Silenzio generale

0 Utenti e 84 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Silenzio generale
« il: 26 Ott 2017, 11:19 »
SILENZIO GENERALE


Da tempo, almeno da quando le cose vanno bene , la Lazio è ancora di più sotto attacco,come lo era sempre stato. Ma finchè ad attaccarla erano i suoi stessi tifosi  nell’eterna guerra contro la società, fregava a nessuno e soprattutto la Lazio non dava fastidio, adesso che le armi sembrano deposte e la squadra va a vele gonfissime , sembra necessario assestare un paio di colpetti niente male direi a vedere dalla guerra mediatica che è uscita fuori per  13 persone e 3 minorenni che hanno attaccato qualche adesivo in sud.
Un paio , almeno a vedere la foto , sono di Anna Frank

ed hanno scatenato un putiferio , vista la gravità della cosa.
Ora non sto qui a evidenziare quanto brutta sia quell’immagine, lascio alla vostra coscienza il lavoro , ma da tifoso volevo evidenziare alcune “anomalie”.
Nel Luglio 2013 si festeggia  a Roma l’anniversario dell’altra squadra, e tra i festeggiamenti goliardici si imbrattano un po ‘di muri in giro per un quartiere specifico. Muri alla vista di tutti i passanti , scritte di dimensioni notevoli ,visibili anche a talpe con gravi carenze alla vista. Sui giornali il giorno dopo un flebile grido , ma non tanto di allarme, quanto dell’evidente menefreghismo dei media e delle autorità,di cui si riporta link e stralcio :
http://www.focusonisrael.org/2013/07/23/scritte-antisemite-roma-lazio/

Una parte dell'articolo :

Le scritte sono state prontamente rimosse questa mattina dall’AMA, ma quello che continua ad indignare è il silenzio generale su questo tipo di episodi, come se il tifoso godesse dentro e fuori gli stadi di una legge del tutto personale in Italia, al di fuori dei canoni di civiltà a cui noi tutti dovremmo attenerci.

Lo hanno chiamato Silenzio Generale.
Strano che se riguarda la Lazio,sto silenzio generale viene fucilato al minimo accenno, stranissimo che sto silenzio generale viene interrotto ANCHE SENZA APPARENTE MOTIVO ( in realtà il motivo è il solito,sfrucugliare ) quando nel lontano 2010 la Lazio acquista 2 giocatori ,le cui caratteristiche che saltano subito all’occhio del signor “Silenzio Generale” sono che uno è tedesco ed un altro ebreo. E quindi direbbe una persona di sani principi ?  E quindi si crea una catena di “pensiero” ebreo –tedesco—lazio---fascisti—razzisti---polemica. 

http://roma.repubblica.it/sport/2010/02/02/news/in_squadra_un_ebreo_e_un_tedesco_e_la_lazio_diventa_un_caso-2611145/?refresh_ce


Tutto questo ,per me che conosco la “giostrina” è quasi normale , ma come mai il signor “Silenzio Generale” si è preso le ferie proprio quel giorno ?

Poi nel mare di internet , trovi un po’ di tutto , e ci mancherebbe, ma stranamente quando ad accadere certi episodi riguardano nella stessa persona “chi colpisce” e “chi è colpito” , e mi riferisco all’articolo del compleanno di una squadra di Roma , l’indignato n.1 in altre situazioni , si dichiara :


"Andrebbe raccontata la sua storia a chi fa cori razzisti negli stadi. Non va demonizzato il calcio in se stesso. Io sono romanista. La squadra tifata dalla comunità ebraica di Roma, il Roman, fu una delle tre società che fondendosi diedero vita alla A.S. Roma. E i colori della maglia della A.S. Roma sono quelli del Roman". Lo rivela il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni in una intervista a Vatican Insider. "Va combattuto il razzismo negli stadi. Prima l'odio xenofobo prende di mira la differenza più evidente (il colore della pelle), poi passa alle diversità di ogni tipo che nella aberrazione vengono classificate anche come di razza e invece l'unica razza, come diceva Einstein è quella umana, anche se non dà grandi prove di "superiorità", spiega il leader spirituale della più antica comunità ebraica europea: "Sono segnali da non sottovalutare".


Si indignano lorsignori, e ci mancherebbe, mi sono stranito pure io che mi ritengo una persona normalissima , ma perché poi però fanno spallucce da 30 anni su altre cose simili ? Perchè ad esempio , Sabato , cioè tra due giorni , vedrò di nuovo nuove scritte sui muri , quasi a festeggiare l’ennesimo anniversario di una vera pagina di merda del calcio ? E dove saranno quelli della compagnia “Silenzio Generale” ?



Ma facciamo un passo indietro, questo prima di natale ,non vedo ragazzini , vedo centinaia di “Adulti” cantare , ma ascoltate bene:



“uccidiamoli ucciadiamoli uccidiamoli” , se non volete aprire il link. Riferito ai Laziali. A Dicembre 2016.

Silenzio Generale.

Ma solo 5 mesi dopo, a seguito dell'eliminazione della Roma dalla Coppa Italia per mano della Lazio e della successiva vittoria in campionato , quando sono apparsi 4 impiccati con la maglia giallorossa , i vari Mangiante e compagnia (i giostrai pe capisse) so andati a prende la Digos in Questura per farli indagare sull'episodio. Sto cazzo de Silenzio Generale lavora ogni tanto eh...

Un altro esempio del lavoro del signor "Silenzio Generale" riguarda glu ululati razzisti di una settimana fa a Londra :

La Roma si è già attivata per studiare una linea difensiva: sul referto dell’arbitro dell’incontro, lo sloveno Damir Skomina, non c’è infatti traccia dei cori rivolti al difensore tedesco. Lo stesso Rüdiger, subentrato al 77’ della sfida, non aveva citato offese nei propri confronti al termine del match, postando anzi su Instagram uno scatto che lo ritraeva in un contrasto con l’ex compagno di squadra Radja Nainggolan, accompagnato da un commento riguardante il pareggio di Champions League. Nel prepartita l’ex calciatore giallorosso era anche stato accolto da applausi partiti dal settore ospiti e aveva chiacchierato a lungo con i calciatori della Roma. Non è quindi da escludere che i cori di natura denigratoria, se confermati, fossero destinati al centrocampista del Chelsea Tiémoué Bakayoko

Giusto, da ululato razzista a coro di natura denigratoria. In fondo ululare a uno di colore non è sempre uguale. Dipende sempre dalla sciarpetta sotto la giacca del signor "Silenzio Generale".


Qualche anno prima , 2014 , mi sembra , la goliardia inonda il web ,con questo simpatico video :


Silenzio Generale.

A Roma , negli ultimi 50 anni , sono morti due tifosi allo "stadio" per eventi legati al Calcio. Uno si chiamava Vincenzo Paparelli un altro si chiamava Ciro Esposito. L'omicida del primo era un tifoso di un altra squadra (ed è morto per cause naturali poco dopo) , l'omicida del secondo invece pure, è stato condannato a 26 anni poi ridotti a 16,perchè andare allo stadio armato ,quando non gioca la tua sqaudra, merita lo sconto. Solo che prima dei fatti , erano tifosi giallorossi, dopo i fatti sono catalogati ad ultras "generici" nsia mai la parola "Roma" possa indignare qualche benpensante.

Silenzio Generale.


Potrei andare avanti ancora parecchio, ci sono striscioni , scritte e quant'altro che potrebbero essere portati ad esempio , ma non finirei più.


ma quello che continua ad indignare è il silenzio generale su questo tipo di episodi, come se il tifoso godesse dentro e fuori gli stadi di una legge del tutto personale in Italia, al di fuori dei canoni di civiltà a cui noi tutti dovremmo attenerci.

No, quello che indigna è il silenzio ad orologeria, il silenzio co la sciarpetta al collo in una città dove per essere "identificato" devi prima dichiarare di che squadra sei , poi puoi fare il cazzo che eventualmente ti pare. Rabbini,giornalisti,politici,tassinari, barboni.Chiunque ha la possibilità di "indignarsi" , ma deve sempre ricordarsi di coprirsi la sciarpetta sotto la giacca, perchè per chi la conosce questa situazione, so tutti sgamati.



Non ho voglia tempo e modo di difendere la curva, che tante pagine di tifo ha scritto , belle ed altre meno , ma di sicuro le iniziative positive , le trovate dentro un unico scatolone messo in un angolo pieno di polvere. E' chiuso con lo scotch da pacchi e sopra c'è scritto "Silenzio Generale".

Lo sto cercando,se lo trovo c'aggiungo "l'anima de li mejo...."

Ps.Daspo per chi ha creato e appiccicato quegli adesivi.


Re:Silenzio generale
« Risposta #1 il: 26 Ott 2017, 11:47 »
 :up: :clap:

Offline paolo71

*****
10972
Re:Silenzio generale
« Risposta #2 il: 26 Ott 2017, 11:53 »
annateve a vedè la vignetta di vauro...tanto lo sanno tutti, i Laziali sò tutti razzisti...
Re:Silenzio generale
« Risposta #3 il: 26 Ott 2017, 11:56 »
Vauro è un altro di quelli che pensa di avere sempre ragione, un altro di quelli che fa il frocio col culo degli altri. Rubin ti chiedo di poter postare sulla mia pagina FB il tuo pensiero, condito dalle ricerche video.

Offline PARISsn

*****
10179
Re:Silenzio generale
« Risposta #4 il: 26 Ott 2017, 11:56 »
 :up:

Offline paolo71

*****
10972
Re:Silenzio generale
« Risposta #5 il: 26 Ott 2017, 11:58 »
Re:Silenzio generale
« Risposta #6 il: 26 Ott 2017, 11:59 »
Sto scrivendo alla redazione de Il Fatto Quotidiano.

Offline bizio67

*
11511
Re:Silenzio generale
« Risposta #7 il: 26 Ott 2017, 12:00 »
Sto scrivendo alla redazione de Il Fatto Quotidiano.
Vorrei farlo anch'io, hai la mail?
Re:Silenzio generale
« Risposta #8 il: 26 Ott 2017, 12:09 »
Grazie e Grande, Rubin.
Re:Silenzio generale
« Risposta #9 il: 26 Ott 2017, 12:11 »
http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/la-vignetta-di-vauro-151/

merda umana
Grande Vauro, sempre pronto a condannare le discriminazioni! Complimenti!!!

Offline Buckley

*
1936
Re:Silenzio generale
« Risposta #10 il: 26 Ott 2017, 12:12 »
Grande Vauro, sempre pronto a condannare le discriminazioni! Complimenti!!!

questo mora, invece, un genio...

http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/vignetta-mora-19/
Re:Silenzio generale
« Risposta #11 il: 26 Ott 2017, 12:14 »
http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/la-vignetta-di-vauro-151/

merda umana

Vauro è come Travaglio: gli togli Berlusconi e valgono meno di zero.
Re:Silenzio generale
« Risposta #12 il: 26 Ott 2017, 12:15 »
Vorrei farlo anch'io, hai la mail?
La mail che ho trovato è questa:  redazioneweb@ilfattoquotidiano.it
questo è ciò che ho scritto:

Gentile Redazione
sono un tifoso della S.S.Lazio 1900, vorrei manifestare tutto il mio sdegno, per la vignetta che Vauro ha pubblicato questa mattina sul Vostro giornale, simbolo e sintomo di una generalizzazione tipica di una certa stampa italiana, volta alla ricerca più del sensazionalismo che della verità.
Sono sdegnato allo stesso modo per gli adesivi comparsi nella Curva Maestrelli, per i cori contro Superga fatti da una parte dei tifosi juventini, contro i napoletani, fatti quasi da tutti, per i cori, i manifesti e le scritte che da quasi 40 anni tappezzano l'aria e i muri di Roma sulla morte di Vincenzo Paparelli, tifoso che molti hanno dimenticato e che venne ucciso da un razzo lanciato dalla Curva Sud in un derby del 28 ottobre del 1979, forse a qualcuno da fastidio che la data coincida con l'anniversario della Marcia su Roma di Mussolini, ma il caso non ha colpe.
Sono sdegnato dal chiasso mediatico rilevato in quarantotto ore a seguito di un gesto vergognoso che riguarda la Polizia e la giustizia di questo Paese, che continua a ignorare le problematiche sociali legate alle curve degli stadi italiani, dove credetemi, chiunque abbia un minimo di esperienza sa che può trovare di tutto, solo che non sempre queste cose vengono alla luce, perchè spesso non si ha interesse che ciò avvenga, specie quando ci sono interessi economici da proteggere.
Sono sdegnato per l'ipocrisia a tempo, della volontà di non ricercare la verità delle cose, accontentandoci della superficie, perchè è molto più comodo.
Saluti

L'ho scritta di getto, mi rendo conto rileggendola che avrei potuto spiegare meglio qualche passaggio che potrebbe essere frainteso. Ormai è andata.

Offline Nico

*****
1136
Re:Silenzio generale
« Risposta #13 il: 26 Ott 2017, 12:15 »
SILENZIO GENERALE


Da tempo, almeno da quando le cose vanno bene , la Lazio è ancora di più sotto attacco,come lo era sempre stato. Ma finchè ad attaccarla erano i suoi stessi tifosi  nell’eterna guerra contro la società, fregava a nessuno e soprattutto la Lazio non dava fastidio, adesso che le armi sembrano deposte e la squadra va a vele gonfissime , sembra necessario assestare un paio di colpetti niente male direi a vedere dalla guerra mediatica che è uscita fuori per  13 persone e 3 minorenni che hanno attaccato qualche adesivo in sud.
Un paio , almeno a vedere la foto , sono di Anna Frank

ed hanno scatenato un putiferio , vista la gravità della cosa.
Ora non sto qui a evidenziare quanto brutta sia quell’immagine, lascio alla vostra coscienza il lavoro , ma da tifoso volevo evidenziare alcune “anomalie”.
Nel Luglio 2013 si festeggia  a Roma l’anniversario dell’altra squadra, e tra i festeggiamenti goliardici si imbrattano un po ‘di muri in giro per un quartiere specifico. Muri alla vista di tutti i passanti , scritte di dimensioni notevoli ,visibili anche a talpe con gravi carenze alla vista. Sui giornali il giorno dopo un flebile grido , ma non tanto di allarme, quanto dell’evidente menefreghismo dei media e delle autorità,di cui si riporta link e stralcio :
http://www.focusonisrael.org/2013/07/23/scritte-antisemite-roma-lazio/

Una parte dell'articolo :

Le scritte sono state prontamente rimosse questa mattina dall’AMA, ma quello che continua ad indignare è il silenzio generale su questo tipo di episodi, come se il tifoso godesse dentro e fuori gli stadi di una legge del tutto personale in Italia, al di fuori dei canoni di civiltà a cui noi tutti dovremmo attenerci.

Lo hanno chiamato Silenzio Generale.
Strano che se riguarda la Lazio,sto silenzio generale viene fucilato al minimo accenno, stranissimo che sto silenzio generale viene interrotto ANCHE SENZA APPARENTE MOTIVO ( in realtà il motivo è il solito,sfrucugliare ) quando nel lontano 2010 la Lazio acquista 2 giocatori ,le cui caratteristiche che saltano subito all’occhio del signor “Silenzio Generale” sono che uno è tedesco ed un altro ebreo. E quindi direbbe una persona di sani principi ?  E quindi si crea una catena di “pensiero” ebreo –tedesco—lazio---fascisti—razzisti---polemica. 

http://roma.repubblica.it/sport/2010/02/02/news/in_squadra_un_ebreo_e_un_tedesco_e_la_lazio_diventa_un_caso-2611145/?refresh_ce


Tutto questo ,per me che conosco la “giostrina” è quasi normale , ma come mai il signor “Silenzio Generale” si è preso le ferie proprio quel giorno ?

Poi nel mare di internet , trovi un po’ di tutto , e ci mancherebbe, ma stranamente quando ad accadere certi episodi riguardano nella stessa persona “chi colpisce” e “chi è colpito” , e mi riferisco all’articolo del compleanno di una squadra di Roma , l’indignato n.1 in altre situazioni , si dichiara :


"Andrebbe raccontata la sua storia a chi fa cori razzisti negli stadi. Non va demonizzato il calcio in se stesso. Io sono romanista. La squadra tifata dalla comunità ebraica di Roma, il Roman, fu una delle tre società che fondendosi diedero vita alla A.S. Roma. E i colori della maglia della A.S. Roma sono quelli del Roman". Lo rivela il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni in una intervista a Vatican Insider. "Va combattuto il razzismo negli stadi. Prima l'odio xenofobo prende di mira la differenza più evidente (il colore della pelle), poi passa alle diversità di ogni tipo che nella aberrazione vengono classificate anche come di razza e invece l'unica razza, come diceva Einstein è quella umana, anche se non dà grandi prove di "superiorità", spiega il leader spirituale della più antica comunità ebraica europea: "Sono segnali da non sottovalutare".


Si indignano lorsignori, e ci mancherebbe, mi sono stranito pure io che mi ritengo una persona normalissima , ma perché poi però fanno spallucce da 30 anni su altre cose simili ? Perchè ad esempio , Sabato , cioè tra due giorni , vedrò di nuovo nuove scritte sui muri , quasi a festeggiare l’ennesimo anniversario di una vera pagina di merda del calcio ? E dove saranno quelli della compagnia “Silenzio Generale” ?



Ma facciamo un passo indietro, questo prima di natale ,non vedo ragazzini , vedo centinaia di “Adulti” cantare , ma ascoltate bene:



“uccidiamoli ucciadiamoli uccidiamoli” , se non volete aprire il link. Riferito ai Laziali. A Dicembre 2016.

Silenzio Generale.

Ma solo 5 mesi dopo, a seguito dell'eliminazione della Roma dalla Coppa Italia per mano della Lazio e della successiva vittoria in campionato , quando sono apparsi 4 impiccati con la maglia giallorossa , i vari Mangiante e compagnia (i giostrai pe capisse) so andati a prende la Digos in Questura per farli indagare sull'episodio. Sto cazzo de Silenzio Generale lavora ogni tanto eh...

Un altro esempio del lavoro del signor "Silenzio Generale" riguarda glu ululati razzisti di una settimana fa a Londra :

La Roma si è già attivata per studiare una linea difensiva: sul referto dell’arbitro dell’incontro, lo sloveno Damir Skomina, non c’è infatti traccia dei cori rivolti al difensore tedesco. Lo stesso Rüdiger, subentrato al 77’ della sfida, non aveva citato offese nei propri confronti al termine del match, postando anzi su Instagram uno scatto che lo ritraeva in un contrasto con l’ex compagno di squadra Radja Nainggolan, accompagnato da un commento riguardante il pareggio di Champions League. Nel prepartita l’ex calciatore giallorosso era anche stato accolto da applausi partiti dal settore ospiti e aveva chiacchierato a lungo con i calciatori della Roma. Non è quindi da escludere che i cori di natura denigratoria, se confermati, fossero destinati al centrocampista del Chelsea Tiémoué Bakayoko

Giusto, da ululato razzista a coro di natura denigratoria. In fondo ululare a uno di colore non è sempre uguale. Dipende sempre dalla sciarpetta sotto la giacca del signor "Silenzio Generale".


Qualche anno prima , 2014 , mi sembra , la goliardia inonda il web ,con questo simpatico video :


Silenzio Generale.

A Roma , negli ultimi 50 anni , sono morti due tifosi allo "stadio" per eventi legati al Calcio. Uno si chiamava Vincenzo Paparelli un altro si chiamava Ciro Esposito. L'omicida del primo era un tifoso di un altra squadra (ed è morto per cause naturali poco dopo) , l'omicida del secondo invece pure, è stato condannato a 26 anni poi ridotti a 16,perchè andare allo stadio armato ,quando non gioca la tua sqaudra, merita lo sconto. Solo che prima dei fatti , erano tifosi giallorossi, dopo i fatti sono catalogati ad ultras "generici" nsia mai la parola "Roma" possa indignare qualche benpensante.

Silenzio Generale.


Potrei andare avanti ancora parecchio, ci sono striscioni , scritte e quant'altro che potrebbero essere portati ad esempio , ma non finirei più.


ma quello che continua ad indignare è il silenzio generale su questo tipo di episodi, come se il tifoso godesse dentro e fuori gli stadi di una legge del tutto personale in Italia, al di fuori dei canoni di civiltà a cui noi tutti dovremmo attenerci.

No, quello che indigna è il silenzio ad orologeria, il silenzio co la sciarpetta al collo in una città dove per essere "identificato" devi prima dichiarare di che squadra sei , poi puoi fare il cazzo che eventualmente ti pare. Rabbini,giornalisti,politici,tassinari, barboni.Chiunque ha la possibilità di "indignarsi" , ma deve sempre ricordarsi di coprirsi la sciarpetta sotto la giacca, perchè per chi la conosce questa situazione, so tutti sgamati.



Non ho voglia tempo e modo di difendere la curva, che tante pagine di tifo ha scritto , belle ed altre meno , ma di sicuro le iniziative positive , le trovate dentro un unico scatolone messo in un angolo pieno di polvere. E' chiuso con lo scotch da pacchi e sopra c'è scritto "Silenzio Generale".

Lo sto cercando,se lo trovo c'aggiungo "l'anima de li mejo...."

Ps.Daspo per chi ha creato e appiccicato quegli adesivi.
1000%
http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/la-vignetta-di-vauro-151/

merda umana
La satira democratica....

Re:Silenzio generale
« Risposta #14 il: 26 Ott 2017, 12:17 »
Grazie Rubin grazie a te grazie a Er Macca grazie a tutti quelli che feriti da queste merde da due soldi, gli appiccicatori e i falsi pennivendoli co la loro compagnia cantante, che stanno CERCANDO di infangare una Società e una tifoseria colpevoli di non avere santi nei palazzi del potere ( e quei pochi che ci sono si guardano bene da mettere in pericolo la loro professione vero Mimun ?!?; se pensi che la Palombelli dichiaratamente romanista è scesa in campo per denunciare ben altro tipo di situazione).
Grazie ancora , diffondiamo a più non posso tutto questo materiale, uniamoci per sdegnare quei 16/17/20/50 imbecilli inumani che si annidano ANCHE nella nistra tifoseria ma soprattutto per sbugiardare questi prezzolati di regime.
Non sò come possiamo fare ma alla stregua della raccolta firme dell'avv. Migogna per lo scudetto affianchiamo la Società in una class action contro tutti questi merdaioli. Se tutto ciò è possibile chi lo sa organizzare dia indicazioni.
Grazie ancora Rubin !!!!

Offline ssl1900

*
1963
Re:Silenzio generale
« Risposta #15 il: 26 Ott 2017, 12:19 »
SILENZIO GENERALE


Da tempo, almeno da quando le cose vanno bene , la Lazio è ancora di più sotto attacco,come lo era sempre stato. Ma finchè ad attaccarla erano i suoi stessi tifosi  nell’eterna guerra contro la società, fregava a nessuno e soprattutto la Lazio non dava fastidio, adesso che le armi sembrano deposte e la squadra va a vele gonfissime , sembra necessario assestare un paio di colpetti niente male direi a vedere dalla guerra mediatica che è uscita fuori per  13 persone e 3 minorenni che hanno attaccato qualche adesivo in sud.
Un paio , almeno a vedere la foto , sono di Anna Frank

ed hanno scatenato un putiferio , vista la gravità della cosa.
Ora non sto qui a evidenziare quanto brutta sia quell’immagine, lascio alla vostra coscienza il lavoro , ma da tifoso volevo evidenziare alcune “anomalie”.
Nel Luglio 2013 si festeggia  a Roma l’anniversario dell’altra squadra, e tra i festeggiamenti goliardici si imbrattano un po ‘di muri in giro per un quartiere specifico. Muri alla vista di tutti i passanti , scritte di dimensioni notevoli ,visibili anche a talpe con gravi carenze alla vista. Sui giornali il giorno dopo un flebile grido , ma non tanto di allarme, quanto dell’evidente menefreghismo dei media e delle autorità,di cui si riporta link e stralcio :
http://www.focusonisrael.org/2013/07/23/scritte-antisemite-roma-lazio/

Una parte dell'articolo :

Le scritte sono state prontamente rimosse questa mattina dall’AMA, ma quello che continua ad indignare è il silenzio generale su questo tipo di episodi, come se il tifoso godesse dentro e fuori gli stadi di una legge del tutto personale in Italia, al di fuori dei canoni di civiltà a cui noi tutti dovremmo attenerci.

Lo hanno chiamato Silenzio Generale.
Strano che se riguarda la Lazio,sto silenzio generale viene fucilato al minimo accenno, stranissimo che sto silenzio generale viene interrotto ANCHE SENZA APPARENTE MOTIVO ( in realtà il motivo è il solito,sfrucugliare ) quando nel lontano 2010 la Lazio acquista 2 giocatori ,le cui caratteristiche che saltano subito all’occhio del signor “Silenzio Generale” sono che uno è tedesco ed un altro ebreo. E quindi direbbe una persona di sani principi ?  E quindi si crea una catena di “pensiero” ebreo –tedesco—lazio---fascisti—razzisti---polemica. 

http://roma.repubblica.it/sport/2010/02/02/news/in_squadra_un_ebreo_e_un_tedesco_e_la_lazio_diventa_un_caso-2611145/?refresh_ce


Tutto questo ,per me che conosco la “giostrina” è quasi normale , ma come mai il signor “Silenzio Generale” si è preso le ferie proprio quel giorno ?

Poi nel mare di internet , trovi un po’ di tutto , e ci mancherebbe, ma stranamente quando ad accadere certi episodi riguardano nella stessa persona “chi colpisce” e “chi è colpito” , e mi riferisco all’articolo del compleanno di una squadra di Roma , l’indignato n.1 in altre situazioni , si dichiara :


"Andrebbe raccontata la sua storia a chi fa cori razzisti negli stadi. Non va demonizzato il calcio in se stesso. Io sono romanista. La squadra tifata dalla comunità ebraica di Roma, il Roman, fu una delle tre società che fondendosi diedero vita alla A.S. Roma. E i colori della maglia della A.S. Roma sono quelli del Roman". Lo rivela il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni in una intervista a Vatican Insider. "Va combattuto il razzismo negli stadi. Prima l'odio xenofobo prende di mira la differenza più evidente (il colore della pelle), poi passa alle diversità di ogni tipo che nella aberrazione vengono classificate anche come di razza e invece l'unica razza, come diceva Einstein è quella umana, anche se non dà grandi prove di "superiorità", spiega il leader spirituale della più antica comunità ebraica europea: "Sono segnali da non sottovalutare".


Si indignano lorsignori, e ci mancherebbe, mi sono stranito pure io che mi ritengo una persona normalissima , ma perché poi però fanno spallucce da 30 anni su altre cose simili ? Perchè ad esempio , Sabato , cioè tra due giorni , vedrò di nuovo nuove scritte sui muri , quasi a festeggiare l’ennesimo anniversario di una vera pagina di merda del calcio ? E dove saranno quelli della compagnia “Silenzio Generale” ?



Ma facciamo un passo indietro, questo prima di natale ,non vedo ragazzini , vedo centinaia di “Adulti” cantare , ma ascoltate bene:



“uccidiamoli ucciadiamoli uccidiamoli” , se non volete aprire il link. Riferito ai Laziali. A Dicembre 2016.

Silenzio Generale.

Ma solo 5 mesi dopo, a seguito dell'eliminazione della Roma dalla Coppa Italia per mano della Lazio e della successiva vittoria in campionato , quando sono apparsi 4 impiccati con la maglia giallorossa , i vari Mangiante e compagnia (i giostrai pe capisse) so andati a prende la Digos in Questura per farli indagare sull'episodio. Sto cazzo de Silenzio Generale lavora ogni tanto eh...

Un altro esempio del lavoro del signor "Silenzio Generale" riguarda glu ululati razzisti di una settimana fa a Londra :

La Roma si è già attivata per studiare una linea difensiva: sul referto dell’arbitro dell’incontro, lo sloveno Damir Skomina, non c’è infatti traccia dei cori rivolti al difensore tedesco. Lo stesso Rüdiger, subentrato al 77’ della sfida, non aveva citato offese nei propri confronti al termine del match, postando anzi su Instagram uno scatto che lo ritraeva in un contrasto con l’ex compagno di squadra Radja Nainggolan, accompagnato da un commento riguardante il pareggio di Champions League. Nel prepartita l’ex calciatore giallorosso era anche stato accolto da applausi partiti dal settore ospiti e aveva chiacchierato a lungo con i calciatori della Roma. Non è quindi da escludere che i cori di natura denigratoria, se confermati, fossero destinati al centrocampista del Chelsea Tiémoué Bakayoko

Giusto, da ululato razzista a coro di natura denigratoria. In fondo ululare a uno di colore non è sempre uguale. Dipende sempre dalla sciarpetta sotto la giacca del signor "Silenzio Generale".


Qualche anno prima , 2014 , mi sembra , la goliardia inonda il web ,con questo simpatico video :


Silenzio Generale.

A Roma , negli ultimi 50 anni , sono morti due tifosi allo "stadio" per eventi legati al Calcio. Uno si chiamava Vincenzo Paparelli un altro si chiamava Ciro Esposito. L'omicida del primo era un tifoso di un altra squadra (ed è morto per cause naturali poco dopo) , l'omicida del secondo invece pure, è stato condannato a 26 anni poi ridotti a 16,perchè andare allo stadio armato ,quando non gioca la tua sqaudra, merita lo sconto. Solo che prima dei fatti , erano tifosi giallorossi, dopo i fatti sono catalogati ad ultras "generici" nsia mai la parola "Roma" possa indignare qualche benpensante.

Silenzio Generale.


Potrei andare avanti ancora parecchio, ci sono striscioni , scritte e quant'altro che potrebbero essere portati ad esempio , ma non finirei più.


ma quello che continua ad indignare è il silenzio generale su questo tipo di episodi, come se il tifoso godesse dentro e fuori gli stadi di una legge del tutto personale in Italia, al di fuori dei canoni di civiltà a cui noi tutti dovremmo attenerci.

No, quello che indigna è il silenzio ad orologeria, il silenzio co la sciarpetta al collo in una città dove per essere "identificato" devi prima dichiarare di che squadra sei , poi puoi fare il cazzo che eventualmente ti pare. Rabbini,giornalisti,politici,tassinari, barboni.Chiunque ha la possibilità di "indignarsi" , ma deve sempre ricordarsi di coprirsi la sciarpetta sotto la giacca, perchè per chi la conosce questa situazione, so tutti sgamati.



Non ho voglia tempo e modo di difendere la curva, che tante pagine di tifo ha scritto , belle ed altre meno , ma di sicuro le iniziative positive , le trovate dentro un unico scatolone messo in un angolo pieno di polvere. E' chiuso con lo scotch da pacchi e sopra c'è scritto "Silenzio Generale".

Lo sto cercando,se lo trovo c'aggiungo "l'anima de li mejo...."

Ps.Daspo per chi ha creato e appiccicato quegli adesivi.

E' tutto vero, i cori, gli striscioni, le scritte ecc. ma per me in questo caso, quello che ha più indignato e fatto parlare così tanto è stato l'utilizzo dell'immagine di una ragazzina uccisa in circostanze così drammatiche. Per me con quegli adesivi si è toccato il fondo. Sono convinto che se su quella vetrata al posto di quegli adesivi ce ne fossero stati altri con scritto "romanista sporco ebreo" non ci sarebbero state tutte queste polemiche e non se ne sarebbe parlato al parlamento europeo come è invece successo per gli adesivi con l'immagine di Anne Frank.
Del resto se vedi, sulla vetrata ci sono adesivi con scritto "romanista frocio" eppure nessuno ha detto nulla.
Si può discutere sulla modalità con cui i media stanno affrontando la faccenda ma secondo me quegli adesivi sono molto gravi. E personalmente vederli mi hanno lasciato a bocca aperto e  fatto impressione. Non si può non avere rispetto per una ragazzina morta, aldilà della razza, religione o nazione di appartenenza. E qui non centra la Lazio o la roma, i Laziali o i romanisti. 
Re:Silenzio generale
« Risposta #16 il: 26 Ott 2017, 12:21 »
L'obiettivo della satira è impressionare anche usando toni forti e sprezzanti.

Linkando la vignetta, parlandone, scandalizzandovi, facendola girare e/o promuovendo reazioni sui social non fate altro che reagire come il vignettista si aspetta/augura.

Se siete in disaccordo, ignoratela, è il massimo che potete fare per non cadere nel tranello.
Re:Silenzio generale
« Risposta #17 il: 26 Ott 2017, 12:21 »
Vauro è un altro di quelli che pensa di avere sempre ragione, un altro di quelli che fa il frocio col culo degli altri. Rubin ti chiedo di poter postare sulla mia pagina FB il tuo pensiero, condito dalle ricerche video.

Certo

Offline Nico

*****
1136
Re:Silenzio generale
« Risposta #18 il: 26 Ott 2017, 12:22 »
Ai duri e puri del forum chiedo se ci sia mai stato in passato un attacco di tale portata e virulenza nei confronti di altre società calcistiche..... altro che complottisti e illuminati.... :X(

Offline Dusk

*****
12737
http://www.labouratorio.it
Re:Silenzio generale
« Risposta #19 il: 26 Ott 2017, 12:23 »

A Roma , negli ultimi 50 anni , sono morti due tifosi allo "stadio" per eventi legati al Calcio. Uno si chiamava Vincenzo Paparelli un altro si chiamava Ciro Esposito. L'omicida del primo era un tifoso di un altra squadra (ed è morto per cause naturali poco dopo) , l'omicida del secondo invece pure, è stato condannato a 26 anni poi ridotti a 16,perchè andare allo stadio armato ,quando non gioca la tua squadra, merita lo sconto. Solo che prima dei fatti , erano tifosi giallorossi, dopo i fatti sono catalogati ad ultras "generici" nsia mai la parola "Roma" possa indignare qualche benpensante.




"Spettatore ucciso da razzo".
Titolo di prima pagina del Corriere dello Sport, 29 ottobre 1979. Una delle più grandi vergogne giornalistiche dell'età moderna.



(Circa il caso più moderno, invece, ricordo con altrettanta rabbia quando, davanti alla TV, nel caos che precedette l'inizio della partita Napoli-Fiorentina arrivò un collegamento esterno imbarazzato, balbettante, timoroso e incespicante che annunciava che a sparare al povero Esposito era stato "un esponente di un'altra tifoseria".
Alzi la mano chi era davanti alla televisione come me e non ha capito istantaneamente di quale "altra tifoseria" si trattasse.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod