Guerra in Medio Oriente

0 Utenti e 9 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline LaFonte

*
456
Re:Guerra in Medio Oriente
« Risposta #600 il: 30 Ago 2020, 18:33 »
Topic veramente interessante a cui mi piacerebbe aggiungere un commento: in siria non c'è stata alcuna "rivoluzione", ma un aggressione esterna premeditata dall'occidente e dai suoi lacche in giro per il medioriente. Nel 2011 a daraa si cantava "i cristiani a Beirut, gli alawiti giù dalla finestra", sin dai primi vagiti della fantomatica rivoluzione. I "ribelli moderati" del fsa decapitavano e mangiavano cuori sin dal 2012 piu o meno, poi si sono tolti la maschera e sono confluiti e passati in blocco dalla parte di al qaeda o come si fa chiamare ora. Si è provato a distruggere il paese su linee etnico-religiose, che si è salvato certamente grazie all'aiuto di una russia tornata superpotenza (falso che aveva basi a hmeinim e tartous prima dell'intervento del 2015, erano dismesse dai tempi dell'urss),  dell'Iran, di hezbollah, ma soprattutto grazie alla fedeltà e al sangue della sua gioventù rimasta sempre fedele ad assad, nonostante i fantomatici sohr, ropcke e altri propagandisti simili dicessero altro. La situazione sul campo sembra stabile, anche se non credo che i terroristi rintanati in quel che rimane di idlib possano dormire sonni tranquilli. Verranno annientati prima o poi. Tolti di mezzo dalle due arterie del paese (autostrada m5 conquistata mesi fa, manca m4 che collega il nord di aleppo alla provincia di lattakia) non avranno più ragione di esistere e magari verranno dislocati da erdogan in altri teatri per rinverdire i fasti di Saladino.

Oh, Erdogan questo lo sta già facendo. Dopo averne mandati un bel pò in Libia, dove hanno ribaltato (con l'aiuto di un bel pò di droni turchi) l'andamento della guerra, ne sta mandando anche in Azerbaijan, e questo potrebbe essere un errore che pagherà caro. Perchè può farla franca (almeno per un pò) nel Mediterraneo visto quanto sono imbelli i Paesi europei, ma andare a riaccendere il fuoco in Caucaso potrebbe veramente essere la goccia che fa traboccare il vaso. Le sue ambizioni di ricreare una grande Turchia che riunisce i popoli etnicamente turchi e le nazioni che sono state sotto il dominio ottomano può andar bene per i nazionalisti turchi (che non a caso lo adorano) ma deve fare i conti con il resto del mondo, e per ora è diventato inviso a UE (questione profughi), Siria-Iran (supporto ai terroristi), Grecia (questione risorse sottomarine), Egitto (intervento libico, Russia (intervento in Siria quando la Russia avrebbe spazzato via gli ultimi ribelli, intervento in Libia quando Haftar stava a un passo dalla vittoria, adesso l'invio di combattenti in Caucaso)... e ogni mossa che fa si crea nuovi nemici. Per me ha i giorni contati.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod