la primavera di lotito

0 Utenti e 12 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline aquilante

*
2766
la primavera di lotito
« il: 10 Giu 2015, 14:00 »

due fatti recenti della cronaca sportiva biancoceleste - la Lazio primavera vincente ieri sera contro l'inter, il premio per il fpf attribuito a lotito la scorsa settimana - suggeriscono riflessioni di carattere più generale sul rapporto tra la Lazio di lotito e il sistema calcio italiano

prendendo spunto dalla fisionomia presentata chissà perché come "scandalosa" di minala, le vittorie della primavera biancoceleste della scorsa stagione suscitarono polemiche e approfondimenti indignati: troppi stranieri, troppi stranieri dalla età incerta, dove sono gli italiani?, dov'è il legame con il territorio? e via digrignando. ieri sera una Lazio italiana, italianissima, anzi di più, romana, romanissima - erano ben dodici i ragazzi con la nostra maglia cresciuti tra i rioni dei sette colli - ha messo fuori dalla corsa al titolo la corazzata multietnica interista, costosissima squadra costruita per stravincere tutto. bene, se qualcuno dovesse trovare qualche accenno di riflessione su queste curiose "contraddizioni", ne renda nota, per favore

così come, per favore, qualcuno provi a spiegare, a noi e a chi ne fosse interessato, come mai il lotito che, in virtù del voto, tra gli altri, dei direttori di tutte le principali testate sportive nazionali, vince il premio fpf, in quegli stessi giornali finisce relegato tra gli annunci pubblicitari e la programmazione cinematografica regionale

ecco, questo il punto su cui fermare l'attenzione: c'è un lotito (e quindi una Lazio) da copertina, che è quello con la felpa della nazionale, quello delle battutine (sgradevoli) fuori quadro, delle conversazioni private registrate (illegalmente) su commissione, il lotito logorroico, sboccato, presenzialista, invadente e perché no? (non di rado) inopportuno. si dirà, ma lo sono meno, logorroici, presenzialisti e inopportuni, della valle o de laurentis, berlusconi, agnelli o zamparini? certo che no. il punto però è che qui siamo soltanto a prima metà della questione lotito (e quindi della questione Lazio)

perché poi appunto c'è l'altra metà della questione. c'è cioè la Lazio reale (quindi un lotito altrettanto reale) che nel suo funzionamento quotidiano esalta il corretto rapporto tra costi e ricavi, che dal punto di vista sportivo negli ultimi anni resta la sola squadra capace di portare titoli nella capitale (due coppe italia e una supercoppa italiana), che costruisce squadre (più o meno) competitive pur restando fuori dal circuito perverso procuratori-agenzie-media, che non alimenta do ut des di alcun tipo tra società e tifosi, che non coltiva alcuna captatio benevolentia nei confronti di pulpiti locali o nazionalli

la Lazio di lotito insomma da più di dieci anni propone una propria, riconoscibilissima, idea di calcio. una idea, sia chiaro, discutibile (verso i media, ad esempio), criticabilissima (verso i tifosi, ad esempio), assolutamente non priva di contraddizioni (alcune società amiche non hanno politiche meno disgustose di società invece giustamente nemiche), probabilmente assai difficile da coniugare con risultati di eccellenza (almeno finché non si avrà abbastanza forse per intaccare più a fondo i nodi forti dell'economia). pur con tutti i suoi limiti però l'idea di calcio proposta da lotito e dalla Lazio in questo decennio è sicuramente la più avanzata, la più progressiva, quella più di altre capace, potenzialmente, di "sovvertire" il nauseabondo ordine secolare del calcio italiano

ecco dunque le pubbliche virtù della Lazio (quindi di lotito) nascoste sotto il tappeto ed ecco i vizi privati di lotito (quindi della Lazio) sbattuti in prima pagina. sbagliano però. continuano testardamente a sbagliare. per cancellare l'ombra di lotito sul calcio italiano la via (maestra) è una e una soltanto: proporre cioè una idea di calcio più avanzata e più democratica di quella portata avanti dalla Lazio in questi anni. per cancellare lo "spettro" di lotito dovete essere capaci di avanzare proposte più produttive riguardo l'economia, più eque riguardo la distribuzione della ricchezza, meno offensive sul tema della diffusione dell'immagine di tutte le squadre italiane. meno oligarchie, più democrazia, nel reddito e quindi nei risultati (possibili). se non ne sarete capaci, vi restano gli iovine ed eurobet o come diavolo si chiamano loro. e gli iliesky. ciarpame e niente altro, senza significato e senza futuro



Re:la primavera di lotito
« Risposta #1 il: 10 Giu 2015, 14:09 »
APPLAUSI.

Offline Bianchina

*
15810
Re:la primavera di lotito
« Risposta #2 il: 10 Giu 2015, 14:09 »
bello
 :up:

Offline pantarei

*
7310
Re:la primavera di lotito
« Risposta #3 il: 10 Giu 2015, 14:10 »
il timore e' solo che essendo evidente il tentativo di destabilizzazione , se non ci riescono direttamente cercheranno di farlo in modo indiretto, ossia danneggiando la lazio , mettendogli contro pure i tifosi.
anzi, riuscire a colpire la lazio, ridimensionarla insieme al suo presidente credo sia l'obiettivo finale.
siamo in guerra e si combatte coi poteri forti e i media.
esattamente quello che ci manca.

Offline baroncino

*
502
Re:la primavera di lotito
« Risposta #4 il: 10 Giu 2015, 14:10 »
 :up: :up: :up: :up: :up:

Offline Air

*
2203
Re:la primavera di lotito
« Risposta #5 il: 10 Giu 2015, 14:11 »
Un pezzo da prima pagina!
Re:la primavera di lotito
« Risposta #6 il: 10 Giu 2015, 14:12 »
C'è una sezione sulla merdetta dello sport, si chiama "Le Nuove Forze del Calcio".
A tutta pagina "semaforo verde: merdine in semifinale".
Sulla Lazio primavera c'è la storia di Palombi e di sua sorella, scritta ieri a quest'ora.
Ecco...Lazio-Inter non è stata ancora giocata, e sono le 14:11 del 10 giugno 2015
Ah, Minala ora è "l'asso del Bari", non "il vecchio della Lazio".

Sotto i ponti...sotto i ponti...

Offline blu73

*
1618
Re:la primavera di lotito
« Risposta #7 il: 10 Giu 2015, 14:16 »
APPLAUSI.

Analisi precisa.
Da standing ovation.

Ovviamente considerazioni simili non troveranno mai spazio sui media.
Ma questo è un limite dei media, non di Lotito o della Lazio.

Offline tommasino

*
11158
Re:la primavera di lotito
« Risposta #8 il: 10 Giu 2015, 14:16 »
Bello bello

Offline charlie

*
9036
Re:la primavera di lotito
« Risposta #9 il: 10 Giu 2015, 14:20 »
Ottimo, come al solito, aquilante.

Io però a Lotito, per certi versi, je menerei.
Ha prestato il fianco ai detrattori per quasi un decennio. Spinto da chissà quale impulso narcisistico si è sovraesposto, si è eretto a macchietta. Invece di starsene zitto, facendo venir fuori gli aspetti positivi (parecchi secondo me) del suo operato s'è tuffato di testa nella bocca dello squalo.
Credo (o forse semplicemente spero) che qualcuno glielo abbia fatto capire. Ed a questo proposito gli riconosco un bel passo avanti negli ultimi mesi.
Detto ciò rimane il fatto che deve ancora capire molto in termini di comunicazione.

Offline Warp

*
7581
Re:la primavera di lotito
« Risposta #10 il: 10 Giu 2015, 14:28 »
Sempre ottimo Aquilante

Online Tarallo

*****
94431
Re:la primavera di lotito
« Risposta #11 il: 10 Giu 2015, 14:43 »
OT
Aquilante, ma tu non scrivi piu' da nessuna parte?
EOT
Re:la primavera di lotito
« Risposta #12 il: 10 Giu 2015, 14:51 »
Questo post e' di una lucidita' devastante
(spero qualcuno resti devastato)

Offline Bashush

*
1092
Citazioni in tedesco
Re:la primavera di lotito
« Risposta #13 il: 10 Giu 2015, 14:53 »
Grazie Aquilante!
Re:la primavera di lotito
« Risposta #14 il: 10 Giu 2015, 14:53 »
esattamente

hai detto tutto

Offline ssl_1900

*****
6846
Re:la primavera di lotito
« Risposta #15 il: 10 Giu 2015, 14:54 »
finchè ci facciamo pompini a vicenda [semicit.] non otterremo alcun risultato.


questi scritti andrebbero divulgati. ma di brutto. ovunque.

porgascogne

porgascogne

Re:la primavera di lotito
« Risposta #16 il: 10 Giu 2015, 14:58 »
ecco dunque le pubbliche virtù della Lazio (quindi di lotito) nascoste sotto il tappeto ed ecco i vizi privati di lotito (quindi della Lazio) sbattuti in prima pagina. sbagliano però. continuano testardamente a sbagliare. per cancellare l'ombra di lotito sul calcio italiano la via (maestra) è una e una soltanto: proporre cioè una idea di calcio più avanzata e più democratica di quella portata avanti dalla Lazio in questi anni. per cancellare lo "spettro" di lotito dovete essere capaci di avanzare proposte più produttive riguardo l'economia, più eque riguardo la distribuzione della ricchezza, meno offensive sul tema della diffusione dell'immagine di tutte le squadre italiane. meno oligarchie, più democrazia, nel reddito e quindi nei risultati (possibili). se non ne sarete capaci, vi restano gli iovine ed eurobet o come diavolo si chiamano loro. e gli iliesky. ciarpame e niente altro, senza significato e senza futuro

chapeau

Offline BomberMax

*****
19624
Re:la primavera di lotito
« Risposta #17 il: 10 Giu 2015, 15:09 »
Ottimo  aquilante

........non  ce capite un cazzo  de pallone .....

Offline Valon92

*
16129
Re:la primavera di lotito
« Risposta #18 il: 10 Giu 2015, 15:13 »
Chapeau!
Re:la primavera di lotito
« Risposta #19 il: 10 Giu 2015, 15:30 »
tutto condivisibile, da parte mia, fuorché le conclusioni.

per cancellare l'ombra di lotito sul calcio italiano la via (maestra) è una e una soltanto: proporre cioè una idea di calcio più avanzata e più democratica di quella portata avanti dalla Lazio in questi anni. 

ma anche no, purtroppo.
quando l'armata magistrata si mette in marcia difficilmente fallisce l'obbiettivo preposto.
lo fa con i governi, figurarsi con un piccolo imprenditore ramo pulizie, cresciuto e pasciuto nel sottobosco dell'appalto pubblico...
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod