-n.jpg)

Seriamente, siamo OT rispetto al post iniziale ma a me è sembrato che a un certo punto fossimo tacitamente tutti d'accordo a utilizzare questo topic per parlare di temi riguardo ai quali alcuni membri della Chiesa si addentrano come elefanti ciechi e zoppi in una cristalleria. Peace
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 15:29
Non lo sappiamo, ufficialmente. Non possiamo escludere che la reazione si vericherà tra poco o che sia già stata avviata.

Io, ad esempio, mi aspetto che il parroco sia sollevato da incarichi pastorali e sia destinato a un luogo di meditazione e riflessione. Bergoglio, intanto, caccia a calci in culo altri cinque dipendenti infedeli dello SCV e affida a Pignatone - che, non so se lo sapete, non è nè "buono", né tanto accomodante - la presidenza del Tribunale Vaticano.
Il Vaticano interviene in questo modo - cioè a posteriori, a grado zero e dando enorme pubblicità alla cosa - solo quando ormai non è più possibile risolvere "in privato" (leggasi "in segretezza") certe questioni. La polemica sul prete di Sora è rapidamente scomparsa dai radar dell'opinione pubblica, quindi al massimo si è beccato una ramanzina dal vescovo Antonazzo ;-) La meditazione e la riflessione nelle strutture protette è "riservata" ai sacerdoti che hanno crisi spirituali e/o un qualsiasi disagio interiore, agli alcolisti, agli omosessuali, ai pedofili. Personalmente in questi siti non ho mai riscontrato la presenza di ecclesiastici sospesi dal magistero per aver detto cose simili a quelle espresse del tizio di sora
Titolo: Re:Il
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 15:39
Seriamente, siamo OT rispetto al post iniziale ma a me è sembrato che a un certo punto fossimo tacitamente tutti d'accordo a utilizzare questo topic per parlare di temi riguardo ai quali alcuni membri della Chiesa si addentrano come elefanti ciechi e zoppi in una cristalleria. Peace

Vero, solo che per un tema come il fine vita forse sarebbe il caso di parlarne, per confrontarci  noi, fuori dagli "schieramenti". O meglio: facciamo pure polemica qui sui maledetti preti che vogliono mettere le nostre vite sotto tutela ma parliamo delle cose serie, vere, sul serio altrove.
Titolo: Re:Il
Inserito da: MisterFaro - 03 Ott 2019, 15:59
Vero, solo che per un tema come il fine vita forse sarebbe il caso di parlarne, per confrontarci  noi, fuori dagli "schieramenti". O meglio: facciamo pure polemica qui sui maledetti preti che vogliono mettere le nostre vite sotto tutela ma parliamo delle cose serie, vere, sul serio altrove.

Non ce la fai proprio a non mimetizzare il tuo estremismo (lecito) in moderatismo (lecito).
Utile per poi fare la vittima?
Titolo: Re:Il
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 16:02
Non ce la fai proprio a non mimetizzare il tuo estremismo (lecito) in moderatismo (lecito).
Utile per poi fare la vittima?

Guarda non so se più che altro non mi spiego o più che altro non ti capisco...
Titolo: Re:Il
Inserito da: MisterFaro - 03 Ott 2019, 16:10
Guarda non so se più che altro non mi spiego o più che altro non ti capisco...

O ti sei spiegato male e questa
Vero, solo che per un tema come il fine vita forse sarebbe il caso di parlarne, per confrontarci  noi, fuori dagli "schieramenti". O meglio: facciamo pure polemica qui sui maledetti preti che vogliono mettere le nostre vite sotto tutela ma parliamo delle cose serie, vere, sul serio altrove.
non è cogIionella verso chi ritiene un argomento serissimo e drammatico l'invadenza delle gerarchie ecclesiastiche nella vita delle persone

o non hai capito che io che io mi stessi riferendo a questa tua cogIionella.




PS:
La finta umiltà di dire che sono stato io a non spiegarmi o a non capire non mi va di usarla, scusatemi.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Ott 2019, 16:15
Maddai, ma non si può neanche scherzare.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 03 Ott 2019, 16:19
Maddai, ma non si può neanche scherzare.

Quindi avevi capito.
Ok.
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 03 Ott 2019, 18:06
(http://giphygifs.s3.amazonaws.com/media/dVDwdcgzgVM9W/giphy.gif)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 04 Ott 2019, 03:50
Certo!
Gli errori che rilevo:
  • fare tutto un calderone unico di tutte le posizioni espresse di critica all'operato e alle finalità delle gerarchie cattoliche
  • ignorare che l'8xmille nasce per la Chiesa Cattolica, sempre perché un accordo internazionale firmato 90anni fa tra due dittature obbliga ancora una Repubblica a dover risarcire solo una delle dittature che dominavano sull territorio italiano 140-150 anni fa. Poi, a forza di battaglie per la parità delle varie confessioni religiose, è stata estesa anche ad altre. Inoltre la Chiesa Cattolica effettua molta pubblicità per attirare finanziamenti tramite questo canale. Da uno studio della Corte dei conti emerse che in quindici anni, dal 1998 al 2013 - la Chiesa cattolica ha investito quasi 64 milioni di euro in inserzioni pubblicitarie sulla sola Rai; una cifra spesa non per aumentare la quota destinata a  scopi religiosi o caritativi (gli scopi previsti per le confessioni religiose) e a scopi sociali o assistenziali (quelli previsti per la quota destinata allo Stato) ma per sottrarla agli altri potenziali destinatari. Una cifra che spinse la stessa Corte dei conti a parlare di un "mercato del solidarismo". Ma fino a qui stiamo nell'ambito dei diritti di un soggetto di massimizzare i profitti. Una delle anomalie che creano il privilegio sta nel fatto che invece lo Stato italiano - che pure avrebbe bisogno di questo aiuto - non si impegna per convincere i contribuenti. Tanto che un obiettivo molto sentito dagli italiani, la ristrutturazione delle scuole, che la legge prevede che sia finanziata anche dall'8 per mille non è mai stato oggetto di quella intensa "campagna promozionale" che la Presidenza del Consiglio si è a parole più volte impegnata a lanciare. L'effetto è una "marginalizzazione della iniziativa pubblica che ha compromesso la possibilità di ottenere maggiori introiti. ... in violazione dei principi di buon andamento, efficienza, efficacia della pubblica amministrazione" (sempre da documenti della Corte dei conti, sorpresa dalla timidezza dei nostri governi e che manifesta altre perplessità: contesta allo Stato italiano di essere sleale quando impiega i soldi che riceve dall'8 per mille, in diversi anni la quota è stata destinata a tutti altri scopi rispetto a quelli sociali e assistenziali previsti dalla legge base, anche scopi in conflitto con questi come il finanziamento di missioni di guerra, ha rilevato irregolarità da parte dei caf nel compilare il quesito e nel condizionare la scelta dei contribuenti,...). Insomma lo Stato, il maggior competitor della Chiesa cattolica, mostra "disinteresse" per questo sostegno, al punto che i contributi in suo favore si sono "drasticamente ridotti" negli anni. Cittadini laici nello spirito, contrari a sostenere una confessione religiosa, non trovano così una "valida alternativa" in campo. Vorrebbero destinare "una parte della imposta sul reddito" a cause "sociali e umanitarie". Ma questo sentimento - osserva la Corte - è "frustrato". E produce maggiori entrate per la Chiesa cattolica.
  • sul fine vita hai ragione che è un argomento complesso e delicato, però anche non legiferare in merito significa condizionare la vita di altri
Grazie MF. Sul primo punto hai ragione, ho provato a sintetizzare una serie di considerazioni su cio' che avevo letto e non ha funzionato. Meglio rispondere punto per punto.
Sul secondo punto, posso essere d'accordo con te sulla genesi, trattasi comunque di un contributo volontario. Poi, ma e' una riflessione senza base fattuale, l'8 per mille che potrebbe andare allo Stato non sarebbe sottratto a quello che va alla Chiesa cattolica. Essendo una scelta, provo a immaginare che chi la fa sia consapevole pienamente e intende destinare quei fondi proprio in quella direzione. Un maggiore impegno a pubblicizzare l'8 per mille per lo Stato porterebbe probabilmente un maggior flusso di fondi verso gli obiettivi che tu indichi, ma non necessariamente a scapito dell'8 per mille destinato alla Chiesa, imho.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 04 Ott 2019, 04:04
Io sono favorevole all'eutanasia nella sua forma più estrema, ossia quella accessibile a tutti a prescindere dallo stato di salute, nei termini posti da DJ.
Sono convinto che questo eviterebbe diversi suicidi eseguiti da sé perché lasciati nella propria solitudine e per gli altri ci sarebbe la legittimità della propria sacrosanta scelta.
Io ammetto la possibilità che uno voglia razionalmente morire, anche fosse perché depresso, e se da questo stato non riesce ad uscire nemmeno tramite un percorso di aiuto piuttosto che tenergli su l'umore farmacologicamente a tutti i costi mi sembra più umano lasciarlo morire come da sua volontà.
L'accanimento non lo vedo solo nei casi di malati terminali.

Ah, tornando alle cazzate (ma fa ride) x vincelor, a cui non convincono i tortellini di pollo.
Ho verificato, la ricetta originaria dei tortellini (Bologna, 1790) è fatta con il pollo, non col maiale.
Forse sei tu a non convincere la tradizione :lol:
Tipico esempio di quando si maschera il razzismo con la tradizione, ma in realtà della tradizione non ci si interessa minimamente (ovviamente parlo del mentecatto, non di te vincelor)
I tortellini con il pollo, beninteso da un punto di vista meramente culinario, continuano a non convincermi. Saranno pure la ricetta originaria, ma mantengo tutti i miei dubbi.
La tua posizione sulla decisione di porre termine alla propria vita mi ha sorpreso. La solitudine e altri disagi sociali forti vanno combattuti (non mi permetto di spiegare a te il concetto di alienazione). La depressione (non ho competenze in materia se non quella comune a molti di avere visto casi in famiglia) se puo' essere combattuta farmacologicamente perche' no? Se e' una malattia, puo' essere affrontata come le altre con l'aiuto dei farmaci. Non lo so, le posizioni libertarie in questo campo non mi convincono. Non voglio aprire un OT, ma allora perche' no alla vendita di organi, un rene, un occhio?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: FatDanny - 04 Ott 2019, 10:08
Se non ti convince a livello culinario non lo fare, ma mi sembra una questione del tutto irrilevante. A me non convince la cipolla nella amatriciana ma non ne faccio tema di importanza pubblica.

2) Perché la vendita in una società di mercato apre a tutte le possibilità dovute al ricatto del lavoro salariato e delle privazioni conseguenti (quindi al fatto che in uno stato di indigenza colmi con la vendita quel che non ti garantisce la società).

3) ma infatti torno a dire che il primo obiettivo dovrebbe essere quello della cura e del recupero.
Ti dirò di più: a mio avviso il supporto psicologico dovrebbe essere un qualcosa garantito a tutt* dal welfare, alla pari delle cure fisiche. Il fatto che ciò non avvenga non solo è causa di enormi sofferenze per molti che non possono permettersi di pagare, ma anche da un punto di vista utilitaristico è causa di svariati crimini di sangue che potrebbero essere prevenuti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: nestorburma - 04 Ott 2019, 10:09
[...] Un maggiore impegno a pubblicizzare l'8 per mille per lo Stato porterebbe probabilmente un maggior flusso di fondi verso gli obiettivi che tu indichi, ma non necessariamente a scapito dell'8 per mille destinato alla Chiesa, imho.

E invece si.
Meno della metà dei contribuenti esprime una scelta e di questi 8 su 10 scelgono la chiesa cattolica. La truffa [...] risiede nel fatto che anche chi non ha scelto devolve l'otto per mille, a chi?  Questa quota viene divisa proporzionalmente sulla base delle dichiarazioni in cui la scelta è espressa, quindi la chiesa cattolica si ciuccia l'ottanta per cento del cucuzzaro, ovvio che tale quota scenderebbe se molti di più scegliessero di destinare il proprio 8x1000 allo stato italiano.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 04 Ott 2019, 10:13
Hai ragione. Non lo sapevo, confesso la mia ignoranza. Pensavo che venisse incamerato dallo Stato. Avete ragione tu e MF
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 11:27
Hai ragione. Non lo sapevo, confesso la mia ignoranza. Pensavo che venisse incamerato dallo Stato. Avete ragione tu e MF
;)




E invece si.
Meno della metà dei contribuenti esprime una scelta e di questi 8 su 10 scelgono la chiesa cattolica. La truffa [...] risiede nel fatto che anche chi non ha scelto devolve l'otto per mille, a chi?  Questa quota viene divisa proporzionalmente sulla base delle dichiarazioni in cui la scelta è espressa, quindi la chiesa cattolica si ciuccia l'ottanta per cento del cucuzzaro, ovvio che tale quota scenderebbe se molti di più scegliessero di destinare il proprio 8x1000 allo stato italiano.
Per precisione aggiungo che alcune confessioni hanno rinunciato ad accedere alla quota che gli spetterebbe del "non espresso"
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Gio - 04 Ott 2019, 11:35
E invece si.
Meno della metà dei contribuenti esprime una scelta e di questi 8 su 10 scelgono la chiesa cattolica. La truffa [...] risiede nel fatto che anche chi non ha scelto devolve l'otto per mille, a chi?  Questa quota viene divisa proporzionalmente sulla base delle dichiarazioni in cui la scelta è espressa, quindi la chiesa cattolica si ciuccia l'ottanta per cento del cucuzzaro, ovvio che tale quota scenderebbe se molti di più scegliessero di destinare il proprio 8x1000 allo stato italiano.

E invece si.
Meno della metà dei contribuenti esprime una scelta e di questi 8 su 10 scelgono la chiesa cattolica. La truffa [...] risiede nel fatto che anche chi non ha scelto devolve l'otto per mille, a chi?  Questa quota viene divisa proporzionalmente sulla base delle dichiarazioni in cui la scelta è espressa, quindi la chiesa cattolica si ciuccia l'ottanta per cento del cucuzzaro, ovvio che tale quota scenderebbe se molti di più scegliessero di destinare il proprio 8x1000 allo stato italiano.
Perché é una truffa?
È un meccanismo chiaro previsto da una legge dello stato che destina l'otto per mille del gettito fiscale complessivo (e non di quelli che esercitano la scelta) a scopi di interesse sociale  o religioso. Assolutamente equo perché attribuisce  le risorse in proporzione alle scelte dei contribuenti e, dunque, a beneficio, in condizioni di paritá, di tutti quelli che concorrono all'otto per mille. Inoltre ciascun contribuente puó esercitare la propria scelta liberamente. E se non lo fa le conseguenze sono chiare e determinate prima. Se poi i contribuenti cattolici esercitano la scelta in maggioranza rispetto agli altri, questo é il frutto di una precisa volontá nell'esercizio di un diritto, non una truffa.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 11:54
Perché é una truffa?
È un meccanismo chiaro previsto da una legge dello stato che destina l'otto per mille del gettito fiscale complessivo (e non di quelli che esercitano la scelta) a scopi di interesse sociale  o religioso. Assolutamente equo perché attribuisce  le risorse in proporzione alle scelte dei contribuenti e, dunque, a beneficio, in condizioni di paritá, di tutti quelli che concorrono all'otto per mille. Inoltre ciascun contribuente puó esercitare la propria scelta liberamente. E se non lo fa le conseguenze sono chiare e determinate prima. Se poi i contribuenti cattolici esercitano la scelta in maggioranza rispetto agli altri, questo é il frutto di una precisa volontá nell'esercizio di un diritto, non una truffa.

Non so se consideri sciocchezze le spiegazioni (suffragate dalla Corte dei conti) che ho scritto un paio di pagine fa o se semplicemente non le hai lette. In ogni caso le riporto:

 la Chiesa Cattolica effettua molta pubblicità per attirare finanziamenti tramite questo canale. Da uno studio della Corte dei conti emerse che in quindici anni, dal 1998 al 2013 - la Chiesa cattolica ha investito quasi 64 milioni di euro in inserzioni pubblicitarie sulla sola Rai; una cifra spesa non per aumentare la quota destinata a  scopi religiosi o caritativi (gli scopi previsti per le confessioni religiose) e a scopi sociali o assistenziali (quelli previsti per la quota destinata allo Stato) ma per sottrarla agli altri potenziali destinatari. Una cifra che spinse la stessa Corte dei conti a parlare di un "mercato del solidarismo". Ma fino a qui stiamo nell'ambito dei diritti di un soggetto di massimizzare i profitti. Una delle anomalie che creano il privilegio sta nel fatto che invece lo Stato italiano - che pure avrebbe bisogno di questo aiuto - non si impegna per convincere i contribuenti. Tanto che un obiettivo molto sentito dagli italiani, la ristrutturazione delle scuole, che la legge prevede che sia finanziata anche dall'8 per mille non è mai stato oggetto di quella intensa "campagna promozionale" che la Presidenza del Consiglio si è a parole più volte impegnata a lanciare. L'effetto è una "marginalizzazione della iniziativa pubblica che ha compromesso la possibilità di ottenere maggiori introiti. ... in violazione dei principi di buon andamento, efficienza, efficacia della pubblica amministrazione" (sempre da documenti della Corte dei conti, sorpresa dalla timidezza dei nostri governi e che manifesta altre perplessità: contesta allo Stato italiano di essere sleale quando impiega i soldi che riceve dall'8 per mille, in diversi anni la quota è stata destinata a tutti altri scopi rispetto a quelli sociali e assistenziali previsti dalla legge base, anche scopi in conflitto con questi come il finanziamento di missioni di guerra, ha rilevato irregolarità da parte dei caf nel compilare il quesito e nel condizionare la scelta dei contribuenti,...). Insomma lo Stato, il maggior competitor della Chiesa cattolica, mostra "disinteresse" per questo sostegno, al punto che i contributi in suo favore si sono "drasticamente ridotti" negli anni. Cittadini laici nello spirito, contrari a sostenere una confessione religiosa, non trovano così una "valida alternativa" in campo. Vorrebbero destinare "una parte della imposta sul reddito" a cause "sociali e umanitarie". Ma questo sentimento - osserva la Corte - è "frustrato". E produce maggiori entrate per la Chiesa cattolica.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Gio - 04 Ott 2019, 12:06
Non so se consideri sciocchezze le spiegazioni (suffragate dalla Corte dei conti) che ho scritto un paio di pagine fa o se semplicemente non le hai lette. In ogni caso le riporto:

 la Chiesa Cattolica effettua molta pubblicità per attirare finanziamenti tramite questo canale. Da uno studio della Corte dei conti emerse che in quindici anni, dal 1998 al 2013 - la Chiesa cattolica ha investito quasi 64 milioni di euro in inserzioni pubblicitarie sulla sola Rai; una cifra spesa non per aumentare la quota destinata a  scopi religiosi o caritativi (gli scopi previsti per le confessioni religiose) e a scopi sociali o assistenziali (quelli previsti per la quota destinata allo Stato) ma per sottrarla agli altri potenziali destinatari. Una cifra che spinse la stessa Corte dei conti a parlare di un "mercato del solidarismo". Ma fino a qui stiamo nell'ambito dei diritti di un soggetto di massimizzare i profitti. Una delle anomalie che creano il privilegio sta nel fatto che invece lo Stato italiano - che pure avrebbe bisogno di questo aiuto - non si impegna per convincere i contribuenti. Tanto che un obiettivo molto sentito dagli italiani, la ristrutturazione delle scuole, che la legge prevede che sia finanziata anche dall'8 per mille non è mai stato oggetto di quella intensa "campagna promozionale" che la Presidenza del Consiglio si è a parole più volte impegnata a lanciare. L'effetto è una "marginalizzazione della iniziativa pubblica che ha compromesso la possibilità di ottenere maggiori introiti. ... in violazione dei principi di buon andamento, efficienza, efficacia della pubblica amministrazione" (sempre da documenti della Corte dei conti, sorpresa dalla timidezza dei nostri governi e che manifesta altre perplessità: contesta allo Stato italiano di essere sleale quando impiega i soldi che riceve dall'8 per mille, in diversi anni la quota è stata destinata a tutti altri scopi rispetto a quelli sociali e assistenziali previsti dalla legge base, anche scopi in conflitto con questi come il finanziamento di missioni di guerra, ha rilevato irregolarità da parte dei caf nel compilare il quesito e nel condizionare la scelta dei contribuenti,...). Insomma lo Stato, il maggior competitor della Chiesa cattolica, mostra "disinteresse" per questo sostegno, al punto che i contributi in suo favore si sono "drasticamente ridotti" negli anni. Cittadini laici nello spirito, contrari a sostenere una confessione religiosa, non trovano così una "valida alternativa" in campo. Vorrebbero destinare "una parte della imposta sul reddito" a cause "sociali e umanitarie". Ma questo sentimento - osserva la Corte - è "frustrato". E produce maggiori entrate per la Chiesa cattolica.
Il fatto che i contribuenti cattolici lo utilizzino meglio, non rende il meccanismo una truffa (che é l'affermazione da cui dissentivo). Per me, poi, utilizzare bene uno strumento che offre la legge é un merito, ma é opinione mia.
A tal punto, peraltro, il meccanismo é equo, e non truffaldino, che la Corte dei Conti, invita lo stato italiano ad utilizzarlo meglio.  Se i contribuenti destinassero in maggioranza allo stato l'otto per mille, la parte su cui la scelta non é esercitata andrebbe in maggioranza allo stato. Lo trovo molto equo.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 12:12
Il fatto che i contribuenti cattolici lo utilizzino meglio, non rende il meccanismo una truffa (che é l'affermazione da cui dissentivo). Per me, poi, utilizzare bene uno strumento che offre la legge é un merito, ma é opinione mia.
A tal punto, peraltro, il meccanismo é equo, e non truffaldino, che la Corte dei Conti, invita lo stato italiano ad utilizzarlo meglio.  Se i contribuenti destinassero in maggioranza allo stato l'otto per mille, la parte su cui la scelta non é esercitata andrebbe in maggioranza allo stato. Lo trovo molto equo.

Ok, pensi che siano sciocchezze le motivazioni da me riportate (e suffragate dalla Corte dei conti).

Chissà perché lo Stato non fa informazione che farebbe concorrenza alla Chiesa Cattolica?

Sicuramente sarà perché non ha bisogno di quei soldi essendo perfettamente in grado di offrire servizi ai cittadini, compresa la manutenzione degli edifici scolastici. Stupido io a non pensarci
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Gio - 04 Ott 2019, 12:28
Ok, pensi che siano sciocchezze le motivazioni da me riportate (e suffragate dalla Corte dei conti).

Chissà perché lo Stato non fa informazione che farebbe concorrenza alla Chiesa Cattolica?

Sicuramente sarà perché non ha bisogno di quei soldi essendo perfettamente in grado di offrire servizi ai cittadini, compresa la manutenzione degli edifici scolastici. Stupido io a non pensarci
Questo é un altro discorso. Ed é un problema dello stato, non dei contribuenti, men che meno di quelli cattolici. Non entro nel merito, nel quale ovviamente non sono d'accordo con te, né con la Corte dei Conti,  perché sono discussioni giá fatte e rifatte e le reciproche argomentazioni sono note. Mi perdonerai per questo. Ed in ogni caso non ho mai usato la parola sciocchezze che sei tu a mettermi in bocca. Sono visioni differenti.

Io, oggi,  dissentivo solo riguardo l'affermazione che il meccanismo previsto dalla legge (attribuzione della quota di gettito su cui non si esercita la scelta in proporzione alle scelte effettuate) sia una truffa. É un meccanismo molto chiaro, equo e non discriminatorio previsto dalla legge a beneficio di tutti i soggetti che concorrono all'otto per mille.
Titolo: Re: clericofascismo
Inserito da: carib - 04 Ott 2019, 12:34
In realtà che L'OTTOPERMILLE sia un meccanismo che quanto meno penalizza lo Stato è affermato la Corte dei conti. A memoria conto almeno le ultime cinque Relazioni annuali della Cdc, nelle quali i giudici contabili "invitano" (inutilmente) i vari governi che si sono succeduti a rivedere la formula del meccanismo di ripartizione* oltre che a informare i contribuenti che l'inespresso NON va allo Stato ma viene ripartito alle confessioni beneficiarie in una quota proporzionale all'"espresso". E' bene ricordare che con questo giochetto la Chiesa finisce per incassare circa l'80% dell'8permille quando in realtà i contribuenti che firmano in suo favore non arrivano mai al 35%. Non sarà una truffa ma è certamente una furbata...

*l'8permille - un meccanismo che affonda le proprie radici nella germania nazista - venne elucubrato da Tremonti nel 1984. Ufficialmente lo scopo principale era quello di sostenere la Chiesa nelle azioni di solidarietà e coprire i costi di gestione del personale ecclesiastico. In realtà, con il tempo e la crisi delle vocazioni, la voce del sostentamento al clero si è sempre più assottigliata e oggi corrisponde più o meno al 40% del totale, mentre l'altra voce non arriva a 1/3 (http://). Risultato: è cresciuta notevolmente la parte accantonata per Esigenze di culto e pastorale (355mila euro nel 2018). Nel rendiconto della Cei, se avete un minuto fateci caso, questa è la parte dove compaiono una serie di voci generiche in cui è facile far rientrare di tutto.
Riguardo questa parte del rendiconto io mi sono occupato dell'unica voce ben definita: Tribunali ecclesiastici. E' stato come fare un viaggio nel tempo.... a ritroso ovviamente. Penso che i contribuenti debbano sapere che parte dei loro soldi finanziano non solo l'Inquisizione ma i luoghi in cui si tenta in ogni modo di sottrarre i preti pedofili all'azione della magistratura civile. Il tutto ovviamente - come direbbe qualcuno - nel rispetto della legge e di un trattato internazionale di marca CLERICOFASCISTA.

In ogni caso è bene ricordare che il miliardo dell'ottopermille è solo un settimo della somma che il contribuente italiano versa alla Chiesa sotto varie forme direttamente o indirettamente.

edit: vedo che MF ha già scritto più o meno le stesse cose
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: er polipo - 04 Ott 2019, 12:39
Questo é un altro discorso. Ed é un problema dello stato, non dei contribuenti, men che meno di quelli cattolici. Non entro nel merito, nel quale ovviamente non sono d'accordo con te, né con la Corte dei Conti,  perché sono discussioni giá fatte e rifatte e le reciproche argomentazioni sono note. Mi perdonerai per questo. Ed in ogni caso non ho mai usato la parola sciocchezze che sei tu a mettermi in bocca. Sono visioni differenti.

Io, oggi,  dissentivo solo riguardo l'affermazione che il meccanismo previsto dalla legge (attribuzione della quota di gettito su cui non si esercita la scelta in proporzione alle scelte effettuate) sia una truffa. É un meccanismo molto chiaro, equo e non discriminatorio previsto dalla legge a beneficio di tutti i soggetti che concorrono all'otto per mille.

Ma in tutto 'sto discorso, non vi viene poi minimamente il dubbio che la gente, molto semplicemente, si fidi piu' della Chiesa Cattolica, pur con tutte le sue manchevolezze e scandali, che di questo Stato, almeno per quel che riguarda la parte "solidaristica" delle proprie attivita' di pertinenza?

No, cosi', per dire, eh...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 04 Ott 2019, 12:45
Se non ti convince a livello culinario non lo fare, ma mi sembra una questione del tutto irrilevante. A me non convince la cipolla nella amatriciana ma non ne faccio tema di importanza pubblica.

2) Perché la vendita in una società di mercato apre a tutte le possibilità dovute al ricatto del lavoro salariato e delle privazioni conseguenti (quindi al fatto che in uno stato di indigenza colmi con la vendita quel che non ti garantisce la società).

3) ma infatti torno a dire che il primo obiettivo dovrebbe essere quello della cura e del recupero.
Ti dirò di più: a mio avviso il supporto psicologico dovrebbe essere un qualcosa garantito a tutt* dal welfare, alla pari delle cure fisiche. Il fatto che ciò non avvenga non solo è causa di enormi sofferenze per molti che non possono permettersi di pagare, ma anche da un punto di vista utilitaristico è causa di svariati crimini di sangue che potrebbero essere prevenuti.
D'accordo con te, l'idea che ci si possa vendere un rene per arrivare a fine mese, o anno, mi fa orrore. E d'accordo sul welfare psicologico, credo che sia un segno di grandissima civilta'
Titolo: Re: clericofascismo
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 13:05
...
 A memoria conto almeno le ultime cinque Relazioni annuali della Cdc, nelle quali i giudici contabili "invitano" (inutilmente) i vari governi che si sono succeduti a rivedere la formula del meccanismo di ripartizione* oltre che a informare i contribuenti che l'inespresso NON va allo Stato ma viene ripartito alle confessioni beneficiarie in una quota proporzionale all'"espresso".
...

Il fatto che neanche un cittadino attento e informato come Vincelor non lo sapeva prima di leggero in questa chiacchierata è un indicatore della "censura" su questo aspetto

(Vinc, sono serio non ti sto prendendo in giro, il fatto che non siamo d'accordo su alcuni aspetti non significa niente)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 04 Ott 2019, 13:12
non è così, ve l’ho spiegato 1000 volte
quando firmi non stai dando la TUA parte, altrimenti berlusconi varrebbe infinitamente di più della sora gina
berlusconi e gina contano uguale nel definire le percentuali
chi non si esprime non conta
come per il  parlamento
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 13:15
Questo é un altro discorso. Ed é un problema dello stato, non dei contribuenti, men che meno di quelli cattolici. Non entro nel merito, nel quale ovviamente non sono d'accordo con te, né con la Corte dei Conti,  perché sono discussioni giá fatte e rifatte e le reciproche argomentazioni sono note. Mi perdonerai per questo. Ed in ogni caso non ho mai usato la parola sciocchezze che sei tu a mettermi in bocca. Sono visioni differenti.

Io, oggi,  dissentivo solo riguardo l'affermazione che il meccanismo previsto dalla legge (attribuzione della quota di gettito su cui non si esercita la scelta in proporzione alle scelte effettuate) sia una truffa. É un meccanismo molto chiaro, equo e non discriminatorio previsto dalla legge a beneficio di tutti i soggetti che concorrono all'otto per mille.

Non capisco cosa altro siano le truffe allora. Truffare significa proprio raggiungere obiettivi mediante falsificazioni o raggiri. Falsificazioni e raggiri documentati da atti della Corte dei conti.




PS Sull'uso del termine "sciocchezze":
non mi ero offeso, so bene che non me lo hai detto. Però se entri in una discussione dicendo che non capisci perché vengano sostenute certe posizioni ignorando le spiegazioni che sono state date a supporto di quelle posizioni, stai automaticamente derubricando quelle spiegazioni a "sciocchezze". Altro è se le contesti, come dopo hai cominciato a fare  ;)
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 04 Ott 2019, 13:17


3) ma infatti torno a dire che il primo obiettivo dovrebbe essere quello della cura e del recupero.
Ti dirò di più: a mio avviso il supporto psicologico dovrebbe essere un qualcosa garantito a tutt* dal welfare, alla pari delle cure fisiche. Il fatto che ciò non avvenga non solo è causa di enormi sofferenze per molti che non possono permettersi di pagare, ma anche da un punto di vista utilitaristico è causa di svariati crimini di sangue che potrebbero essere prevenuti.
C'è una legge che dal 1978 lo prevede. Il problema è che una certa parte della sinistra - quella che fece di quella legge il suo cavallo di battaglia - è ancora oggi convinta che la malattia mentale sia una forma di libera espressione e non una sofferenza (che può diventare insostenibile, e quindi dove sarebbe 'sta libertà? Boh) da affrontare con terapie valide. Quindi ancora oggi c'è chi crede e sostiene che sia bastato chiudere i manicomi per eliminare la malattia. In realtà sono stati eliminati fisicamente i malati: a migliaia si sono suicidati essendo stato abbandonati a se stessi oppure rimandati nelle famiglie che ovviamente non avevano la formazione necessaria per assistere e curare tanto meno per "convivere" con chi soffre di serie patologie mentali. I manicomi andavano chiusi essendo solo delle carceri in cui tutto si faceva tranne che curare chi aveva bisogno. Ma al contempo lo Stato aveva l'obbligo di fornire a quei malati la cura e l'assistenza necessarie. Purtroppo quei poveri malati sono rimasti vittime di due ideologie sgangherate. Da una parte chi appunto pensava che liberandoli tutto si sarebbe risolto, dall'altra c'è invece chi crede che la malattia (qualsiasi malattia) sia una punizione divina, o un dono, a seconda se il malato è vivo o morto. Quindi, la logica vuole, che senso ha spendere dei soldi pubblici per assisterli e curarli? Che senso ha spendere dei soldi pubblici per fare ricerca psichiatrica? Che senso ha spendere dei soldi pubblici per formare degli psichiatri-psicologi e psicoterapeuti validi? Tanto più non ha senso - per costoro - se ci sono dei farmaci che riescono a tenere a bada quelli che si agitano più del dovuto...

Fine dello sfogo.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 13:19
Ma in tutto 'sto discorso, non vi viene poi minimamente il dubbio che la gente, molto semplicemente, si fidi piu' della Chiesa Cattolica, pur con tutte le sue manchevolezze e scandali, che di questo Stato, almeno per quel che riguarda la parte "solidaristica" delle proprie attivita' di pertinenza?

No, cosi', per dire, eh...

Il fatto che questa gente che dici tu sta in quel circa 40% che appunto indica la Chiesa Cattolica non viene in mente a te?

sempre così per dire, eh...
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 13:19
non è così, ve l’ho spiegato 1000 volte
quando firmi non stai dando la TUA parte, altrimenti berlusconi varrebbe infinitamente di più della sora gina
berlusconi e gina contano uguale nel definire le percentuali
chi non si esprime non conta
come per il  parlamento

sbagliato topic?
Titolo: Re: clericofascismo
Inserito da: Vincelor - 04 Ott 2019, 13:43
Il fatto che neanche un cittadino attento e informato come Vincelor non lo sapeva prima di leggero in questa chiacchierata è un indicatore della "censura" su questo aspetto

(Vinc, sono serio non ti sto prendendo in giro, il fatto che non siamo d'accordo su alcuni aspetti non significa niente)
Non mi sono sentito preso in giro e mi piace discutere con te proprio perche' su alcuni argomenti non la vediamo allo stesso modo. Normalmente discuto proprio con chi non la pensa come me
Titolo: Re: clericofascismo
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 13:57
Non mi sono sentito preso in giro e mi piace discutere con te proprio perche' su alcuni argomenti non la vediamo allo stesso modo. Normalmente discuto proprio con chi non la pensa come me

 :up:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Gio - 04 Ott 2019, 14:32
Non capisco cosa altro siano le truffe allora. Truffare significa proprio raggiungere obiettivi mediante falsificazioni o raggiri. Falsificazioni e raggiri documentati da atti della Corte dei conti.



PS Sull'uso del termine "sciocchezze":
non mi ero offeso, so bene che non me lo hai detto. Però se entri in una discussione dicendo che non capisci perché vengano sostenute certe posizioni ignorando le spiegazioni che sono state date a supporto di quelle posizioni, stai automaticamente derubricando quelle spiegazioni a "sciocchezze". Altro è se le contesti, come dopo hai cominciato a fare  ;)

Non capisco cosa altro siano le truffe allora. Truffare significa proprio raggiungere obiettivi mediante falsificazioni o raggiri. Falsificazioni e raggiri documentati da atti della Corte dei conti.




PS Sull'uso del termine "sciocchezze":
non mi ero offeso, so bene che non me lo hai detto. Però se entri in una discussione dicendo che non capisci perché vengano sostenute certe posizioni ignorando le spiegazioni che sono state date a supporto di quelle posizioni, stai automaticamente derubricando quelle spiegazioni a "sciocchezze". Altro è se le contesti, come dopo hai cominciato a fare  ;)

Peró, visto che ci tieni a puntualizzare, tu stai ignorando che io stavo rispondendo non a te, ma ad un topic che sosteneva (piú o meno, non vado a rileggere) che la truffa stava nel meccanismo di ripartizione della parte di gettito per la quale i contribuenti non esercitano la scelta.
Né ho mai detto di non aver capito qualcosa. Ho semplicemente chiesto perché questo meccanismo é una truffa.
Tutto bene, comunque. ;)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 04 Ott 2019, 15:12
Dov'e' la truffa ?

Quando un netter dice :

"MADDAI STAVO SCHERZANDO "

ed un altro dice :

"NON LO SAPEVO"

In mezzo il truffatore ci sguazza come il maiale nella sua merda .

Il problema non e' di chi ruba ma di chi si lascia derubare .

Per proprio tornaconto politico .

Per essere scorretti e volgari e/o peggio : fanno i froci col culo degli altri .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 04 Ott 2019, 15:36
Ma esattamente che problemi hai?
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 04 Ott 2019, 15:47
Non mi pare che abbia dei problemi. Sta "solo" dicendo quel che la Corte dei conti dice da anni con altre parole. E cioè che lo Stato italiano per mezzo dei suoi rappresentanti al governo si lascia deliberatamente derubare tramite il meccanismo dell'ottopermille. E che per poterlo fare - poiché si tratta di soldi nostri - deve poter contare su dei cittadini disinformati (che sono tanti) e su altri informati ma capaci di fare i finti tonti (sono molti meno ma danno il loro contributo determinante affinché se ne parli poco e male). Tutto qua.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: er polipo - 04 Ott 2019, 16:35
Il fatto che questa gente che dici tu sta in quel circa 40% che appunto indica la Chiesa Cattolica non viene in mente a te?

sempre così per dire, eh...

Eh no, a meno che tu non stia invece affermando di essere piu' intelligente di quel 60% di persone che, non indicando alcuna preferenza, implicitamente, per la legge, ti dicono di essere d'accordo a ripartire quei soldi secondo quanto previsto da quel 40%.
Ribadisco, a sinistra sempre con la presunzione d'essere più intelligenti degli altri, eh? quando avrete la maggioranza, arivedete i trattati e l'otto per mille. Fino ad allora, però, rispettate il popolo.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 16:41
Eh no, a meno che tu non stia invece affermando di essere piu' intelligente di quel 60% di persone che, non indicando alcuna preferenza, implicitamente, per la legge, ti dicono di essere d'accordo a ripartire quei soldi secondo quanto previsto da quel 40%.
Ribadisco, a sinistra sempre con la presunzione d'essere più intelligenti degli altri, eh? quando avrete la maggioranza, arivedete i trattati e l'otto per mille. Fino ad allora, però, rispettate il popolo.

eh?  :o

Vabbe', ti andava di fare la scoattata.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 04 Ott 2019, 17:08
Il punto è quello però: perché presupponete che chi non sceglie tra stato e chiesa vada attribuito allo stato? Con quale criterio?

Ci sono DUE caselle (oltre alle altre religioni)
[ ] stato
[ ] chiesa

Perché, secondo voi, chi non sceglie nessuno delle due deve essere attribuito ad una delle caselle, lo stato?
Si ripartisce invece proporzionalmente, a me sembra l'unica cosa equa.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 04 Ott 2019, 17:46
Perché non "costringi" a rispondere  ?
Perché ci sono persone non informate ?
Perché silenzio totale ?

Perché c'è gente che mi insulta per aver riportato la situazione da lui stesso descritta ?

Perché Vi fa comodo .

E continuate a fare la figura dei parte lesa .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: giovannidef - 04 Ott 2019, 17:50
mi sembra evidente che se lo stato non mostra nessun interesse ad aumentare la sua quota di preferenze (io non ho mai visto una pubblicità per l'8 per mille allo stato) ci sia quantomeno un tacito accordo
c'è mai stata una risposta alle critiche della corte dei conti da parte degli organi dello stato preposti all'utilizzo dell'8 per mille?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 04 Ott 2019, 17:57
comunque guardate che se la gente fosse costretta a rispondere la percentuale di firmatari della chiesa cattolica aumenterebbe anche
chi vi credete che sono quelli che non firmano? atei incalliti?
gli atei incalliti già sanno tutto, firmano valdesi o stato.
quelli che non sanno tutto sono la povera signora pia, pensionata che il 730 lo fa al caf e che se la obbligassero metterebbe chiesa cattolica.
e farebbe bene.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 18:03
mi sembra evidente che se lo stato non mostra nessun interesse ad aumentare la sua quota di preferenze (io non ho mai visto una pubblicità per l'8 per mille allo stato) ci sia quantomeno un tacito accordo
c'è mai stata una risposta alle critiche della corte dei conti da parte degli organi dello stato preposti all'utilizzo dell'8 per mille?

Condivido.
E non mi risulta ci siano mai state quelle risposte.



Comunque parole come "equo" svuotate di adeguato contorno perdono di significato. Diventano buone come colluttorio per sciacquarsi la bocca.

Un po' come quando si riduce la "Democrazia" alla possibilità di mettere un foglietto in un'urna.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 18:14
comunque guardate che se la gente fosse costretta a rispondere la percentuale di firmatari della chiesa cattolica aumenterebbe anche
chi vi credete che sono quelli che non firmano? atei incalliti?
gli atei incalliti già sanno tutto, firmano valdesi o stato.
quelli che non sanno tutto sono la povera signora pia, pensionata che il 730 lo fa al caf e che se la obbligassero metterebbe chiesa cattolica.
e farebbe bene.

Ennesimo tentativo di svuotare di contenuti la discussione. Prima sulla quota personale indipendente dal reddito, ora su chi è che non sceglie. Nessuna parola sui tanti altri aspetti che sono stati rimarcati. Poi se qualcuno ti dà del troll fai la vittima risentita.



Come quando le persone vogliono spiegarmi che la materia

"Insegnamento della Religione Cattolica", impartita da docenti scelti dai vescovi e pagati dallo Stato, impartita in conformità alla dottrina della Chiesa cattolica, a bambini dai 3 (TRE) anni di età,

sia una neutralissima "storia delle religioni"

Che je voi di? Sono buoni e moderati quindi non je se po' mica dì che sono scorretti o disinformati. Sono io che sono presuntuoso che voglio pretendere che una cosa sia quello che è.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 04 Ott 2019, 18:21
comunque guardate che se la gente fosse costretta a rispondere la percentuale di firmatari della chiesa cattolica aumenterebbe anche
chi vi credete che sono quelli che non firmano? atei incalliti?
gli atei incalliti già sanno tutto, firmano valdesi o stato.
quelli che non sanno tutto sono la povera signora pia, pensionata che il 730 lo fa al caf e che se la obbligassero metterebbe chiesa cattolica.
e farebbe bene.

🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

Supercazzola senza senso .

A meno che questo forum sia frequentato da povere signore pie che si fanno fare il 730 dal CAF (CGIL o acli ? ) .

Eh sì , ho problemi .

Quello di non farmi prendere per il culo da gente abituata alle signore pie e pensionate .

PS : pensa che faccio il 730 a mia madre . 93 anni di puro e antico cattolicesimo . Metto 8 alla chiesa cattolica , perché lei farebbe così .

Mr Faro e Carib  sono persone perbene . Io meno , molto meno .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 04 Ott 2019, 18:36
Io non so come relazionarmi con voi.
Rispondo nel merito ("due caselle, perché chi non sceglie deve andare ad una delle due?") e mi ignorate.
Porto un elemento che non avete considerato ("chi non sceglie sono proprio i cattolici") e dite che è trollare e supercazzola.

PS
Molta tenerezza Coldilana (se nun te encazzi, che te encazzi su tutto...) tu che cerchi di fare a tua madre quello che vorrebbe lei.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Il nostro Giorgione - 04 Ott 2019, 18:50
🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

Supercazzola senza senso .

A meno che questo forum sia frequentato da povere signore pie che si fanno fare il 730 dal CAF (CGIL o acli ? ) .

Eh sì , ho problemi .

Quello di non farmi prendere per il culo da gente abituata alle signore pie e pensionate .

PS : pensa che faccio il 730 a mia madre . 93 anni di puro e antico cattolicesimo . Metto 8 alla chiesa cattolica , perché lei farebbe così .

Mr Faro e Carib  sono persone perbene . Io meno , molto meno .

Non credo. Ma perchè hai sempre tutta questa rabbia?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 04 Ott 2019, 19:00
Io non so come relazionarmi con voi.
Rispondo nel merito ("due caselle, perché chi non sceglie deve andare ad una delle due?") e mi ignorate.
Porto un elemento che non avete considerato ("chi non sceglie sono proprio i cattolici") e dite che è trollare e supercazzola.

PS
Molta tenerezza Coldilana (se nun te encazzi, che te encazzi su tutto...) tu che cerchi di fare a tua madre quello che vorrebbe lei.
Forse perché le tasse si pagano allo stato italiano, e non alla chiesa cattolica e quindi, l8   permille di chi non sceglie le varie confessioni, sarebbe logico che fosse appannaggio dell'ente esattore e non dei preti.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 19:01
Io non so come relazionarmi con voi.
Rispondo nel merito ("due caselle, perché chi non sceglie deve andare ad una delle due?") e mi ignorate.
Porto un elemento che non avete considerato ("chi non sceglie sono proprio i cattolici") e dite che è trollare e supercazzola.

PS
Molta tenerezza Coldilana (se nun te encazzi, che te encazzi su tutto...) tu che cerchi di fare a tua madre quello che vorrebbe lei.

Sei una persona con grande esperienza di confronti politici e intelligente, spiegarti che stai continuamente chiedendo, ai tuoi "avversari" in questa discussione, di giustificare posizioni che in realtà non hanno assunto mi sembrerebbe scorretto.

Per rispetto nei tuoi confronti ipotizzo che stai trollando
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 04 Ott 2019, 19:10
Sei una persona con grande esperienza di confronti politici e intelligente, spiegarti che stai continuamente chiedendo, ai tuoi "avversari" in questa discussione, di giustificare posizioni che in realtà non hanno assunto mi sembrerebbe scorretto.

Per rispetto nei tuoi confronti ipotizzo che stai trollando

Scusa MF, ma come "posizioni che non hai assunto"?
Non sostieni tu che se uno non firma dovrebbe essere attribuito a "Stato"?
Perché, se non è così, non capisco di cosa stiamo parlando.


Forse perché le tasse si pagano allo stato italiano, e non alla chiesa cattolica e quindi, l8   permille di chi non sceglie le varie confessioni, sarebbe logico che fosse appannaggio dell'ente esattore e non dei preti.

Ma se lo stato dà l'opzione si ripartisce a seconda di come si sceglie l'opzione. Che senso avrebbe dire: "scegli tra stato e chiesa e se non scegli è stato"? Se non scegli si ripartisce proporzionalmente a chi ha scelto. Come, che so, le elezioni.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 04 Ott 2019, 19:16
Scusa MF, ma come "posizioni che non hai assunto"?
Non sostieni tu che se uno non firma dovrebbe essere attribuito a "Stato"?
Perché, se non è così, non capisco di cosa stiamo parlando.


Ma se lo stato dà l'opzione si ripartisce a seconda di come si sceglie l'opzione. Che senso avrebbe dire: "scegli tra stato e chiesa e se non scegli è stato"? Se non scegli si ripartisce proporzionalmente a chi ha scelto. Come, che so, le elezioni.

Ho detto ben altro.
Appunto
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 05 Ott 2019, 07:57
Subvia, sai benissimo che qui dentro con il benaltrismo non si va molto lontano. Le ‘critiche’ o i salamelecchi sono alla Chiesa perché in questo topic stiamo parlando della Chiesa.  Non a caso hai utilizzato il verbo ‘inchiappettare’.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 05 Ott 2019, 08:36
Subvia, sai benissimo che qui dentro con il benaltrismo non si va molto lontano. Le ‘critiche’ o i salamelecchi sono alla Chiesa perché in questo topic stiamo parlando della Chiesa.  Non a caso hai utilizzato il verbo ‘inchiappettare’.

:lol:

Confesso che me c'è voluto un minutino, spero sia perché è mattina presto. :lol:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 05 Ott 2019, 22:31
Il punto è che, leggendo l'articolo*, la Corte dei Conti non dice quello che le attribuiscono in questo topic gli anticlericali appassionati: la CdC non critica il meccanismo di ripartizione.

Mio commento: come si può criticare il meccanismo di ripartizione? E' equo, lascia a tutti la libertà di esprimersi, agisce in conformità a quanto si è espresso, ripartisce proporzionalmente a quanti si sono espressi.
Tra l'altro trovo alquanto bislacca l'idea che lo stato "dovrebbe fare campagne per raccogliere adesioni". Lo stato destina l'8x1000 alle religioni, questo è quello che vuole ottenere. Poi, siccome ci sono anticlericali che pensano che le parrocchie non dovrebbero ricevere fondi pubblici, lascia a questi la libertà di dire no. Che altro?

*poi magari nel report originale della CdC è diverso, ma qualcuno ha postato questa ricerca?

Dopo aver cancellato quasi due pagine di topic ripartiamo da qui.
Non ci sarà una terza occasione, quindi pensate molto bene a quel che scrivete d'ora in avanti che con il prossimo flame si va a riposo per un bel po'.

LazioNet Staff
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 05 Ott 2019, 22:42
Corte dei Conti - Relazione 2014 (http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2014/11/28/corte-conti-opportuno-rinegoziare-8-per-mille-a-confessioni-religiose_525eef13-fc2a-4444-9833-8735b0c9cb58.html): ''I beneficiari ricevono più dalla quota non espressa che da quella optata. Su ciò non vi è un'adeguata informazione, benché coloro che non scelgono siano la maggioranza e si possa ragionevolmente essere indotti a ritenere che solo con un'opzione esplicita i fondi vengano assegnati''.

Corte dei Conti Relazione 2017 (https://www.adnkronos.com/soldi/economia/2017/01/26/per-mille-nel-mirino-della-corte-dei-conti-nessun-controllo-gestione-risorse_MJ0Qjy62P0uiyMBvZghxkJ.html): “Il perdurare degli elementi di debolezza nella normativa, ormai risalente ad oltre 30 anni, e nella gestione dell’istituto, che impongono valutazioni ed iniziative da parte dei molti soggetti coinvolti, come già constatato nella relazione del 19 novembre 2014.... perdura lo scarso interesse per la quota di propria competenza da parte dello Stato. Si conferma l’assenza di controlli sulla gestione delle risorse″.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 05 Ott 2019, 22:55
Corte dei Conti Relazione 2018 (https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/1143222/Deliberazione+per+l%E2%80%99indagine-+Scelta+dell%E2%80%998+per+mille+dell%E2%80%99IRPEF.pdf/df4bce7d-05b9-ddd7-d482-3443cb03e749): "La relazione Destinazione e gestione dell’8 per mille dell’Irpef: le misure consequenziali finalizzate alla rimozione delle disfunzioni rilevate, approvata con la deliberazione 26 ottobre 2015, n. 8/2015/G (allegato), ha rilevato il perdurare degli elementi di debolezza nella normativa, ormai risalente ad oltre 30 anni, e nella gestione dell’istituto, che impongono valutazioni ed iniziative da parte dei molti soggetti coinvolti, come già constatato nella relazione 19 novembre 2014, n. 16/2014/G.
In particolare, si segnalano: la problematica delle scelte non espresse e la scarsa pubblicizzazione del meccanismo di attribuzione delle quote; l’entità dei fondi a disposizione delle confessioni religiose; la poca pubblicizzazione delle risorse erogate alle stesse; lo scarso controllo sui fondi di competenza statale; la rilevante decurtazione della quota statale; l’incoerenza nella destinazione delle risorse derivanti dall’opzione a favore dello Stato e la lentezza nella loro assegnazione.". (pag 33 - Conclusioni)

Mi scuso con la moderazione di Lazionet per aver contribuito al flame. Peace
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 07 Ott 2019, 14:42
questo non è un prete qualsiasi, è un cardinale arcivescovo responsabile diretto della politica per i migranti del vaticano.

I MIGRANTI SUL CUORE: LA CROCE PETTORALE DEL NEOCARDINALE
Papa Francesco ha consegnato la porpora, tra gli altri, a padre Michael Czerny, da tempo impegnato nella difesa degli ultimi. Il religioso gesuita ha voluto che la sua croce pettorale fosse fatta col legno di un'imbarcazione piena di umanità dolente giunta a Lampedusa e nel suo stemma, sotto il nome di Gesù, ha chiesto che fosse disegnata una barca di profughi


Da quarant'anni è in prima linea nella difesa dei diritti dei più deboli e indifesi. Papa Francesco lo sa. E proprio per questo lo apprezza, l'ha chiamato accanto a sè nel Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, lo ha creato cardinale e dal 6 al 27 ottobre l'ha voluto segretario del Sinodo dei vescovi per l'Amazzonia, un ruolo che il neoporporato intende svolgere al servizio  dei popoli indigeni e in difesa dell'ambiente sempre più depredato della regione, come egli stesso ha dichiarato di recente a Bogotá, nel corso dell'incontro pre-sinodale organizzato dal Consiglio episcopale latinoamericano (Celam) e dalla Rete ecclesiale panamazzonica (Repam).

Michael Czerny è un gesuita europeo d'origine, americano d'adozione, globale per formazione e per scelta. È nato il 18 luglio 1946 a Brno, in quella che era la Cecoslovacchia e ora è la Repubblica Ceca. È entrato nella Compagnia di Gesù nel 1963. Nel 1973 è stato ordinato sacerdote per la Provincia Canadese dei Gesuiti. Nel 1978 ha conseguito il dottorato in Studi Interdisciplinari presso l’ università di Chicago.  Nel 1979, a Toronto, ha fondato il centro dei Gesuiti per la Fede e la Giustizia Sociale e lo ha diretto fino al 1989 quando, in seguito all’ uccisione dei Gesuiti alla Central american university (Uca), si è trasferito in San Salvador. Qui nel 1991 ha ricoperto l’ incarico di vice-rettore dell’ Uca e direttore dell’ Istituto per i Diritti Umani del medesimo Centro. Dal 1992 al 2002 ha svolto il ruolo di segretario per la Giustizia Sociale alla Curia Generalizia della Compagnia di Gesù e, successivamente, ha operato in Africa in qualità di fondatore e direttore dell’ African Jesuit Aids Network (Ajan), rete di sostegno ai gesuiti africani impegnati a dare risposte alla pandemia dell’ Hiv/Aids. Nel 2009, Benedetto XVI lo ha nominato adiutor (esperto) al Sinodo dei vescovi per l’ Africa. Nel 2010 è stato richiamato definitivamente a Roma, come consulente del Pontificio consiglio della giustizia e della pace, presieduto dal cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson.

Nel 2016, nell'ambito del processo di accorpamento di vari Pontifici consigli –  tra cui lo stesso “Iustitia et pax” –  confluiti nel Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale,  papa Francesco, nel suo esercizio di guida diretta della Sezione che si occupa specificamente della questione dei profughi e dei migranti, il 14 dicembre lo ha nominato suo collaboratore, con la qualifica di sotto-segretario, con decorrenza 1° gennaio 2017. Nell’ ottobre 2018 è stato membro del Sinodo dei giovani.

Da sempre impegnato nella difesa dei diritti dei più deboli, dei più poveri, dei più emarginati, il neocardinale Michael Czerny ha voluto che la sua croce pettorale fosse fatta col legno di un'imbarcazione piena di umanità dolente giunta a Lampedusa e nel suo stemma, sotto il nome di Gesù, ha chiesto che fosse disegnata una barca di profughi
Titolo: Re:Il
Inserito da: carib - 07 Ott 2019, 15:42
Pensi che riuscirà finalmente a far cambiare le leggi vaticane sulla cittadinanza e sul diritto d'asilo? Sarebbe un bel segnale per il prete salviniano
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 07 Ott 2019, 17:52
non so se ho capito male ma stiamo parlando del diritto di asilo in uno stato grande 0.4 km quadrati?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 07 Ott 2019, 18:56
Certo. Non sarebbe solo un gesto dall'alto valore simbolico in un Paese che ha fondato il proprio potere sul sagace uso dei simboli. Da qualche parte è scritto che qualcuno avrebbe detto: «Bussate e vi sarà aperto». Inoltre il sedicente portavoce dell'Altissimo, come ho linkato pagine addietro, di recente ha detto che gli stranieri andrebbero accolti nella misura in cui non «minaccino l'identità» del Paese che accoglie. Direi pertanto che la questione della mancanza di spazio non è per nulla presa in considerazione. Quindi perché no? Tra l'altro, le chiese e le basiliche sono vuote e il pianeta pullula di spazi extraterritoriali di proprietà della Santa sede. Sembra davvero fatto apposta per accogliere gli ultimi e i dannati della Terra. No?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 07 Ott 2019, 20:09
Certo. Non sarebbe solo un gesto dall'alto valore simbolico in un Paese che ha fondato il proprio potere sul sagace uso dei simboli. Da qualche parte è scritto che qualcuno avrebbe detto: «Bussate e vi sarà aperto». Inoltre il sedicente portavoce dell'Altissimo, come ho linkato pagine addietro, di recente ha detto che gli stranieri andrebbero accolti nella misura in cui non «minaccino l'identità» del Paese che accoglie. Direi pertanto che la questione della mancanza di spazio non è per nulla presa in considerazione. Quindi perché no? Tra l'altro, le chiese e le basiliche sono vuote e il pianeta pullula di spazi extraterritoriali di proprietà della Santa sede. Sembra davvero fatto apposta per accogliere gli ultimi e i dannati della Terra. No?

Le chiese NON sono extraterritori e chiedere gesti simbolici inutili (ZEROVIRGOLAQUATTRO KILOMETRIQUADRI) di fronte a milioni di profughi è solo un sparata, inutile come la simbologia del gesto che sottende.
Ben più importante fare lobbying per spingere i cittadini a sostenere i governi e i politici a che sono favorevoli a politiche di accoglienza. Questo salva vite umane.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 08 Ott 2019, 10:29
Le chiese NON sono extraterritori e chiedere gesti simbolici inutili (ZEROVIRGOLAQUATTRO KILOMETRIQUADRI) di fronte a milioni di profughi è solo un sparata, inutile come la simbologia del gesto che sottende.
Ben più importante fare lobbying per spingere i cittadini a sostenere i governi e i politici a che sono favorevoli a politiche di accoglienza. Questo salva vite umane.
Sono d'accordissimo con te. Le chiese non sono spazi extraterritoriali. Difatti ho scritto: "Le chiese e le basiliche sono vuote E il pianeta pullula di spazi extraterritoriali di proprietà della Santa sede". Del resto non ho nemmeno scritto che il Vaticano deve accoglierli tutti, come tu erroneamente - forse nella fretta - mi attribuisci. Ho anzi citato il papa che mette dei paletti precisi: Gli stranieri andrebbero accolti nella misura in cui non «minaccino l'identità» del Paese che accoglie. E ancora:

Insomma, sottolinea Francesco, «la risposta alla sfida posta dalle migrazioni contemporanee si può riassumere in quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare. Ma questi verbi non valgono solo per i migranti e i rifugiati. Essi esprimono la missione della Chiesa verso tutti gli abitanti delle periferie esistenziali, che devono essere accolti, protetti, promossi e integrati», consapevoli, conclude il Papa, che «i migranti, e specialmente quelli più vulnerabili, ci aiutano a leggere i “segni dei tempi”».

Sulla base di queste affermazioni penso che i tempi siano maturi per fare una legge sul diritto d'asilo e una sullo ius soli anche in Vaticano.

E poi non sei stato tu a postare questo (forse incautamente dato che "a sue spese" è una verità molto parziale e dimostrando di non aver ben compreso come funziona l'8permille)?

La Chiesa italiana accoglie, a sue spese, 60 profughi della #OceanViking

https://t.co/WDEuSDPyUz

Se mi si consente una battuta finale... è facile fare lobbying (e lo Stato sovrano) con il culo degli altri
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 03 Nov 2019, 11:30
Oggi il prete salviniano ce lo abbiamo: intervista (sconcertante) a Ruini sul Corriere con endorsment a Salvini.
Ruini, fortunatamente, nella chiesa di oggi è in minoranza ed a guidarla sono quelli della linea opposta. Linea che è anche fortemente supportata dalla base dei praticanti e militanti (quelli che in parrocchia ci vanno davvero).

Virale, per dare forza a questi ultimi, è non fare di tutta l’erba un “fascio”.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 03 Nov 2019, 11:38
Pre-emptive strike :)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Il nostro Giorgione - 03 Nov 2019, 11:58
Oggi il prete salviniano ce lo abbiamo: intervista (sconcertante) a Ruini sul Corriere con endorsment a Salvini.
Ruini, fortunatamente, nella chiesa di oggi è in minoranza ed a guidarla sono quelli della linea opposta. Linea che è anche fortemente supportata dalla base dei praticanti e militanti (quelli che in parrocchia ci vanno davvero).

Virale, per dare forza a questi ultimi, è non fare di tutta l’erba un “fascio”.

“Ringrazio il Cardinal Ruini, che spero di poter incontrare, per le parole che invitano al confronto, all’apertura, alla riflessione e all’incontro, per lo sviluppo di valori, principi e idee che sono molto spesso comuni. L’Italia o è cristiana o non lo é”.

Eccolo, il merdone, così cinguetta allegro, grato per l’assist. Del resto, in passato Ruini ha ricoperto di merda Matteo Renzi.

Comunque, si tratta dell’ennesima faida collegata al sinodo, la politica dà l’occasione, ma l’obiettivo è un altro.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 05 Nov 2019, 23:44
Ruini è minoranza .

La minoranza dell'80% ( cattolici italiani) . Secondo il fu Zanzalf .

Diciamo il 35% (italiani) .

Beh , coi numeri ci siamo .

Oppure chi si professa cattolico , non lo è .

E quindi Ruini cos'è ?

Ma soprattutto chi lo ha messo lì .

Il papa santo o l'inquisitore ?

Ma il papa cosa dice ?

Ma Gesù non guarda più in cabina elettorale ?

Si è distratto o in tutt'altre faccende affaccendato ? (cit) .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 06 Nov 2019, 10:50
Penso sia corretta la chiave di lettura de Il nostro Giorgione. Il giorno dopo, il Corriere  (https://www.corriere.it/politica/19_novembre_03/monsignor-mogavero-salvini-non-linea-il-vangelo-b036bae0-fe7a-11e9-9c5d-ee1cd17612e0.shtml)ha pubblicato una contro intervista al card Mogavero (passata quasi completamente sotto silenzio)




Comunque, si tratta dell’ennesima faida collegata al sinodo, la politica dà l’occasione, ma l’obiettivo è un altro.


Certo, se l'ala integralista si affida a ruini, io dico che è un buon segno...

E cmq solito schema nazionalpopolare: il buono, il brutto e il cattivo (Moga, Ruini, salveenee)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 06 Nov 2019, 21:51
Questa ve la devo racconta'...

Stasera incontro dei catechisti (io) con il viceparroco per concordare cosa insegnare ai regazzini della cresima, tredici anni. Argomento il settimo comandamento, non rubare.
Testuali parole del viceparroco: "perché la Chiesa dice che se il povero ha bisogno di una cosa e il ricco ce l'ha ma non glie la vuole dare, allora il povero ha diritto di prendersela; perché in quel caso è il ricco che ruba al povero il suo diritto di avere quella cosa".

Queste cose in sezione PD non ce le dicevano.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 07 Nov 2019, 09:51
Quindi si può disattendere il settimo comandamento?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: tatoccolo - 07 Nov 2019, 10:08
Questa ve la devo racconta'...

Stasera incontro dei catechisti (io) con il viceparroco per concordare cosa insegnare ai regazzini della cresima, tredici anni. Argomento il settimo comandamento, non rubare.
Testuali parole del viceparroco: "perché la Chiesa dice che se il povero ha bisogno di una cosa e il ricco ce l'ha ma non glie la vuole dare, allora il povero ha diritto di prendersela; perché in quel caso è il ricco che ruba al povero il suo diritto di avere quella cosa".

Queste cose in sezione PD non ce le dicevano.

vale anche per "non desiderare la donna d'altri"? Cioè nel senso, se la moglie di uno è proprio bona ma lui è geloso e non vuole fare lo "sharing", se la signora è d'accordo possiamo comunque accordarci lei ed io e rimanere nelle grazie di Dio?!?!?

Nota bene: è solo una battutta, ogni singola parola è scherzosa e può essere interpretata anche a sessi invertiti (che sennò qui l'accusa di sessimo è dietro l'angolo  :D)
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 07 Nov 2019, 10:16
Ruini è minoranza .

La minoranza dell'80% ( cattolici italiani) . Secondo il fu Zanzalf .

Diciamo il 35% (italiani) .

Beh , coi numeri ci siamo .

Oppure chi si professa cattolico , non lo è .

E quindi Ruini cos'è ?

Ma soprattutto chi lo ha messo lì .

Il papa santo o l'inquisitore ?

Ma il papa cosa dice ?

Ma Gesù non guarda più in cabina elettorale ?

Si è distratto o in tutt'altre faccende affaccendato ? (cit) .

Non ci arrivo, colpa mia. Ma chi ha messo chi dove? Ruini ha 89 anni, è in pensione, fa probabilmente  parte del'ala di opposizione a Papa Francesco. Poi Gesù e la cabina elettorale? Troppo ermetico, non capisco cosa voglia dire
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 07 Nov 2019, 10:23
Questa ve la devo racconta'...

Stasera incontro dei catechisti (io) con il viceparroco per concordare cosa insegnare ai regazzini della cresima, tredici anni. Argomento il settimo comandamento, non rubare.
Testuali parole del viceparroco: "perché la Chiesa dice che se il povero ha bisogno di una cosa e il ricco ce l'ha ma non glie la vuole dare, allora il povero ha diritto di prendersela; perché in quel caso è il ricco che ruba al povero il suo diritto di avere quella cosa".

Queste cose in sezione PD non ce le dicevano.

Ma a te non facevano parlare?
O eri contrario e tacciavi di estremismo di sinistra chi provava a dire certe cose?
E approvavi gli ordini a malmenare chi provava a farlo, ad esempio occupando edifici abbandonati?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Il nostro Giorgione - 07 Nov 2019, 10:56
Penso sia corretta la chiave di lettura de Il nostro Giorgione. Il giorno dopo, il Corriere  (https://www.corriere.it/politica/19_novembre_03/monsignor-mogavero-salvini-non-linea-il-vangelo-b036bae0-fe7a-11e9-9c5d-ee1cd17612e0.shtml)ha pubblicato una contro intervista al card Mogavero (passata quasi completamente sotto silenzio)


Certo, se l'ala integralista si affida a ruini, io dico che è un buon segno...

E cmq solito schema nazionalpopolare: il buono, il brutto e il cattivo (Moga, Ruini, salveenee)

Ti sei perso l’immediata contro - intervista (immaginaria) di quella merda di betulla sul primo quotidiano razzista nazionale. Mogavero trattato da idiota protocomunista perché dice che il Vangelo sta dalla parte degli ultimi. Se riesci, mettila qui, così tutti la possono confrontare.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 07 Nov 2019, 11:54
Ti sei perso l’immediata contro - intervista (immaginaria) di quella merda di betulla sul primo quotidiano razzista nazionale. Mogavero trattato da idiota protocomunista perché dice che il Vangelo sta dalla parte degli ultimi. Se riesci, mettila qui, così tutti la possono confrontare.
Ieri confrontandomi con altri più svegli di me siamo giunti alla conclusione che l'intervista a ruini potrebbe essere tra le varie cose anche un attacco del Corriere a salvini. Da qualche tempo la bestia ha leggermente ridotto il tono e la frequenza delle sue sparate estremiste. Molto prob per rifarsi una verginità e andare a pescare voti nella bovghesia moderata che fin qui lo ha visto come il fumo negli occhi (i saliani, per intenderci) e ora ancor di più data la vicinanza di io sono giorgia. L'endorsement di un integralista clericofascista come ruini lo ha riportato alla sua vera dimensione e lui ci è cascato con tutte le scarpe apprezzandolo platealmente.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 07 Nov 2019, 11:54
Monsignor Mogavero, per il prelato "il Vangelo" è comunista e i leghisti non sono cattolici
di Renato Farina (Libero, 6 novembre 2019)

Il comunismo? È una fotocopia del Vangelo. Da cosa lo si capisce? Sono entrambi, Vangelo e «ideologia comunista per la scelta assoluta per i poveri». A scandire solennemente questa identità è un vescovo italiano. Dev' essere un pezzo molto grosso nella Chiesa, monsignor Domenico Mogavero, se il Corriere della Sera dopo aver intervistato domenica il cardinale Camillo Ruini, numero uno dell' episcopato italiano per sedici anni, ha deciso di contrapporgli in prima pagina, come interprete italiano dell' attuale pontificato, il prelato siciliano di Mazara del Vallo.

Lasciamo perdere qui la scomunica de facto di Matteo Salvini, marchiato dal presule come «non cattolico», uno che finge la fede «a tavolino». Sono in fondo cose minime rispetto alla favolosa rivalutazione dell' essenza dottrinaria del comunismo, il cui immane spettacolo ha travolto qualche miliardo di persone e un paio di secoli di storia. La intemerata anti-leghista è una piccola storia, una faccenda contingente, riguarda il corso politico di quest' ultimo anno di un Paese secondario come l' Italia (ci limitiamo a notare, per sfizio, che quella di Salvini dev' essere l' unica coscienza che si può giudicare anti-evangelica e dannarla senza problemi, per tutti gli altri vale la sentenza papale «chi sono io per giudicare»). Ci importa questa identificazione: ideologia comunista=Vangelo. Si suppone alluda al "Capitale" di Marx in combinato disposto con "Marxismo ed empiriocriticismo" di Lenin. O Sua Eccellenza predilige il più movimentista Trotskij con "La natura di classe dello Stato sovietico"?

Ma sì, che bella l' ideologia comunista, così amica dei poveri, così pronta a innalzare i miti e gli operatori di pace. Così aliena soprattutto dal perseguitare i cristiani. La sua applicazione magari un po' rigida ne ha ammazzati circa un trenta milioni, tra ortodossi, cattolici, evangelici e pentecostali, ma l' ha fatto per implementare con determinazione profetica la preferenza assoluta per i poveri. I Gulag russi e kazachi, coreani e vietnamiti, cubani e cinesi che cosa sono stati e sono in fondo se non monasteri staliniani di clausura, severi ma giusti?

LA SENTENZA
Domanda di Virginia Piccirillo: «Questo Papa è di sinistra?». Risposta di Domenico Mogavero: «Il Papa non fa politica, predica il Vangelo. E se fa questa scelta assoluta per i poveri non dice nulla di nuovo. È stata in qualche modo l' ideologia comunista a copiare».

Conviene notare come questa sentenza sia stata pronunciata quasi per mettere al riparo il Papa dalla accusa di avere simpatie per il comunismo. Che colpa ne ha Francesco se il Vangelo è comunista? Questo dice Mogavero: la dottrina di papa Francesco e l' ideologia della barbuta e baffuta compagnia rossa si abbeverano alla stessa fonte. Certo, i comunisti lo fanno «in qualche modo», ma la sorgente della loro politica è stata, è e sarà il medesimo amore per i poveri. Come è possibile che una simile bestialità sia stata detta, senza che una schiera di martiri abbia attraversato in picchiata i confini dell' Empireo e sia venuta in candide vesti ad appenderne l' autore per il collarino del clergyman? Mi sto convincendo che davvero Dio è molto misericordioso. Infatti non solo sopporta me senza farmi sprofondare, ma riesce ad avere la pazienza fenomenale di non aprire una voragine e vedersela a tu per tu in qualche catacomba vaticana con il vescovo siculo spolverandogli la coppola.

Uscendo dall' ironia. Com' è possibile dire queste cose senza sprofondare nella vergogna? Senza che dopo mezz' ora l' autorità della Chiesa, qualcuno di superiore ci dev' essere, esprima un minimo di disappunto. Il muro di Berlino a una certa parte dell' episcopato dev' essere caduto sui piedi, rovinandone i sogni. Le conosciamo le tesi di certi teologi, secondo cui il comunismo è l' utopia pratica, il tentativo di costruire il Regno dei poveri di Dio in terra. Era un così bel presepe, la Ddr... Loro sì che aspiravano e aspirano tuttora a questo Vangelo realizzato.

IL ROSARIO
Al contrario Matteo Salvini e il suo popolo si dicono cattolici ma non lo sono. Invece i comunisti non sono cattolici ma lo sono. Ecco infatti che cosa sostiene a proposito del leader leghista. Cattolico? Dice Mogavero: «Si professa tale, ma non lo è. Sia per il rapporto con i migranti, sia nel dialogo con le altre religioni. Non basta brandire rosari e croci per definirsi cattolici».

Domanda: «Salvini lo fa. Non può essere, come dice Ruini, una "maniera sia pure poco felice di affermare il ruolo della fede nello spazio pubblico"»? Risposta: «Credo che la sua sia piuttosto una scelta strategica. Fatta a tavolino. Per portare avanti la sua ideologia che non è che sia tanto in linea...». Domenica, in una bellissima intervista con Aldo Cazzullo, il cardinal Camillo Ruini aveva osato invitare la Chiesa italiana ad «un dialogo... doveroso» con Matteo Salvini.

Non soltanto utile, bensì moralmente necessario per l' episcopato. Orrore: non aveva scagliato anatema contro Matteo e i suoi elettori cattolici. Aveva detto: «Non condivido l' immagine tutta negativa di Salvini che viene proposta in alcuni ambienti. Penso che abbia notevoli prospettive davanti a sé».

IL CONFRONTO
Non poteva passarla liscia. A Mogavero è giunto un via libera da un capo stazione del "nuovo umanesimo". Era domenica mattina, quando a Ruini è arrivato in testa da parecchio in alto nelle gerarchie ideologiche del bergoglismo (che non c' entra con Bergoglio, e lo ridico: Bergoglio non è un bergogliano!) un tweet di Alberto Melloni, in gara con Scalfari come interprete di Francesco su Repubblica, storico del Concilio e luminare accademico del cattolicesimo dossettiano.

Scrive: «Per una beffa della storia quel che Ruini dice oggi sul Corriere delle possibili "prospettive" di Salvini è identico a quel che von Papen diceva di Hitler a Roncalli nel 1941 (P.S. Roncalli lo zittì citando i "milioni di ebrei" uccisi "nelle camere a gas")». Ha associato le parole di Ruini a quelle di von Papen, ambasciatore di Hitler ad Ankara.

Un accostamento infamante per il vecchio cardinale. Il paragone in realtà è doppio. Hitler=Salvini. Von Papen=Ruini. Anzi quadruplo a ben vedere: quattro nazisti. Il furore è tale da accecare questo storico davvero molto scrupoloso, e fargli sostenere la tesi demenziale che l' arcivescovo Roncalli, plenipotenziario di Pio XII in Turchia, e dunque la Chiesa nei suoi vertici, fossero al corrente della Shoa nel 1941, addirittura un anno prima che cominciasse l' abominio dello Zyklon-B ad Auschwitz. E Mogavero in questo quadretto sarebbe quindi il Roncalli che sistema Ruini-Von Papen? Stiamo freschi.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 07 Nov 2019, 13:38
Quindi si può disattendere il settimo comandamento?

Figliuolo, leggi bene, prendere al ricco al ricco è *applicare* il settimo comandamento. Perché è il ricco che ruba.

vale anche per "non desiderare la donna d'altri"? Cioè nel senso, se la moglie di uno è proprio bona ma lui è geloso e non vuole fare lo "sharing", se la signora è d'accordo possiamo comunque accordarci lei ed io e rimanere nelle grazie di Dio?!?!?

Quando ci arriviamo te lo dico :D

Ma a te non facevano parlare?
O eri contrario e tacciavi di estremismo di sinistra chi provava a dire certe cose?
E approvavi gli ordini a malmenare chi provava a farlo, ad esempio occupando edifici abbandonati?

Mah, io ascolto. L'ascolto ci cambia.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: MisterFaro - 07 Nov 2019, 13:41
Ma a te non facevano parlare?
O eri contrario e tacciavi di estremismo di sinistra chi provava a dire certe cose?
E approvavi gli ordini a malmenare chi provava a farlo, ad esempio occupando edifici abbandonati?

Mah, io ascolto. L'ascolto ci cambia.

Una buona cosa
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: orchetto - 07 Nov 2019, 14:38
A mio avviso i Vangeli e gli Atti degli Apostoli non c'entrano nulla con il comunismo, sia genericamente inteso e sia soprattutto con quello marxista.

Una certa repulsione cristiana dei primi secoli verso i ricchi, coloro identificati come ricchi nell'Impero Romano di quel periodo, generalmente lo strato senatoriale o dignitari municipali provinciali, possessori di latifondi, quindi un soggetto che sempre più all'epoca si andava discostando dal potere imperiale, dalla casta dei burocrati e da quella militare, aveva ragioni prettamente politiche, nel senso che si infilava in alcune contraddizioni dell'Impero romano e dei sui ceti alti per facilitare l'ingresso dei cristiani alla corte imperiale centrale.
Di conseguenza i cristiani hanno fatto demagogia sui ceti bassi della popolazione

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 07 Nov 2019, 14:39
Predicare bene e razzolare male .

Il cardinal Bertone e la sua REGGIA cosa sono ?

Le migliaia di appartamenti a roma in cambio dell'elemosina verso i poveri cosa sono ? (Totty Style)

Incantatori di serpenti e cog/ioni .

Non ho ancora capito cosa catso facevano nelle sezioni pd se non invitare chi stava fuori ad entrare , per non fare un catso ed invitare chi stava fuori ad entrare e non fare un catso ed invitare chi stava fuori ad entrare ... continuo ?

Ma li c'era la sinistra . Quella moderna .

Ridotta alle elemosina non ai diritti .

Praticamente una parrocchia .
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 07 Nov 2019, 15:31
A mio avviso i Vangeli e gli Atti degli Apostoli non c'entrano nulla con il comunismo, sia genericamente inteso e sia soprattutto con quello marxista.

Grazie a Dio, mi verrebbe da dire
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 07 Nov 2019, 15:32
Ma il futurismo e le parole in liberta' sono tornati di moda?
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: arturo - 07 Nov 2019, 15:46
ma , quindi se capisco bene , c'è un modello di scrittura da rispettare?
chiedo per un amico..
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 07 Nov 2019, 16:53
Predicare bene e razzolare male .

Il cardinal Bertone e la sua REGGIA cosa sono ?

Le migliaia di appartamenti a roma in cambio dell'elemosina verso i poveri cosa sono ? (Totty Style)

Incantatori di serpenti e cog/ioni .

Non ho ancora capito cosa catso facevano nelle sezioni pd se non invitare chi stava fuori ad entrare , per non fare un catso ed invitare chi stava fuori ad entrare e non fare un catso ed invitare chi stava fuori ad entrare ... continuo ?

Ma li c'era la sinistra . Quella moderna .

Ridotta alle elemosina non ai diritti .

Praticamente una parrocchia .
inZenZibile, sono anche ricchi dentro
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: COLDILANA61 - 07 Nov 2019, 17:19
inZenZibile, sono anche ricchi dentro

Non sono insensibile .

Dovrei stare zitto secondo alcuni .

Loro hanno il verbo e la facolta' di parlare .

E sono anche "fini" quando devono insultare .

Baciapile di merda .

Per essere chiaro .

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: orchetto - 08 Nov 2019, 11:26
Grazie a Dio, mi verrebbe da dire
purtroppo c'è molta confusione anche da parte degli stessi marxisti a volte. la vulgata ricchi/poveri affascina e crea consolazione. I più informati in passato strumentalizzarono alcuni carteggi tra Marx ed Engels relativi alle info che si avevano all'epoca, sulle prime comunità cristiane (o anche Essene) ma erano per l'epoca citazioni di eruditi per farsi degli esempi. Guarda caso nessuno cita mai i carteggi dove i due si dicevano affascinati dal paganesimo classico mediterraneo o dall'uso dell'olio extra vergine di oliva, facendosi beffe dei rozzi nordici che infilavano il burro ovunque.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Vincelor - 08 Nov 2019, 17:00
ma , quindi se capisco bene , c'è un modello di scrittura da rispettare?
chiedo per un amico..
Nessun modello, solo comprensibilita' e magari educazione
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 08 Dic 2019, 00:41
Da Avvenire.

Napoli. Una coperta gialla per l'Immacolata, come una mamma migrante
Rosanna Borzillo, Napoli venerdì 6 dicembre 2019
La scelta di un parroco del Napoletano: «Natale è la festa dell’accoglienza, impariamo da Maria come accogliere chi non vuole nessuno»

(https://www.avvenire.it/c/2019/PublishingImages/6449ec70e732435eb46ab040aec1144c/foto_1_67179151.jpg?width=1024)

La statua dell’Immacolata con una coperta isotermica: l’idea è del parroco di Cercola (comune alle falde del Vesuvio), don Vincenzo Lionetti che, nel giorno dedicato alla titolare della parrocchia “Immacolata Concezione”, vuole lanciare un messaggio alla comunità. «Mi è venuta in mente una mamma salvata dalle acque con in braccio un bambino, entrambi spaventati e tramortiti. Coloro che li hanno soccorsi hanno messo sulle loro spalle una semplice coperta isotermica per ripararli dal freddo», ha spiegato don Vincenzo alla comunità, riunita ieri sera per l’adorazione eucaristica. Ed ha aggiunto: «Quella coperta è sulle spalle di Maria, pronta a vivere il disagio e il pericolo. Nel cuore di Maria troviamo accoglienza. Maria ci insegni la capacità di accogliere. Natale è la festa dell’accoglienza. Impariamo da lei come accogliere chi non vuole nessuno».
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Dic 2019, 13:56
Sempre per tenere aggiornati utenti, cristiani e non di destra e di sinistra, su quello che dice di fare ai propri fedeli il Vaticano.

Da Avvenire
https://www.avvenire.it/papa/pagine/papa-francesco-incontra-in-vaticano-i-profughi-di-lesbo

Ai rifugiati. Il Papa: bisogna salvare le persone migranti. Dio ce ne chiederà conto
I.Sol. giovedì 19 dicembre 2019
Francesco nell'incontro con i rifugiati arrivati da Lesbo: «La nostra ignavia è peccato». «Non è bloccando le navi che si risolve il problema». «Svuotare i campi di detenzione in Libia»

"Non è bloccando le navi di soccorso che si risolve il problema". "Bisogna impegnarsi seriamente a svuotare i campi di detenzione in Libia, valutando e attuando tutte le soluzioni possibili. Bisogna denunciare e perseguire i trafficanti che sfruttano e
maltrattano i migranti, senza timore di rivelare connivenze e complicità con le istituzioni".

È uno dei passaggi del breve discorso che il Papa ha pronunciato incontrando le 33 persone migranti arrivate a Roma dall'isola di Lesbo nelle scorse settimane.

"Siamo di fronte ad un'altra morte causata dall'ingiustizia. Già, perché è l'ingiustizia che costringe molti migranti a lasciare le loro terre. È l'ingiustizia che li obbliga ad attraversare deserti e a subire abusi e torture nei campi di detenzione. È l'ingiustizia che li respinge e li fa morire in mare".

“Come possiamo non ascoltare il grido disperato di tanti fratelli e sorelle che preferiscono affrontare un mare in tempesta piuttosto che morire lentamente nei campi di detenzione libici, luoghi di tortura e schiavitù ignobile?”.

È il primo di una serie esigente di interrogativi con cui il Papa ha concluso il suo discorso ai rifugiati arrivati recentemente da Lesbo con i corridoi umanitari.

“Come possiamo rimanere indifferenti di fronte agli abusi e alle violenze di cui sono vittime innocenti, lasciandoli alle mercé di trafficanti senza scrupoli?”, ha proseguito Francesco: “Come possiamo ‘passare oltre’, come il sacerdote e il levita della parabola del Buon Samaritano, facendoci così responsabili della loro morte?”. “La nostra ignavia è peccato!”, il monito del Papa: “Ringrazio il Signore per tutti coloro che hanno deciso di non restare indifferenti e si prodigano a soccorrere il malcapitato sulla via verso Gerico, senza farsi troppe domande sul come o sul perché il povero mezzo morto sia finito sulla loro strada”.

“Non è bloccando le loro navi che si risolve il problema”, la tesi di Francesco: “Bisogna impegnarsi seriamente a svuotare i campi di detenzione in Libia, valutando e attuando tutte le soluzioni possibili. Bisogna denunciare e perseguire i trafficanti che sfruttano e maltrattano i migranti, senza timore di rivelare connivenze e complicità con le istituzioni. Bisogna mettere da parte gli interessi economici perché al centro ci sia la persona, ogni persona, la cui vita e dignità sono preziose agli occhi di Dio. Bisogna soccorrere e salvare, perché siamo tutti responsabili della vita del nostro prossimo, e il Signore ce ne chiederà conto al momento del giudizio”.

È stata posizionata nell’accesso al Palazzo Apostolico dal Cortile del Belvedere, in ricordo dei migranti e dei rifugiati, una Croce con addosso un giubbetto di salvataggio.

(https://www.avvenire.it/c/2019/PublishingImages/70cd1755ff1747ca9921654327d6170c/6_67411775.jpg?width=1024)

“Ho deciso di esporre qui questo giubbotto salvagente, ‘crocifisso’ su questa croce, per ricordarci che dobbiamo tenere aperti gli occhi, tenere aperto il cuore, per ricordare a tutti l’impegno imprescindibile di salvare ogni vita umana, un dovere morale che unisce credenti e non credenti” ha continuato il Papa per spiegare il motivo della sua scelta di collocare, nel Cortile del Belvedere, una croce in ricordo dei migranti e rifugiati, con appeso un giubbotto salvagente come quello che indossano i migranti che scappano dalle loro terre in cerca di un futuro migliore.

“Nella tradizione cristiana la croce è simbolo di sofferenza e sacrificio e, al tempo stesso, di redenzione e di salvezza”, ha ricordato Francesco: “Questa croce è trasparente: essa si pone come sfida a guardare con maggiore attenzione e a cercare sempre la verità. La croce è luminescente: vuole rincuorare la nostra fede nella Risurrezione, il trionfo di Cristo sulla morte”. “Anche il migrante ignoto, morto con la speranza in una nuova vita, è partecipe di questa vittoria”, ha assicurato il Papa: “I soccorritori mi hanno raccontato come stiano imparando l’umanità dalle persone che riescono a salvare. Mi hanno rivelato come in ogni missione riscoprano la bellezza di essere un’unica grande famiglia umana, unita nella fraternità universale”.

Famiglie, un gruppo di giovani, donne sole: ecco chi sono le persone migranti incontrate dal Papa
I profughi di Lesbo che ha incontrato il Papa sono giunti a Roma grazie a un corridoio umanitario, accompagnati dal cardinale Konrad Krajewski e dalla Comunità di Sant’Egidio che avevano avuto modo di verificare la drammatica situazione dei rifugiati che vivono da mesi nell'isola greca in condizioni disumane.

Sulle orme del Papa, che a Lesbo venne nel 2016, l’Elemosiniere apostolico è tornato a Moria a dicembre 2019, con le temperature ormai più basse, per constatare di persona la situazione. Ad affiancarlo, ancora una volta, la Comunità di Sant’Egidio.

Un sorriso, una stretta di mano, un rosario di Francesco, un piccolo contributo in denaro donato soprattutto alle mamme con i bambini piccoli, incontrate anche al centro ricreativo della Ong Team Humanity, dove in questo periodo si distribuiscono giacche e cappotti. «Quando siamo stati qui a maggio - racconta il cardinale Krajewski - non c’erano tutte queste tende: ci dicono che ci sono arrivi di 2-300 persone durante la notte. Adesso serve la buona volontà di chi governa per svuotare questi che sono ‘campi di concentramento’. Cominciamo intanto col portare via da questo campo 33 persone e speriamo che tutta la Chiesa in Europa si apra in questo modo, che tutte le Conferenze episcopali invitino le persone per ospitarle nelle proprie diocesi».
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 19 Dic 2019, 15:49
 dio ce ne renderà conto :lol:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 19 Dic 2019, 16:32
dio ce ne renderà conto :lol:

Gia' tremi eh?  :twisted:
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Lativm88 - 19 Dic 2019, 17:26
Pensavo che nelle Scritture ci fosse il prima gli italiani da qualche parte.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Dic 2019, 17:36
Dio ce ne CHIEDERA' conto, non "renderà".

Spiego che forse non avete capito: Dio chiederà conto  A CHI NON ACCOGLIE. "Perché non hai accolto, perché non hai salvato?"
Potete non crederci ma scrivere il contrario della frase per ridicolizzare è un ottimo modo per passare per scemi.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 19 Dic 2019, 17:38
Io avevo capito benissimo (come si vede dal mio post) ma me fa ride uguale.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: James M. McGill - 19 Dic 2019, 17:39
Aspe', Carib, in teoria, non dovrebbe tremare... lui accoglie (spero).
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Tarallo - 19 Dic 2019, 17:47
Carib è un peccatore impenitente
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 19 Dic 2019, 19:57
Carib è un peccatore impenitente
non sei il primo che me lo dice

(https://i.ibb.co/WP7Lhdr/Schermata-2019-12-19-alle-19-58-44.png)


cmq forse volevo proprio scrivere "renderà", vai a sape'  :=))

torno a tremare  :beer:

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Il nostro Giorgione - 19 Dic 2019, 20:09
Intanto quel vecchio scemo mezzo fascista è l'unico che parla con pietà e rispetto di esseri umani sempre e comunque, anche fuori delle contese elettorali all'ultimo like. Dicendo chiaramente da che parte si deve stare, se ci si vuole specchiarsi nella propria coscienza senza vomitare (vi do una piccola interpretazione allegorica che va bene per tutti, credenti e non così vi facilito il lavoro). E lui non ha bisogno di essere rieletto.
Credo che meriterebbe qualche risata in meno e molto, molto rispetto in più.
Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: carib - 19 Dic 2019, 20:50
Mi spiace ma la mia emoticon ridanciana non voleva affatto prendere in giro la persona.

Ho sempre parlato molto seriamente del signore in questione. Perché lo conosco bene, così come conosco quel tipo di linguaggio, il retropensiero, lo scopo e le conseguenze di quel linguaggio.
E per l'idea che mi sono fatto, c'è molto poco da ridere.




 

Titolo: Re:Il Prete Salviniano
Inserito da: Il nostro Giorgione - 25 Dic 2019, 11:02
Bambino Gesù nero alla messa di Natale: a Palermo l'iniziativa pro-migranti
ITALIA
Mercoledì 25 Dicembre 2019
Bambino Gesù nero alla messa di Natale: a Palermo l'iniziativa pro-migranti
Una messa di Natale nel segno dell'accoglienza ai migranti quella celebrata a mezzanotte dall'arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice. Un Bambino Gesù nero è stato deposto sull'altare della cattedrale della città, dove si trovano anche le spoglie di don Pino Puglisi, il parroco di Brancaccio ucciso dalla mafia e proclamato beato. Un'iniziativa fortemente voluta dal presule, da sempre in prima linea nella difesa dei migranti e delle persone più deboli.


Con molti saluti ai razzisti e agli idioti in genere. Feliz Navidad anche a voi.