Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.

0 Utenti e 10 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline syrinx

*
12737
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #400 il: 02 Mag 2016, 22:13 »
C'avete fatto caso ieri alle dichiarazioni post partita?

Tutti quanti a dire quant'è bravo "Simone", tranne Miro che ha glissato con eleganza.

Sbaglierò, ma secondo me, Pioli l'hanno deliberatamente fatto fuori loro.

LMML

Non so se deliberatamente, ma sicuramente non gli manca.

Offline skizzo87

*****
27733
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #401 il: 02 Mag 2016, 22:24 »
Si e le dichiarazioni vengono dai vari Candreva (caso fascia), Keita e Onazi (che non giocavano).

con pioli quest'anno prendevamo spessissimo gol nei primi 15'
con inzaghi spessissimo lo facciamo gol nei primi 15'
NON E' AFFATTO UN CASO, NO?
p.s.: sta squadra, maledetti a loro, valeva inter e fiore e si doveva giocare le posizioni da loro occupate...ma "hanno deciso" di no.
FORZA LAZIO

Il segnare nei primi 15' era la Lazio di Pioli dell'anno scorso. Visto che l'anno scorso entravamo come furie e dopo pochi minuti le sbloccavamo.
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #402 il: 03 Mag 2016, 11:21 »
Penso sia ancora troppo presto per dire quali siano le differenze.

Offline Amarcord

*
1429
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #403 il: 03 Mag 2016, 11:35 »
Abbiamo battuto l'Inter a Milano cn Pioli...

L'andamento della squadra ê sempre lo stesso.

Le vere differenze, se resterà inzaghi, si vedranno l'anno prossimo.

Poi é logico che qualcosa in più c'ê, ma per risultati ê la stessa di Pioli.

Voglio ricordare che anche quest'anno, prima dell'arrivo di inza, avevamo offerto prestazioni di qualità, poche, ma buone.

Offline Amarcord

*
1429
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #404 il: 03 Mag 2016, 11:43 »
C'avete fatto caso ieri alle dichiarazioni post partita?

Tutti quanti a dire quant'è bravo "Simone", tranne Miro che ha glissato con eleganza.

Sbaglierò, ma secondo me, Pioli l'hanno deliberatamente fatto fuori loro.

LMML

Io questa cosa ve la dico da settimane: Sono i giocatori che sn calati rendimento apposta o non, ma é loro la causa di tutto ciò.

Se onazi ora é un valore aggiunto e prima nn sapeva manco fa un passaggio di 5 metri ci sará un motivo?

I metodi di Pioli nn sn cambiati, anzi, nn erano cambiati, neanche i giocatori, e allora cosa ê successo?

Pioli le ha provate tutte, ma niente.

Pioli ê solo una vittima di una squadra di esaltati ahimè.

Dopo il terzo posto esultato cm uno scudetto ( ero uno dei tanti a formello ) i giocatori si sn sentiti appagati e dopo 3-4 prestazioni negative hanno mollato la presa.

Per di più a questa squadra erano stati tolti mauri e klose ( loro migliore stagione l'anno scorso e particolarmente il secondo che quest'anno si ê svegliato a fine campionato ), de vrij ( colonna della difesa ) e in fine Anderson che ê ritornato il cagnolino spaventato del primo anno e mezzo di Lazio.

Pioli ha colpe, é vero, ma solo in minima parte.

Quella di oggi é una reazione da parte dei giocatori, tutto qua. Il lavoro di inzaghi si vedrà l'anno prossimo, conferma permettendo.

Offline cartesio

*****
18838
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #405 il: 03 Mag 2016, 11:48 »
Sbaglierò, ma secondo me, Pioli l'hanno deliberatamente fatto fuori loro.

Un parte della squadra sicuramente è stata contenta di liberarsi di Pioli, ma la differenza di gioco si vede facilmente. È una Lazio che copre il campo diversamente, a cominciare dai difensori. Il cc a due non s'è più visto per fortuna, Keita da subito e Onazi sempre dentro hanno dato molta più vivacità alla manovra.
Anche il fatto che i calci piazzati non li batta più Candreva, tranne eccezioni dal limite dell'area, ha portato un miglioramento. Candreva fa sempre le stesse cose, parte da solo, dribbla, piroetta, crossa a piffero, fa assist e anti-assist, tira bene una volta su dieci, ecc.

Offline cartesio

*****
18838
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #406 il: 03 Mag 2016, 11:49 »

Pioli le ha provate tutte, ma niente.


Non è vero. Pioli ha provato a fare sempre le stesse cose, tipo lo svuotamento del cc una volta passati in svantaggio. E a un certo punto la squadra ha smesso di seguirlo, ovviamente.

Offline andyco

*****
13360
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #407 il: 03 Mag 2016, 11:54 »
Non è vero. Pioli ha provato a fare sempre le stesse cose, tipo lo svuotamento del cc una volta passati in svantaggio. E a un certo punto la squadra ha smesso di seguirlo, ovviamente.

Offline bizio67

*
12140
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #408 il: 03 Mag 2016, 11:57 »
la squadra ha deliberatamente deciso di far fuori Pioli, che c'ha messo anche del suo...la categoria dei giocatori è una delle peggiori in assoluto

Offline DajeLazioMia

*****
40742
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #409 il: 03 Mag 2016, 12:02 »
Io ho difeso Pioli fino alla fine, forse sbagliando.
Ma i giocatori non è che ti mollano per antipatia, forze non riuscivano più a fidarsi.

Offline bizio67

*
12140
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #410 il: 03 Mag 2016, 12:05 »
Io ho difeso Pioli fino alla fine, forse sbagliando.
Ma i giocatori non è che ti mollano per antipatia, forze non riuscivano più a fidarsi.
Siamo in due allora...mi chiedo però perchè lo hanno mollato subito e dopo un'annata fantastica!?

Offline cartesio

*****
18838
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #411 il: 03 Mag 2016, 14:37 »
Siamo in due allora...mi chiedo però perchè lo hanno mollato subito e dopo un'annata fantastica!?

Non lo hanno mollato subito.
Con Juve e Leverkusen l'impegno c'è stato, e anche dopo, per un po'.
La crisi è arrivata quando hanno cominciato a pensare che Pioli non stava lavorando nell'interesse di tutti, squadra e giocatori. I giocatori non hanno alcun interesse far parte di un gruppo perdente, o di una squadra in declino. Da nessun punto di vista, sia che vogliano andar via, sia che vogliano rimanere.  L'ingaggio futuro di un giocatore dipende anche dalle fortune della squadra.
Ibrahimovic ce ne sono pochi.

Offline skizzo87

*****
27733
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #412 il: 03 Mag 2016, 17:39 »
La Lazio di Inzaghi é nettamente diversa da quella di Pioli.

Inzaghi ha giocato le 5 partite allo stesso modo:
- Difesa bassa con centrocampo a sostegno dei difensori. Una sola volta si é quasi preso un gol con la difesa che stava a centrocampo
- Cambi di gioco continui. Nella Lazio di Pioli lo faceva solo Hoedt e i centrocampisti, attaccanti lo facevano raramente.
- Copertura e ripartenza. Quella di Pioli aveva sempre il pallino del gioco senza che i giocatori si muovessero.

Offline Emfio

*****
1467
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #413 il: 04 Mag 2016, 10:17 »
vabbè,

Inzaghi è un fenomeno e Pioli un incapace

il nostro difetto è sempre la memoria corta




Offline skizzo87

*****
27733
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #414 il: 04 Mag 2016, 10:34 »
vabbè,

Inzaghi è un fenomeno e Pioli un incapace

il nostro difetto è sempre la memoria corta

Non é questo. L'Inzaghi gioca praticamente come giocava Pioli l'anno scorso. Meno pressing sicuramente, ma i cambi di gioco erano una costante in entrambi i giochi.

Offline domenico

*
2673
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #415 il: 04 Mag 2016, 10:48 »
A me Pioli è sempre piaciuto, e l'ho sempre difeso. Però uno dei limiti che gli ho sempre riconosciuto è l'ostinazione, o cocciutaggine. L'impossibilità di scostarsi anche solo minimamente dalle proprie idee.
Mi riferisco alla difesa alta: un conto è farla con de Vrij che è rapido e molto bravo nell'anticipo, un altro è farla con Gentiletti, Mauricio o Bisevac (e in parte Hoedt) che il più delle volte danno un calcione all'avversario a 40 metri dalla porta, e prendono anche il giallo.

Se la difesa è poco dinamica, va protetta. Godin, che è un ottimo difensore, se lo metti in una difesa alta va in debito d'ossigeno ed in confusione esattamente come Gentiletti.

Su Inzaghi però non mi esprimo ancora, visto che sta amministrando (o minestrando queste ultime partite). Preferire i più esperti ai giovani non fa parte del suo DNA, lo sta facendo solo per necessità.
Per questo da un lato sono curioso di vederlo lavorare con calma, dall'altro temo la sua inesperienza.
Perchè, checchè ne dica il buon Simone, allenare la primavera non è gavetta, al massimo è uno stage.

p.s di Simone mi piace però la sicurezza nei propri mezzi, in ogni intervista deve fronteggiare gli sberleffi della stampa, e lo sta facendo alla grande.
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #416 il: 04 Mag 2016, 11:47 »
L'unica colpa di Pioli (che purtroppo non è proprio da sottovalutare) è stata la cattiva gestione del gruppo in alcune situazioni. (complice anche una società assente che permette questo loop gia da un paio di allenatori a questa parte)
STOP.
La Lazio di Pioli giocava un grandissimo calcio, non scherziamo!


..la categoria dei giocatori è una delle peggiori in assoluto

Offline Balde89

*
2529
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #417 il: 04 Mag 2016, 19:40 »
Inzaghi ha ridato serenità ad un gruppo che aveva abbandonato Pioli.

Potete prendervela coi calciatori quanto volete, ma così funziona: il mister è quello che ha il compito di tirare fuori il massimo da un gruppo.
I calciatori sono la categoria peggiore? No, perché non scendevano in campo per perdere.
Se un gruppo riuscisse a tirar fuori da solo il massimo del suo potenziale non esisterebbe neppure la figura del mister. Basterebbe un preparatore che dice "giocate col 433, difesa a uomo, tu prenditi quello e tu quell'altro, gioco veloce e triangolazioni veloci. In bocca al lupo".

Per fortuna però i giocatori non sono robot ma persone che fanno parte di un gruppo e per quanto si possano impegnare e dire "sono un professionista, le questioni di spogliatoio non devono pesare sul mio rendimento" alla fine un qualcosa viene meno, un qualcosa che nel professionismo ti fa la differenza fra vincere e perdere.

Ma è così anche per noi comuni mortali: se non ti trovi bene con il tuo gruppo di lavoro la performance sarà peggiore, indipendentemente da quanto sei professionale e da quanto è alto il tuo stipendio.
L'allenatore, così come il capo di un gruppo di lavoro, ha proprio il compito di amalgamare tutti i membri del team per creare un qualcosa di armonico. Se quell'armonia viene meno, le soluzioni sono a) cacciare il mister, b) cacciare i giocatori.

Non dimentichiamoci che un gruppo non è la somma dei singoli, c'è un qualcosa in più ed è compito dell'allenatore far si che quel qualcosa funzioni.
E' il ruolo più delicato della squadra, altro che "giocatori razza orribile"

Offline Omar65

*****
6833
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #418 il: 04 Mag 2016, 20:29 »
Differenze che vedo io.
I giocatori hanno ricominciato ad essere una squadra.
I cambi si fanno nell'ultima mezz'ora, non ne devi regolarmente bruciare due a fine primo tempo per correggere gli errori di formazione iniziale.
Fare giocare chi è più in forma e chi sa giocare (Keita', Klose ad es.).
Coprire una difesa che ha problemi con un interditore come Onazi, che per me doveva essere titolare fisso da tempo.
Vedo inoltre molti cambi di gioco da una parte all'altra del campo che prima non vedevo praticamente mai.

Offline bizio67

*
12140
Re:Differenze tra la Lazio di Pioli e quella di Inzaghi.
« Risposta #419 il: 05 Mag 2016, 09:54 »
Inzaghi ha ridato serenità ad un gruppo che aveva abbandonato Pioli.

Potete prendervela coi calciatori quanto volete, ma così funziona: il mister è quello che ha il compito di tirare fuori il massimo da un gruppo.
I calciatori sono la categoria peggiore? No, perché non scendevano in campo per perdere.
Se un gruppo riuscisse a tirar fuori da solo il massimo del suo potenziale non esisterebbe neppure la figura del mister. Basterebbe un preparatore che dice "giocate col 433, difesa a uomo, tu prenditi quello e tu quell'altro, gioco veloce e triangolazioni veloci. In bocca al lupo".

Per fortuna però i giocatori non sono robot ma persone che fanno parte di un gruppo e per quanto si possano impegnare e dire "sono un professionista, le questioni di spogliatoio non devono pesare sul mio rendimento" alla fine un qualcosa viene meno, un qualcosa che nel professionismo ti fa la differenza fra vincere e perdere.

Ma è così anche per noi comuni mortali: se non ti trovi bene con il tuo gruppo di lavoro la performance sarà peggiore, indipendentemente da quanto sei professionale e da quanto è alto il tuo stipendio.
L'allenatore, così come il capo di un gruppo di lavoro, ha proprio il compito di amalgamare tutti i membri del team per creare un qualcosa di armonico. Se quell'armonia viene meno, le soluzioni sono a) cacciare il mister, b) cacciare i giocatori.

Non dimentichiamoci che un gruppo non è la somma dei singoli, c'è un qualcosa in più ed è compito dell'allenatore far si che quel qualcosa funzioni.
E' il ruolo più delicato della squadra, altro che "giocatori razza orribile"
Forse non conosci la categoria dei giocatori, io purtroppo si
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod