CN11,5

0 Utenti e 10 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:CN11,5
« Risposta #560 il: 23 Gen 2019, 19:34 »
Per punti:

[...]

Volete fa i nazisti? Accollatevelo fino in fondo senza mettere di mezzo la Lazio.
E accollateve pure il fatto che se la Lazio in mezzo ce finisce la colpa è vostra e solo vostra.

Provo a rispondere e spiegarmi meglio perche evidentemente ancora non l'ho fatto per bene

Il sentire comune: chi lo crea? Chi fa una rappresentazione di qualcosa cosi che si crei, o si tramandi, o si amplifichi un sentire comune come quello che identifica il laziale come fascista? Io credo che non sia il tifoso in se ma chi lo racconta, perche vende di piu', perche le redazioni sono in maggioranza di simpatie diverse dalla nostra, perche ci sono accordi commerciali che prevedono una delle due squadre piu simpatica dell'altra... non mi interessa, e non mi interessa neanche che e' cosi che va, perche se e' cosi che va, va male PUNTO.

Il Laziali sono piu' fascisti degli altri: no, manco per il cazzo, e' la nostra curva che ha una componente di fascisti che la fa da padrone (io sta cosa non l'ho mai nascosta o messa in dubbio), anzi piu' componenti che forse fanno a gara a chi ce l'ha piu' lungo e chi se la comanda, ma il tifoso laziale non e' la curva nord, e chi identifica il tifoso con la curva fa un'operazione scorretta, squallida e di parte, soprattutto perche in occasioni diverse si tende a tutelare, proteggere, e allora si diventa tifosi romani, oppure si mette in dubbio che certi adesivi siano stati mesi da "presunti", solo con noi si hanno certezze. Voglio il mio, senza regali, ma senza merda aggiunta.

"Volete fa i nazisti? Accollatevelo fino in fondo senza mettere di mezzo la Lazio.
E accollateve pure il fatto che se la Lazio in mezzo ce finisce la colpa è vostra e solo vostra"
... questa frase non l'ho capita, se me la spieghi te ne sono grato, sento che potrei essere daccordo ma non vorrei fare figuracce.

Invece non ho capito concretamente tu che cosa auspichi? in pratica che vorresti si facesse? perche io te l'ho detto, a parte alzasse in piedi e mette le sciarpe stese in verticale per rendermi visibile come una bandiera bianca di dissenzo non so e non posso fare, ma - tipo lo zingaro de Jeeg Robot - io solo 'na cosa vojo sape'... ma tu che cazzo de idea c'hai per la capoccia?
Re:CN11,5
« Risposta #561 il: 23 Gen 2019, 20:04 »
Io quando denuncio il diverso trattamento da parte dei media quando coprono i comportamenti beceri dell'altra parte lo faccio soprattutto perché lo vedo come un alibi che molti usano per sfruttare il malsano concetto di senso di apparenza alla tifoseria della Lazio.

E quel soprattutto vale tantissimo, certo rivendico il mio diritto di essere Laziale e di non essere associato a certi comportamenti, ma viene solo molto dopo, mi allargo e dico che vale per l'1×1000.

Se, ovviamente è un paradosso, la sparizione della Lazio permettesse di ridurre il razzismo e/o l'omofobia dilagante non avrei dubbi nell'auspicarla. Solo per chiarire la mia scala di valori, ovvio che non ha senso quell'ipotesi.

Anche quando partecipo ai Mondiali Antirazzisti con addosso in qualche modo il mondo Lazio non lo faccio certo per dimostrare che il Laziale non è razzista ma per:
- partecipare a un'iniziativa bella e importante, lo farei anche con altre associazioni
- provare a scardinare, per i più giovani, il concetto di appartenza assurdo che purtroppo tanti danni fa.


Quindi io un certo tipo di narrazione asimmetrica (la quota non giustificata, perché purtroppo una parte lo è) la contesto e la schifo, non solo per il danno che fa alla Lazio ma anche e soprattutto per quanto svuota di significato lo sdegno verso comportamenti razzisti e omofobi

Offline Achab77

*****
3618
Re:CN11,5
« Risposta #562 il: 23 Gen 2019, 20:14 »
100% fat Danny.

Online FatDanny

*****
17032
Re:CN11,5
« Risposta #563 il: 23 Gen 2019, 20:24 »
Provo a rispondere e spiegarmi meglio perche evidentemente ancora non l'ho fatto per bene

Il sentire comune: chi lo crea? Chi fa una rappresentazione di qualcosa cosi che si crei, o si tramandi, o si amplifichi un sentire comune come quello che identifica il laziale come fascista? Io credo che non sia il tifoso in se ma chi lo racconta, perche vende di piu', perche le redazioni sono in maggioranza di simpatie diverse dalla nostra, perche ci sono accordi commerciali che prevedono una delle due squadre piu simpatica dell'altra... non mi interessa, e non mi interessa neanche che e' cosi che va, perche se e' cosi che va, va male PUNTO.

Il Laziali sono piu' fascisti degli altri: no, manco per il cazzo, e' la nostra curva che ha una componente di fascisti che la fa da padrone (io sta cosa non l'ho mai nascosta o messa in dubbio), anzi piu' componenti che forse fanno a gara a chi ce l'ha piu' lungo e chi se la comanda, ma il tifoso laziale non e' la curva nord, e chi identifica il tifoso con la curva fa un'operazione scorretta, squallida e di parte, soprattutto perche in occasioni diverse si tende a tutelare, proteggere, e allora si diventa tifosi romani, oppure si mette in dubbio che certi adesivi siano stati mesi da "presunti", solo con noi si hanno certezze. Voglio il mio, senza regali, ma senza merda aggiunta.

"Volete fa i nazisti? Accollatevelo fino in fondo senza mettere di mezzo la Lazio.
E accollateve pure il fatto che se la Lazio in mezzo ce finisce la colpa è vostra e solo vostra"
... questa frase non l'ho capita, se me la spieghi te ne sono grato, sento che potrei essere daccordo ma non vorrei fare figuracce.

Invece non ho capito concretamente tu che cosa auspichi? in pratica che vorresti si facesse? perche io te l'ho detto, a parte alzasse in piedi e mette le sciarpe stese in verticale per rendermi visibile come una bandiera bianca di dissenzo non so e non posso fare, ma - tipo lo zingaro de Jeeg Robot - io solo 'na cosa vojo sape'... ma tu che cazzo de idea c'hai per la capoccia?

Il sentire comune è creato dal racconto, hai ragione. Ma un racconto non si crea dal nulla, prende elementi di realtà e li inserisce in una storia.

Esempio:
Fatto: gli afroamericani delinquono di più.
Storia: i negri sono dei delinquenti
Causa rimossa: gli afroamericani sono i principali abitanti dei ghetti dove maggiore è l'esclusione sociale. Nei quartieri dove risiede la White trash i livelli di criminalità sono analoghi.

Nel controbattere ad una storia non puoi negare il fatto.
Che la curva laziale si caratterizzi politicamente non a destra ma alla destra estrema è un fatto e manco nuovo. E non vedo cause rimosse per cui la storia dovrebbe essere distorta se non una generica antipatia sportiva nelle principali redazioni che però, perdonami, in quanto tale è ben meno rilevante del fatto stesso.

Giustamente dici che laziali e curva non sono sovrapponibili, su questo ti do ragione rispetto alla vulgata. ma questo avviene proprio perché da noi non c'è altro. Non ci sono identità altre, se non quella generica "laziali", cosa che non si può dire per le altre tifoserie che invece quantomeno esprimono una pluralità di gruppi (o addirittura di curve). Questo rafforza la vulgata, non ci sono solo i perché interessati di cui parli tu.

Non puoi considerare solo il dato numerico perché la storia non riguarda quanti fascisti, ma quanto fascismo. E su questo Pablo, me dispiace, vai a vedere le ultime produzioni delle rispettive squadre in oggetto e mentre le altre hanno una pluralità di contenuti (tra cui pure il fascismo), noi siamo quasi monotematici. Come dicevo oggi pomeriggio arriva quasi a prevalere sul tema calcistico!

Quella frase significa che deve finire la giustificazione che i nazisti si autoassegnano per cui le loro sono goliardate che finiscono sui giornali perché i media cattivi ce l'hanno con loro. No, finiscono sui giornali perché sono gesti/frasi ignobili che fanno ribrezzo a qualsiasi essere umano (specie in via d'estinzione di questi tempi). E se la Lazio subirà danni non è per i giornali, ma per i responsabili.

Quindi che fare? Anche meno di quello che proponi tu. Semplicemente non stare al loro gioco relativizzante. Non spostare l'attenzione sui media cattivi.
Il problema è solo e soltanto il contenuto ripugnante di certe espressioni per niente goliardiche. Senza fatti non ci sarebbe alcuna storia da raccontare. Siccome questi fatti non sono dovuti alla condizione, ma alla convinzione di chi li compie, non c'è giustificazione causale che tenga, non c'è antipatia sportiva che sminuisca l'attacco mediatico.
Iniziamo anzi ad attaccare i media laziali che relativizzano (non perché fascisti, ma sempre per la logica descritta di rincorsa al sentire comune del proprio target).
Lavoriamo sul nostro sentire comune e finiamola di sopportare questa valanga fascistoide.
Ti faccio un esempio: se in radio arrivassero cento telefonate che invece di prendersela con i media se la prendessero con i responsabili secondo te sarebbe  lo stesso? Avrebbero la stessa agibilità? Io non credo.

Io sono pronto a difendere un ultras arrestato, daspato, menato. Pure se fascista. Ma se ciò avviene perché ha voluto fare il nazista, senza alcun legame con la lazialitá, sono cazzacci suoi e mettere in mezzo la Lazio è una richiesta paracula per racimolare un po' di ostilità nei confronti di chi lo attacca.
Anche no Pablo. Anche no.

Offline Buckley

*
2118
Re:CN11,5
« Risposta #564 il: 23 Gen 2019, 20:28 »
E soprattutto tra "copertura redazionale" a "complotto contro" ce passa un oceano.
In questo caso gli elementi che portano al racconto giornalistico mi sembrano sussistere, per le ragioni scritte nel precedente post.
E non può essere puntare il dito sugli altri la nostra risposta. Perché questa finisce per essere una copertura. Sicuramente involontaria, sicuramente parte con altri scopi, ma finisce per essere tale.
guarda, sul non puntare il dito contro gli altri mi trovi d'accordo in linea di principio, non molto per quanto riguarda la differenza tra copertura e complotto. Innanzitutto gia' quando si parla di complotto si crea un alone di cojo.nella intorno alla vicenda perche' di solito i complotti sono immaginari (bada, non sto accusando te). E' che un certo modo di fare esiste da che esiste il mondo. I grandi tragediografi dell'antica Grecia mettevano sempre il personaggetto squallido accanto all'eroe di turno per magnificarlo attarverso la comparazione. Questo e' il ruolo che ci viene assegnato, e ti concedo che alla nord stia bene cosi' e anzi, certe cose se le cerca ad arte. Pero' poi quando si va a menare gli ebrei del tottenham ci si va assieme ai fasci romanisti ma solo dei laziali si parla. Ecco che il racconto giornalistico non sussiste piu' perche' volutamente ne hai omesso almeno la meta'. E quell'omissione fa si' che poi in Europa ci mandano i killer per allontanare il pericolo della feccia laziale e tutto il resto. Al lavoro da me tutti sanno che sono laziale, e periodicamente mi viene sotto il; [...] di turno che mi punta l'indice dicendo "perche' voi laziali nazisti..." e non mi dice "voi romani" o "voi italiani". Rientriamo a questo punto nella sfera del complotto o rimaniamo ancora nell'ambito della copertura giornalistica? Perche' poi che senso ha gridare allo scandalo per fattispecie che non costituiscono reato, se non quello di gettare discredito su una parte sola? Io non so se la stampa sia pagata o agisca motu proprio, ma che differenza fa? Se riconoscessi in certe denuncie la volonta' di risolvere un problema, mi aggregherei immediatamente. In questo contesto mi sentirei solamente di allearmi col mio boia, e francamente non mi va. Generalizzare e' fascista di per se'. In un'Italia che si spinge sempre piu' a destra, non puo' esistere solo un problema-Lazio. Vogliamo ammettere che l'Italia, tutta, ha un problema grandissimo col fascismo e con l'omofobia? Che quando provi a sbatterlo fuori dalla porta ti rientra dalla finestra? Io purtroppo non vedo soluzioni ma tanta malafede in giro. E cosi' non se ne esce.

Offline Gio

*****
6501
Re:CN11,5
« Risposta #565 il: 23 Gen 2019, 20:31 »
Per me, se scrivessero la veritá nessuno direbbe nulla. Ossia che c'é un gruppetto di pseudo fascisti,
macchiette piú che altro, (che quelli veri sono altro e non esistono piú), che cerca visibilitá appropriandosi del "marchio" Lazio e dei suoi tifosi. Costretto a gesti sempre piú surreali perché é un gruppo costituito da pochi, irrilevante, che nessuno si fila piú di tanto. Dentro il mondo Lazio e fuori. Invece la stampa cavalca la questione non per chissá quale complotto, ma perché i giornalisti non sanno piú che scrivere ed il fascismo tira sempre e riempie la pagina. Solo che se uno scrive dei fascisti tifosi delle merxe, finisce a scrivere del problema del traffico nel IV municipio (anche se scrivesse che la juve ruba farebbe la stessa fine). Perché merxe e juve si difendono. Se lo scrive sulla tifoseria della Lazio si prende i complimenti perché nessuno la difende.
Basta vedere come sono stati trattati il caso Di Canio (tirare dentro la tifoseria) e quello De Santis (tenere fuori la tifoseria) per cogliere immediatamente le differenze.
(E i fedayn  tengono al controllo della curva, non alla democrazia).

Offline vaz

*****
39600
Re:CN11,5
« Risposta #566 il: 23 Gen 2019, 20:37 »
100% FD

Offline Achab77

*****
3618
Re:CN11,5
« Risposta #567 il: 23 Gen 2019, 20:39 »
Fat, se veramente gli slogan e i concetti espressi politicamente dalla curva fossero invisi e condannati da "qualsiasi essere umano", il problema si sarebbe risolto da solo.
Il vero problema è che queste uscite sono fatte perché chi c'è dietro sa che quei messaggi attecchiscono. Al di là di qualche cane sciolto che fa gli "uh" ai giocatori di colore, in curva il vento è cambiato ed è molto più settato su stilemi casapoundiani: italiano corretto, strali contro la politica sociale opposta, accanimento sul singolo episodio piuttosto che sul concetto generale.
Che è poi la filosofia su cui si appoggia la destra moderna, quella semianalfabeta del "non sono razzista, ma" che sta ricevendo consensi magari non plebiscitari ma comunque discreti.
Sui social, ad esempio, lo striscione in questione è stato oggetto di reazioni contrastanti: chi difendeva e condivideva a spada tratta, chi schifava e insultava (i Laziali per dignità, gli altri per dare sfogo all'antipatia calcistica), ma anche chi diceva "beh, in fondo non hanno torto".
Insomma una strategia c'è eccome ma perché sanno che se un tempo era più funzionale alla causa esporre svastiche come forma di sberleffo alle leggi e al normopensiero per fare proselitismo, oggi Salvini gli sta dando una grossa mano a sdoganare le loro idee. Quindi mano a vocabolario, social network, giacca e cravatta et voilà, ecco servito il fascismo 2.0.
E se la Lazio va bene, tanto meglio: quando toglieranno i rigurgiti meno giustificabili e si limiteranno a fare le stesse cose usando un gergo diverso, avranno anche un palcoscenico mica male per ricevere applausi non solo da chi la pensa come loro ma anche dall'esterno.

Questo è l'unico punto sul quale mi sono sentito di fare una considerazione, sul resto sono d'accordo con te.

Online FatDanny

*****
17032
Re:CN11,5
« Risposta #568 il: 23 Gen 2019, 20:46 »
Co sta storia che il fascismo non esiste ci stiamo tornando a piè pari.
Il fascismo non è solo un fenomeno storico, in quanto tale con alcune caratteristiche specifiche e legate a quello specifico contesto. Quello è passato e non tornerá.

Il fascismo è anche un fenomeno politico e quello può tornare eccome, anzi è già parzialmente tornato come sottolinea l'illustre Luciano canfora.

http://www.huffingtonpost.it/2019/01/20/luciano-canfora-fascistoidi-al-potere_a_23647582/

Non è che senza la soppressione degli altri partiti non hai fascismo, perché la soppressione dei partiti è legata al fascismo storico, non a quello politico.
Facciamo attenzione perche, come per il razzismo, la confusione tra storico e politico è l'arma di mascheramento più efficace dei fascisti di oggi per negarne il ritorno fino al momento in cui non sarà più necessario perché potrà essere apertamente detto.
E le continue negazioni che sento sono la prova principale dell'esatto opposto.
Forse non è chiara la portata di quanto fatto dalla Germania ieri: dicono apertamente che non contribuiscono ad una missione perché diffidano degli scopi del governo italiano. Una roba del genere non ha precedenti negli ultimi ottant'anni.
Scusate l'OT, manco troppo visto che io penso che la nord abbia virato a tal modo quest'anno non perché si sono riscoperti politicamente, ma perché si sono candidati ad essere parte della base sociale di Salvini per goderne in futuro dei possibili vantaggi.

Achab sono d'accordo con te. Infatti se vedi dico che gli esseri umani sono ormai in via d'estinzione ;)

Offline bak

*
19669
Re:CN11,5
« Risposta #569 il: 23 Gen 2019, 21:07 »
Grazie FD.
Gli irr sono ormai diventati i  vittorio feltri del mondo ultras e non meritano nulla.

La società non può fare nulla?
Leggete qui

https://www.avvenire.it/agora/pagine/violenti-fuorigioco-modello-barcellona

Basta coperture a questi mentecatti.
Re:CN11,5
« Risposta #570 il: 23 Gen 2019, 22:15 »
@Fat
Credo che potremmo parlare per ore e non riuscire a venire fuori da 'sto pantano: sono d'accordo su tante delle cose che dici ma non posso seguirti su quanto sostieni riguardo alla stampa e ai mezzi di informazione, so qual'e' la nostra situazione ambientale, ma so anche che il tifoso (e ci metto anche la societa') da solo puo' fare poco, soprattutto se tutto quello che lo circonda accetta, nei fatti, questo stato di cose, e questa narrazione che punta esclusivamente (o preferibilmente fai tu) su di noi i fari dell'antirazzismo o dell'antifascismo non fa che danneggiare da una parte e creare dall'altra un immaginario verso cui chi piu' si riconosce con certe idee non ha molta difficoltà nello scegliere quale curva e conseguentemente quale squadra tifare. Se chi può, perché deputato a prendere decisioni avendo strumenti e forza per farlo, non muove un dito, restera' tutto cosi se non peggio.

E' un problema complesso, culturale prima che Laziale, siamo in un paese che oramai si sbroda di slogan vomitevoli, non sara' facile voltare pagina, sara' impossibile per noi se non c'e 'una volontà comune di farlo e non mi riferisco solo a noi tifosi.
 
Prendere posizione contro chi usa la Lazio per me e' una scelta di campo sacrosanta, ma la Lazio la usano in tanti, e non solo in CN.
Re:CN11,5
« Risposta #571 il: 23 Gen 2019, 23:14 »
Io sono pronto a difendere un ultras arrestato, daspato, menato. Pure se fascista. Ma se ciò avviene perché ha voluto fare il nazista, senza alcun legame con la lazialitá, sono cazzacci suoi e mettere in mezzo la Lazio è una richiesta paracula per racimolare un po' di ostilità nei confronti di chi lo attacca.
Anche no Pablo. Anche no.


Pablo, prima di riportare verità e giustizia nel mondo dell’informazione, mandiamo fuori a calci in culo dall’ambiente Lazio questa banda di idioti.
Io francamente non li reggo più: mi devo pure schierare in difesa di VL, che personalmente detesto, perché uscite come l’ultima recente costituiscono una radice nuova di qualcosa di brutto, di brutto assai.  Basta. Hanno rotto il cazzo.

Offline pan

*
1612
Re:CN11,5
« Risposta #572 il: 23 Gen 2019, 23:51 »
cioè cioè?

no niente era solo un'analogia venutami in mente leggendo l'articolo postato in link da Il nostro Giorgione a pag.26. A San Lorenzo i romanisti di estrema destra stanno prendendo posizioni, fisicamente proprio, inserendosi in un contensto sociale e culturale non attinente fino a pochi anni fa, per tradizione, alla loro politica/feccia. Quindi mi è venuto in mente lo stadio, la curva tenuta da quelli di estrema destra, che si sentono padroni, vogliono marcare il territorio, vogliono e ci riescono a farlo diventare un luogo politico, della loro politica. Lo fanno nei quartieri, lo fanno allo stadio.

Offline JSV23

*
13095
Re:CN11,5
« Risposta #573 il: 24 Gen 2019, 00:00 »
Favorire l'educazione sessuale nelle scuole e inserire nei progetti didattico‐formativi contenuti riguardanti il genere e l'orientamento sessuale non significa promuovere un'inesistente "ideologia del gender", ma fare chiarezza sulle dimensioni costitutive della sessualità e dell'affettività, favorendo una cultura delle differenze e del rispetto della persona umana in tutte le sue dimensioni e mettendo in atto strategie preventive adeguate ed efficaci capaci di contrastare fenomeni come il bullismo omofobico, la discriminazione di genere, il cyberbullismo. (cit) Tranquilli, la famiglia "naturale" non la tocca nessuno, se è quella che gli adulti del domani desidereranno.

Torniamo a parlare di Lazio
100%

E quoto tutti i post di FD

Offline pan

*
1612
Re:CN11,5
« Risposta #574 il: 24 Gen 2019, 04:25 »
il motivo perché la stampa fa questo è un motivo vergognoso e disgustoso, nel suo utilitarismo.
Non so se vent'anni fa si sono messi a tavolino per stabilire il loro modello comportamentale o sia stato solo un banale corporativismo  diventato però nel tempo di maniera e quindi istintuale.
Sta di fatto che una massa romanista di giornalisti, politici, gente di spettacolo, opinionisti,  ha fatto il proprio dovere negli anni, divulgando le nostre schifezze. Non ha fatto il proprio dovere, invece, non divulgando le loro di schifezze per conservare e propagare un'immagine sana avulsa da ogni peccato nero.
Questa motivazione così di merda nella sua lucida banalità, ci monda dalle nostre colpe? No assolutamente, ce le accolliamo tutte se sentiamo forte dentro di noi il nostro antifascismo, antirazzismo, il nostro non essere di estrema destra: la nostra normalità.
Ma non è nemmeno corretto e secondo me nemmeno utile alla causa, (dopo lustri che stiamo a guardare impotenti il fascismo in casa nostra), se si vuole risolvere REALMENTE il problema, non evidenziare questo corto circuito venutosi a creare. Se tutto rimane così com'è, se si asseconda questo gioco  in un atteggiamento gattopardesco per paura di essere tacciati non abbastanza antifa,  nessuno prenderà mai provvedimenti e tutto rimarrà immutato. Lasciando intonsa la vulgata che è solo un problema nostro, di nicchia, non si scardinerà niente. Continueranno a gongolare quelli di estrema destra laziali e i romanisti che vogliono coprire le loro magagne e me ne fotterei pure se non fosse che il punto principale rimarrebbe sempre irrisolto.
 Diventando un argomento bipartisan come realmente è , forse qualche speranza di cambiamento potrebbe nascere.
Re:CN11,5
« Risposta #575 il: 24 Gen 2019, 05:04 »
no niente era solo un'analogia venutami in mente leggendo l'articolo postato in link da Il nostro Giorgione a pag.26. A San Lorenzo i romanisti di estrema destra stanno prendendo posizioni, fisicamente proprio, inserendosi in un contensto sociale e culturale non attinente fino a pochi anni fa, per tradizione, alla loro politica/feccia. Quindi mi è venuto in mente lo stadio, la curva tenuta da quelli di estrema destra, che si sentono padroni, vogliono marcare il territorio, vogliono e ci riescono a farlo diventare un luogo politico, della loro politica. Lo fanno nei quartieri, lo fanno allo stadio.
finché si fanno guerra tra loro mi sta assai bene. non credere che quelli di sinistra siano tanto meglio a livello di controllo paramafioso del territorio di quel quartiere. questo per tornare al discorso che l'identità politica è secondaria, questi sono solo animati dal desiderio di soldi e potere
Re:CN11,5
« Risposta #576 il: 24 Gen 2019, 05:53 »
finche' la stampa non fara' i titoloni con chi e' stato arrestato per i fatti di Campo de' Fiori della stessa portata delle prime pagine sui Laziali il giorno dopo i fatti, non vedo perche' qualsiesi Laziale debba giustificare la propria diffidenza nei loro confronti. o anche solo trovare i perche' fanno cosi.

non parliamo poi delle campagne mediatiche direttamente contro la Lazio stile vicenda Mauri.

Offline paolo71

*****
11184
Re:CN11,5
« Risposta #577 il: 24 Gen 2019, 09:55 »
ok, andiamo avanti nel ragionamento: quindi la stampa viene pagata per darci contro, allo scopo di favorire indirettamente le merde sul piano mediatico?

l'obbiettivo dichiarato è una squadra a Roma, l'altra qualora dovesse non scomparire dovrebbe avere un ruolo molto marginale, sicuramente anche la Lazio di Lotito al rioma dà fastidio.
Mi pare evidente come conclusione, e non serve manco cercare prove coi RIS.

curve fasciste in europa ce ne stanno, la più clamorosa sostiene la vincente delle ultime 3 CL, e se 20 fascistelli fanno coretti Marca non se le incula de striscio, scusate la franchezza, senza parlare dell' Italia, dove Juve e Inter sono sullo stesso becero piano della nord.
E' evidente che il problema c'è, ma se lo vuoi combattere non serve mettere in mezzo la Lazio e il restante dei suoi tifosi, il 99%.
Re:CN11,5
« Risposta #578 il: 24 Gen 2019, 10:29 »
il motivo perché la stampa fa questo è un motivo vergognoso e disgustoso, nel suo utilitarismo.
Non so se vent'anni fa si sono messi a tavolino per stabilire il loro modello comportamentale o sia stato solo un banale corporativismo  diventato però nel tempo di maniera e quindi istintuale.
Sta di fatto che una massa romanista di giornalisti, politici, gente di spettacolo, opinionisti,  ha fatto il proprio dovere negli anni, divulgando le nostre schifezze. Non ha fatto il proprio dovere, invece, non divulgando le loro di schifezze per conservare e propagare un'immagine sana avulsa da ogni peccato nero.
Questa motivazione così di merda nella sua lucida banalità, ci monda dalle nostre colpe? No assolutamente, ce le accolliamo tutte se sentiamo forte dentro di noi il nostro antifascismo, antirazzismo, il nostro non essere di estrema destra: la nostra normalità.
Ma non è nemmeno corretto e secondo me nemmeno utile alla causa, (dopo lustri che stiamo a guardare impotenti il fascismo in casa nostra), se si vuole risolvere REALMENTE il problema, non evidenziare questo corto circuito venutosi a creare. Se tutto rimane così com'è, se si asseconda questo gioco  in un atteggiamento gattopardesco per paura di essere tacciati non abbastanza antifa,  nessuno prenderà mai provvedimenti e tutto rimarrà immutato. Lasciando intonsa la vulgata che è solo un problema nostro, di nicchia, non si scardinerà niente. Continueranno a gongolare quelli di estrema destra laziali e i romanisti che vogliono coprire le loro magagne e me ne fotterei pure se non fosse che il punto principale rimarrebbe sempre irrisolto.
 Diventando un argomento bipartisan come realmente è , forse qualche speranza di cambiamento potrebbe nascere.

100%

Togli:

- l'alibi dell'ipocrisia nello sdegno (mi indigno per il razzismo/sessismo sempre)

- il perverso senso di appartenenza (ma quale tratto distintivo, se razzisti/sessisti sono anche quelli che dovrebbero essere i tuoi peggiori avversari)

Offline Scialoja

*****
11545
Re:CN11,5
« Risposta #579 il: 24 Gen 2019, 10:58 »
Il capo degli Irriducibili, in arte Diabolik, oggi ha fatto il punto della situazione a La Voce della Nord: “Purtroppo domenica giochiamo con la Juve e perdere è quasi normale per tutte le squadre. Noi veniamo da un mercato a oggi inesistente. E’ vero che noi vogliamo riportare il tifo, mi schiero dalla parte dalla Lazio se la soluzione è però risvuotare lo stadio. Qualcuno non vedeva l’ora che arrivasse questo momento. Noi siamo incazzati, è giusto farsi sentire, ma non lasciamo spazio a chi ci voleva morti. Domenica ci saranno 25mila juventini, altro che rivolta. Assurdo che in casa siamo a metà. Speriamo di arrivare a 70mila presenze, soprattutto biancocelesti. Ci aspettiamo tutti di più, io sono avvelenato. Devo pensare che l’anno scorso siamo stati fortunati, a questo punto, impossibile che molti di quei giocatori siano diventati tutti pippe. L’anno scorso l’unico cruccio sono stati gli arbitraggi, quest’anno no, non possiamo nasconderci dietro un dito. Ci sono problemi società-squadra, per questo ci aspettavamo qualcosa di più a gennaio. A sentire alcune voci, ci sarebbero circa 20 milioni che la Lazio potrebbe spendere. Si parla di cessioni per quattro spicci di giocatori presi a parametro zero o per quattro soldi. Non può un mercato di una società che vuole andare in Champions fermarsi davanti a una vendita giocatori scarsi. Noi non vogliamo Messi, Ronaldo, vogliamo un segnale, un giocatorino. Perché non viene fatto invece nulla? Perché non si vuole andare in Champions o perché si sa che tanto al quarto posto non ci fanno arrivare? Capisco Lotito, ma ce lo dica e combattiamo insieme il sistema. Intanto mi sogno una squadra che va dagli arbitri a protestare per bene, poi ci penseremo noi, ci comporteremo come sarà opportuno.”.

preso da cittàceleste

Purtroppo non è stata riportata per intera l'ultima frase. Ascoltata ieri in radio, sono stati promessi cori che danno fastidio alla federazione, cori "brutti"...
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod