mondiali femminili

0 Utenti e 23 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:mondiali femminili
« Risposta #60 il: 10 Giu 2019, 02:17 »
Non ho capito, quindi la risposta è sì? Ed è quella la Lazio che ha vinto gli scudetti negli anni 70 o 80?

Difficile trovare notizie in rete, poi col telefono...
Come spiegato più sopra mi pare da PARISsn nel 2015 la Lazio calcio, quella di Lotito per intenderci, rileva il titolo sportivo della Lazio Calcio Femminile, affiliata alla polisportiva, e ne prosegue l'attività come Lazio Women. A riguardo si trova in rete qualche articolo dell'epoca. Poi, almeno per me, le cose si fanno un po' confuse ma cercando bene si vede che la squadra affiliata alla polisportiva comunque prosegue l'attività. Nel 2017-2018 la Lazio Women milita in serie B, la Lazio Calcio Femminile in serie C. Nel campionato 2018-19 Lazio Women in serie B mentre non si trovano sul sito della polisportiva notizie della Lazio CF aggiornate dopo luglio 2018 mi pare, e in effetti su Wikipedia e dice che la squadra è inattiva.
Che la situazione della Lazio femminile fosse confusa ne dà testimonianza anche un topic di questo forum nella sezione polisportiva. Pochi post che però bastano a rendere l'idea.
https://www.lazio.net/forum/polisportiva-s-s-lazio-1900/lazio-calcio-femminile-29520/

Offline pan

*
2341
Re:mondiali femminili
« Risposta #61 il: 10 Giu 2019, 02:35 »
Che poi è proprio invocando sempre riferimenti ai maschi che si blocca la crescita del calcio femminile. È un altro modo di subordinare le donne per queste menti schiacciate, la Totti der carcio femminile, la platini della Brianza eccetera. Non me lo toglie nessuno dalla mente che fa parte di tutto il programma di negazione della legittimità delle donne in professioni fino a poco tempo fa solo maschili.
No, pan non m'ha preso l'account :)

per stile o contenuti?  ;)
Re:mondiali femminili
« Risposta #62 il: 10 Giu 2019, 02:41 »
Difficile trovare notizie in rete, poi col telefono...
Come spiegato più sopra mi pare da PARISsn nel 2015 la Lazio calcio, quella di Lotito per intenderci, rileva il titolo sportivo della Lazio Calcio Femminile, affiliata alla polisportiva, e ne prosegue l'attività come Lazio Women. A riguardo si trova in rete qualche articolo dell'epoca. Poi, almeno per me, le cose si fanno un po' confuse ma cercando bene si vede che la squadra affiliata alla polisportiva comunque prosegue l'attività. Nel 2017-2018 la Lazio Women milita in serie B, la Lazio Calcio Femminile in serie C. Nel campionato 2018-19 Lazio Women in serie B mentre non si trovano sul sito della polisportiva notizie della Lazio CF aggiornate dopo luglio 2018 mi pare, e in effetti su Wikipedia e dice che la squadra è inattiva.
Che la situazione della Lazio femminile fosse confusa ne dà testimonianza anche un topic di questo forum nella sezione polisportiva. Pochi post che però bastano a rendere l'idea.
https://www.lazio.net/forum/polisportiva-s-s-lazio-1900/lazio-calcio-femminile-29520/

Ah ok grazie, quindi la Lazio women fa parte della Lazio di Lotito e ha il titolo sportivo quindi anche gli scudetti credo 3. Beh allora è un peccato non investire un po', oltretutto può dare un ritorno interessante in termine di imaging con investimenti abbastanza contenuti.
Re:mondiali femminili
« Risposta #63 il: 10 Giu 2019, 02:54 »
5 scudetti e 4 coppe Italia recita il palmares che si trova su Wikipedia.

UnDodicesimo

UnDodicesimo

Re:mondiali femminili
« Risposta #64 il: 10 Giu 2019, 08:35 »
Che poi è proprio invocando sempre riferimenti ai maschi che si blocca la crescita del calcio femminile. È un altro modo di subordinare le donne per queste menti schiacciate, la Totti der carcio femminile, la platini della Brianza eccetera. Non me lo toglie nessuno dalla mente che fa parte di tutto il programma di negazione della legittimità delle donne in professioni fino a poco tempo fa solo maschili.
No, pan non m'ha preso l'account :)

il riferimento a giocatori di maggiore fama esiste anche con i maschietti.

il problema semmai e' che del calcio femminile si finisce con il parlare cosi di rado che anche i nomi di quelle piu' brave non fanno presa sul pubblico.

Offline Tarallo

*****
91059
Re:mondiali femminili
« Risposta #65 il: 10 Giu 2019, 09:08 »
Certo, finché le chiameremo col nome di altri...
Re:mondiali femminili
« Risposta #66 il: 10 Giu 2019, 09:17 »
non so se sul tubo si possano trovare immagini del calcio femminile, ma
la Sanchez (se non ricordo male era spagnola), la chiamavano la Platini del calcio femminile,
e al pallone gli dava del tu tecnicamente era veramente eccelsa
certo non lo era fisicamente, ricordo anche la Morace e la Panico che non raggiungevano quei livelli di tecnica,
ma sapevano far goal come i migliori attaccanti al maschile non erano particolarmente raffinate come lei ma tecnicamente erano forti, sai qual'è la differenza che vedo, che le attuali giocatrici, sono superiori dal
punto di vista atletico (e questo conferma il fatto che come dici tu parecchie siano ora professioniste o semi professioniste e quindi si possano allenare molto più di prima)

Poi magari può essere il solito discorso giocano a ritmi più alti e quindi la tecnica venga fuori
con molta più difficoltà

Negli anni 80 spesso si andava il sabato pomeriggio al Flaminio dove o giocava la Lodigiani in serie C o giocava la Lazio femminile e c'era un bel pubblico. Tra le giocatrici della Lazio che contava e che si disputava mio scudetto con il Giugliano c'era anche una certa O'brian (vado veramente a memoria).
Comunque a me é capitato di giocare contro la Lazio femminile. Era il 1990, giocavo in una squadra romana Under 18 e io ero uno dei due fuoriquota, il nostro allenatore aveva fatto parte, se non ricordo male, del team di Guenza e quindi era stata organizzata un'amichevole tra noi e la Lazio più l'aggiunta della Morace (che non giocava con la Lazio ma si allenava comunque con loro).
Fu un massacro sul piano fisico e tecnico, dopo mezz'ora stavamo 3 a 0, credo fini 4 a 0. La cosa che ricordo particolarmente fu l'aggressività e, se vogliamo, anche la cattiveria di alcune giocatrici nel volerci fare male, in un calcio d'angolo presi una gomitata (mi sembra proprio dalla Morace ma non sono sicuro) in faccia che spinse il mio allenatore a togliermi all'intervallo perché volevo farmi giustizia. Non fu una bella esperienza. E per anni ho considerato il calcio femminile sotto il prisma di questa esperienza negativa.
Pero' vivendo in Francia, dove c'é stato un vero boom negli ultimi anni, l'ho rivalutato e ho capito che non é sul piano tecnico che si può giudicare questo sport. Ogni tanto mi capita di guardare qualche partita e, se vogliamo, l'aspetto emozionale é intatto.
La partita di ieri l'ho rivista in differita e mi ha emozionato.
Per qualsiasi sport penso sia la cosa più importante.

Offline arturo

*****
10688
Re:mondiali femminili
« Risposta #67 il: 10 Giu 2019, 09:25 »
 Ricordo la portiera della Lazio femminile degli anni 90 , Eva Russo bella e brava , fidanzata con Dell'Anno.

Offline gesulio

*****
19242
Re:mondiali femminili
« Risposta #68 il: 10 Giu 2019, 10:05 »
Nel frattempo i "prima romanisti" di repubblica con solerzia stile "istituto luce del ventennio" fanno uno "scoop" in prima pagina relativo all'esultanza della match winner e si "appropriano" dell'evento tirando subito in ballo "er pupone", ormai pietra di paragone per qualsiasi cosa succeda di bello sul globo terracqueo... lui che fu un così fulgido esempio di specchiata correttezza e fair play in ogni partita...



questo mette una pietra tombale sul cammino azzurro, lo sapete, sì?

Offline king

*****
465
Re:mondiali femminili
« Risposta #69 il: 10 Giu 2019, 12:17 »
La O'Brien menzionata da Italicbold e' Anne O'Brien, irlandese, deceduta nel 2016. Qui in Irlanda e' stata ricordata su alcuni giornali, menzionando anche la sua permanenza alla Lazio:

https://www.independent.ie/sport/soccer/farewell-to-anne-obrien-the-best-irish-sportswoman-that-you-never-knew-35019225.html

Ammetto di non ricordare la sua storia, mi colpi' quando lessi qui sui giornali della sua permanenza alla Lazio, che mi spinse ad informarmi di piu' su di lei.

E' proprio vero che la Lazio ci lega in maniera a volte strana, ma indelebile. :ssl

Offline Lativm88

*
4204
Re:mondiali femminili
« Risposta #70 il: 10 Giu 2019, 12:51 »
La nostra squadra di rugby (circuito Uisp, rugby popolare) ha una sezione femminile. Le ragazze sono brave, alcune anche tecniche (molto meglio di molti di noi)
A volte capita di fare qualche piccola amichevole assieme o mescolati. Loro ci mettono molta aggressività, noi, chiaramente, non possiamo andare ai 100kmh negli impatti o con placcaggi troppo ruvidi però nel complesso è divertente.
L'ultima volta hanno segnato due mete sulle 7 totali della nostra partita.

Offline sharp

*****
19932
Re:mondiali femminili
« Risposta #71 il: 10 Giu 2019, 19:54 »
.........
La partita di ieri l'ho rivista in differita e mi ha emozionato.
Per qualsiasi sport penso sia la cosa più importante.


ma si lo sport deve emozionare, poi però c'è anche il discorso estetico/tecnico/tattico, e quello vale
per lo sport in assoluto sia maschile che femminile (ripeto io seguo volentieri una partita di pallavolo femminile)

comunque mi hai fatto ricordare un episodio
un 8 anni fa tramite un amico in comune mi rintraccia un ragazzo (di zona)
con cui avevo fatto alcuni tornei post campionato, mi dice che stava facendo una squadra
per partecipare ad uno dei tornei di calciotto più importanti di Roma, gli feci presente che oramai
(dopo l'operazione alla schiena) erano 20 anni che non mettevo gli scarpini ai piedi.
Lui insistette una cifra,e a fronte del fatto che oltre a non giocare erano letteralmente 20 anni che non
facevo sport mi disse che avrebbe organizzato qualche partita per farmi riprendere un po' il ritmo   :s


Una di queste amichevoli fu contro la Lazio (a sto punto non so quale) organizzata tramite Lino Della Corte
il famoso paracadutista della lazio (quello che si lanciava ad ogni nostra manifestazione/ricorrenza)
che faceva parte della nostra squadra, io ricordo che alcune avevano una buona tecnica, altre meno,
come squadra avevano una grande aggressività e picchiavano decisamente, però nonostante
fossero sicuramente più allenate  e corressero molto di più (nel senso che avevano più fiato, di me sicuramente, gli altri giocavano ancora tutti , mentre in velocità non tenevano molto), non è che ci fosse differenza in campo,
ora io sinceramente non so quelli che giocavano con me che categorie facessero,
però ricordo bene che le ragazze erano tra le prime del campionato di B e si stavano giocando la promozione in serie A,
voglio dire contro una squadra di scappati di casa come possono essere 11 ragazzotti
di cui almeno la metà non ha mai giocato insieme  ti aspetti ti facciano comprare la palletta.


boh non so , quelle contro cui hai giocato tu , voglio dire quelle di quella Lazio sono certo lo avrebbero fatto
o quantomeno avrebbero dato l'impressione  di essere molto più brave di noi, l'unica cosa in cui si vedeva che erano superiori
era dal punto di vista dell'organizzazione ma insomma loro erano una squadra vera


E non vale il discorso che non si stessero impegnando perchè picchiavano di brutto,
dopo che ne avevo saltate due in dribbling una per rifilarmi un calcione(anche un tantino [...].llo   :S  )
si fece male di brutto




ps finita di vedere ora giappone argentina , se qualcuno si è emozionato beato lui,


@ Tara' scusa io non mi vedo una partita di calcio facendo distinzioni se uomini o donne, imho è questo l'errore
vero, se devo valutare una partita di calcio dico se mi è piaciuta o meno ed il perchè,
lo sport è lo stesso, come diceva qualcuno ci sono squadre che giocano benissimo e cercherò di vedermele
(anche se le giapponesi sono le vicecampioni del mondo)

Offline Tarallo

*****
91059
Re:mondiali femminili
« Risposta #72 il: 10 Giu 2019, 19:57 »
Ma io sono d'accordo.
Francia Corea è stata semplicemente più appassionante di Far Oer Spagna.

Offline sharp

*****
19932
Re:mondiali femminili
« Risposta #73 il: 10 Giu 2019, 20:00 »
Ma io sono d'accordo.
Francia Corea è stata semplicemente più appassionante di Far Oer Spagna.

va be dai nelle faer oer abiteranno 3000 persone capisci da te che ...

Offline sharp

*****
19932
Re:mondiali femminili
« Risposta #74 il: 10 Giu 2019, 20:02 »
azz quasi 50.000  mo li morte'

comunque stasera c'è il canada ; dovrebbero avere due tre giocatrici notevoli ,
una la conosco dalla TV ed è anche bellina forte (che non centra una mazza ma almeno ...)



niente controllato ora non è data tra i titolari
Re:mondiali femminili
« Risposta #75 il: 10 Giu 2019, 20:17 »
ora io sinceramente non so quelli che giocavano con me che categorie facessero,
però ricordo bene che le ragazze erano tra le prime del campionato di B e si stavano giocando la promozione in serie A,

Era un'amichevole nei primi mesi del 1990.
Arrivarono terze in serie A, secondo Wikipedia.

Offline sharp

*****
19932
Re:mondiali femminili
« Risposta #76 il: 10 Giu 2019, 20:26 »
Era un'amichevole nei primi mesi del 1990.
Arrivarono terze in serie A, secondo Wikipedia.


ai tempi la seria A femminile era forse il campionato migliore d'europa
io parlavo di quelle contro cui giocai io, imho niente a che vedere con quelle contro cui hai giocato tu

Offline LaFonte

*
235
Re:mondiali femminili
« Risposta #77 il: 10 Giu 2019, 20:35 »
Gli aneddoti che postate mi fanno venire in mente i bei tempi in cui giocavo, specie quando parlate di agonismo. Nel calcio femminile da sempre è regola compensare l'inferiorità tecnica con l'agonismo, quindi non mi stupisce sentir parlare di gomitate e calcioni.
Ricordo una mia partita che finì 3 espulse a 2 con quasi rissa al fischio finale e arbitro autorinchiuso nello spogliatoio per la paura di prenderle! Una sola squalifica...  :beer: :beer:  :=)) :=)) :=))
Difficile da capire e da credere per chi non lo ha vissuto. Il calcio femminile è anche un pò una setta, (o almeno lo era un tempo) di gente con una passione non capita da parenti amici colleghi ecc. e questo lega tantissimo. Ricordo che in giugno-luglio c'era un famoso torneo di calcetto in un paesino insignificante in provincia di Reggio Emilia, e c'era anche il torneo per le donne. Lì si mescolavano rigorosamente le squadre del calcio a 11, e si formavano le squadre al telefono, ognuna invitava chi conosceva e se non era già a parola con qualcun altro giocava con la tua squadra. Bè, la figata stratosferica era che visto che eraun mondo molto ristretto, un pò tutte conoscevano tutte, e chiamavano tutte... anche le giocatrici (attive o ritirate) di A. Quindi la sera andavi al campo e non sapevi bene contro chi avresti giocato... e scoprivi che nell'altra squadra c'era la Bertolini. Problemi zero, arriva una della tua squadra e in macchina ha la Morace!!!
Pensate di fare un torneo di calcetto, dare un colpo di telefono a Immobile e lui vi dice massì dai gioco con voi. E nella squadra avevrsaria vi trovate Bruno Conti. O Ronaldo, o Del Piero... sai quanto frega la tecnica, i soldi, gli sponsor, il giudizio del pubblico? Sono emozioni uniche.

Offline sharp

*****
19932
Re:mondiali femminili
« Risposta #78 il: 10 Giu 2019, 20:51 »
Gli aneddoti che postate mi fanno venire in mente i bei tempi in cui giocavo, specie quando parlate di agonismo. Nel calcio femminile da sempre è regola compensare l'inferiorità tecnica con l'agonismo, quindi non mi stupisce sentir parlare di gomitate e calcioni.
Ricordo una mia partita che finì 3 espulse a 2 con quasi rissa al fischio finale e arbitro autorinchiuso nello spogliatoio per la paura di prenderle! Una sola squalifica...  :beer: :beer: :=)) :=)) :=))
Difficile da capire e da credere per chi non lo ha vissuto. Il calcio femminile è anche un pò una setta, (o almeno lo era un tempo) di gente con una passione non capita da parenti amici colleghi ecc. e questo lega tantissimo. Ricordo che in giugno-luglio c'era un famoso torneo di calcetto in un paesino insignificante in provincia di Reggio Emilia, e c'era anche il torneo per le donne. Lì si mescolavano rigorosamente le squadre del calcio a 11, e si formavano le squadre al telefono, ognuna invitava chi conosceva e se non era già a parola con qualcun altro giocava con la tua squadra. Bè, la figata stratosferica era che visto che eraun mondo molto ristretto, un pò tutte conoscevano tutte, e chiamavano tutte... anche le giocatrici (attive o ritirate) di A. Quindi la sera andavi al campo e non sapevi bene contro chi avresti giocato... e scoprivi che nell'altra squadra c'era la Bertolini. Problemi zero, arriva una della tua squadra e in macchina ha la Morace!!!
Pensate di fare un torneo di calcetto, dare un colpo di telefono a Immobile e lui vi dice massì dai gioco con voi. E nella squadra avevrsaria vi trovate Bruno Conti. O Ronaldo, o Del Piero... sai quanto frega la tecnica, i soldi, gli sponsor, il giudizio del pubblico? Sono emozioni uniche.

beh su questo nessun dubbio   :beer:
comunque questo mi fa spezzare una lancia sui mondiali anti razzisti ,alle volte squadre miste
e alcune ragazze anche di livello tecnico alto

Offline pan

*
2341
Re:mondiali femminili
« Risposta #79 il: 10 Giu 2019, 23:18 »
ho sempre invidiato chi sa giocare decentemente a calcio, quindi ho sempre invidiato i maschi, perché di norma sempre loro c'hanno giocato e una femmina, a meno che non avesse un talento naturale che la facesse vivere col pallone tra i piedi, le scuole calcio le avrebbe viste un decennio abbondante dopo.
quindi daje di dieci anni di danza classica. fine storia.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod