libri

0 Utenti e 48 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online arturo

*****
11695
Re:libri
« Risposta #2180 il: 18 Dic 2020, 21:20 »
:)

prendo spunto dall'ultimo post per dire ai netter librai che se je va sarebbe gradito conoscere dove sono i loro negozi così da fare lì gli acquisti, invece che la grande libreria di catena sotto casa.
ps: non ce sto a provà nè con TY nè con altri esponenti della categoria.
Sto P. S, mi sembra la classica : excusatio non pentita, accusatio manifesta.  :DD

Offline Tarallo

*****
100000
Re:libri
« Risposta #2181 il: 18 Dic 2020, 21:21 »
Sembra evidente pure a me. C'è qualcosa sotto.

Offline pan

*
2915
Re:libri
« Risposta #2182 il: 19 Dic 2020, 01:51 »
Sto P. S, mi sembra la classica : excusatio non pentita, accusatio manifesta.  :DD

 è vero  :) me ne sono accorta rileggendo.
 

Offline TomYorke

*****
10618
Re:libri
« Risposta #2183 il: 19 Dic 2020, 08:27 »
Ma lasciali perde Pan, sono aridi dentro.
Ah comunque Veltroni ha scritto un altro giallo...se odiate qualcuno e gli volete fare un regalo orribile ve lo consiglio.

Offline Scialoja

*****
11860
Re:libri
« Risposta #2184 il: 19 Dic 2020, 23:20 »
Ma lasciali perde Pan, sono aridi dentro.
Ah comunque Veltroni ha scritto un altro giallo...se odiate qualcuno e gli volete fare un regalo orribile ve lo consiglio.

 :rotfl: :rotfl:

Online Egobrain

*
1866
Re:libri
« Risposta #2185 il: 21 Dic 2020, 13:01 »
Buongiorno fratelli laziali e appassionati lettori.

Sapete consigliarmi qualche buon romanzo psicologico contemporaneo? L'anno scorso feci centro regalando alla mia dolce metà La Follia di P. McGrath. Mi ispira molto Tre Piani di Nevo, qualcuno lo ha letto?

Online Drake

*****
4364
Re:libri
« Risposta #2186 il: 21 Dic 2020, 14:10 »
Macchine come me di Ian McEwan

Offline SSL

*
4255

Offline SSL

Re:libri
« Risposta #2187 il: 12 Gen 2021, 09:35 »
Sfumature di attualità.
Asimov, Abissi d'acciaio.

Online Egobrain

*
1866
Re:libri
« Risposta #2188 il: 04 Feb 2021, 13:46 »
Non faccio che sentir dire un gran bene di Haruki Murakami da tempo. Spinto dalla curiosità vorrei iniziarmi a questo autore. Amanti del nipponico ne abbiamo? Da dove comincio? Mi hanno sconsigliato Norwegian Wood come prima lettura.

Offline naoko

*****
8880
Re:libri
« Risposta #2189 il: 04 Feb 2021, 15:46 »
Non faccio che sentir dire un gran bene di Haruki Murakami da tempo. Spinto dalla curiosità vorrei iniziarmi a questo autore. Amanti del nipponico ne abbiamo? Da dove comincio? Mi hanno sconsigliato Norwegian Wood come prima lettura.

Considera che io ho letto tutto almeno 3 volte e ho tutti i libri in tutte le edizioni pure quelle oramai introvabili :pp
ALLORA
la produzione di murakami si divide in due grandi filoni: genere realistico ma con dose di fantastico e romanzi veri e propri.

Norwegian wood, A sud del confine a ovest del sole sono romanzi in senso stretto

Mentre tutto il resto è più con parte fantastica mistero.

Norwegian Wood è quello da cui si comincia di solito, anche perché è il primo ed è stato per molti anni l'unico presente sul mercato italiano. Ma non è il vero murakami, è una cosa a se. (a me piace molto comunque penso di averlo letto 20 volte)

Se vuoi un percorso di lettura, io inizierei con la sua prima trilogia, finalmente disponibile anche in italia: Vento/Flipper, Nel segno della pecora, Dance dance dance (questi ultimi due sono i miei preferiti suoi).

Un altro libro bellissimo è "l'uccello che girava le viti del mondo".

Poi c'è tutta la produzione di raccolte di racconti, che non mi fa impazzire, e di saggi. Uno che ho trovato molto interessante è "l'arte di correre" dove racconta le sue esperienze di maratoneta, "Underground" che invece parla delle storie delle persone coinvolte in un attentato nella metropolitana di tokyo del 1995. Nota di merito per il saggio scritto insieme al direttore d'orchestra Ozawa Seiji "assolutlamente musica" una serie di dialoghi sulla musica e i suoi protagonisti.

Online Egobrain

*
1866
Re:libri
« Risposta #2190 il: 04 Feb 2021, 21:13 »
Considera che io ho letto tutto almeno 3 volte e ho tutti i libri in tutte le edizioni pure quelle oramai introvabili :pp
ALLORA
la produzione di murakami si divide in due grandi filoni: genere realistico ma con dose di fantastico e romanzi veri e propri.

Norwegian wood, A sud del confine a ovest del sole sono romanzi in senso stretto

Mentre tutto il resto è più con parte fantastica mistero.

Norwegian Wood è quello da cui si comincia di solito, anche perché è il primo ed è stato per molti anni l'unico presente sul mercato italiano. Ma non è il vero murakami, è una cosa a se. (a me piace molto comunque penso di averlo letto 20 volte)

Se vuoi un percorso di lettura, io inizierei con la sua prima trilogia, finalmente disponibile anche in italia: Vento/Flipper, Nel segno della pecora, Dance dance dance (questi ultimi due sono i miei preferiti suoi).

Un altro libro bellissimo è "l'uccello che girava le viti del mondo".

Poi c'è tutta la produzione di raccolte di racconti, che non mi fa impazzire, e di saggi. Uno che ho trovato molto interessante è "l'arte di correre" dove racconta le sue esperienze di maratoneta, "Underground" che invece parla delle storie delle persone coinvolte in un attentato nella metropolitana di tokyo del 1995. Nota di merito per il saggio scritto insieme al direttore d'orchestra Ozawa Seiji "assolutlamente musica" una serie di dialoghi sulla musica e i suoi protagonisti.
Grazie Naoko, si scorge il tuo amore per Murakami in ogni riga. Grazie dei consigli, che ovviamente seguirò!

P.s che mi dici invece di After Dark, La Ragazza dello Sputnik, e Kafka sulla spiaggia? Amici mi hanno consigliato uno di questi tre per cominciare.

Offline naoko

*****
8880
Re:libri
« Risposta #2191 il: 04 Feb 2021, 21:28 »
Grazie Naoko, si scorge il tuo amore per Murakami in ogni riga. Grazie dei consigli, che ovviamente seguirò!

ti ringrazio  :beer: molti altri utenti invece quando hanno  letto il posto sicuramente avranno pensato "oddio no mo ricomincia questa" :lol:
P.s che mi dici invece di After Dark, La Ragazza dello Sputnik, e Kafka sulla spiaggia? Amici mi hanno consigliato uno di questi tre per cominciare.

allora, la ragazza dello sputnik secondo me è molto bello, after dark non mi dispiace, è un romanzo breve, si legge velocemente anche per la temporalità del racconto. Kafka sulla spiaggia penso sia uno di quelli più famosi dopo norwgian wood (forse la trilogia di 1q84), ma per me è altamente sopravvalutato, è l'unico che nono ho mai riletto e che ho addirittura fatto fatica a finire.
Chissà, forse dipende anche dal momento in cui ti trovi nel momento in cui lo leggi, forse non ero pronta, dovrei dargli una seconda chance.

comunque alla fine penso che il modo migliore sia norwegian wood, anche se sputtanato, credo che più o meno abbiamo iniziato tutti così :))
Re:libri
« Risposta #2192 il: 04 Feb 2021, 22:14 »
Io inizierei da "l'arte di correre", ma non ho letto tutti i suoi libri.
Questo mi sembra, semplicemente, il più indicato.

Online Egobrain

*
1866
Re:libri
« Risposta #2193 il: 05 Feb 2021, 11:58 »
Alla fine mi sono assicurato After Dark. Non volevo qualcosa di mastodontico (esco da una sessione esami che dispendiosa è dire poco), così la scelta è ricaduta su A.D. Nel frattempo mi prendo anche Norwegian Wood come consigliato, pronto a subentrare.

P.s Spider di McGrath, qualcuno lo ha letto? Follia (Asylum) un quasi capolavoro.
Re:libri
« Risposta #2194 il: 05 Feb 2021, 12:38 »
ti ringrazio  :beer: molti altri utenti invece quando hanno  letto il posto sicuramente avranno pensato "oddio no mo ricomincia questa" :lol:


Avevo letto la richiesta di Egobrain prima che intervenissi tu...stavo per scrivere "risposta di Naoko su Murakami in 3, 2, 1...."  :beer:

Offline naoko

*****
8880
Re:libri
« Risposta #2195 il: 05 Feb 2021, 14:24 »
 :lol:

dovrei ricercarmi le risposte che ho dato negli ultimi 8 anni per vedere come ho cambiato idea nel tempo  :) 

Offline naoko

*****
8880
Re:libri
« Risposta #2196 il: 29 Mar 2021, 15:56 »
Finito "Sakura" di Matilde Asensi. È stato un regalo ricevuto e molto gradito. Non saprei come definire il genere, ibs dice "Un racconto-matrioska che sollecita una lettura vorace" che lo descrive bene. È un'avventura sulle tracce dell'opera di Van Gogh di un gruppo di naizonalità mista in giappone.

Mi è piaciuto molto, peccato il capitolo finale. Un libro che ti tiene con la suspense tutto il tempo e poi finisce così tarallucci e vino non so, peccato ecco.

Poi sto finendo di leggere "Primia persona singolare" di Haruki Murakami. Classica raccolta di racconti, ma fin'ora mi piace abbastanza.

 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod