Le partenze da dietro

0 Utenti e 19 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline mrk71

*
128
Le partenze da dietro
« il: 21 Dic 2020, 11:50 »
Io capisco tutto ....far allungare le squadre che ti vengono a prendere, se salti il primo loro pressing si aprono praterie .etc etc etc ..ma santiddio .....certe volte mi sembra che proprio vogliamo farcelo da solo il goal continuando a passarla dietro ..senza rilanciare .......e spazza quella palla in tribuna se serve ... :x :x :x :x


Online Tarallo

*****
99220
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #1 il: 21 Dic 2020, 11:52 »
Fatevene una ragioneeeeeeee

È così. E ieri quando c'è stato da mandarla via lontana Reina l'ha fatto.
Nella tua premessa c'è tutto. Se passi le prime due linee diventa una occasione da gol all'80%. Nel calcio del pressing alto non c'è alternativa, altrimenti dai la partita in mano all'avversario.
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #2 il: 21 Dic 2020, 11:54 »
Fatevene una ragioneeeeeeee

È così. E ieri quando c'è stato da mandarla via lontana Reina l'ha fatto.
Nella tua premessa c'è tutto. Se passi le prime due linee diventa una occasione da gol all'80%. Nel calcio del pressing alto non c'è alternativa, altrimenti dai la partita in mano all'avversario.

ma infatti il problema non è se lo fai, ma COME LO FAI. e noi lo facciamo malissimo.

Offline Dissi

*****
18607
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #3 il: 21 Dic 2020, 11:56 »
Tutte, TUTTE le squadre da anni ormai ripartono dal basso.
Evidentemente si è valutato che vale la pena correre il rischio.

Offline paolo71

*****
13687
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #4 il: 21 Dic 2020, 11:57 »
mancano Patric Leiva e Correa, e LA è al 50%.
Ecco perchè da dietro non si sale più con fluidità.

Offline mrk71

*
128
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #5 il: 21 Dic 2020, 12:00 »
esatto ....il problema e' come lo fai ...se lo fai male ( e a noi capita spesso) li metti quasi davanti alla porta ..... da questo punto di vista Patric e' una spanna sopra a luiz Felipe ...poi pero' come difensore lasciamo perdere ......

Online Tarallo

*****
99220
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #6 il: 21 Dic 2020, 12:04 »
Farlo bene significa avere uno coi piedi decenti che scende centralmente e trova, di prima, l'appoggio laterale per saltare la prima linea. Oppure lo stesso ma allo specchio, con uno che scende laterale e salta la prima linea verso il centro. Con Leiva fuori, Cataldi e Escalante devono acquisire la sicurezza necessaria per farlo. E serve il sostegno di quinti tecnicamente in fiducia. Insomma, si può fare meglio ma non lo facciamo male viste le condizioni della rosa.

Altro sistema, a seconda di come pressa l'avversario, è il salto della prima linea da parte del centrale palla al piede. Acerbi ogni tanto lo fa, LF pure, Hoedt sta migliorando. Ma anche questa opzione c'è, pur non essendo esercitata sempre perfettamente.
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #7 il: 21 Dic 2020, 12:10 »
Farlo bene significa avere uno coi piedi decenti che scende centralmente e trova, di prima, l'appoggio laterale per saltare la prima linea. Oppure lo stesso ma allo specchio, con uno che scende laterale e salta la prima linea verso il centro. Con Leiva fuori, Cataldi e Escalante devono acquisire la sicurezza necessaria per farlo. E serve il sostegno di quinti tecnicamente in fiducia. Insomma, si può fare meglio ma non lo facciamo male viste le condizioni della rosa.

Altro sistema, a seconda di come pressa l'avversario, è il salto della prima linea da parte del centrale palla al piede. Acerbi ogni tanto lo fa, LF pure, Hoedt sta migliorando. Ma anche questa opzione c'è, pur non essendo esercitata sempre perfettamente.

però, permettimi. un centrocampo con SMS e LA ti permetterebbe di avere sempre la doppia opzione: scarico alto su SMS o basso su LA

invece noi andiamo a scaricare su marusic o lazzari sulla riga di porta che corrono verso la nostra area...

mi sono visto Atalanta-merde proprio per vedere loro come lo fanno, e notavo che gli atalantini dopo aver passato la palla, cambiano posizione ruotando come a basket.

 

Offline pentiux

*****
17799
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #8 il: 21 Dic 2020, 12:12 »
E' da tempo che combatto su sta cosa.
Quanti gol hai preso facendo quel gioco? E quanti ne avresti presi rilanciando o spazzando in tribuna?

Oramai le tattiche si fanno (anche) con le statistiche. E le statistiche parlano chiaro: il lancio lungo è più pericoloso, perdi palla più facilmente, rispetto alle ripartenze da dietro.
Che, per inciso, non facciamo neanche male.

La cosa vi mette paura? Vi fa cacare sotto dieci volte a partita? Sti cazzi, fatevene una cazzo di ragione, prendeteve un valium, andate al cinema (vabbè sò chiusi, vedeteve un film).

Online Tarallo

*****
99220
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #9 il: 21 Dic 2020, 12:13 »
Quello accade se il pressing avversario è perfetto e poi Marusic semplicemente a sinistra non si sente sicuro al 100%.
Ma quello che dici è vero, ci sono movimenti da fare quando si lascia la palla. Malgrado un paio di disastri, le squadre che lo fanno meglio per me sono BVB, City e Liverpool. Bisogna vedere loro e cercare di imparare.
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #10 il: 21 Dic 2020, 12:14 »
stiamo mescolando troppi discorsi!

io penso che assolutamente vada fatto il gioco da dietro. a me preoccupa che troppo spesso lo facciamo per troppo tempo a cicli continui senza sapere dove andare a finire, e alla fine ti esponi al pressing avversario troppo facilmente

Online Tarallo

*****
99220
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #11 il: 21 Dic 2020, 12:17 »
Ma lo fai solo se pressano. Se non pressano porti la palla facilmente fino a metà campo. Non è che le difficoltà te le cerchi.

Offline Fla

*
1082
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #12 il: 21 Dic 2020, 12:20 »
Reina è preferito a Strakosha (che invece predilige il lancio per SMS) anche per questo... partendo da dietro porti via molti uomini ed è piu facile creare occasioni... Sarebbe interessante sapere quanti gol ci ha fatto fare questo sistema e quanti subirne, confrontato con l'altro metodo dei lancioni

Online Tarallo

*****
99220
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #13 il: 21 Dic 2020, 12:23 »
Il problema non sono solo i gol, è che con i lancioni dai l'inerzia della partita all'avversario, che se deve recuperare il risultato (spesso il pressing si estremizza quando si è sotto) acquista fiducia, aggressività e soprattutto campo.

I lancioni sono una disgrazia a meno che non li metti ogni volta sul petto di SMS. Neanche sulla testa, sul petto.

Online SSL

*
4126

Online SSL

Re:Le partenze da dietro
« Risposta #14 il: 21 Dic 2020, 12:24 »
Capisco di pallone e non di calcio.
Però il giro palla dietro è tremendo, legato a doppio filo alle prestazioni con Verona e Benevento.
Credo che per evitarlo devi avere uno paio di centrali di centrocampo dai piedi buoni che saltano il pressing. Noi giochiamo o tutto verticale o subito sugli esterni (che però non saltano quasi mai l'uomo partendo da fermo palla al piede).
Secondo me lo scorso anno LA giocava un po' più basso ed era meglio.

Offline TomYorke

*****
10506
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #15 il: 21 Dic 2020, 12:26 »
E' da tempo che combatto su sta cosa.
Quanti gol hai preso facendo quel gioco? E quanti ne avresti presi rilanciando o spazzando in tribuna?

Oramai le tattiche si fanno (anche) con le statistiche. E le statistiche parlano chiaro: il lancio lungo è più pericoloso, perdi palla più facilmente, rispetto alle ripartenze da dietro.
Che, per inciso, non facciamo neanche male.

La cosa vi mette paura? Vi fa cacare sotto dieci volte a partita? Sti cazzi, fatevene una cazzo di ragione, prendeteve un valium, andate al cinema (vabbè sò chiusi, vedeteve un film).

Severo ma giusto.

Offline Barcode

*
12
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #16 il: 21 Dic 2020, 12:27 »

I lancioni sono una disgrazia a meno che non li metti ogni volta sul petto di SMS. Neanche sulla testa, sul petto.

Cosa che però si vede poche volte. Ieri SMS agiva nel lato dove aveva Mariu Rui e Lozano, non proprio due giganti, eppure il lancio si è visto molto poco.
Secondo me il lancione è un po' troppo demonizzato

Alex

Alex

Re:Le partenze da dietro
« Risposta #17 il: 21 Dic 2020, 12:44 »
esatto ....il problema e' come lo fai ...se lo fai male ( e a noi capita spesso) li metti quasi davanti alla porta ..... da questo punto di vista Patric e' una spanna sopra a luiz Felipe ...poi pero' come difensore lasciamo perdere ......
lasciamo perdere cosa? che quest'anno è il difensore più affidabile, forse più dello stesso Acerbi che qualche errore l'ha fatto.

Offline fiord

*
5642
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #18 il: 21 Dic 2020, 13:05 »
A me va bene tutto, il lancione o il giro palla da dietro, purché sia fatto con velocità e non dia il tempo agli avversari di organizzarsi
Re:Le partenze da dietro
« Risposta #19 il: 21 Dic 2020, 13:10 »
le partenze da dietro come le facciamo noi non sono molto efficaci. spesso si risolvono in diversi passaggi a volte rischiosi tra portiere e terzini,   e la palla resta ferma lì.
ci vuole molta qualità per farle bene, ma soprattutto la parola chiave è velocità, se lo fai lentamente gli avversari di posizionano comunque per non farti salire e ti ritrovi con gli esterni a ricevere palla già marcati e costretti a ridarla indietro. 

il segreto è il ritmo. velocità di testa e di passaggio. ci vuole ritmo. velocità.  come sui falli laterali, se ci metti un quarto d'ora gli avversari ti marcano e perdi palla.   sincronia di movimenti tra chi passa e chi riceve.

il nostro giropalla è francamente poco utile, io sti scavalcamenti della prima linea che poi ti portano subito  a essere pericolosi in attacco francamente non me ne ricordo molti. ricordo invece dei gol subiti con tocchi verso il nostro portiere e avversari nei paraggi.

le vere azioni pericolose le creiamo fregando palla agli altri a centrocampo o sulla tre quarti mentre lo fanno loro sto giropalla.     

 ieri secondo gol da manuale, palla intercettata, passaggio di PRIMA di escalante, Immobile subito a Luis e gol di PRIMA.   Tre tocchi nella metà campo avversaria.
il primo gol idem, finalmente Marusic può ricevere palla con spazio avanti a sé invece di aspettare che col ticchettocche gliela passa Luis.  E allora crossa di  prima e non dà il tempo ai difensori di marcare Ciro. 

ritmo, velocità e qualità nei passaggi, movimiento, movimiento come predicava Accaccone, precursore del calcio olandese.

e se serve far un bel lancione lungo, che scavalca in un battibaleno prima e seconda linea nemica, ma poi devi essere bravo sulle seconde palle e a ricevere le spizzate.   è un arma da usare più spesso. 
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod