Sospensione del giudizio

0 Utenti e 18 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Sospensione del giudizio
« il: 07 Apr 2016, 10:59 »
L’altro ieri ho visto Bayern-Benfica di Champions’ league e tra i 22 protagonisti  spiccava “un certo Eliseu”, come fu apostrofato con la solita spocchia che tuttora lo contraddistingue un giornalista della carta stampata di cose laziali, pur se di dichiarate simpatie milaniste. Come noto apparve come una meteora nel panorama biancoceleste, nel punto più basso di questo decennio di marca lotitiana, l’anno ballardiniano-rejano  dei chiodi e martello applicati a Ledesma-Pandev e del concretissimo rischio di B dal quale uscimmo solo nelle ultimissime giornate.
Ebbene, Eliseu è da anni protagonista del massimo torneo europeo mentre tutti i suoi compagni di allora e futuri i quarti di Champions’ se li sono soltanto sognati, sebbene in quell’anno nefasto sembravano tutti più forti del portoghese, bocciato all’unisono come una pippa megagalattica.

In quell’estate andai ad Auronzo ed arrivai il giorno dopo che venne in ritiro Eliseu, appena acquistato. Eppure, sebbene non sono di certo un addetto ai lavori, notai da subito che il giocatore era buono assai, per come si muoveva in campo e per come toccava il pallone; ovviamente era un pesce fuor d’acqua, appena giunto, non conosceva alcun compagno e non spiccicava una parola una d’italiano e non sapeva alcunché della tattica ( :cry:) che Ballardini voleva applicare. Nel marasma totale di quell’anno, nonostante il concreto rischio di B, il povero Eliseu venne relegato in panchina-tribuna, anche se nei pochissimi minuti delle pochissime apparizioni concessagli il destino a lui riservato sembrava giustificato: in parole povere, sembrava proprio una sega.

Perché rivango la vicenda-Eliseu? Perché noto un astio che sconfina nell’odio verso alcuni dei giocatori acquistati quest’anno, a mio parere del tutto ingiustificati. Dei nuovi giunti tra estate-inverno il solo SMS pare aver superato l’esame, pur se con parecchi distinguo  (e vabbè…). Gli altri sono stati bollati come pippe, alcuni arsugo (Bisevac, Patric, Morrison), altri ancora all’agro in attesa di condimento (Hoedt, Khisna).
Ora, senza voler salire sul piedistallo come sono stato accusato, a me sembra invece che tutti questi giocatori (con l’eccezione di Morrison ma solo perché il campo gli è stato concesso per una sessantina di minuti circa e quindi per minutaggio insufficiente per poter esprimere un giudizio) abbiano fatto vedere, o se preferite intravedere, che i numeri per essere dei discreti-buoni giocatori (mi sbilancio su Hoedt: ottimo giocatore) ce li hanno tutti. Ma come Eliseu annegò nel caos dell’anno ballardiniano 2009-2010, anche loro nell’altrettanto anno caotico attuale hanno annaspato parecchio fino ad annegare.
Non abbiamo rischiato la B come nel 2010 ma solo perché il livello medio della rosa è infinitamente più elevato di allora; ma l’analogia tra il Pioli 2015-2016 ed il Ballardini 2009-2010 (cito gli allenatori non perché siano gli unici responsabili del disastro ma solo come promemoria cronologico) ci sta tutta.

Già immagino l’obiezione: ma perché i nuovi sono stati bocciati in toto (tranne in parte SMS) mentre per i vecchi non è così, e ci stanno tanti distinguo tra i promossi, i rimandati e i bocciati di chi già vestiva la nostra maglia?
La spiegazione per me è abbastanza semplice: quest’anno Biglia sembra un Cigarini qualsiasi, ma Biglia lo abbiamo visto lo scorso anno con i nostri occhi e sappiamo essere un giocatore di ben altro livello rispetto allo scarafone di questa stagione. E lo stesso vale per gli altri: Candreva, FA, Parolo, Basta, Klose, lo stesso De Vrji che ricordo che prima di infortunarsi è stato protagonista negativo delle batoste col Leverkusen e col Chievo.
Però non li bocciamo perché sappiamo che nel recente passato hanno dimostrato di essere dei fior fior di giocatori, alcuni con sconfinamenti nella categoria del fuoriclasse (un discorso a parte lo meriterebbe Candreva ma solo perché si sospetta che le sue prestazioni negative siano ‘indotte’ al fine di una cessione, anche se ovviamente sono solo sensazioni).
Per loro diamo la colpa della stagione scellerata all’annata particolare in cui tutto va storto e non li accusiamo di pipparsughismo. E giustamente, direi, anche perché la teoria dell’annata storta in cui tutte le ciambelle escono dal forno senza buco è anche la mia e se sostenessi il contrario mi contraddirei. 
Però questa indulgenza non viene riservata ai nuovi acquisti. A parte quelli che non vedevano l’ora di immolare Tare sull’altare dell’incompetenza, la motivazione per questa mancata indulgenza è anch’essa abbastanza semplice: per i nuovi acquisti manca la controprova dello scorso anno.
Il meccanismo logico è stato questo: nessuno (anche chi millanta conoscenze approfondite sul calcio estero) li ha mai visti giocare gli scorsi anni se non per i filmatini su Youtube, sono stati conosciuti quest’anno per le partite disputate con noi, hanno giocato malino/male/malissimo, ergo sono delle pippearsugo.

Ma il rischio Eliseu-bis è dietro l’angolo e allora lancio un appello per una moratoria del giudizio sui giocatori arrivati in questa stagione, almeno per coloro che rimarranno anche il prossimo anno.
Se (con un allenatore nuovo, una squadra rinnovata, nuovi metodi e nuovo spirito  e con un periodo di ambientamento alle spalle sufficiente per aver capito il calcio e le abitudini italiane) anche il prossimo anno forniranno prestazioni negative allora che si dia il via alle pomodorate e statene certi che vedrete anche me con un secchio stracolmo di ortaggi pronti al lancio. Costa molto sospendere il giudizio invece di dar corso già alle lapidazioni seduta stante?
Poi fate come ve pare eh, è solo un consiglio.


Online cippolo

*
2231
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #1 il: 07 Apr 2016, 11:16 »
Concordo al 100%

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #2 il: 07 Apr 2016, 11:32 »
Effettivamente i giocatori, spesso stranieri (ma questa cosa valeva una volta soprattutto, oggi un po' meno) vanno aspettati per due anni: il primo anno se non si ambientano, se non convincono, glielo devi concedere, al secondo però devono darti quello che aspettavi altrimenti meglio mandarli via.

Il senso del tuo ragionamento è assolutamente condivisibile, ma i responsabili di chi sceglie i giocatori e soprttutto di chi li manda in campo sono ben individuabili e non stanno tanto in curva o in tribuna stampa, ma in capo, precisamente in panchina.

Non sono pochi gli oggetti misteriosi che arrivano a Formello, magari accompagnati da squilli di tromba, poi passano mesi e anni e non li vedi mai (il riferimento è neanche tanto velato a un altro "certo" Morrison).

Insomma, quel certo Eliseu fu fatto giocare un paio di volte (mi ricordo a memoria una sua presenza in EL con il Villareal, dove pure mi era piaciuto, ma si vedeva che era proprio un corpo estraneo rispetto alla squadra), poi fu incartato e mandato via a gennaio, accompagnato da un assegno di un paio di milioni di euro. Si sottolineò la sagacia della società che nonostante tutto era riuscita a rientrare dell'investimento (la stessa soddisfazione che si ebbe con Cissè, provvidenzialmente sostituito da ... Alfaro) salvo poi rinfacciare a tutti che con il passare degli anni questo certo Eliseu era protagonista in campo.

Si, vabbé, senza polemica, ma con chi ve la prendete?
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #3 il: 07 Apr 2016, 11:43 »
Condivido il senso generale del tuo discorso, che sicuramente può valere per i ragazzi più giovani.

Hoedt, SMS, Kishna, e perchè no, anche Patric e Morrison, sono giovani provenienti da importanti settori giovanili europei e sono investimenti che hanno logica e sostenibilità, si può discutere della loro opportunità nell'anno del preliminare, ma nello specifico fin da subito, nel mio piccolo, ho avvallato una strategia di lungo periodo a prescindere dall'"ordalia" del preliminare.

Per Bisevac, francamente, no.

Questo discorso per lui non può valere, non c'è alcuna moratoria da fare, anzi, Bisevac è l'emblema di come i nostri dirigenti hanno deliberatamente deciso di lasciare andare in vacca la stagione e quindi va portato ad esempio negativo, IMHO.

Ha un valore simbolico, oltre che tecnico.

La Lazio era con l'acqua alla gola, aveva disperato bisogno di ossigeno per rilanciare una stagione quasi compromessa e Lotito e soprattutto Tare si sono presentati con un ferro vecchio arrugginito.
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #4 il: 07 Apr 2016, 11:46 »
Effettivamente i giocatori, spesso stranieri (ma questa cosa valeva una volta soprattutto, oggi un po' meno) vanno aspettati per due anni: il primo anno se non si ambientano, se non convincono, glielo devi concedere, al secondo però devono darti quello che aspettavi altrimenti meglio mandarli via.

Il senso del tuo ragionamento è assolutamente condivisibile, ma i responsabili di chi sceglie i giocatori e soprttutto di chi li manda in campo sono ben individuabili e non stanno tanto in curva o in tribuna stampa, ma in capo, precisamente in panchina.

Non sono pochi gli oggetti misteriosi che arrivano a Formello, magari accompagnati da squilli di tromba, poi passano mesi e anni e non li vedi mai (il riferimento è neanche tanto velato a un altro "certo" Morrison).

Insomma, quel certo Eliseu fu fatto giocare un paio di volte (mi ricordo a memoria una sua presenza in EL con il Villareal, dove pure mi era piaciuto, ma si vedeva che era proprio un corpo estraneo rispetto alla squadra), poi fu incartato e mandato via a gennaio, accompagnato da un assegno di un paio di milioni di euro. Si sottolineò la sagacia della società che nonostante tutto era riuscita a rientrare dell'investimento (la stessa soddisfazione che si ebbe con Cissè, provvidenzialmente sostituito da ... Alfaro) salvo poi rinfacciare a tutti che con il passare degli anni questo certo Eliseu era protagonista in campo.

Si, vabbé, senza polemica, ma con chi ve la prendete?
Non me la prendo con nessuno, fu un coro unanime di tutto l'ambiente interno ed esterno alla Lazio che gridò all'unisono: "Eliseu è un pippone", giudizio condiviso dalla società che poi lo sbolognò subito. Ma come fu maldestra nella cacciata c'è anche da rilevare che se a Luglio lo acquistò evidentemente qualcuno (Tare?) qualcosa di buono ci intravide, quindi intuito buono prima rovinato dalla somarata successiva.
Tutti però esultammo alla notizia che era stato ceduto e che ci avevamo ricavato perfino 2 milioni, "... e chi è il pollo che se l'è accollato?...".

Offline fish_mark

*****
15968
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #5 il: 07 Apr 2016, 11:48 »
Inquisitor per la cronaca anni fa prendemmo un centrale di 33 anni, con una carriera alle spalle non proprio di primissimo piano, e che rimase con noi per altri 4 anni.
Si trattava di Biava.

Online Tarallo

*****
94748
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #6 il: 07 Apr 2016, 11:51 »
Il pipparzughismo e' una piaga del tifo e di questo forum. Laddove uno sfogo violento ci puo' stare allo stadio, quello che si legge qua dentro e' allucinante. Devo pero' dire che il laziale e' migliorato. Anni e anni di arrivi di gente ignota hanno spostato il baricentro dal pipparzugo prima ancora che arrivasse (tipo Eliseu, ma anche tantissimi altri) al pipparzugo totale dopo una stagione (o mezza) andata malino. E dici bene tu, il discorso si applica soltanto ai giocatori giovani o poco noti, perche' basterebbe una googlata per sapere del valore di un Dias, di un Biava, di un Bisevac. Poi la loro annata puo' andare piu' o meno bene, ma dopo dieci anni di carriera si sa in che trancia di giocatori li possiamo mettere.
Dice ma in molti casi c'ho indovinato. Perea? Alfaro? Eh? Eh?
Eh ma non e' questo il problema. Non stiamo a Rischiatutto. Stiamo cercando di sostenere la Lazio. Che cazzaccio ci costa aspettare, SOSPENDERE IL GIUDIZIO, come dici bene tu? Perche' dovemo esse i primi? E perche' gettare nel mucchio tutti, da Postiga a Kakuta, da Saha a Cana o Ciani, con un termine volgare, violento, arrogante di un'arroganza di cui non abbiamo alcun diritto, almeno avessimo qualche presenza in Serie A, macche', giocavamo co' la Basilica San Lorenzo o co' la Polisportiva Bufalotta, ma sticazzi, chi me controlla? Un termine evidentemente che non si adatta affatto a tutte le situazioni dei giocatori citati prima?

E' la panza, e' facebook, e' il sentirsi fichi denigrando un altro, anche se non ci capiamo un cazzo, anche se lo avevamo detto di altri che poi si sono rivelati forti. E' la nuova era in cui tutti possono spalare merda su tutti senza pagare pegno.
Ah, ma lo fanno per amore, attento.

Abìtuate.

Offline Daniela

*****
22818
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #7 il: 07 Apr 2016, 11:51 »
la critica a priori come arma contro la dirigenza è una caratteristica di certa tifoseria laziale
a cui si accoda, in perfetta buona fede, chi ha delle personali riserve su questo o quel giocatore

ecco mi rivolgo a quest'ultima tipologia di tifosi dicendovi:
(l'altra, che faccio fatica a definire "tifosi", la ritengo irrecuperabile e quindi non destinataria della mia richiesta)

la città di Roma è già una centrifuga

noi in più non abbiamo una stampa favorevole,
chiaramente e spudoratamente a favore della seconda squadra di Roma, su ogni questioni (anche nella valutazione dei giocatori);

non abbiamo una banca che minimizza/ha mininmizzato gli errori fatti nell'acquisto di giocatori;

per scelta investiamo sui giovani;

ecco cerchiamo noi stessi di non dare giudizi tranchant
per aiutare le scelte della società e lo stesso giocatore di volta in volta bersaglio delle critiche
anche considerando che un giovane,
per di più proveniente dall'estero,
ha bisogno di tempo,
concediamolo!

e non compriamo i giornali che tendono alla critica a priori ;)  :ssl :ssl :since :asrm

Offline Duca

*****
6197
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #8 il: 07 Apr 2016, 11:53 »
Finalmente post sensati! Concordo al 100%

Qui c'è pieno di intenditori...  :x
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #9 il: 07 Apr 2016, 12:02 »
Quindi ce proponi il sospensionismo?

Sìpperò non è da Laziali.

Ce devo pensa'.

Offline Duca

*****
6197
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #10 il: 07 Apr 2016, 12:04 »
Quindi ce proponi il sospensionismo?

Sìpperò non è da Laziali.

Ce devo pensa'.

 :rotfl2: :rotfl2: :rotfl2: :rotfl2:
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #11 il: 07 Apr 2016, 12:18 »
 massimo rispetto per la crociata intrapresa dal buon inquisitor, ma tre osservazioni sono comunque d'obbligo
1 - il ragionamento può valere, come già detto sopra, per giocatori giovani, magari alla prima esperienza all'estero, non certo per giocatori tipo Bisevec
2 - se gli allenatori sono i primi che, con presunta competenza, non li fanno giocare, come fa il tifoso, magari dopo un anno in cui il giocatore ha collezionato 3/4 presenze ha giudicare laddove i tecnici hanno sbagliato?
3 - Eliseu può essere l'eccezione che conferma la regola, non mi sembra che i vari Saha, Kakutà, e compagnia cantando abbiano incantato il mondo una volta usciti da formello

Online Tarallo

*****
94748
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #12 il: 07 Apr 2016, 12:21 »
massimo rispetto per la crociata intrapresa dal buon inquisitor, ma tre osservazioni sono comunque d'obbligo
1 - il ragionamento può valere, come già detto sopra, per giocatori giovani, magari alla prima esperienza all'estero, non certo per giocatori tipo Bisevec
2 - se gli allenatori sono i primi che, con presunta competenza, non li fanno giocare, come fa il tifoso, magari dopo un anno in cui il giocatore ha collezionato 3/4 presenze ha giudicare laddove i tecnici hanno sbagliato?
3 - Eliseu può essere l'eccezione che conferma la regola, non mi sembra che i vari Saha, Kakutà, e compagnia cantando abbiano incantato il mondo una volta usciti da formello

Ecco, tipico esempio.
Saha non ha piou' giocato dopo di noi, e ha una carriera coi CONTROCAZZI.

Kakuta ha fatto vedere ottima cose dopo essere stato da noi, dimostrando di essere un ottimo giocatore.

Ma perche' sospendere il giudizio quando posso sparare una cazzata gratis? Niente di personale, eh, ma non vedo come altro definirla.
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #13 il: 07 Apr 2016, 12:34 »
Condivido il senso generale del tuo discorso, che sicuramente può valere per i ragazzi più giovani.

Hoedt, SMS, Kishna, e perchè no, anche Patric e Morrison, sono giovani provenienti da importanti settori giovanili europei e sono investimenti che hanno logica e sostenibilità, si può discutere della loro opportunità nell'anno del preliminare, ma nello specifico fin da subito, nel mio piccolo, ho avvallato una strategia di lungo periodo a prescindere dall'"ordalia" del preliminare.

Per Bisevac, francamente, no.

Questo discorso per lui non può valere, non c'è alcuna moratoria da fare, anzi, Bisevac è l'emblema di come i nostri dirigenti hanno deliberatamente deciso di lasciare andare in vacca la stagione e quindi va portato ad esempio negativo, IMHO.

Ha un valore simbolico, oltre che tecnico.

La Lazio era con l'acqua alla gola, aveva disperato bisogno di ossigeno per rilanciare una stagione quasi compromessa e Lotito e soprattutto Tare si sono presentati con un ferro vecchio arrugginito.
Io una chance la darei anche a Bisevac.  Era un nazionale croato, mica delle Far Oer...

Offline Salohcin

*****
6877
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #14 il: 07 Apr 2016, 12:38 »
Io una chance la darei anche a Bisevac.  Era un nazionale croato, mica delle Far Oer...
A bisevac più che altro gli darei una preparazione...
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #15 il: 07 Apr 2016, 12:39 »
Ecco, tipico esempio.
Saha non ha piou' giocato dopo di noi, e ha una carriera coi CONTROCAZZI.

Kakuta ha fatto vedere ottima cose dopo essere stato da noi, dimostrando di essere un ottimo giocatore.

Ma perche' sospendere il giudizio quando posso sparare una cazzata gratis? Niente di personale, eh, ma non vedo come altro definirla.

Tara' il problema è che, dopo na stagione come quella di quest'anno, se sospendi i giudizi chiudi il forum.
De che parlamo?

La phregna ce l'hanno tolta, se ce togliete pure il pipparzughismo preventivo (ma pure consuntivo pare) ce rimangono pochi argomenti.

Dici tu, ce rimane LPDM, ma è na cosa che non m'appassiona.....

Offline gesulio

*****
19253
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #16 il: 07 Apr 2016, 12:53 »
il problema per me è anche capire per quale motivo vengono comprati e contestualizzare l'opinione, il giudizio con la contingenza del momento in cui arrivano a firmare il contratto a Formello.

io non ricordo che tipo di esigenza tattica ci fosse dietro l'acquisto di Eliseu, sinceramente faccio fatica a rimettere a fuoco il contesto di oltre 6 anni fa.

di quelli di quest'anno invece ricordo tutto.
a me se un giocatore come SMS viene preso con la logica di sostituire Mauri nell'economia di un gioco che tatticamente ha sempre beneficiato del valore aggiunto del brianzolo ormai in là con l'età, e se questo giocatore effettivamente manda in panchina Mauri e tutti gli altri concorrenti nel ruolo, non posso che essere contento.
per tutti gli altri però, il giudizio come fa a non essere negativo?

Kishna è stato preso per cosa? era l'unico reparto, quello degli attaccanti laterali, che non abbisognava minimamente di un innesto da tot milioni (non essendo l'olandese un parametro zero). però vabbe', facciamo anche finta che ci sia qualcosa che non sappiamo e che effettivamente esista un motivo valido per cui Tare e Lotito abbiano investito per prendere un giocatore a condizioni molto onerose in un ruolo apparentemente blindato.

è giovane, questo sì. potrei sospendere il giudizio e personalmente lo faccio pure, non mi sentirei mai di dire che qualcuno è una pipparsugo neanche dopo un anno intero, concettualmente quello che dice inquisitor è corretto.

però, cavolo... poi mi tocca guardare cos'è successo quest'anno. è inevitabile.
a me non sembra che questo sia il tipo di giocatore, come si è rivelato invece SMS, in grado di mandare in panchina o sul mercato gente come Keita o Candreva, per non parlare dell'abulico Felipe Anderson targato 2015/16 che in ogni caso quanto a rendimento je da' una pista e mezza. se tu prendi un giocatore così e lo paghi, io mi aspetto che sia uno in grado di mandare in panca sta gente qui. se tu prendi un giocatore in quel ruolo e non investi in altri, è anche normale che, passando tutta la stagione tra panca e paideia, il giudizio sia negativo. o no?

è un giudizio legittimamente negativo perché non solo riguarda il valore in sé del giocatore che ripeto potrebbe pure rivelarsi tra qualche anno un ottimo elemento. ma anche, anzi soprattutto per il contesto in cui è stato comprato e il rendimento offerto in relazione a questo contesto.
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #17 il: 07 Apr 2016, 12:53 »
Io una chance la darei anche a Bisevac.  Era un nazionale croato, mica delle Far Oer...
AUTOEDIT
nazionale serbo, non croato. Poco cambia, nel calcio slavo le seghe raramente arrivano in nazionale.

Tara' il problema è che, dopo na stagione come quella di quest'anno, se sospendi i giudizi chiudi il forum.
De che parlamo?

La phregna ce l'hanno tolta, se ce togliete pure il pipparzughismo preventivo (ma pure consuntivo pare) ce rimangono pochi argomenti.

Dici tu, ce rimane LPDM, ma è na cosa che non m'appassiona.....

Ho chiesto solo di sospendere i giudizi sui nuovi acquisti di questa stagione, non sui 'vecchi' per i quali elementi per giudicarli ne abbiamo parecchi.

Offline Duca

*****
6197
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #18 il: 07 Apr 2016, 12:54 »
Tara' il problema è che, dopo na stagione come quella di quest'anno, se sospendi i giudizi chiudi il forum.
De che parlamo?

La phregna ce l'hanno tolta, se ce togliete pure il pipparzughismo preventivo (ma pure consuntivo pare) ce rimangono pochi argomenti.

Dici tu, ce rimane LPDM, ma è na cosa che non m'appassiona.....

 :rotfl2:

Online Tarallo

*****
94748
Re:Sospensione del giudizio
« Risposta #19 il: 07 Apr 2016, 12:56 »
gesu', branco de pippe e' difficile ricollegarlo all'operazione. Pippe o seghe, decidi tu (cit.) faccio fatica a leggerlo come una interpretazione dell'acquisizione dei servizi di un calciatore professionista nel contesto delle esigenze tecnio-tattiche del momento.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod