How dare you?

0 Utenti e 43 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online Rorschach

*****
10481
How dare you?
« il: 24 Set 2019, 10:16 »


Online Buckley

*
2934
Re:How dare you?
« Risposta #1 il: 24 Set 2019, 10:28 »
che te voi commenta', e' chiaro che bisogna agire e anche piuttosto urgentemente, ma come e dove cominciare non ne ho idea. Posso fare solo la mia parte.
Re:How dare you?
« Risposta #2 il: 24 Set 2019, 10:53 »

Commenti?

La ragazzina c'ha ragione: dovrebbe sta' a scuola. I suoi genitori andrebbero processati. Ma come se fa? Hanno generato un mostro, una ragazzina che non sa sorridere, che passa la sua vita a recitare testi e leggere messaggi che altri hanno scritto per lei, e che ha creato un'immagine odiosa di se, un danno pazzesco se confrontato con l'intera vita che Greta ha davanti.
La causa e' giusta, ma il fine non giustifica i mezzi.

Online Tarallo

*****
92302
Re:How dare you?
« Risposta #3 il: 24 Set 2019, 10:57 »
Bel guaio.

Online vaz

*****
42072
Re:How dare you?
« Risposta #4 il: 24 Set 2019, 11:00 »

Online FatDanny

*****
18391
Re:How dare you?
« Risposta #5 il: 24 Set 2019, 11:01 »
Meno male che Greta c'è, con buona pace dei feltri che schiumano rabbia e dei kommunisti-piùkommunisti che "la paka sorossss".
Perché se certe cose le dice l'FD di turno il jimmy di turno ha vita facile a dire che è contro il progresso, contro il benessere, contro il futuro.
Mentre il messaggio di questa sedicenne contro l'illusione folle della crescita economica è dirompente e il jimmy di turno fa pippa.

Buckley per affrontare seriamente il problema occorre spazzare via l'idea che il problema siano i comportamenti individuali, che in realtà rappresentano lo 0,0000x delle emissioni. Anche se considerati in forma aggregata.
Occorre comprendere che la colpevolizzazione individuale serve soltanto a spostare l'attenzione dal modello produttivo, unico vero responsabile.
Appena 90 aziende producono il 65% di emissioni.
Altro dato appena diffuso da Oxfam, il rapporto tra reddito ed emissioni:



La stragrande maggioranza di emissioni fa capo all'1% straricco (https://jacobinitalia.it/quanto-inquina-la-ricchezza ) e alle aziende da cui traggono profitto.
Questo è il problema, se anche TUTTI NOI smettessimo di usare le buste di plastica non cambierebbe niente di niente.
https://jacobinitalia.it/non-e-colpa-vostra/

Il problema non è tecnico, è politico.
Quindi non possiamo fare nulla? No, possiamo fare tanto.
Possiamo e dobbiamo cambiare paradigma e sistema produttivo.
https://jacobinitalia.it/la-tecnica-non-ci-salvera/

Oggi l'anticapitalismo non è più soltanto un'opzione politica, è una necessità antropologica.

La ragazzina c'ha ragione: dovrebbe sta' a scuola. I suoi genitori andrebbero processati. Ma come se fa? Hanno generato un mostro, una ragazzina che non sa sorridere, che passa la sua vita a recitare testi e leggere messaggi che altri hanno scritto per lei, e che ha creato un'immagine odiosa di se, un danno pazzesco se confrontato con l'intera vita che Greta ha davanti.
La causa e' giusta, ma il fine non giustifica i mezzi.

Paura eh?


Online Tarallo

*****
92302
Re:How dare you?
« Risposta #6 il: 24 Set 2019, 11:06 »
Io sulla colpevolizzazione individuale ho litigato seriamente con 2 persone che "comincia da noi".
Stocazzo, comincia da noi.
Poi certo, gli sforzi vanno fatti e sono contento che mio figlio abbia marciato con altri milioni di persone qualche giorno fa, ma ha ragione Fat, non se ne esce.


"Oggi l'anticapitalismo non è più soltanto un'opzione politica, è una necessità antropologica."
Re:How dare you?
« Risposta #7 il: 24 Set 2019, 11:11 »
...
Paura eh?

Eeeeeeh, me sto a caca' sotto.
Io sulla colpevolizzazione individuale ho litigato seriamente con 2 persone che "comincia da noi".
Stocazzo, comincia da noi.
Poi certo, gli sforzi vanno fatti e sono contento che mio figlio abbia marciato con altri milioni di persone qualche giorno fa, ma ha ragione Fat, non se ne esce.


"Oggi l'anticapitalismo non è più soltanto un'opzione politica, è una necessità antropologica."


E qui siamo tutti d'accordo, tranne Greta e chi le scrive le minchiate e la espone a reali pericoli per azioni dimostrative (tipo la traversata dell'oceano per non prendere l'aereo) che mirano alla colpevolizzazione dell'individuo, mentre sfugge la natura profondamente ipocrita e piccolo-borghese di chi puo consentirsi la barca a vela...

Online Rorschach

*****
10481
Re:How dare you?
« Risposta #8 il: 24 Set 2019, 11:14 »
La ragazzina c'ha ragione: dovrebbe sta' a scuola. I suoi genitori andrebbero processati. Ma come se fa? Hanno generato un mostro, una ragazzina che non sa sorridere, che passa la sua vita a recitare testi e leggere messaggi che altri hanno scritto per lei, e che ha creato un'immagine odiosa di se, un danno pazzesco se confrontato con l'intera vita che Greta ha davanti.
La causa e' giusta, ma il fine non giustifica i mezzi.

La 'ragazzina', come la chiami te in maniera dispregiativa, sta facendo qualcosa in cui crede e di cui potrà andare fiera finchè campa.
Fa sorridere che tu dimostri la tua sensibilità verso la sua adolescenza infranta, mentre il cambiamento climatico fa e farà morire milioni di persone, abbatterà nazioni e civiltà e distruggerà l'ecosistema terrestre in pochissimo tempo.
Il re è nudo, e l'ha detto lei.

Online Tarallo

*****
92302
Re:How dare you?
« Risposta #9 il: 24 Set 2019, 11:17 »
Greta colpevolizza l'individuo? Questa me la so' persa.

Online Rorschach

*****
10481
Re:How dare you?
« Risposta #10 il: 24 Set 2019, 11:18 »
Eeeeeeh, me sto a caca' sotto.
E qui siamo tutti d'accordo, tranne Greta e chi le scrive le minchiate e la espone a reali pericoli per azioni dimostrative (tipo la traversata dell'oceano per non prendere l'aereo) che mirano alla colpevolizzazione dell'individuo, mentre sfugge la natura profondamente ipocrita e piccolo-borghese di chi puo consentirsi la barca a vela...



Ma non è vero, lei ha parlato ai politici e ai grandi industriali. Poi che ognuno individualmente possa anche fare qualcosa è un di più.
E comunque se individualmente contiamo poco, è anche vero che dimostrando il nostro interesse per la questione e restando attenti possiamo smuovere, come opinione pubblica, i grandi gruppi industriail e finanziari.
Basti pensare a quella cagata fatta per l'olio di palma, ad esempio.

Online vaz

*****
42072
Re:How dare you?
« Risposta #11 il: 24 Set 2019, 11:26 »
Ambientalisti coi rolex
Re:How dare you?
« Risposta #12 il: 24 Set 2019, 11:27 »
Ma non è vero, lei ha parlato ai politici e ai grandi industriali. Poi che ognuno individualmente possa anche fare qualcosa è un di più.
E comunque se individualmente contiamo poco, è anche vero che dimostrando il nostro interesse per la questione e restando attenti possiamo smuovere, come opinione pubblica, i grandi gruppi industriail e finanziari.
Basti pensare a quella cagata fatta per l'olio di palma, ad esempio.

A me pareva, e con me tutta la stampa e la radio qui in Inghilterra, che lei si rivolgesse a tutti noi, non ai grandi gruppi industriali, sul discorso dell'uso dell'aereo che inquina uno sfottio mentre la barca a vela e' tanto sostenibile. Qualche giorno fa, il programma radio BBC 3 Counties che sento tutte le mattine e le chiamate erano tutte sui comportamenti individuali in seguito alla famosa traversata di Greta. E ribadisco: dovrebbe stare a scuola, avere il diritto ad una vita normale e non mediaticamente sovraesposta perche' qualcuno l'ha trasformata in un megafono con le gambe.
E questo, ribadisco, indipendentemente dal messaggio, che dovrebbe essere veicolato da scienziati e non da adolescenti. Peccato che forse gli scienziati non sono facilmente manipolabili ideologicamente, e non te dicono che la barca a vela e' un valido sostituto dell'aereo.

Online Buckley

*
2934
Re:How dare you?
« Risposta #13 il: 24 Set 2019, 11:28 »
Il problema non è tecnico, è politico.
Quindi non possiamo fare nulla? No, possiamo fare tanto.
Possiamo e dobbiamo cambiare paradigma e sistema produttivo.
https://jacobinitalia.it/la-tecnica-non-ci-salvera/

Oggi l'anticapitalismo non è più soltanto un'opzione politica, è una necessità antropologica.

Paura eh?


Danny, ti seguo perfettamente, e' proprio questo il punto del mio "non so come e dove cominciare". Sarei ridicolo se ipotizzassi una soluzione, non ho le competenze necessarie. Di sicuro delle modifiche vanno apportate. Spero e penso che i comportamenti individuali influenzano e cambiano la societa'. Avere un buon rapporto con l'ambiente e' comunque una ricchezza interiore.
Grazie per i link ma non sono accessibili, almeno da qui.

Online Tarallo

*****
92302
Re:How dare you?
« Risposta #14 il: 24 Set 2019, 11:33 »
Dire che Greta dovrebbe stare a scuola in questo contesto è il classico stravolgimento delle priorità, il whataboutism che uccide il dibattito politico attuale.
Una vergogna del panorama attuale.
Re:How dare you?
« Risposta #15 il: 24 Set 2019, 11:40 »
Dire che Greta dovrebbe stare a scuola in questo contesto è il classico stravolgimento delle priorità, il whataboutism che uccide il dibattito politico attuale.
Una vergogna del panorama attuale.

Ma non diciamo uccellate, dai. Il dibattito....
Il concetto stesso di dibattito non fa nient'altro che aumentare la responsabilita' individuale, e distrarre dalle responsabilita' di chi davvero contribuisce al climate change.
Non c'e' bisogno di dibattere. C'e' bisogno di agire. Da parte di chi deve agire. Tu ed io che povemo fa'?

Online Tarallo

*****
92302
Re:How dare you?
« Risposta #16 il: 24 Set 2019, 11:42 »
Parlare della scuola di Greta, a quanto ho capito.
Re:How dare you?
« Risposta #17 il: 24 Set 2019, 11:45 »
Parlare della scuola di Greta, a quanto ho capito.

Ecco, bravo. Perche' sul climate change io e te potemo fa poco. Sull'educazione, invece, forse qualcosa come professionisti e genitori possiamo ancora fare, a cominciare dal modificare radicalmente il trend oggi imperante di chi vede la scuola solo come un parcheggio per i figli che non hanno di meglio da fare, come traversate oceaniche o partecipare ad altre [...]rie, o come un supermercato dove comprare non educazione, ma "istruzioni per l'uso".
E questo problema e' altrettanto globale.
 
Re:How dare you?
« Risposta #18 il: 24 Set 2019, 12:06 »

E qui siamo tutti d'accordo, tranne Greta e chi le scrive le minchiate e la espone a reali pericoli per azioni dimostrative (tipo la traversata dell'oceano per non prendere l'aereo) che mirano alla colpevolizzazione dell'individuo, mentre sfugge la natura profondamente ipocrita e piccolo-borghese di chi puo consentirsi la barca a vela...

Pero' ve la state a prende tutti co Greta che dovrebbe anna' a scola, coi genitori ecc ecc anche se lei sta facendo qualcosa di reale e concreto, soprattutto sulla sua pelle, voi (ma anche io eh) tutti a criticare pestando forte sulla tastiera del pc, lo trovo molto ipocrita e tra l'altro sposta l'attenzione da chi il problema lo ha creato e continua a perpetrarlo mistificando la realta'

Online vaz

*****
42072
Re:How dare you?
« Risposta #19 il: 24 Set 2019, 12:10 »
premesso che di greta mi frega il giusto, ha avuto l'indubbio merito di fare diventare il problema* "di massa".
*problema di cui scienziati parlano da almeno 20 anni, spesso ignorati o tacciati di stregoneria.

quindi, se per fare in modo di rendere il problema globale c'è bisogno di greta, ben venga greta.

quello che facciamo noi nel personale è, per l'appunto, personale. sta alla propria etica l'agire in un determinato modo o no.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod