Telefilmi contemporanei

0 Utenti e 77 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4940 il: 10 Set 2018, 09:31 »
Sharp Objects: seppur con qualche debolezza qui e la (pur di non rientrare li dentro avrei dormito in macchina, fossi stato la protagonista), è di una bellezza tragica, con un finale incredibile.
Amy Adams (la conoscevo per "Come d'incanto"...) stellare, così come Patricia Clarkson, bravissimi tutti gli altri a rendere credibili, umani, i loro personaggi.
resterà un'opera senza seguito, giusto così, non c'è altro da poter aggiungere.
nb: solo per non deboli di cuore e stomaco.

Offline Tarallo

*****
79922
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4941 il: 14 Set 2018, 20:42 »
Ozark
Mainstream eh, non abbastanza cool per vaz, ma mi ha acchiappato in pieno.
Jason Bateman e Laura Linney stellari.
Promo Samsung PS4 300x250 New
Foto_und_Grafik_Designer_728_90.gif

Online vaz

*****
37106
Sesso: Maschio
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4942 il: 15 Set 2018, 08:50 »
per me un po' noioso
the innocents mi ha fatto cagare invece

the deuce merita, molto.

Offline Tarallo

*****
79922
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4943 il: 15 Set 2018, 09:04 »
The Innøcents lo avevo abbandonato. Ok allora lo lascio dov'era.

Offline samu_s

*
6461
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4944 il: 15 Set 2018, 09:17 »
Bojack Horseman, fuori la quinta stagione, primi due episodi davvero molto belli (specialmente il secondo).

American vandal, fuori la seconda stagione. La prima è stata un piccolo capolavoro, soprattutto per l'originale regia.

Offline Tarallo

*****
79922
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4945 il: 15 Set 2018, 11:45 »
Volevo solo aggiungere che Ozark non si può vedere doppiato. L'accento del sud degli Snells ma soprattutto di una incredibile Ruth (Wyatt diventa Uaa, by boat diventa bbaabbó) definiscono i personaggi in modo imprescindibile. Immaginate Sordi e Gassman doppiati ne La Grande Guerra.

Offline Egobrain

*
1289
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4946 il: 15 Set 2018, 12:48 »
Ma voi Vikings siete riusciti a seguirlo con la stessa verve delle prime due stagioni?

Quarta stagione terminata da poco, penso di fermarmi qui...

Online Drake

*****
3449
Sesso: Maschio
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4947 il: 15 Set 2018, 14:35 »
Ma voi Vikings siete riusciti a seguirlo con la stessa verve delle prime due stagioni?

Quarta stagione terminata da poco, penso di fermarmi qui...
Anche io mi sono fermato alla quarta.
Ora sto quasi alla fine della prima stagione di Lodge 49, che mi sta piacendo molto.

Online vaz

*****
37106
Sesso: Maschio
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4948 il: 16 Set 2018, 09:50 »
Volevo solo aggiungere che Ozark non si può vedere doppiato. L'accento del sud degli Snells ma soprattutto di una incredibile Ruth (Wyatt diventa Uaa, by boat diventa bbaabbó) definiscono i personaggi in modo imprescindibile. Immaginate Sordi e Gassman doppiati ne La Grande Guerra.

vabbè ma il doppiato non ha più senso ormai.
Preacher ne è un altro esempio clamoroso. E pure The Deuce.

Offline Tarallo

*****
79922
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4949 il: 16 Set 2018, 10:13 »
Spero bene.

Offline sorazio

*
7167
Sesso: Maschio
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4950 il: 16 Set 2018, 10:50 »
posso fare una riflessione che esce dal contesto?
Il telefilm, o serie televisiva, è un composto da puntate che generalmente si protraggono per molto tempo, una stagione (in tempi televisivi) generalmente era di circa 6/9 mesi (almeno all'inizio).
Al giorno d'oggi, grazie o a causa, di internet, una stagione di un telefilm o di una serie televisiva, si può comsumare in una giornata.
Quindi giungo a conclusione, ha ancora senso parlare di serie o telefilm? Ha ancora senso una produzione a puntate, visto che comunque nella maggior parte dei casi viene consumato come un film?

Offline PILØ

*****
10072
Sesso: Maschio
::Italian Subs Addicted::
Re:Telefilmi contemporanei
« Risposta #4951 il: 16 Set 2018, 11:26 »
Il termine "telefilm" è sicuramente obsoleto, visto che ormai quelli che li "consumano" lo fanno sempre meno in televisione. Ma, imho, è diventato obsoleto già da una decina di anni, da molto prima di Netflix e servizi di streaming vari, ovvero quando la gente si è resa conto del concetto di "serialità", delle stagioni, formate da tot puntate, che potevano essere rinnovate, cancellate o semplicemente finire. Prima li chiamavamo telefilm perché erano dei minifilm che guardavamo in tv, schiavi dei palinsesti casuali delle varie emittenti; sapevamo che c'erano tanti "minifilm" ma non riuscivamo a capire cosa veniva prima e cosa dopo.
Anche "serie tv" sta diventando obsoleto per via di quel "tv", bisognerò trovare qualcos'altro da accompagnare a "serie".
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod