la difesa

0 Utenti e 28 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline aquilante

*
2766
la difesa
« il: 04 Mag 2016, 15:58 »

guardavo questi numeri:

12 partite (12 su 36, vale a dire una su tre) senza subire gol (9 su 31 con pioli, 3 su 5 con inzaghi)
10 partite con un solo gol subito
cioè a dire, la Lazio in 22 partite su 36 ha subito 10 gol

dei 47 gol subiti in totale, ben 37 arrivano dalle 14 partite rimanenti
più precisamente ancora, 18 di questi 37 - quindi circa la metà - li abbiamo subiti nelle sei partite contro le prime tre in classifica

la prima considerazione che mi viene in mente è che la nostra difesa tiene (e tiene anche bene) quando la squadra resta in partita; se invece la squadra non regge il confronto, la difesa sbraca
la seconda deriva da un altro dato numerico: 7 di quelle 22 partite dei 10 gol la Lazio le ha chiuse in parità (3 sullo 0-0, 4 sull'1-1). con un attacco diverso forse i valori della difesa avrebbero assunto un profilo differente



Offline Tarallo

*****
96426
Re:la difesa
« Risposta #1 il: 04 Mag 2016, 16:01 »
Eccellente analisi. Alla quale va aggiunto il ruolo del centrocampo nei gol subiti. Temo che chi ha sbracato nelle sconfitte pesanti non sia (solamente) la difesa.
I giudizi tranchant hanno la tendenza a essere sbagliati, un problema che su LazioNet fa perdere il sonno a pochissimi.
Re:la difesa
« Risposta #2 il: 04 Mag 2016, 16:10 »
Lucidissimo as usual.
Anche se  noi abbiamo in difesa una armata brancapipponi........ ;)

Online PILØ

*****
10438
::Italian Subs Addicted::
Re:la difesa
« Risposta #3 il: 04 Mag 2016, 18:02 »
Quello che ci fregava era l'atteggiamento troppo offensivo dei centrocampisti. E quando andavamo sotto era 10 volte peggio.

Online Splash

*****
34999
Re:la difesa
« Risposta #4 il: 04 Mag 2016, 18:07 »
Se quando subisci gol (e spesso accadeva nei primi minuti di partita) e cerchi di riprendere la partita provando moduli improbabili a 3 punte vere senza centrocampisti difensivi, va a finire che ogni contropiede rischi di subire gol, se non hai Nesta e Stam contemporaneamente in campo. Stesso dicasi del pressing esagerato e non controllato come quello di 1 anno fa (magari il fatto che devi preparare le partite in 2 giorni incide) che invece che rendere le cose più facili alla difesa, li mette in continui 1vs1.
Poi se consideriamo i gol subiti perchè cambiavamo i difensori in ogni partita ed un gol lo regalavamo spesso sbagliando la linea del fuorigioco, perchè volevamo giocare con la difesa alta con gente che giocava per la prima volta insieme e magari manco è adatta a svolgere un certo compito.
Re:la difesa
« Risposta #5 il: 04 Mag 2016, 18:13 »
Mettiti vicino a qualcuno che ti spieghi i post.

Il Genoa, notoriamente squadra de seghe, ha terminato 11 volte con la porta inviolata.

Edit: il confronto andrebbe fatto nelle partite contro i nostri veri competitor e non contro le mezze seghe di un campionato scadente come quello della serie A.
ma davvero me devo esaltare perchè non ho preso gol a frosinone oppure in casa col Carpi?

Online Gio

*****
6895
Re:la difesa
« Risposta #6 il: 04 Mag 2016, 18:14 »
Penso che la cosa peggiore che possa capitare in questo finale di stagione, sia quella di convincersi che la difesa (e la squadra) vada bene cosí.
L'anno prossimo i quattro di oggi devono essere la difesa di riserva, non scherziamo.
É una difesa che non consentiva il gioco che aveva in mente l'allenatore.
Dunque inadeguata, al di lá degli interpreti.
Inzaghi, per rimediare, ha rafforzato il centrocampo rinunciando ad un po' di qualitá. Cosa che in un campionato si paga, alla lunga. Soprattutto se lo si fa perché costretti dalla debolezza della difesa e non per scelta.

Quanto ai numeri, 14 partite su 38,  per una squadra come la Lazio che ambisce ad uno dei primi sei posti, sono un'enormitá. Non vedo in cosa dovremmo essere rassicurati.

Offline Tarallo

*****
96426
Re:la difesa
« Risposta #7 il: 04 Mag 2016, 18:15 »
E quindi? Daje AL che je la fai.

Offline Tarallo

*****
96426
Re:la difesa
« Risposta #8 il: 04 Mag 2016, 18:18 »
Penso che la cosa peggiore che possa capitare in questo finale di stagione, sia quella di convincersi che la difesa (e la squadra) vada bene cosí.
L'anno prossimo i quattro di oggi devono essere la difesa di riserva, non scherziamo.
É una difesa che non consentiva il gioco che aveva in mente l'allenatore.
Dunque inadeguata, al di lá degli interpreti.
Inzaghi, per rimediare, ha rafforzato il centrocampo rinunciando ad un po' di qualitá. Cosa che in un campionato si paga, alla lunga. Soprattutto se lo si fa perché costretti dalla debolezza della difesa e non per scelta.

Quanto ai numeri, 14 partite su 38,  per una squadra come la Lazio che ambisce ad uno dei primi sei posti, sono un'enormitá. Non vedo in cosa dovremmo essere rassicurati.
Non credo si stia dicendo che la difesa va bene così, o che si stia cercando di comunicare un falso senso di sicurezza. Io interpreto il post in altro modo.
Re:la difesa
« Risposta #9 il: 04 Mag 2016, 18:19 »
E quindi? Daje AL che je la fai.


il confronto andrebbe fatto nelle partite contro i nostri veri competitor e non contro le mezze seghe di un campionato scadente come quello della serie A.
ma davvero me devo esaltare perchè non ho preso gol a frosinone oppure in casa col Carpi?
oppure rivedere il giudizio su dei centrali che farebbero fatica a giocare in serie B e sui quali non arriverà nessuna offerta da squadre presenti nella parte sinistra della classifica.

Re:la difesa
« Risposta #10 il: 04 Mag 2016, 18:27 »
Tarallo, analizza questi di dati:

Gol subiti contro:
 - Juventus 5 gol
 - Napoli 7 gol
 - Merde 6 gol
 - Inter 1 gol
 - Milan 4 gol


te lo ripeto: me lo sbatto alle parti intime il dato in cui non subito gol contro carpi e frosinone.
Re:la difesa
« Risposta #11 il: 04 Mag 2016, 18:29 »
- Milan 4 gol

Sto dato é inquietante.

Offline Tarallo

*****
96426
Re:la difesa
« Risposta #12 il: 04 Mag 2016, 18:41 »
Tarallo, analizza questi di dati:

Gol subiti contro:
 - Juventus 5 gol
 - Napoli 7 gol
 - Merde 6 gol
 - Inter 1 gol
 - Milan 4 gol


te lo ripeto: me lo sbatto alle parti intime il dato in cui non subito gol contro carpi e frosinone.
Non è quello il dato. Il dato parla di come si schiera la Lazio e in particolare di cosa accade quando va sotto. Pure l Chievo ci ha sommerso. Ci sono topic in cui si parla di possesso palla e di come Atletico e Leicester proteggano la difesa. Daje na letta.

Offline Ranxerox

*****
11144
Re:la difesa
« Risposta #13 il: 04 Mag 2016, 22:15 »
Penso che la cosa peggiore che possa capitare in questo finale di stagione, sia quella di convincersi che la difesa (e la squadra) vada bene cosí.
L'anno prossimo i quattro di oggi devono essere la difesa di riserva, non scherziamo.
É una difesa che non consentiva il gioco che aveva in mente l'allenatore.
Dunque inadeguata, al di lá degli interpreti.
Inzaghi, per rimediare, ha rafforzato il centrocampo rinunciando ad un po' di qualitá. Cosa che in un campionato si paga, alla lunga. Soprattutto se lo si fa perché costretti dalla debolezza della difesa e non per scelta.

Quanto ai numeri, 14 partite su 38,  per una squadra come la Lazio che ambisce ad uno dei primi sei posti, sono un'enormitá. Non vedo in cosa dovremmo essere rassicurati.

E quindi, compreso questo lievissimo particolare di una certa importanza, un tecnico un pochino elastico, non puo' che modificare sostanzialmente l'idea di gioco.
Altrimenti esponi la squadra a continui rovesci, i giocatori a continue figure di merda (e quindi perdono fiducia e ti ammollano) e i tifosi, che vedono sconfitte su sconfitte imbarazzanti e giocatori sotto ad un treno, s'incazzano a bestia.
Alla fine ti esonerano. Cioè, più o meno, quello che è successo quest'anno. Normale no?
In realtà Pioli l'aveva pure capito il problema ma come ha abbassato il baricentro della squadra, la squadra ha iniziato a prendere meno gol (sette risultati utili consecutivi). Contemporaneamente però ha completamente perso la sua capacità offensiva. Infatti, più che altro, pareggiavamo.

È presto per giudicare ma Inzaghi, in due tre mossette facili facili (quindi non ci voleva un genio della panchina) ha predisposto una squadra che copre meglio, soffre meno gli avversari ma ha mantenuto una certa pericolosità davanti perché comunque in tutte le gare, tranne contro la Juve, ha prodotto parecchie palle gol ed azioni pericolose. Un assetto più logico rispetto ai punti deboli dell'organico.
 Bastava chiudere il primo tempo a Genova con la Samp (dove c'è stata la sagra delle occasioni sbagliate) e t'aveva preso 12 punti su 15. Sarebbe stato un piccolo capolavoro in così poco tempo.

Offline cartesio

*****
19307
Re:la difesa
« Risposta #14 il: 04 Mag 2016, 22:51 »
É una difesa che non consentiva il gioco che aveva in mente l'allenatore.

Ergo, l'allenatore cambia gioco.
No?
Certe volte - non quando scrive Gio - sembra che l'allenatore sia un sistema di riferimento inerziale. Lui ha delle idee e tutti, dal presidente fino al magazziniere, devono impegnarsi per assecondarle. Ma ve l'immaginate lo stesso atteggiamento riferito a un giocatore? Ad X piace tirare dal dischetto del rigore, quindi la squadra deve ammazzarsi per fargli arrivare il pallone sul dischetto. E se gli avversari sgamano è finita, perché solo quello sappiamo fare.
Re:la difesa
« Risposta #15 il: 04 Mag 2016, 23:48 »
la prima considerazione che mi viene in mente è che la nostra difesa tiene (e tiene anche bene) quando la squadra resta in partita; se invece la squadra non regge il confronto, la difesa sbraca
La considerazione é interessante, ma (a mio parere) poco confortante, perché ne chiama in causa altre due: la prima é che in Italia si gioca un campionato nel quale i divari tra le squadre di primissima fascia e le altre si accentua sempre più (e questo dipende anche dal fatto che il calcio é sempre più succube dello show-business televisivo); secondo, per ragioni da indagare (ciascuno di noi ovviamente ha la sua idea) la Lazio quest'anno tende appunto a "sbracarsi", a perdere la propria identità di gioco durante certe partite (di più con Pioli, di meno, sembra, con Inzaghi): e questo, di solito, é sintomo di una lacuna prima caratteriale che tecnica. Che potrebbe derivare da limiti umani personali (dei giocatori, del tecnico...) o forse da tutto un contesto poco motivato. Ma qui mio fermo, perché il discorso si allarga e rischierei di andare pericolosamente OT.

Offline syrinx

*
13698
Re:la difesa
« Risposta #16 il: 05 Mag 2016, 00:00 »
E quindi? Daje AL che je la fai.

Mi sa di no.
Re:la difesa
« Risposta #17 il: 05 Mag 2016, 00:25 »
Numeri molto interessanti.

Io però ho un dato diverso, quello del tifoso e amante del calcio, che ha visto TUTTE le partite della Lazio giocate quest'anno, in particolare tritandosi sovente i marroni allomstadio per quelle in casa, avendole viste tutte dal vivo.

Dite quello che volete, ma a mio giudizio la squadra non ha mai mostrato alcuna solidità difensiva. Le cose sono migliorate con l'avvento di Inzaghi, ma la sensazione resta quella.

Certamente, la mancanza di una vera compattezza morale del gruppo, unita allo sfacelo tattico di Pioli, costituisce una componente fondamentale, ma non è LA componente. Tolto Konko, che quando sta in salute ha una grande qualità anche difensiva, e perso DV, non c'è un elemento della nostra difesa che giocherebbe titolare nelle prime 5. E alcuni di loro neppure tra le prime 10.

Rifondare la difesa sarebbe il primo passo per costruire una squadra davvero competiva. Ma qui mi fermo, sennò qualcuno sarà pronto a ricordarmi che, da dilettante-tifoso, non ho la capacità e la competenza per fare il DS. Questo mestiere facciamolo fare all'abilissimo sig. T.

Offline Duca

*****
6197
Re:la difesa
« Risposta #18 il: 05 Mag 2016, 07:29 »
Numeri molto interessanti.

Io però ho un dato diverso, quello del tifoso e amante del calcio, che ha visto TUTTE le partite della Lazio giocate quest'anno, in particolare tritandosi sovente i marroni allomstadio per quelle in casa, avendole viste tutte dal vivo.

Dite quello che volete, ma a mio giudizio la squadra non ha mai mostrato alcuna solidità difensiva. Le cose sono migliorate con l'avvento di Inzaghi, ma la sensazione resta quella.

Certamente, la mancanza di una vera compattezza morale del gruppo, unita allo sfacelo tattico di Pioli, costituisce una componente fondamentale, ma non è LA componente. Tolto Konko, che quando sta in salute ha una grande qualità anche difensiva, e perso DV, non c'è un elemento della nostra difesa che giocherebbe titolare nelle prime 5. E alcuni di loro neppure tra le prime 10.

Rifondare la difesa sarebbe il primo passo per costruire una squadra davvero competiva. Ma qui mi fermo, sennò qualcuno sarà pronto a ricordarmi che, da dilettante-tifoso, non ho la capacità e la competenza per fare il DS. Questo mestiere facciamolo fare all'abilissimo sig. T.

Anche io sono del partito "centrocampo tignoso = difesa più forte"...  8)
Re:la difesa
« Risposta #19 il: 05 Mag 2016, 08:03 »
Non è quello il dato. Il dato parla di come si schiera la Lazio e in particolare di cosa accade quando va sotto. Pure l Chievo ci ha sommerso. Ci sono topic in cui si parla di possesso palla e di come Atletico e Leicester proteggano la difesa. Daje na letta.


cioè, te syrnx, me sta dicendo che un topic dal titolo "la difesa", il dato sarebbe il comportamento dellz squadra quando va sotto?
ascoltate: delle 12 partife senza subire gol quante ne abbiamo vinte? Quante punti abbiamo fatto nelle 10 partite in cui abbiamo subito ungol?
Capisci che se ho perso una partita 1-0 non può essere considerato un dato positivo per la difesa, poichè probabilmente la squadra avversaria avrà smesso di offendere e si sarà sopratutto difesa?

io so solo che contro le squadre del nostro rango, abbiamo spesso e volentieri preso imbarcate. Questo è il dato da analizzare e non considerare positivo il dato di non aver preso gol contro il carpi ed il frosinone.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod