Il Prete Salviniano

0 Utenti e 18 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #60 il: 19 Ago 2019, 09:14 »
Ti si è  abbondantemente  risposto che la Chiesa, con la C maiuscola per indicarne la gerarchia, sta smentendo  il suddetto, mentre tu ed altri state solo dicendo che "tanti preti soprattutto  al nord" sono così.

Mi sembra di non essere io quello che ciancia.

Riguardo  al rispetto per gli interlocutori, se argomenti ok,  ma  se dici semplicemente impicchiamo  tutti i preti ti becchi la risposta  che meriti

Un par di palloni!
La risposta la voglio, la pretendo per avere e dare rispetto dal e al mio interlocutore, sulla base di quello che ho affermato! Non su quello che mi mettete in bocca per poi poter fare le vittime.

Questo il mio primo post, il cui contenuto ho sempre ribadito e mai contraddetto:

50%

Condivido che la posizione ufficiale, nella forma e nella sostanza, della Chiesa Cattolica sia ben diversa e mi tengo stretto questa.

Però non possiamo far finta di non sapere quanto i vari parroci sparsi nelle cittadine, nelle campagne e nei paesini di montagna abbiano carisma e influenzano le persone. I cattivisti non sarebbero mai ricorsi a rosari e madonne se non avessero saputo di avere l'appoggio di molti capetti religiosi.
E da come verrà gestito questo caso, che sappiamo non essere unico non prendiamoci in giro, dipenderanno molte cose

Non vi si può fare una critica, non si può dire che c'è qualcosa che non va. Subito amplificate la portata della critica per delegittimare contemporaneamente la critica specifica e chi la espone.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #61 il: 19 Ago 2019, 09:21 »
Sintesi del meccanismo per mandare in vacca le discussioni che non volete vengano affrontate:

Se dici X
allora Y


...
Riguardo  al rispetto per gli interlocutori, se argomenti ok,  ma  se dici semplicemente impicchiamo  tutti i preti ti becchi la risposta  che meriti

Inventandosi X, facendolo diventare l'argomento di discussione spostando l'attenzione da quello vero che vi da fastidio, per poter sproloquiare con i vari Y
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #62 il: 19 Ago 2019, 09:26 »
Ma soprattutto, dando al Fracasso da Velletri di cui sopra tutta questa importanza simbolica "per come è la chiesa" ci si mette pari pari sullo stesso piano di quelli che "e al ora il PD a Bibbiano ?"

Stesso tentativo di buttare in caciara e non provare a capire COSA È  ORA il mondo cattolico.

Capisco non vi freghi nulla, ma allora non buttate giudizi "tanto per" oppure non siete diversi  dai tanti leoni da tastiera sovranisti.

Questa ė semplicemente una tua personalissima opinione, per me chi si esprime in quel modo ė un pezzo di merda a prescindere , se poi lo fa da un pulpito vestendo un abito sacerdotale ė un GRANDISSIMO pezzo di merda esattamente come qualsiasi altro politico o personaggio politico, con una responsabilità maggiore rispetto alla mia e alla tua ... In tutto questo la chiesa si rende complice con la sua eterna ipocrisia nel parlare bene e razzolare malissimo, che ci siano preti diversi non sposta una virgola perche il silenzio di chi sta al comando annulla le migliori intenzioni di chi dal di dentro prende anche decisamente le distanze da certe "cadute di stile"

Per il resto cerca di esprimerti educatamente e rispettare le idee e il pensiero di chi non la pensa come te
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #63 il: 19 Ago 2019, 10:21 »
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?

Offline arturo

*****
10667
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #64 il: 19 Ago 2019, 11:30 »
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?

Quindi la Chiesa , intesa come la gerarchia immediatamente superiore al prete pezzodemmerda di cui si parla, può impedire al di cui ommemmerda di salire su di un pulpito ed andare contro la linea politica della chiesa stessa?
questo credo sia il problema , perchè se il  proprio vescovo , si dissocia solamente , bollando le parole della merda come opinione personale , se permetti c'è qualcosa che non quadra : il prete ha pronunciato quelle frasi , non già davanti ad un bicchiere di vino in una cena conviviale di fasci dimmerda , ma dal pulpito di una processione del santo patrono , quindi nell' esercizio delle sue funzioni .
Opinioni personali stocazzo.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #65 il: 19 Ago 2019, 12:09 »
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?

Questo lo dici te, se un prete , un vescovo o suora prende posizioni o mette in atto azioni che ledono o vanno contro i dettami della chiesa può essere espulso dalle istituzioni ... Se non viene fatto ė evidente che non interessa farlo, e così facendo ci si rende complici di quel soggetto... a quel punto Le chiacchiere da balcone domenicali non valgono un cazzo
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #66 il: 19 Ago 2019, 12:43 »
che palle
la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti.

quindi NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa
risposto?

Finalmente hai risposto!
Nel merito e senza attribuire nefandezze a caxxo.
Che le palle le avevi sfracassate tu, grazie


E, rimanendo nel merito, non sono d'accordo con te sulle due questioni che affronti:


1) "NO, la gestione di questo fracazzo non ci dice NIENTE di quello che vuol fare la chiesa"

La gestione delle nefandezze dette dal parroco di Sora (circa 30.000 abitanti, non proprio un paesino tra l'altro) è importante per capire quanto la Chiesa consideri il valore dell'accoglienza, quanto sia in grado di difendere la propria posizione ufficiale (ripeto, nella forma e nella sostanza, non ci sono dubbi su questo!) dalle metastasi che, come ogni organizzazione, ha all'interno.

L’intervento del vescovo ("La Chiesa sempre pronta all’accoglienza"), l'aver obbligato il parroco di Sora a ritrattare sono elementi a favore, che nobilitano l'operato dell'organizzazione in questione.

Io spero non ci si fermi a questo, che il segnale sia ancora più netto, anche per prevenire e stoppare altre esternazioni simili da parte di altri ecclesiastici.



2) "la chiesa è un miliardo di persone e NON fa parte delle funzioni dell’organizzazione censurare le opinioni politiche dei propri adepti"

Quindi se un parroco dicesse che un bambino può crescere serenamente con una coppia gay la Chiesa lascerebbe stare? Se un parroco dicesse che se una donna dopo aver avuto un rapporto sessuale e non voler rischiare una gravidanza indesiderata prende la pillola "del giorno dopo" è nel suo pieno diritto, la Chiesa lascerebbe stare?
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #67 il: 19 Ago 2019, 12:56 »
siete de coccio, è totalmente inutile parlare con voi.
come la chiesa toniniana lasciava fracazzo don gallo in pace, così la chiesa franceschina lascia fracazzo di sora in pace.

sai qual è il deterrente? che stai a sora e non in una bella parrocchia importante. un prete giovane e in carriera col cazzo si fa spedi’ a sora a fare le prediche fasciste a quattro vecchietti!

non avete idea di come funzioni la dialettica, non dico spirituale ma sociale, politica, civica, nella chiesa e parlate, date giudizi, mettete condizioni, lanciate anatemi, che manco stessimo a parlá de lotitotare. Va bene tutti football manager ma bishop manager te prego anche no.
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #68 il: 19 Ago 2019, 13:17 »
Una multinazionale .

Cor catso che a 30 anni mi facevo spedire a fare il country manager in Burundi .

Uguale Uguale .

Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #69 il: 19 Ago 2019, 13:54 »
coldilana, appunto: sora è il burundi, per un prete
anche per questo dice quello che gli pare: nessuno lo ascolta
tranne i fasci, ovviamente.
e tranne gli anticlericali a servizio permanente effettivo che si ritrovano, come sempre, a fare risonanza ai fasci
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #70 il: 19 Ago 2019, 13:57 »
siete de coccio, è totalmente inutile parlare con voi.

Paragonare fraccazzo da sora a don Gallo la dice lunga su quanto sia inutile perdere tempo in discussioni visto che dimostri quanto l'unico di coccio qui dentro sia proprio te, sempre pronto a schivare le discussioni con tweet presi a cazzo su internet e a buttare in caciara ogni tentativo di confronto... la verità in tasca sempre... da semprr... Ma non ė una novità

(Ma poi non avevi chiuso?)
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #71 il: 19 Ago 2019, 14:44 »
siete de coccio, è totalmente inutile parlare con voi.
non avete idea di come funzioni la dialettica, non dico spirituale ma sociale, politica, civica, nella chiesa e parlate, date giudizi, mettete condizioni, lanciate anatemi, che manco stessimo a parlá de lotitotare. Va bene tutti football manager ma bishop manager te prego anche no.

La chiesa sa bene che per non far parlare di lei chi non fa parte della sua comunità la soluzione è semplice:
- smettere di condizionare la vita a chi non fa parte della sua comunità
- smettere di pesare economicamente su chi non fa parte della sua comunità

Se volesse sarebbe semplice. Altrimenti gli tocca avere questo fastidio

Offline Vincelor

*
1500
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #72 il: 19 Ago 2019, 15:01 »
La Chiesa pero' non e' un partito politico governato dal centralismo democratico (cosa che ogni tanto per i partiti auspicherei, ma questo e' un altro discorso). La rigidita' ci puo' essere sulle questioni teologiche, mentre sulle altre questioni ci sono sempre state differenze all'interno del clero. Sinceramente non capisco il riferimento al condizionamento della vita a chi non fa parte della sua comunita'. Se non si e' parte e non ci si sente parte della comunita' ecclesiale, ho difficolta' ad immaginare come la propria vita possa essere condizionata dalle prese di posizione della Chiesa
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #73 il: 19 Ago 2019, 15:27 »
...
Sinceramente non capisco il riferimento al condizionamento della vita a chi non fa parte della sua comunita'. Se non si e' parte e non ci si sente parte della comunita' ecclesiale, ho difficolta' ad immaginare come la propria vita possa essere condizionata dalle prese di posizione della Chiesa

Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio, insegnamento nelle Scuole Pubbliche, concorrenza sleale da parte di aziende legate alla chiesa, affettività e sessualità, malati terminali e fine vita.

Bastano come momenti della vita di TUTTI su cui la Chiesa condiziona con i soldi di TUTTI?

Rinunciasse al patto internazionale firmato da due dittatori nel 1929, uno deposto una cinquantina di anni prima e uno in auge, per legittimarsi a vicenda e vedrai che riceverà molte meno critiche

Offline Vincelor

*
1500
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #74 il: 19 Ago 2019, 15:32 »
Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono, malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?), affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento, insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #75 il: 19 Ago 2019, 15:52 »
Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono, malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?), affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento, insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra

Rispondo per punti:

1) Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono,
Su "come" le cose ci sono, intendo la possibilità di accedervi e i tempi per ottenerle, e su come si è potuto fare in modo che ci siano, la Chiesa ha pesantemente influito e prova ancora a farlo.

2) malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?)
"espone le sue posizioni o secondo te non dovrebbe farlo?" classica obiezione che si fa a chi ha dovuto giustificare perché espone le sue posizioni nei confronti della Chiesa. Ti accorgi che è un loop in cui ti sei infilato?

3) affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento
forse perché non ti sei mai interessato delle difficoltà che incontrano coloro che vivono una affettività e una sessualità non approvate dalla Chiesa

4) insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra
bene, almeno alcune questioni sulle quali le prese di posizione della Chiesa condizionano la vita anche di chi sta fuori dalla sua comunità le vedi
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #76 il: 19 Ago 2019, 16:08 »
coldilana, appunto: sora è il burundi, per un prete
anche per questo dice quello che gli pare: nessuno lo ascolta
tranne i fasci, ovviamente.
e tranne gli anticlericali a servizio permanente effettivo che si ritrovano, come sempre, a fare risonanza ai fasci

Ma non serve la vocazione ?  O la chiamata ?

La risonanza c'è l'hai nel cervello vuoto .

O pieno di cosa lo sai tu

Offline carib

*****
28199
Re:Il prete bergogliano
« Risposta #77 il: 19 Ago 2019, 16:42 »
Se può interessare ai fini della discussione (a tratti esilarante), la posizione di Bergoglio riguardo l'immigrazione è in estrema sintesi questa: Gli stranieri vanno accolti nella misura in cui non «MINACCINO l'identità» del Paese che accoglie.

(cfr. risposta al giornalista della Radio-Televisione Lituana Edvardas Spokas)

Per quanto mi riguarda, lo ritengo un ottimo assist per Salvini e l'omuncolo oggetto del topic. Insomma, considerando l'inequivocabile biografia e sponda sociopolitica di riferimento del suddetto papa, nulla di sorprendente.

Buon proseguimento

Offline Vincelor

*
1500
Re:Il Prete Salviniano
« Risposta #78 il: 19 Ago 2019, 16:50 »
Rispondo per punti:

1) Interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione, separazione e divorzio in Italia ci sono,
Su "come" le cose ci sono, intendo la possibilità di accedervi e i tempi per ottenerle, e su come si è potuto fare in modo che ci siano, la Chiesa ha pesantemente influito e prova ancora a farlo.

2) malati terminali e fine vita la Chiesa espone le sue posizioni (o secondo te non dovrebbe farlo?)
"espone le sue posizioni o secondo te non dovrebbe farlo?" classica obiezione che si fa a chi ha dovuto giustificare perché espone le sue posizioni nei confronti della Chiesa. Ti accorgi che è un loop in cui ti sei infilato?

3) affettivita' e sessualita' non capisco il riferimento
forse perché non ti sei mai interessato delle difficoltà che incontrano coloro che vivono una affettività e una sessualità non approvate dalla Chiesa

4) insegnamento nelle Scuole Pubbliche se intendi l'ora di religione per me andrebbe abolita. Sulla concorrenza sleale sono d'accordo con te, ma mi riferivo nel post precedente ai principi etici, appunto di cui parlavo sopra
bene, almeno alcune questioni sulle quali le prese di posizione della Chiesa condizionano la vita anche di chi sta fuori dalla sua comunità le vedi
Sono realmente interessato a capire meglio, quindi in me non c'e' spirito polemico ne' vorrei passare per avvocato difensore della Chiesa, perche' si difende benissimo da sola
1) La Chiesa ha influito, la societa' e' andata avanti. La Chiesa ha espresso le sue posizioni, la maggioranza dei cittadini italiani ha deciso come si dovessero risolvere tali questioni
2) Non ho sinceramente capito la tua obiezione. Non mi rendo conto del loop in cui mi sono infilato, veramente
3) Tale questione mi sembra riguardare chi vive una sessualita' non approvata dalla Chiesa ma vorrebbe far parte della comunita' ecclesiale. Perche', se io sono ateo, dovrei preoccuparmi di quello che dice la Chiesa circa il mio modo di vivere la sessualita'?
4) Gia' da tempo l'ora di religione non e' obbligatoria. E l'altra questione ha ben poco a che fare con gli insegnamenti della Chiesa

Offline carib

*****
28199
Re:Il Prete bergogliano
« Risposta #79 il: 19 Ago 2019, 17:02 »
Aggiungo solo una cosa.
La Chiesa ha il diritto di esprimere tutte le posizioni che vuole.
Lo Stato HA IL DOVERE DI NON RECEPIRLE nell'ordinamento giuridico perché la laicità è un cardine della Costituzione (cfr. tre sentenze dell'Alta corte in merito).
Ciò non toglie che i singoli cittadini credenti possano scegliere - avendone tutto il diritto proprio perché l'Italia è uno Stato laico - se orientarsi o meno nelle proprie scelte in base alle indicazioni della Chiesa rappresentata dal prete, dal parroco, dal monsignore o dal papa di riferimento (attualmente ce ne sono un paio che non hanno la stessa idea su diversi temi...). Purché questi cittadini non rompano iltazzo agli altri: anche questa è laicità eh. Cosa difficilissima da far digerire a chi è convinto che il suo dio sia più dio di quello degli altri, figuriamoci se gli altri 'sto dio nun ce l'hanno avendo saputo mantenere egregiamente il rapporto con la realtà umana altrui senza sentire l'esigenza di credere in un demiurgo che li aiuti a completare le parole crociate della vita...

Su questo in molti fanno confusione: volontariamente, per fanatismo religioso, oppure involontariamente, per analfabetismo funzionale.

ps. Le società occidentali si sono evolute nei secoli nonostante l'oppressione e la violenza insite nel pensiero religioso monoteista.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod