No nel nostro nome

0 Utenti e 17 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

No nel nostro nome
« il: 04 Gen 2015, 09:30 »
Sono anni che dai nostri settori si sente un coro OSCENO.
Il coro lo conosciamo tutti... che qualcuno lo abbia partorito, purtroppo, non mi sorprende, che qualcuno lo canti, probabilmente senza capirne il significato, anche...
...ma che la maggioarnaza non lo fischi sonoramente è insulto alla nostra Lazio.

Per i meno sensibili e attenti il coro è quello che finisce mandando a "cacare" la roma, ma le parole che anticipano l'ultima strofa sono un insulto all'umanità.

Non si può permettere a gente vestita con i nostri colori, con le nostre bandiere di infangare la nostra Lazio.

Da domani e per sempre fischi sonori, facciamoli VERGOGNARE di aver pensato di poter cantare un coro simile !!!!

La Lazio è nostra !!!!!!!!!
 :since


Re:No nel nostro nome
« Risposta #1 il: 04 Gen 2015, 09:38 »
Sono anni che dai nostri settori si sente un coro OSCENO.
Il coro lo conosciamo tutti... che qualcuno lo abbia partorito, purtroppo, non mi sorprende, che qualcuno lo canti, probabilmente senza capirne il significato, anche...
...ma che la maggioarnaza non lo fischi sonoramente è insulto alla nostra Lazio.

Per i meno sensibili e attenti il coro è quello che finisce mandando a "cacare" la roma, ma le parole che anticipano l'ultima strofa sono un insulto all'umanità.

Non si può permettere a gente vestita con i nostri colori, con le nostre bandiere di infangare la nostra Lazio.

Da domani e per sempre fischi sonori, facciamoli VERGOGNARE di aver pensato di poter cantare un coro simile !!!!

La Lazio è nostra !!!!!!!!!
 :since

Vero, è una vergogna.
Sono anni che lo fischio

MagoMerlino

MagoMerlino

Re:No nel nostro nome
« Risposta #2 il: 04 Gen 2015, 10:38 »
Vecchio discorso che ciclicamente ritorna.
C'è stato di peggio, il coro è pessimo e scorretto, offensivo, ma, o decidiamo che lo stadio deve essere un luogo di educande e non credo che sarà mai possibile, oppure qualche trasgressione bisogna metterla in conto e sopportarla. Il fatto che sia contro quelli della mafia capitale applicata al calcio, dovrebbe aiutare la sopportazione, soprattutto se a loro da particolarmente fastidio, come spesso hanno dimostrato, dichiarandosi offesi, ovviamente girando il discorso sulla matrice razzista del coro, che invece è espressamente dedicato a loro e utilizza degli stereotipi della tradizione dialettale romana.
Essendo dell'opinione che contro di loro è valido tutto e di più e che nulla potrà mai offenderli per quanto meritano, lo accetto, sperando si trovi un coro molto più offensivo che mandi in soffitta questo.
Semmai eviterei altri inni, che col tifo calcistico, non c'entrano nulla e  tra le altre cose, neppure portano troppa fortuna.

Offline white-blu

*
16757
Re:No nel nostro nome
« Risposta #3 il: 04 Gen 2015, 10:41 »
Non ho capito a quale coro ti riferisci ....
A quello che inizia con "su cantiamo tutti insieme ?
Se è quello lo fischio da quando ho messo piede allo stadio , direttamente dalla curva.

Offline charlie

*
8959
Re:No nel nostro nome
« Risposta #4 il: 04 Gen 2015, 10:43 »

 utilizza degli stereotipi della tradizione dialettale romana.



 :roll:

Offline Neal

*****
2755
Re:No nel nostro nome
« Risposta #5 il: 04 Gen 2015, 10:48 »
Essendo dell'opinione che contro di loro è valido tutto e di più

Proprio no.

Possiamo fare tutti i discorsi che vogliamo sul fatto che lo stadio non sia un oratorio, che sia normale qualche eccesso e che la aesse è sempre merda ma non possiamo accettare in nessun modo quel coro, che squalifica e umilia solo chi lo canta.

Online Palo

*****
11420
Re:No nel nostro nome
« Risposta #6 il: 04 Gen 2015, 11:03 »
Proprio no.

Possiamo fare tutti i discorsi che vogliamo sul fatto che lo stadio non sia un oratorio, che sia normale qualche eccesso e che la aesse è sempre merda ma non possiamo accettare in nessun modo quel coro, che squalifica e umilia solo chi lo canta.
Re:No nel nostro nome
« Risposta #7 il: 04 Gen 2015, 11:07 »
Vecchio discorso che ciclicamente ritorna.
C'è stato di peggio, il coro è pessimo e scorretto, offensivo, ma, o decidiamo che lo stadio deve essere un luogo di educande e non credo che sarà mai possibile, oppure qualche trasgressione bisogna metterla in conto e sopportarla. Il fatto che sia contro quelli della mafia capitale applicata al calcio, dovrebbe aiutare la sopportazione, soprattutto se a loro da particolarmente fastidio, come spesso hanno dimostrato, dichiarandosi offesi, ovviamente girando il discorso sulla matrice razzista del coro, che invece è espressamente dedicato a loro e utilizza degli stereotipi della tradizione dialettale romana.
Essendo dell'opinione che contro di loro è valido tutto e di più e che nulla potrà mai offenderli per quanto meritano, lo accetto, sperando si trovi un coro molto più offensivo che mandi in soffitta questo.
Semmai eviterei altri inni, che col tifo calcistico, non c'entrano nulla e  tra le altre cose, neppure portano troppa fortuna.

Questa non è una presa in giro per i romanisti, ma è una schifezza fatta con il nome della Lazio!!!
E' come se ad un filmato di Maestrelli qualcuno si "divertisse" a doppiarlo facendogli dire simili OSCENITA' !!!
Tolleranza ZERO: Fischiamoli sonoramente!!! Difendiamo i nostri colori!!!
 
Re:No nel nostro nome
« Risposta #8 il: 04 Gen 2015, 11:13 »
D'accordissimo,coro incivile e schifoso che va fischiato e soppresso.
Re:No nel nostro nome
« Risposta #9 il: 04 Gen 2015, 11:45 »
Vecchio discorso che ciclicamente ritorna.
C'è stato di peggio, il coro è pessimo e scorretto, offensivo, ma, o decidiamo che lo stadio deve essere un luogo di educande e non credo che sarà mai possibile, oppure qualche trasgressione bisogna metterla in conto e sopportarla. Il fatto che sia contro quelli della mafia capitale applicata al calcio, dovrebbe aiutare la sopportazione, soprattutto se a loro da particolarmente fastidio, come spesso hanno dimostrato, dichiarandosi offesi, ovviamente girando il discorso sulla matrice razzista del coro, che invece è espressamente dedicato a loro e utilizza degli stereotipi della tradizione dialettale romana.
Essendo dell'opinione che contro di loro è valido tutto e di più e che nulla potrà mai offenderli per quanto meritano, lo accetto, sperando si trovi un coro molto più offensivo che mandi in soffitta questo.
Semmai eviterei altri inni, che col tifo calcistico, non c'entrano nulla e  tra le altre cose, neppure portano troppa fortuna.


D'accordo d'accordo, anche la tua replica però  é ciclicamente riproposta. Allora, posto che lo stadio non é il teatro dell'opera, ma davvero crediamo si possano giustificare cori nei quali il termine di paragone negativo siano gli ebrei o i negri? A me, sinceramente, dopo quarant'anni di stadio mi hanno rotto il ca.zzo. E bada, certi cori non li cantavo neppure a 13 anni (e sono nato a monteverde, non a piazza Costaguti e neppure a Garbatella), quando non vi era questo nuova è diffusa sensibilità. Il mondo cambia e, si spera, ogni tanto in meglio. Le parole "negro" o " ebreo" allo stadio dovrebbero essere bandite dalle curve.

Io vorrei la mia Lazio paladina dell'integrazione più autentica, quella sportiva, dove conta davvero solo il merito: sei più forte? A chi importa il colore della tua pelle o la tua fede religiosa? Una delle cose più belle del 2014, a grandioso onore della Lazio, é la foto di Cana e Berisha con Djorjevic e Basta.

Daje Lazio

 :asrm :asrm :asrm :asrm



Offline Pag

*****
25237
Di tutto e di più
Re:No nel nostro nome
« Risposta #10 il: 04 Gen 2015, 12:08 »
Proprio no.

Possiamo fare tutti i discorsi che vogliamo sul fatto che lo stadio non sia un oratorio, che sia normale qualche eccesso e che la aesse è sempre merda ma non possiamo accettare in nessun modo quel coro, che squalifica e umilia solo chi lo canta.
Re:No nel nostro nome
« Risposta #11 il: 04 Gen 2015, 12:09 »

...Il mondo cambia e, si spera, ogni tanto in meglio. Le parole "negro" o " ebreo" allo stadio dovrebbero essere bandite dalle curve.

...Una delle cose più belle del 2014, a grandioso onore della Lazio, é la foto di Cana e Berisha con Djorjevic e Basta.

Daje Lazio

 :asrm :asrm :asrm :asrm

Una parola in più contro questa vergogna perpetrata da dietro alle bandiere della Lazio non è mai una parola sprecata

Offline kurt

*****
4827
Re:No nel nostro nome
« Risposta #12 il: 04 Gen 2015, 12:19 »

(...) Le parole "negro" o " ebreo" allo stadio dovrebbero essere bandite dalle curve.

Io vorrei la mia Lazio paladina dell'integrazione più autentica, quella sportiva, dove conta davvero solo il merito: sei più forte? A chi importa il colore della tua pelle o la tua fede religiosa? Una delle cose più belle del 2014, a grandioso onore della Lazio, é la foto di Cana e Berisha con Djorjevic e Basta.

Daje Lazio

 :asrm :asrm :asrm :asrm
:band1:

MagoMerlino

MagoMerlino

Re:No nel nostro nome
« Risposta #13 il: 04 Gen 2015, 13:08 »
:roll:
Come intese a ciarlà der cavalletto,
Presto io curze dar zor Logotenente:
"Mi' marito... Eccellenza... è un poveretto
Pe carità... Ché nun ha ffatto gnente".

Dice: "Mettet'a ssede". Io me ce metto.
Lui cor un zenno manna via la gente:
Po' me s'accosta: "Dimme un po' gruggnetto,
Tu' marito lo vòi reo o innocente?"

"Innocente", dich'io; e lui: "Ciò gusto"
E detto-fatto quer faccia d'abbreo
Me schiaffa la man-dritta drent'ar busto.

Io sbarzo in piede, e strillo: "Eh sor cazzeo..."
E lui: "Fijola, quer ch'è giusto è giusto:
Annate via: vostro marito è reo".

Roma, 6 novembre 1832
GIUSEPPE GIOACHINO BELLI sonetti
Re:No nel nostro nome
« Risposta #14 il: 04 Gen 2015, 13:25 »
Non tutte le tradizioni meritano rispetto.
E comunque stereotipi della tradizione dialettale romana un cazzo.

Offline charlie

*
8959
Re:No nel nostro nome
« Risposta #15 il: 04 Gen 2015, 13:27 »
Ah beh, certo...
Re:No nel nostro nome
« Risposta #16 il: 04 Gen 2015, 13:29 »


Tradizione romana

Online Tarallo

*****
92212
Re:No nel nostro nome
« Risposta #17 il: 04 Gen 2015, 13:30 »
Merli' ma davero?
Oh Gesù.

MagoMerlino

MagoMerlino

Re:No nel nostro nome
« Risposta #18 il: 04 Gen 2015, 14:05 »
Merli' ma davero?
Oh Gesù.
Il politically correct ad oltranza non mi ha mai affascinato. Anzi alle volte lo trovo stucchevole e fuori contesto.
Partire da un coro offensivo verso gli avversari per arrivare alle deportazioni lo trovo esagerato. Ma ormai è diventata la normalità quando si affronta questo discorso.
Poi ognuno è libero di pensarla come meglio crede SENZA troppe dietrologie verso chi è di opinione differente.
Sull'uso del vocabolo in questione ho già spiegato in passato come l'intendo, per me l'insulto è verso i romanisti e non cambio idea.
Re:No nel nostro nome
« Risposta #19 il: 04 Gen 2015, 14:18 »
Vecchio discorso che ciclicamente ritorna.
C'è stato di peggio, il coro è pessimo e scorretto, offensivo, ma, o decidiamo che lo stadio deve essere un luogo di educande e non credo che sarà mai possibile, oppure qualche trasgressione bisogna metterla in conto e sopportarla. Il fatto che sia contro quelli della mafia capitale applicata al calcio, dovrebbe aiutare la sopportazione, soprattutto se a loro da particolarmente fastidio, come spesso hanno dimostrato, dichiarandosi offesi, ovviamente girando il discorso sulla matrice razzista del coro, che invece è espressamente dedicato a loro e utilizza degli stereotipi della tradizione dialettale romana.
Essendo dell'opinione che contro di loro è valido tutto e di più e che nulla potrà mai offenderli per quanto meritano, lo accetto, sperando si trovi un coro molto più offensivo che mandi in soffitta questo.
Semmai eviterei altri inni, che col tifo calcistico, non c'entrano nulla e  tra le altre cose, neppure portano troppa fortuna.



Merli, con tutto il rispetto, ma che stai a di' ?
Nessuno dice che lo stadio deve essere un luogo di educande, ma che si usi una tragedia come quella dell'Olocausto, delle Leggi Razziali per "offendere" i romanisti, io non lo accetto.
Che poi tu faccia uso di Giuseppe Gioacchino Belli per giustificare un coro che di goliardico non ha nulla è ancora peggio.

L'uso che fa Belli del termine ebreo e' nettamente diverso da quello che ne facevano i Nazisti, che e' poi lo stesso che ne fanno, ahinoi, coloro che hanno inventato questo coro.

Se la mettiamo su questo piano, c'e' una canzone che si intitola "Angelo Negro".
Negro ha oramai una accezione negativa ma in quel caso vuol dire solo "di colore nero", perche' parla ad un pittore.
E tra l'altro "negro" in latino, significa proprio nero.
Pero' se sento dire in uno stadio "Negro di m....", beh allora mi infurio.

E poi, secondo me, se accettiamo questi cori, anche diretti a quella che noi riteniamo una realta' sportiva squallida, allora non dovremmo andare in giro a vantarci della storia della Lazio, del suo essere ente morale, e portatrice di sani valori di sport.

E' un coro insultante quello oggetto di questo topic.
Poche chiacchiere.
E' insultante per noi laziali.
Per la nostra storia.
E si.
Anche per la storia dell'umanità.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod