Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni

0 Utenti e 25 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online FatDanny

*****
18323
Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« il: 10 Feb 2016, 11:14 »
Partiamo da questo articolo.

Qualche cenno storico:

Francesco Forgione (1887-1968) in arte Padre Pio fu ordinato frate nel 1910. Immediatamente gli vennero le stimmate per poi scomparire subito dopo. Nel 1918 le stimmate tornarono. Lo spettacolo delle ferite che sanguinavano mentre il frate diceva messa fece accorrere le masse, oltre che (finalmente) i medici. Nel 1919 uno di questi visito' il frate e noto' che le piaghe erano superficiali, e presentavano un alone del caratteristico colore della tintura di iodio. La diagnosi fu confermata dal perito ufficiale inviato dal Santo Uffizio, che attribuì alla tintura di iodio lo sviluppo e il mantenimento delle lesioni, in origine superficiali e di natura patologica (necrosi della cute). Secondo i confratelli, Padre Pio versava acido fenico, acido nitrico e acqua di colonia sulle ferite "per attutire a scopo di umiltà il suo odore di santità". Nel 1920 anche Padre Gemelli visitò il frate, e dopo aver dichiarato che le stimmate erano di origine isterica cercò di farlo internare.

Nel frattempo il frate si era schierato a favore dei fascisti. Il giro di denaro delle offerte minava il voto di povertà dei cappuccini, e la spartizione del bottino spesso degenerava in rissa. Il culto dei devoti, alimentato dal commercio dei panni sporchi del sangue delle stimmate, sconfinava nell'idolatria pagana. Il flusso dei pellegrini interferiva con la supposta clausura dell'eremo, e le visite notturne al convento di sedicenti "figlie spirituali" davano adito a pettegolezzi poco edificanti.

Dopo che l'arcivescovo di Manfredonia dichiarò che Padre Pio era un indemoniato, e i frati di San Giovanni Rotondo una banda di truffatori, il Santo Uffizio dovette correre ai ripari.

Nel 1922 ordinò al frate di indossare guanti senza dita per nascondere le stimmate. Nel 1923 decretò che non si era in presenza di alcun fatto soprannaturale. Nel 1924 ammonì i fedeli ad astenersi dal mantenere qualunque rapporto, anche epistolare, con Padre Pio. Nel 1931 privò il frate di tutte le facoltà religiose, salvo quella della messa, che però poteva celebrare solo privatamente.

Due visite ispettive, ordinate dalla Santa Sede nel 1927 e 1928, stabilirono che la situazione nel convento di San Giovanni Rotondo era solo un aspetto di un grave disordine morale del clero foggiano, che indulgeva in ogni sorta di allegria: "corruzioni, ruberie,ricatti, peccati della carne, simonìa (delitto consistente nel vendere o comprare cose sacre) odi e vendette". E proprio questa fu la salvezza di Padre Pio che propose al Vaticano un patto fra "gentiluomini": la mancata pubblicazione di alcuni libelli sull'edificante situazione (confezionati nel 1931 e 1933 dai seguaci del frate), in cambio della revoca delle disposizioni nei suoi confronti. Nel 1934 la Santa Sede cedette, pur reiterando che padre Pio non doveva trasformare la messa in uno spettacolo da baraccone, che le donne non potevano rimanere a dormire al convento, e che il commercio delle pezze insanguinate era severamente proibito.

Ormai il frate aveva ottenuto l'impunità, e decise di dedicarsi alla costruzione del suo monumento: un ospedale divino. Un misterioso finanziamento di 300 miliono di allora arrivò dalla Francia nel 1941, forse da un conto estero nel quale erano state "fatte affluire" le offerte dei fedeli. L'ospedale fu inaugurato nel 1956, e fa parte dell'unico vero miracolo di Padre Pio: la trasformazione di San Giovanni Rotondo in un potentato economico completo di alberghi, pensioni, ristoranti, bar e negozi di ogni genere. Oltre che di un enorme tempio progettato da Renzo Piano, con la capienza di 30000 posti (in un paese che conta 27000 abitanti).

Con l'avvento di Giovanni XXIII, che non credeva affatto alla santità del frate, ordinò nel 1960 un'ispezione a San Giovanni Rotondo. Si stabilì che moltissimi frati possedevano automobili private e gestivano personalmente grandi somme di denaro, nonostante il voto di povertà. Le donne continuavano a pernottare nel convento e il commercio delle reliquie non si era affatto fermato. Nel 1961 il Santo Uffizio tornò a segregare Padre Pio e a prendere il controllo del convento.

Con l'elezione di Paolo VI il frate potè tornare a svolgere le sue attività. In cambio, la Santa Sede pretese e ottenne di essere nominata erede universale nel suo testamento. Alla sua morte, avvenuta il 23 settembre 1968, Padre Pio effettuò un ultimo miracolo: le stimmate erano sparite senza lasciare traccia, e lasciando invece ovvi sospetti sulla loro esistenza.

Giunge infine l'operazione di canonizzazione, orchestrata in modo da confluire nel gran -business- del Giubileo, da parte di Giovanni Paolo II il 16 giugno 2002.

Piergiorgio Odifreddi


Offline Eagles77

*****
14436
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #1 il: 10 Feb 2016, 11:25 »


Biscotti da sgranocchiare durante una buona lettura.
Bisnessisbisness

Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #2 il: 10 Feb 2016, 11:34 »
Mai cagato più di tanto e i suoi "devoti" me fanno paura.

Offline Bambino

*
5103
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #3 il: 10 Feb 2016, 11:53 »
mai cagata tutta la combriccola, dai papi fino all'ultimo dei preti, peggio di tutti i cardinali.. bertone, bagnasco, martini ecc..

Online Tarallo

*****
91877
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #4 il: 10 Feb 2016, 12:43 »
M'hai amamzzato, m'hai fatto crolla' un mito :sisisi:

Online Buckley

*
2918
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #5 il: 10 Feb 2016, 12:54 »
M'hai amamzzato, m'hai fatto crolla' un mito :sisisi:
secondo me e' piu' credibile il pulcino Pio... :beer:
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #6 il: 10 Feb 2016, 12:55 »
Partiamo da questo articolo.

Qualche cenno storico:

Francesco Forgione (1887-1968) in arte Padre Pio fu ordinato frate nel 1910. Immediatamente gli vennero le stimmate per poi scomparire subito dopo.
...
Nel 1920 anche Padre Gemelli visitò il frate, e dopo aver dichiarato che le stimmate erano di origine isterica cercò di farlo internare.
...
Dopo che l'arcivescovo di Manfredonia dichiarò che Padre Pio era un indemoniato, e i frati di San Giovanni Rotondo una banda di truffatori, il Santo Uffizio dovette correre ai ripari.
...
Due visite ispettive, ordinate dalla Santa Sede nel 1927 e 1928, stabilirono che la situazione nel convento di San Giovanni Rotondo era solo un aspetto di un grave disordine morale del clero foggiano, che indulgeva in ogni sorta di allegria: "corruzioni, ruberie,ricatti, peccati della carne, simonìa (delitto consistente nel vendere o comprare cose sacre) odi e vendette".
...
Con l'avvento di Giovanni XXIII, che non credeva affatto alla santità del frate, ordinò nel 1960 un'ispezione a San Giovanni Rotondo. Si stabilì che moltissimi frati possedevano automobili private e gestivano personalmente grandi somme di denaro, nonostante il voto di povertà. Le donne continuavano a pernottare nel convento e il commercio delle reliquie non si era affatto fermato. Nel 1961 il Santo Uffizio tornò a segregare Padre Pio e a prendere il controllo del convento.

Con l'elezione di Paolo VI il frate potè tornare a svolgere le sue attività. In cambio, la Santa Sede pretese e ottenne di essere nominata erede universale nel suo testamento. Alla sua morte, avvenuta il 23 settembre 1968, Padre Pio effettuò un ultimo miracolo: le stimmate erano sparite senza lasciare traccia, e lasciando invece ovvi sospetti sulla loro esistenza.

Giunge infine l'operazione di canonizzazione, orchestrata in modo da confluire nel gran -business- del Giubileo, da parte di Giovanni Paolo II il 16 giugno 2002.


Un Wannamarchi che ce l'ha fatta o una vittima delle gerarchie cattoliche?
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #7 il: 10 Feb 2016, 13:30 »
mmm... non so... come si spiega la perfetta conservazione del cadavere?

Offline Zanzalf

*****
11963
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #8 il: 10 Feb 2016, 14:31 »
Quanto odio per la gente semplice, per i propri genitori, per ile proprie radici.

Eutanasia civica.

Offline Eagles77

*****
14436
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #9 il: 10 Feb 2016, 14:32 »
Quanto odio per la gente semplice, per i propri genitori, per ile proprie radici.

Eutanasia civica.

Gente semplice?
Propri genitori?
Proprie radici?
Ma de che stai a parlà? che topic è?

Offline Zanzalf

*****
11963
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #10 il: 10 Feb 2016, 14:39 »
Non ti piace la mia opinione? Me ne faccio una ragione

Offline Thorin

*
2656
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #11 il: 10 Feb 2016, 14:43 »
Mi dissocio anche io da questo topic, scusate ma è veramente di cattivo gusto, cioè svacca al secondo post, è record.

Online Tarallo

*****
91877
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #12 il: 10 Feb 2016, 14:44 »
Quanto odio per la gente semplice, per i propri genitori, per ile proprie radici.

Eutanasia civica.

Eh si, io odio mia madre.
Il massimo lo raggiungo quando, di notte, metto le miccette alla base del letto e mi nascondo dentro l'armadio, cosi' non mi sente quando sbotto a ridere. Anzi appena si calma esco di colpo e raddoppio il panico.
I tempi del Guttalax nel thé li ho superati, ero giovane.
Una delle cose piu' divertenti era spostarle indietro il sedile della 500 e bloccarlo con un piede di porco, cosi' che fosse obbligata a guidare senza arrivare bene ai pedali. Doveva pertanto inclinare il corpo in modo da tale da non poter frenare se accelerava. Le risate, mi apostavo alla fine della strada e la vedevo sfiorare altre macchine e gente che attraversava, una volta per poco non va dritta contro un muro a velocita' sostenuta.

Io la odio mia madre, in particolare perche' e' cattolica e ama Padre Pio.

Online Buckley

*
2918
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #13 il: 10 Feb 2016, 14:55 »
Mi dissocio anche io da questo topic, scusate ma è veramente di cattivo gusto, cioè svacca al secondo post, è record.
Thorin, capisco ma te lo puoi aspettare, un ateo non resiste e stronca subito il tutto, senza disprezzo per i genitori, mia madre era cattolica ma dubbiosa su padre Pio.

Online Tarallo

*****
91877
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #14 il: 10 Feb 2016, 14:57 »
Thorin, capisco ma te lo puoi aspettare, un ateo non resiste e stronca subito il tutto, senza disprezzo per i genitori, mia madre era cattolica ma dubbiosa su padre Pio.

Grazie della buona educazione, che evidentemente qui dentro e' merce rara.

Online FatDanny

*****
18323
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #15 il: 10 Feb 2016, 15:01 »
OT
Scusate tanto eh, ma il topic lo aperto IO e vorrei evitare che vada a quel paese per dei flames conclamati.

Il topic parla della figura storica di Padre Pio e delle mistificazioni che sono state prodotte a riguardo.
Visto che mi sembra una figura attorno a cui si è costruita una forte retorica sulla sua presunta santità e dato che tale santità mi sembra estremamente discutibile visto la vita poco santa che ha caratterizzato quest'uomo, se ne può discutere?
Spero di si. E spero che questo possa darsi senza arrivare ad irridere l'intera religione cattolica o senza affermare che i "senza Dio" non hanno sentimenti e per questo se la prendono col povero Santo di turno.

Se non si produce uno scarto nei prossimi post sarò io stesso a chiedere la chiusura del topic.
Mi spiace di aver creduto che fosse possibile una discussione di questo tipo, che non riguarda il concetto di Santità né i principi di fede, ma una figura STORICA SPECIFICA, un uomo in carne ed ossa.
Si può discutere di quest'uomo oppure da quando è stato beato gode di immunità assoluta?

EOT

Offline Thorin

*
2656
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #16 il: 10 Feb 2016, 15:15 »
Thorin, capisco ma te lo puoi aspettare, un ateo non resiste e stronca subito il tutto, senza disprezzo per i genitori, mia madre era cattolica ma dubbiosa su padre Pio.

Ma mica sono offeso, non essendo cattolico non mi colpisce neanche di striscio... è che guardandolo con distacco dico che topic come questi sarebbero evitare, non stiamo parlando di unioni civili ed altri temi caldi, dove io sono il primo ad entrare a gamba tesa, ma di fede, ci vogliono credere? Affari loro, che mi cambia?

Comunque lo spunto di Danny è molto molto interessante, se si restasse sul civile sarebbe un bel topic ;)

Offline anderz

*
8270
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #17 il: 10 Feb 2016, 15:30 »
Quanto odio per l'ignoranza, le truffe e i raggiri nei confronti della gente semplice.

Eutanasia intellettiva.

Online Buckley

*
2918
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #18 il: 10 Feb 2016, 15:45 »
senza arrivare ad irridere l'intera religione cattolica o senza affermare che i "senza Dio" non hanno sentimenti e per questo se la prendono col povero Santo di turno.
scusa Danny, ma ti riferisci a me quando parli dei senza Dio? Io sono un senza dio ma i sentimenti ce li ho anzi, ti dico che probabilmente te ne servono molti per vivere senza dio ma immagino questo tu lo sappia bene. Io non me la prendo col santo di turno, reputo San Francesco una bellissima figura anche se non credo alla sua santita' e non irrido la religione e i religiosi tout court. Ma padre Pio non l'ho mai sopportato proprio per il business di cui parli anche tu. E forse, da mezzo pugliese quale sono, sono ancor piu' rosicante. Ma questo e' affar mio  ;)

Offline Eagles77

*****
14436
Re:Su Padre Pio, la Storia e le sue mistificazioni
« Risposta #19 il: 10 Feb 2016, 15:49 »
“Le stigmate sono superficiali e presentano un alone del colore caratteristico della tintura di jodio. Capziosa e artifiziosa mi sembro’ la spiegazione della presenza nella cella (di padre Pio) di una bottiglia di acido fenico commerciale nero (ricorda il colore delle stigmate) che secondo il frate guardiano padre Pio verserebbe per attutire, a scopo di umilta’, il suo odore di santita’“
Relazione del dott. Vincenzo Tangaro “Il Mattino”, Napoli, 30.06.1919.

“Possiamo pensare che le lesioni descritte siano cominciate come prodotti patologici (neurosi, necrosi multipla della cute) e siano state inconsciamente e per un fenomeno di suggestione completate nella loro simmetria e mantenute artificialmente con un mezzo chimico, per esempio la tintura di jodio. Ho notato una pigmentazione bruna dovuta alla tintura di jodio. E’ noto che la tintura di jodio vecchia, per l’acido joridrico che sviluppa, diventa fortemente irritante e caustica“
Relazione del Prof. Amico Bignami, ordinario di Patologia alla Regia Universita’ di Roma, incaricato dal “santo uffizio” di esaminare le stigmate di padre Pio, luglio 1919.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod