Sul nuovo comunicato degli IRR

0 Utenti e 78 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline orchetto

*****
11955
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #260 il: 06 Set 2018, 18:11 »
Parte della verità è che il mondo Lazio è altamente litigioso e conflittuale.
Anche adesso in Nord si capisce che non sono rose e fiori (e non lo era neanche nel periodo d'oro degli Irriducibili, come non lo era ancor prima...) e questo solo per rimanere alla Nord perché se allarghiamo al discorso società, radio, comunicatori, Lazio club escono fuori duecentomila fazioni.
Siamo il regno del mugugno, dei malumori dei mal di pancia, del mai una frase positiva e si allo stesso tempo allo stadio stiamo in apatia, solo quando la Lazio macina punti ultimamente migliora qualcosa, per il resto du palle de rituali allo stadio, "cortei storici" in Nord e apatia negli altri settori...

Offline Ranxerox

*****
7759
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #261 il: 06 Set 2018, 20:38 »
Parte della verità è che il mondo Lazio è altamente litigioso e conflittuale.
Anche adesso in Nord si capisce che non sono rose e fiori (e non lo era neanche nel periodo d'oro degli Irriducibili, come non lo era ancor prima...) e questo solo per rimanere alla Nord perché se allarghiamo al discorso società, radio, comunicatori, Lazio club escono fuori duecentomila fazioni.
Siamo il regno del mugugno, dei malumori dei mal di pancia, del mai una frase positiva e si allo stesso tempo allo stadio stiamo in apatia, solo quando la Lazio macina punti ultimamente migliora qualcosa, per il resto du palle de rituali allo stadio, "cortei storici" in Nord e apatia negli altri settori...

Si, descrizione che anche secondo me rispecchia fedelmente la realtà.
Tifoseria triste...

Offline pan

*
1219
Sesso: Femmina
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #262 il: 06 Set 2018, 20:54 »
sì ma anche se fossimo una tifoseria "triste"...
metti conto che non siamo caciaroni e organizzati nei nostri cori tanto da risultare sterili, che quando vediamo la partita magari siamo talmente concentrati che stiamo con gli occhi dilatati e il boato riusciamo a farlo esplodendo tipo pentola a pressione solo al goal.
che molti amano la Lazio dal divano per innumerevoli cazzi propri e lo sapranno loro che la Lazio la amano sennò perchè seguirla, mica c'è una telecamerina nascosta dentro casa per certificare che programma stai seguendo.
tutto ciò, cosa c'entra con il fatto che invece la curva il tifo all'ennesima potenza lo sa fare?
prendere atto che io comune mortale tifosa a quanto pare da 2 in pagella non sono degna di un ultras puro, mi deve fare accollare le cose negative dall'altra parte?
no perchè certificato questo le chiacchiere stanno a zero. loro sò capaci, noi no, stamose zitti.

Offline Omar65

*****
5376
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #263 il: 06 Set 2018, 21:12 »
sì ma anche se fossimo una tifoseria "triste"...
metti conto che non siamo caciaroni e organizzati nei nostri cori tanto da risultare sterili, che quando vediamo la partita magari siamo talmente concentrati che stiamo con gli occhi dilatati e il boato riusciamo a farlo esplodendo tipo pentola a pressione solo al goal.
che molti amano la Lazio dal divano per innumerevoli cazzi propri e lo sapranno loro che la Lazio la amano sennò perchè seguirla, mica c'è una telecamerina nascosta dentro casa per certificare che programma stai seguendo.
tutto ciò, cosa c'entra con il fatto che invece la curva il tifo all'ennesima potenza lo sa fare?
prendere atto che io comune mortale tifosa a quanto pare da 2 in pagella non sono degna di un ultras puro, mi deve fare accollare le cose negative dall'altra parte?
no perchè certificato questo le chiacchiere stanno a zero. loro sò capaci, noi no, stamose zitti.

 :clap:

Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #264 il: 06 Set 2018, 21:41 »
O.T
Mini abbonamenti per la EL : 3 partite 60 euro in tribuna.
Che cosa altro deve fare la società per raccogliere tifosi?
Fine O.T

Online TheVoice

*****
4261
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #265 il: 06 Set 2018, 23:11 »

no perchè certificato questo le chiacchiere stanno a zero. loro sò capaci, noi no, stamose zitti.


A prescindere dalla lotta per il predominio territoriale, mi domando: ma tutte ste coreografie e tutti sti cori alla squadra servono davvero?

In termini di punti in classifica quanto incidono?

Non sia mai scoprissimo che il re è nudo...
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #266 il: 07 Set 2018, 08:34 »
A prescindere dalla lotta per il predominio territoriale, mi domando: ma tutte ste coreografie e tutti sti cori alla squadra servono davvero?

In termini di punti in classifica quanto incidono?

Non sia mai scoprissimo che il re è nudo...
Per me abbiamo perso 2 CL anche per quello.
Che uno stadio pieno e non silente carichi, lo dicono tutti i giocatori.
È i loro appelli in tal senso sono staticuna sconfitta per tutti.

Online TheVoice

*****
4261
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #267 il: 07 Set 2018, 10:03 »
Per me abbiamo perso 2 CL anche per quello.
Che uno stadio pieno e non silente carichi, lo dicono tutti i giocatori.
È i loro appelli in tal senso sono staticuna sconfitta per tutti.

Aspè, fermo.

Un conto sono le presenze allo stadio: uno stadio pieno (ma all'Olimpico è difficile) crea atmosfera e dà carica.

Uno stadio pieno e incazzato mette pressione: sottolineare ogni bella giocata, ogni fallo degli avversari, ogni intervento dubbio dell'arbitro o dei guardalinee, ogni comportamento scorretto porta punti (al netto dei protagonismi dei vari Banti e compagnia cantante).

Partecipare al gioco, in due parole.

Cori e coreografie secondo me sono al livello più basso della scala delle utilità per la S.S. Lazio.
Anzi, azzarderei a dire che servono a taluni tifosi per "risvegliare" il senso della loro partecipazione e ad altri per raccontare se stessi...

Offline Brujita76

*
7110
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #268 il: 07 Set 2018, 10:13 »
Aspè, fermo.

Un conto sono le presenze allo stadio: uno stadio pieno (ma all'Olimpico è difficile) crea atmosfera e dà carica.

Uno stadio pieno e incazzato mette pressione: sottolineare ogni bella giocata, ogni fallo degli avversari, ogni intervento dubbio dell'arbitro o dei guardalinee, ogni comportamento scorretto porta punti (al netto dei protagonismi dei vari Banti e compagnia cantante).

Partecipare al gioco, in due parole.

Cori e coreografie secondo me sono al livello più basso della scala delle utilità per la S.S. Lazio.
Anzi, azzarderei a dire che servono a taluni tifosi per "risvegliare" il senso della loro partecipazione e ad altri per raccontare se stessi...
Ti vorrei far notare che se togli la curva i cori e le coreografie, lo stadio della Lazio (e l'abbiamo visto in questi anni) è un mortorio!
Il tuo discorso non lo condivido ma avrei potuto almeno capirlo di fronte ad uno stadio con 40/50 mila persone.
E invece no, neanche quello!

Davvero quindi saresti pronto a perdere l'unica possibilità di tifo della Lazio? Davvero pensi che non contano nulla e che ne potremmo farne tranquillamente a meno?

Offline Thorin

*
2572
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #269 il: 07 Set 2018, 12:04 »
Aspè, fermo.

Un conto sono le presenze allo stadio: uno stadio pieno (ma all'Olimpico è difficile) crea atmosfera e dà carica.

Uno stadio pieno e incazzato mette pressione: sottolineare ogni bella giocata, ogni fallo degli avversari, ogni intervento dubbio dell'arbitro o dei guardalinee, ogni comportamento scorretto porta punti (al netto dei protagonismi dei vari Banti e compagnia cantante).

Partecipare al gioco, in due parole.

Cori e coreografie secondo me sono al livello più basso della scala delle utilità per la S.S. Lazio.
Anzi, azzarderei a dire che servono a taluni tifosi per "risvegliare" il senso della loro partecipazione e ad altri per raccontare se stessi...

Ma scherzi? Cori e coreografie almeno per quanto mi riguarda sono il 50% dello spettacolo, tanto che non riesco ad andare in settori dove non si fanno cori.

Poi ragazzi, esperienza personale, io sono diversi anni che per diversi motivi non vado più allo stadio, è una mia scelta ed è insindacabile.
Se vedo un ragazzo che ci va tutte le volte che la Lazio gioca in casa o in trasferta, in Italia o all'estero, partecipa alle coreografie, agli striscioni, a tutto quello che gira intorno alla Lazio e mi dice che è più Laziale di me... ma cazzo sì che lo è, è lampante, che problemi devo farmi ad accettarlo?

Offline WernerHeisenberg

*
657
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #270 il: 07 Set 2018, 12:15 »
Scusate, lungi da me criticarvi o farvi la morale, ma possibile che sono tre giorni che accedo qui e trovo sempre sto topic uppato? Una discussione basata sulle parole di qualche tizio col chiulo girato, ve lo dico sinceramente. Parliamo di gente che appena la critichi tira fuori le scenografie ai derby e ti fa gnegne, di che stiamo parlando?

Online TheVoice

*****
4261
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #271 il: 07 Set 2018, 13:50 »
Ti vorrei far notare che se togli la curva i cori e le coreografie, lo stadio della Lazio (e l'abbiamo visto in questi anni) è un mortorio!
Il tuo discorso non lo condivido ma avrei potuto almeno capirlo di fronte ad uno stadio con 40/50 mila persone.
E invece no, neanche quello!

Davvero quindi saresti pronto a perdere l'unica possibilità di tifo della Lazio? Davvero pensi che non contano nulla e che ne potremmo farne tranquillamente a meno?

La mia risposta si riferiva al tema "gruppo dominante", in particolare ai ragionamenti che Fat ed altri facevano in merito all'egemonia.

La via alternativa ad un gruppo dominante, che si è cercata in modo affannoso nelle pagine precedenti,  risiede molto semplicemente (?) nello stadio con 50.000 spettatori partecipi nel senso che ho spiegato prima: solo così si ricondurrebbe la questione cori-coreografie-striscioni (attività riservate al gruppo dominante) ad un fatto se non di contorno comunque subordinato rispetto al modo in cui quei 50.000 partecipano all'evento.

E' ovvio che a quel punto il gruppo dominante (come ha già fatto in passato) alzerebbe ancora di più il tiro per mantenere la scena (d'altra parte lo fa anche oggi che siamo 20.000).
Solo che 50.000 tifosi partecipi possono potenzialmente costituire un humus da cui nascono uno o più nuovi gruppi, non fosse altro perché si diffonderebbe il convincimento che vivere lo stadio in modo partecipe è altro che essere ultras (che non ho capito cosa cazzo è, ma tant'è...)

Un pericolo per il gruppo dominante dunque, ma molto più difficile da contrastare che se ci fosse un altro gruppo antagonista.

E' altrettanto ovvio che se sei in 20.000 (e pure abbastanza freddini e distaccati) il gruppo dominante serve come il pane.
E, di conseguenza, fa il bello e il cattivo tempo


Ma scherzi? Cori e coreografie almeno per quanto mi riguarda sono il 50% dello spettacolo, tanto che non riesco ad andare in settori dove non si fanno cori.


Infatti, nel mio precedente post ho scritto che cori-coreografie-striscioni "servono a taluni tifosi per "risvegliare" il senso della loro partecipazione"

Evidentemente tu fai parte di quel sottoinsieme

Offline Brujita76

*
7110
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #272 il: 07 Set 2018, 14:15 »
La mia risposta si riferiva al tema "gruppo dominante", in particolare ai ragionamenti che Fat ed altri facevano in merito all'egemonia.

La via alternativa ad un gruppo dominante, che si è cercata in modo affannoso nelle pagine precedenti,  risiede molto semplicemente (?) nello stadio con 50.000 spettatori partecipi nel senso che ho spiegato prima: solo così si ricondurrebbe la questione cori-coreografie-striscioni (attività riservate al gruppo dominante) ad un fatto se non di contorno comunque subordinato rispetto al modo in cui quei 50.000 partecipano all'evento.

E' ovvio che a quel punto il gruppo dominante (come ha già fatto in passato) alzerebbe ancora di più il tiro per mantenere la scena (d'altra parte lo fa anche oggi che siamo 20.000).
Solo che 50.000 tifosi partecipi possono potenzialmente costituire un humus da cui nascono uno o più nuovi gruppi, non fosse altro perché si diffonderebbe il convincimento che vivere lo stadio in modo partecipe è altro che essere ultras (che non ho capito cosa cazzo è, ma tant'è...)

Un pericolo per il gruppo dominante dunque, ma molto più difficile da contrastare che se ci fosse un altro gruppo antagonista.

E' altrettanto ovvio che se sei in 20.000 (e pure abbastanza freddini e distaccati) il gruppo dominante serve come il pane.
E, di conseguenza, fa il bello e il cattivo tempo
Ho capito meglio quello che volevi dire
Purtroppo, anche in questo caso, come hai giustamento detto tu, è un discorso che si scontra con la dura realtà: 20/30 mila spettatori e pure freddi!

Per quel che mi riguarda sogno di tornare ai tempi di cragnotti/ugo longo: 40 mila spettatori (di media ma forse anche di più), una grandissima CN e con il "Laziale medio" bello avvelenato!

 :since :asrm :since
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #273 il: 07 Set 2018, 17:01 »
A me delle scenografie (le coreografie so' un'altra cosa) non me ne può fregare di meno. La Lazio non vince/perde per quelle. Bensì se il tifo è caldo e partecipe i calciatori lo percepiscono ed abbiamo visto che lo stadio partecipa anche senza le prime 10 file a comandare i cori, visto che a Lazio-frosolone abbiamo cantato in tanti, pure nei distinti... Per cui, de quelli là, se po' pure fa a meno secondo me.
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #274 il: 08 Set 2018, 09:58 »
sì ma anche se fossimo una tifoseria "triste"...
metti conto che non siamo caciaroni e organizzati nei nostri cori tanto da risultare sterili, che quando vediamo la partita magari siamo talmente concentrati che stiamo con gli occhi dilatati e il boato riusciamo a farlo esplodendo tipo pentola a pressione solo al goal.
che molti amano la Lazio dal divano per innumerevoli cazzi propri e lo sapranno loro che la Lazio la amano sennò perchè seguirla, mica c'è una telecamerina nascosta dentro casa per certificare che programma stai seguendo.
tutto ciò, cosa c'entra con il fatto che invece la curva il tifo all'ennesima potenza lo sa fare?
prendere atto che io comune mortale tifosa a quanto pare da 2 in pagella non sono degna di un ultras puro, mi deve fare accollare le cose negative dall'altra parte?
no perchè certificato questo le chiacchiere stanno a zero. loro sò capaci, noi no, stamose zitti.
Ma che loro siano capaci, nessuno lo nega, peccato che se si fa media (anche il loro) il tifo della Lazio è  triste e moscio.
Problemi?
Strano che questa sindrome colpisca solo o prevalentemente il Laziale....
Ci siamo fatti cantare in faccia in casa da tante tifoserie.
Che la curva riprenda possesso del tifo e che gli altri settori la smettano di essere un branco di mollaccioni

Offline orchetto

*****
11955
Sesso: Maschio
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #275 il: 10 Set 2018, 10:38 »
sì ma anche se fossimo una tifoseria "triste"...
...non credo che siamo una tifoseria triste, dico che siamo una tifoseria più disunita di quello che si vede dall'esterno ma che allo stesso tempo tende spesso all'apatia, e questo influisce, neanche tanto paradossalmente, anche nel modo in cui ci viviamo i dissidi interni, poi quando le cose vanno un po meglio si preferisce non pensarci più tanto su (anche giustamente, in un certo senso, stiamo parlando di calcio in fin dei conti, non di cose più serie) a parte i 4 jettatori di sempre che stanno li ad aspettare il primo passo falso o i pessimisti cronici (ma questi rasentano veramente il patologico)
Di mugugni e malumori su alcune cose della Curva Nord ne avrò sentiti a centinaia negli anni da moltissimi anni, almeno -e mi tengo stretto-, da quando "gli ES furono cacciati e costretti a sciogliersi quasi manu militari", eppure si mugugna, si brontola ma poi? Solo a guardare i nostri dirimpettai mefitici della curva giallozozza, ai tempi di Manfredonia, scoppiavano sugli spalti vere e proprie guerriglie. A voler essere razionali e freddi, si potrebbe concludere che ci sono due modi per sfogarsi, o stai zitto e poi quando non ne puoi più sbotti tipo vulcano dormiente, oppure fai un brontolio continuo, si potrebbe quindi concludere che è un fenomeno del tutto normale?

Offline surg

*
6324
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #276 il: 10 Set 2018, 11:29 »
Che palle
Re:Sul nuovo comunicato degli IRR
« Risposta #277 il: 10 Set 2018, 15:10 »
Che palle
In generale o per un motivo particolare?
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod