La Cosa 2

0 Utenti e 7 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

La Cosa 2
« il: 06 Ott 2015, 19:09 »
http://www.huffingtonpost.it/?ref=HRBH-1

prove di orientamento a sinistra

ce la faranno i nostri eroi a mettere in piedi un progetto valido o litigheranno prima di iniziare?




Re:La Cosa 2
« Risposta #1 il: 06 Ott 2015, 20:12 »
girano il seguito del film di Carpenter? (il remake già l'hanno fatto)

Nasce la sinistra a sinistra del Pd: entro ottobre i gruppi parlamentari. Ma già si divide

(il titolo dice tutto)


Re:La Cosa 2
« Risposta #2 il: 06 Ott 2015, 20:18 »
girano il seguito del film di Carpenter? (il remake già l'hanno fatto)

Nasce la sinistra a sinistra del Pd: entro ottobre i gruppi parlamentari. Ma già si divide

(il titolo dice tutto)

no, sei giovane evidentemente, mi riferivo a La Cosa di Nanni Moretti  :)
Re:La Cosa 2
« Risposta #3 il: 06 Ott 2015, 20:41 »
ah, ecco  :)




Offline TomYorke

*****
8462
Re:La Cosa 2
« Risposta #4 il: 06 Ott 2015, 21:27 »
http://www.huffingtonpost.it/?ref=HRBH-1

prove di orientamento a sinistra

ce la faranno i nostri eroi a mettere in piedi un progetto valido o litigheranno prima di iniziare?


la seconda ovviamente.

Offline reds1984

*
5012
Re:La Cosa 2
« Risposta #5 il: 06 Ott 2015, 21:56 »
La cosa 1 sarebbe...?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Re:La Cosa 2
« Risposta #6 il: 06 Ott 2015, 23:43 »
dopo l'annuncio della trasformazione del PCI voluta da Occhetto, Moretti girò un film documentario nelle sezioni del partito, che da comunista si stava trasformando in qualCosa d'altro, non chiarissimo neppure adesso (o forse fin troppo chiaro)
 

Offline Zanzalf

*****
11963
Re:La Cosa 2
« Risposta #7 il: 07 Ott 2015, 01:09 »
La cosa 1 sarebbe...?

Il PD. L'abbiamo fatta.

Offline Tarallo

*****
84376
Re:La Cosa 2
« Risposta #8 il: 07 Ott 2015, 05:52 »
Puliteve.

Offline anderz

*
8241
Re:La Cosa 2
« Risposta #9 il: 07 Ott 2015, 08:07 »
Io PD lo dico un po' troppo spesso.

Offline Zanzalf

*****
11963
Re:La Cosa 2
« Risposta #10 il: 07 Ott 2015, 10:35 »
Puliteve.

Fatto pure il bidet e liberati dei tarzanelli.

Offline FatDanny

*****
16786
Re:La Cosa 2
« Risposta #11 il: 07 Ott 2015, 10:47 »
Io dico no, non ce la faranno.
Perché partono proprio da un'ipotesi completamente sbagliata.
Non puoi rappresentare politicamente quel che non c'è (più) nella società.

Oggi se si vuole ricostruire un qualcosa che organizzi le istanze dei poveri contro quelle dei ricchi (la categoria della Sinistra è fuorviante, si addiceva ad un quadro parlamentare che rimandava ad un quadro sociale già definito) devi costruire nuovi legami sociali.

Tra '800 e '900 ci hanno pensato le camere del lavoro, le casse di resistenza, le società di mutuo soccorso.
All'epoca lo Stato non era un'entità che si occupava anche di distribuire la ricchezza, faceva solo gli interessi di una classe (e pian piano, senza la pressione dei poveri in forma organizzata, ci sta tornando).
Ossia se un operaio o un contadino avevano un problema - di salute, di lavoro, abitativo, ecc - potevano rivolgersi solo ad altri operai, perché non c'era "welfare di stato". Solo nella solidarietà orizzontale potevano trovare una risposta, l'alternativa era la morte in solitudine.

Bene, quella solidarietà ha prodotto delle relazioni, delle forze, delle possibilità.
E' stata quell'azione soggettiva a produrre la Classe. Una Classe che nel fare questo si è data ANCHE un'espressione politica (i partiti socialisti e comunisti, le formazioni anarchiche, il movimento cooperativo, ecc).

Cosa oggi può avere lo stesso ruolo e ricostituire il "mondo di mezzo" tra individuo e istituzioni, scartando la solitudine in cui ci si trova e che rappresenta di per sé il principale motivo di sconfitta?
Questa oggi è LA domanda.
Finché invece ci si domanda solo quale alleanza può produrre un risultato elettorale si ribadisce la coazione a ripetere. Errore dopo errore.

Offline arkham

*****
13380
Re:La Cosa 2
« Risposta #12 il: 07 Ott 2015, 11:10 »
Fat sottovaluti la partecipazione politica e gli orientamenti d'opinione.
Io dico che la creazione di un grande partito di massa a sinistra, nell'accezione del termine che si potrebbe dare pensando al vecchio istituzionalizzato PCI, non è più possibile.
Ma una sensibilità verso le tematiche legate alla sinistra, non rigidamente marxiste, ma diluite nell'ambientalismo, la ridistribuzione sociale della ricchezza, i diritti, il laicismo, la legalità (che non è quella del partito dei prefetti e dei magistrati), credo che nella società esista ancora.
Questa sinistra d'opinione e di governo, chiamala liberal, certo non rivoluzionaria né marxista, oggi non ha riferimenti politici, checché ne dicano gli ex diessini del pd.
Lo spazio politico c'è, se è il caso di riempirlo o meno non lo so, è una valutazione politica e ognuno faccia la sua.
Certo non credo che possano farlo i cocci di esperienze precedenti, che si richiaano a Sel, a leaderini col pugno chiuso o a trombati degli anni 2000.

Offline FatDanny

*****
16786
Re:La Cosa 2
« Risposta #13 il: 07 Ott 2015, 11:31 »
lo spazio politico c'è, ma se non si capisce in che modo torna ad essere efficace non fai altro che mettere in piedi un eterno ritorno perdente.
Ossia un soggetto che genera entusiasmo, cresce, si pone il problema dell'alleanza di governo, fa cacate e quindi muore.
Ci serve davvero una cosa del genere? Serve a chi, soprattutto?
Serve "alla gente" o serve solo a dare un po' di respiro a quattro burocrati che non sanno cosa significhi lavorare?

Per me il discorso è molto semplice: occorre mettere in piedi le strutture che oggi permettono di ricostruire legami sociali. Non dobbiamo copiare le camere del lavoro del 1800 (anche perché non siamo nel 1800), ma strutture dalla funzionalità simile.
Strutture che partono dai bisogni materiali, che immediatamente possono essere utili a livello di percezione collettiva. La coalizione sociale era ed è un'intuizione giusta, ma è destinata a fallire se si percepisce in termini di rappresentazione politica immediata.

Ti faccio degli esempi così ci capiamo meglio:
strutture sindacali, associazioni, case e spazi occupati riescono a coordinarsi per dare un'accoglienza alternativa ai migranti (intendo proprio magnà, assistenza legale, un tetto)?
Questo può produrre, esattamente come avvenuto in passato, una relazione che poi si riversa anche nei luoghi di lavoro dove i migranti sono maggioranza? Può divenire questo anche organizzazione dei lavoratori in vertenze?
E allo stesso tempo questo coordinamento un domani può darsi anche a sostegno di vertenze esemplari (come potrebbero essere la Fiat, la Fabbrica "taldeitali" che chiude e viene recuperata dagli operai, la vertenza Ikea piuttosto che quella dei lavoratori di Eataly).

SI. PUO'.
Perché quando si lavorava a cottimo senza alcuna tutela si scioperava ad oltranza perché sapevi che dietro anche se non avevi lo Stato avevi la tua Classe che ti avrebbe sostenuto.
La Sinistra novecentesca non si è prodotta su una semplice istanza politica, ma sulla risposta concreta a bisogni materiali. Da quello ne sono sorte istanze politiche.

Pensare di risolvere il nodo riprendendolo da metà non serve a nulla se non a ripetere l'errore e convincersi ancor di più che non ci sia soluzione.
Riprendere il filo da capo serve invece a mettere le condizioni affinché la tua azione politica torni ad essere efficace.
Ricostruiamo una Classe (intesa come relazioni concrete, non come insieme ideologico), quindi ricostruiamo nuove organizzazioni adeguate alla sua nuova composizione e a quel punto vedi che anche il resto diviene più credibile.

Non è un problema solo italiano. Se in Grecia sei in difficoltà e domani potresti esserlo in Spagna o in Inghilterra è perché i rapporti di forza reali si pongono nella società, non in Parlamento.
Se nella società ti sei già dato relazioni sociali alternative, modelli di autogoverno che regolano la tua vita ("lo Stato nello stato" si diceva una volta), anche i diktat della troika fanno molta meno paura...
 

Re:La Cosa 2
« Risposta #14 il: 07 Ott 2015, 14:34 »
Fat sottovaluti la partecipazione politica e gli orientamenti d'opinione.
Io dico che la creazione di un grande partito di massa a sinistra, nell'accezione del termine che si potrebbe dare pensando al vecchio istituzionalizzato PCI, non è più possibile.
Questa sinistra d'opinione e di governo, chiamala liberal, certo non rivoluzionaria né marxista, oggi non ha riferimenti politici, checché ne dicano gli ex diessini del pd.
Lo spazio politico c'è, se è il caso di riempirlo o meno non lo so, è una valutazione politica e ognuno faccia la sua.
Certo non credo che possano farlo i cocci di esperienze precedenti, che si richiaano a Sel, a leaderini col pugno Ma una sensibilità verso le tematiche legate alla sinistra, non rigidamente marxiste, ma diluite nell'ambientalismo, la ridistribuzione sociale della ricchezza, i diritti, il laicismo, la legalità (che non è quella del partito dei prefetti e dei magistrati), credo che nella società esista ancora.
chiuso o a trombati degli anni 2000.

Secondo me quello spazio non esiste più, perchè lo ha occupato Grillo.
Che seppur non rappresenti la classica sinistra ha fatto sue tutte le istanze che hai elencato.
Un altra "Cosa" a sinistra non farebbe altro che portare acqua al mulino del pd (tramite improbabili alleanze come è sempre accaduto fino ad oggi)  che nel frattempo ha fatto sue le istanze del centro destra, riducendo molto lo spazio a forza silvio.
E francamente visti i possibili personaggi imbarcati, non ne vedo proprio la necessità.

Offline Zanzalf

*****
11963
Re:La Cosa 2
« Risposta #15 il: 07 Ott 2015, 14:48 »
Tutti coloro che, in questi decenni, hanno provato a costruire "qualCosa" alla "sinistra" del Partito, fanno sempre lo stesso errore: vogliono creare aggregazione su basi culturali, non di classe.

Ambientalisti, pacifisti, anticlericali, antiautoritari, antiamericani, antiisraeliani, decrescitisti, terzomondisti, alternativi, notav, vegan, yoga, biciclette, sensimilla, ecc.

Il tutto funzionerebbe anche (infatti funziona per Grillo) solo che l'aroma aggregatore lo si tenta di trovare nell'ostalgia per la falce e martello. Errore che Grillo non fa (infatti lui aggrega sul razzismo, sulla misoginia, sull'individualismo) e che tiene alla larga le genti che di una nuova versione, social, mobile, del comunismo non ne vogliono proprio sapere.
Re:La Cosa 2
« Risposta #16 il: 07 Ott 2015, 15:08 »
il collante può essere uno solo: il lavoro e i diritti

da qui deve partire una nuova sinistra

non dai rimborsi, dagli scontrini  e dal giustizialismo


Offline Thorin

*
2644
Re:La Cosa 2
« Risposta #17 il: 07 Ott 2015, 15:17 »
Errore che Grillo non fa (infatti lui aggrega sul razzismo, sulla misoginia, sull'individualismo)

Questo non te lo permetto.
Un conto sono le idee e le opinioni ed un conto sono gli insulti, e questo è un insulto.

Offline FatDanny

*****
16786
Re:La Cosa 2
« Risposta #18 il: 07 Ott 2015, 15:26 »
Tutti coloro che, in questi decenni, hanno provato a costruire "qualCosa" alla "sinistra" del Partito, fanno sempre lo stesso errore: vogliono creare aggregazione su basi culturali, non di classe.


guarda te se mi devo trovare d'accordo con zanzalf...

detto questo dobbiamo intenderci su cosa intendiamo per classe.
Per me oggi non c'è proprio la classe, è questo il problema.

Dire che non c'è la classe non significa dire che non ci sono i lavoratori.
I lavoratori ci sono, ma a differenza della controparte sono del tutto isolati, atomizzati, rinchiusi nel loro ultra-particolare. Non c'è quella che una volta si sarebbe chiamata "la Classe per sé" (o "il movimento operaio").

Pensare che si possa ricreare un soggetto "di classe" senza capire come si ricostruiscono le relazioni di classe è come voler rappresentare un'istanza ideale, d'opinione appunto, che però materialmente non ha un suo soggetto di riferimento.
E quindi non può che essere aleatoria nelle sue velleità di peso politico.
Puoi anche rappresentare il 20% degli elettori se te dice bene. Tsipras era riuscito a rappresentarne anche di più. ma se poi non hai una società che concretamente mette in piedi un modello di relazione sociale alternativo, con quel 20% ci fai poco.

Cosa intendo concretamente?
Che una classe è fatta di un rapporto di forza effettivo.
Classe è... le case occupate di San Basilio.
Classe è... le fabbriche recuperate che producono senza padroni e permettono a chi ci lavora di campare
Classe è... servizi autorganizzati nei quartieri dagli stessi abitanti o dalle associazioni di abitanti

Insomma Classe è quel che QUI E ORA ti permette di fare a meno (in termini parziali, è chiaro) della logica mercantile del capitale.

Se e quando hai questo ti poni il problema di come dargli rappresentanza politica e capacità egemonica generale.
Anche perché altrimenti rappresenti cosa?!?!

Offline Zanzalf

*****
11963
Re:La Cosa 2
« Risposta #19 il: 07 Ott 2015, 15:34 »
Questo non te lo permetto.
Un conto sono le idee e le opinioni ed un conto sono gli insulti, e questo è un insulto.

Dillo a Grillo quando dice che "gli immigrati portano l'ebola"
Digli: "questo è razzismo!"

Digli anche qualcosa quando parla delle donne in termini volgarmente maschilisti. Digli: "non essere misogino, altrimenti poi Zanzalf ci insulta!"
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod