Cucinare

0 Utenti e 18 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Cucinare
« Risposta #3140 il: 09 Ott 2020, 14:24 »
CLAMOROSAMENTE OT
Io penso di essere un vero rompico.glio.ni per la pizza (vabbe' non solo per quella), ma ti diro' che ne ho mangiate anche di decenti tra quelle surgelate, sicuramente migliori di tante pizzerie, certo non sara' quella di Sorbillo ma almeno non ti rigiri nel letto tutta la notte.

il problema di farla in casa e' la lievitazione che richiede troppo tempo (se fatta come si deve), devi organizzarti prima e spesso non e' possibile
FINE CLAMOROSO OT

rispondo di qua per non proseguire il clamoroso OT  ;)
ribadisco, la pizza surgelata ENNE-O

la lievitazione richiede tempo, è vero, ma fa da sola! prepari l'impasto 2 giorni prima e poi lo lasci lì senza dover più fare niente
Se non ti sei organizzato e hai voglia improvvisa affidati alla pizzeria da asporto di fiducia vicino casa e via!  :D

Offline ronefor

*****
8023
Re:Cucinare
« Risposta #3141 il: 09 Ott 2020, 14:52 »
Le pizze surgelate sono migliorate tantissimo
Non tutte le marche ma le migliori vengono meglio di almeno il 50% di quelli che te la consegnano a casa
Il trucco è il Fornetto Ferrari che   ho comprato che raggiunge temperature che i normali forni di casa non si sognano
100€ e passa la a paura

Offline naoko

*****
8715
Re:Cucinare
« Risposta #3142 il: 09 Ott 2020, 14:55 »
Sì comunque il senso di pesantezza e fastidio nel dormire successivo alla pizza, non dipende in alcun modo dal lievito o dalla lievitazione, o dalla farina, ma dipende esclusivamente dai grassi che sono sopra la pizza. Magari mozzarella scadente o altri ingredienti poco validi.

Sto ricercando l'articolo scientifico che avevo letto che ne parla, appena lo ritrovo lo posto :))

Offline Tarallo

*****
97824
Re:Cucinare
« Risposta #3143 il: 09 Ott 2020, 15:01 »
Sì comunque il senso di pesantezza e fastidio nel dormire successivo alla pizza, non dipende in alcun modo dal lievito o dalla lievitazione, o dalla farina, ma dipende esclusivamente dai grassi che sono sopra la pizza. Magari mozzarella scadente o altri ingredienti poco validi.

Sto ricercando l'articolo scientifico che avevo letto che ne parla, appena lo ritrovo lo posto :))

Pubblicato da Pancet
Re:Cucinare
« Risposta #3144 il: 09 Ott 2020, 16:50 »
Sì comunque il senso di pesantezza e fastidio nel dormire successivo alla pizza, non dipende in alcun modo dal lievito o dalla lievitazione, o dalla farina, ma dipende esclusivamente dai grassi che sono sopra la pizza. Magari mozzarella scadente o altri ingredienti poco validi.

Sto ricercando l'articolo scientifico che avevo letto che ne parla, appena lo ritrovo lo posto :))

confermo, non ho articoli scientifici ma esperienza diretta!  :=))
stessa pizzeria, stesso impasto, pesantezza e nottate completamente differenti a seconda del condimento

Offline Gianluko

*****
3108
Re:Cucinare
« Risposta #3145 il: 10 Ott 2020, 15:01 »
Forno F1 P134H con termostati a 500 gradi e ti fai delle pizze che il 90% delle pizzerie nemmeno sognano.
E per un ottimo impasto, leggero e digeribile, bastano anche 8 ore di maturazione/lievitazione. Basta usare le farine giuste e rispettare poche semplici regole.

Offline PARISsn

*****
13020
Re:Cucinare
« Risposta #3146 il: 10 Ott 2020, 23:46 »
mio padre, pace all'anima sua, preparava  la  piu' buona  pizza che ho mai mangiato in vita mia, tra  pizzerie rinomate, rinomatissime e surgelate di tutta Italia che pure ho girato in lungo e in largo per lavoro per tutta la vita....( per esempio una delle peggiori l'ho mangiata a Napoli dalla  famosa Zi Teresa)....e la faceva semplicemente con il preparato della  Pizza Catari', che  i piu' vecchi ricorderanno e che non so se esiste ancora....dentro c'era il lievito, il preparato in polvere, il bicchierino di carta per la giusta  quantita' d'acqua e se non ricordo male anche una minuscola bustina con la quantita' d'olio da unire all'impasto....papa' preparava il tutto secondo le  indicazioni che ormai sapeva a memoria e poi metteva a lievitare sul termosifone qualche ora ...ne usciva abbastanza per una teglia da forno intera e vabbe poi lui metteva solo mozzarella di bufala, pomodorini freschi,  acciughe non sottolio ma prese al mercato...e come ha detto Naoko credo il segreto erano proprio gli ingredienti e non tanto l'impasto.. :p

Offline naoko

*****
8715
Re:Cucinare
« Risposta #3147 il: 11 Ott 2020, 13:34 »
Oggi gricia

Offline cippolo

*
2547
Re:Cucinare
« Risposta #3148 il: 11 Ott 2020, 14:21 »

Offline LuloFr

*
1684
Re:Cucinare
« Risposta #3149 il: 12 Ott 2020, 12:05 »
Forno F1 P134H con termostati a 500 gradi e ti fai delle pizze che il 90% delle pizzerie nemmeno sognano.
E per un ottimo impasto, leggero e digeribile, bastano anche 8 ore di maturazione/lievitazione. Basta usare le farine giuste e rispettare poche semplici regole.
Le pizze surgelate sono migliorate tantissimo
Non tutte le marche ma le migliori vengono meglio di almeno il 50% di quelli che te la consegnano a casa
Il trucco è il Fornetto Ferrari che   ho comprato che raggiunge temperature che i normali forni di casa non si sognano
100€ e passa la a paura
l'F1 costa €479, il ferrari massimo €100.
risultati paragonabili?

Offline Gianluko

*****
3108
Re:Cucinare
« Risposta #3150 il: 12 Ott 2020, 23:42 »
Certo che no, ma se se non vuoi spendere quella cifra anche il Ferrari (che però va un po’ modificato) aiuta. Sul quel livello, anche meglio, c’è il fornetto Illillo.

Certo che, a prescindere dal forno, tenderei ad evitare le pizze surgelate.

Offline ES

*****
16429
Re:Cucinare
« Risposta #3151 il: 10 Dic 2020, 21:48 »
Se vi fate il brodino con i tortellini al prosciutto serve più di un l di acqua.
Meno, rischiate di terminare la cottura dei tortelli su un letto di pepe.
Ho dovuto aggiungere del vino rosso (del contadino) per continuare la cottura, e il risultato finale non è stato così entusiasmante.

Come si dice quì,  non è andata malissimo.

Un litro e mezzo almeno.
Consiglio.

Ah...non usate il basilico, non ci entra nulla.
Lo dico a quelli del comitato del: "il basilico fa sempre bene."
Non nel brodino.
Fidatevi.

#masterchef
Re:Cucinare
« Risposta #3152 il: 11 Dic 2020, 09:33 »
Sono in piena produzione di anolini (detti anche cappelletti)
A Parma è un must e ci sono i partiti del ripieno fatto solo di parmigiano, pan grattato e sugo d'arrosto oppure quelli che aggiungono anche la carne dell'arrosto.
Da mangiare rigorosamente in brodo di terza o di cappone oppure pasticciati con pomodoro, salsiccia e funghi anche se i puristi li mangiano solamente in brodo
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod