coronavirus

0 Utenti e 11 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Re:coronavirus
« Risposta #8900 il: 23 Mag 2020, 10:55 »
Insomma le vostre storie e quella di una collega, il cui marito ha da poco saputo di avere igg alte e tampone negativo, dimostrano che in Italia il tracing dei contratti non esiste: a nessuno dei familiari è stato richiesto di fare il test, giusto?  tantomeno ai contatti meno stretti come i colleghi che nel caso mio non sono stati neanche avvisati ufficialmente

Corretto, è così

Online Tarallo

*****
89906
Re:coronavirus
« Risposta #8901 il: 23 Mag 2020, 11:01 »
Il mio problema è che mi fido più delle IgM che dei tamponi. Siccome diventa un gioco di probabilità, anche alla luce della buona quarantena che avete fatto, io sulla tua pelle non mi sbilancio. :)
Tanto hai capito tutto su come funziona, la mia opinione diventerebbe un problema di gusti personali quindi irrilevante.
Ma ste IgM non se potevano fa?
Re:coronavirus
« Risposta #8902 il: 23 Mag 2020, 11:18 »
Ma ste IgM non se potevano fa?

E' esattamente quello che ho detto subito a mia moglie!
Mi pare particolarmente astrusa la proceura di fare solo le IgG, e poi il tampone per i casi di IgG alte.

Ma tant'è, come vedi da tallone, il protocollo pare uniforme nelle diverse regioni.

(il protocollo FIGC/CTS prevede IgG ed IgM. Ovvio, loro hanno disponibilità economiche discretamente più alte: ma a senso, impegnano i soldi in modo più razionale)
Re:coronavirus
« Risposta #8903 il: 23 Mag 2020, 11:28 »
https://www.biorxiv.org/content/biorxiv/early/2020/05/21/2020.03.31.016048.full.pdf

Mappa dell’espressione di ace2 (proteina). A parte quello che si sapeva (tanta in intestino, testicoli, ecc, relativamente poca nel polmone) ce n’è tanta nella congiuntiva dell’occhio. Il che Aiuta a capire perché eccetera eccetera

Online Tarallo

*****
89906
Re:coronavirus
« Risposta #8904 il: 23 Mag 2020, 11:31 »
Il che mi ricorda che Baldrick non si sente da un po' :o
Re:coronavirus
« Risposta #8905 il: 23 Mag 2020, 11:35 »
Per riequilibrare un po' le scariche d'ansia di mr. steed, posto un intervento dell'alter ego di Tarallo, Enrico Bucci:
(...)

Ultimo messaggio qui, 15 Maggio.
Ma dalla lunghezza, diei che qualche giorno fa non aveva problemi di congiuntivite.

Baldrick, facce sapé, nun ce fa' sta 'npenzier
Re:coronavirus
« Risposta #8906 il: 23 Mag 2020, 11:36 »
Leggo solo ora.
In bocca al lupo Bon.
Una domanda. Che profilo di rischio ha tua moglie? Cioè dove può  esserselo preso?
Avete allertato il MMG? Qualcuno (USCA) dovrebbe venire a casa a visitarla e prescrivere la terapia. I protocolli adesso sono abbastanza precisi.
Forza!
Grazie amico mio, abbiamo appena adesso risposto ad un milione di domande dal centro covid. Noi siamo a San Marino e le procedure e le strutture preposte sono diverse rispetto all’Italia. Comunque non riusciamo a capire dove lo abbia preso visto che lavora da casa ed esce solo per buttare la spazzatura . Potrei essere io il veicolo anche se asintomatico. Farò il sierologico  tra 15 giorni al termine della qurantena e là forse sapremo qualcosa di più.
Re:coronavirus
« Risposta #8907 il: 23 Mag 2020, 12:02 »
Il mio problema è che mi fido più delle IgM che dei tamponi. Siccome diventa un gioco di probabilità, anche alla luce della buona quarantena che avete fatto, io sulla tua pelle non mi sbilancio. :)
Tanto hai capito tutto su come funziona, la mia opinione diventerebbe un problema di gusti personali quindi irrilevante.
Ma ste IgM non se potevano fa?
Eeeh caro Tarallo.
L'esecuzione dei prelievi sierologici è  stato preceduto da un pippone ufficiale  dell'unità  di crisi della Regione che ammoniva a non considerare sinonimo di infezione le IgG e che esse dovevano  avere il solo scopo di stilare  un profilo  epidemiologico. Non avrebbero potuto  giustificare così il dosaggio  IgM.
Inoltre a IgG positive (semiquantitativo oltrtutto) il tampone è  volontario. A IgM positive quarantena sicura per te e prelievo/tampone per i contatti. Moria di personale lasciato a casa forzatamente, servizi in ginocchio, spesa moltiplicata.
Non ho prove, naturalmente,  ma a pensar male...
Re:coronavirus
« Risposta #8908 il: 23 Mag 2020, 12:08 »
Aaron, un abbraccio forte e fammi sapere, mi raccomando!!!! Tra tamponi, IGM preferisco un bel IGP.... da bersi in sana contemplazione dei gol della Lazio.
P.S. anche mio padre tifoso del Taranto e molto tiepidamente del Milan, l’anno scorso a 84 anni è diventato progressivamente un ultras della Lazio ....
Un abbraccio

Offline vaz

*****
41223
Re:coronavirus
« Risposta #8909 il: 23 Mag 2020, 12:40 »
La vicenda IgM ed IgG è paradigmatica della fase 2 italiana.

Offline LaFonte

*
149
Re:coronavirus
« Risposta #8910 il: 23 Mag 2020, 13:47 »
Inoltre a IgG positive (semiquantitativo oltrtutto) il tampone è  volontario. A IgM positive quarantena sicura per te e prelievo/tampone per i contatti. Moria di personale lasciato a casa forzatamente, servizi in ginocchio, spesa moltiplicata.
Non ho prove, naturalmente,  ma a pensar male...

...ci si indovina. In Emilia da quel che so dovrebbero fare sia IgM che IgG e ve lo confermerò a brevissimo, visto che mi dovrebbe arrivare l'esito da un giorno all'altro. Su quel che succede dopo non ho ben chiara la situazione, mi han detto che a IgM positive mettono in isolamento volontario (?) fino a esecuzione del tampone, dopodichè se è positivo pure quello, quarantena. Ma se uno è medico lo mandano in reparto anche da positivo se asintomatico, il che mi pare follia, perchè "magari è un falso positivo". Un mio amico primario non ha voluto fare il sierologico perchè dice che stando così le cose non ha senso, che ti serve sapere se non cambia nulla? Ma continuo a pensare che non possa essere così anche adesso. In fase 1 lo so che andavano a lavorare anche con la febbre, ma adesso mi rifiuto di crederci. Ormai dovrebbero decidere in base al principio di massima prudenza, nel dubbio stai a casa.
Comunque anche qua credo che il tracciamento dei congiunti non avvenga.
Re:coronavirus
« Risposta #8911 il: 23 Mag 2020, 14:37 »
Interessante... a quanto pare secondo l'Inps il numero dei deceduti per covid fornito da Protezione Civile sarebbe sottostimato di parecchio... urge supporto di MisterFaro: è plausibile come scarto?

Coronavirus, Inps: “Tra marzo e aprile 47mila morti più delle previsioni. Superate di 19mila le vittime registrate dalla Protezione civile”

Secondo l'Istituto, i numeri forniti quotidianamente sui decessi da Covid "sono considerati ormai poco attendibili" perché escludono un'ampia fascia di persone che muoiono in casa e non in ospedale. E le loro caratteristiche, dicono, suggeriscono che il picco sia dovuto alla pandemia.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/05/21/coronavirus-inps-tra-marzo-e-aprile-47mila-morti-piu-delle-previsioni-superate-di-19mila-le-vittime-registrate-dalla-protezione-civile/5808796/

Tra marzo e aprile è stato registrato un aumento di vittime in Italia superiore alle previsioni, quasi 47mila in più. Un numero di morti che rivela, secondo i calcoli fatti dall’Inps, un maggiore impatto del coronavirus sui decessi in Italia rispetto ai dati forniti quotidianamente dalla Protezione civile che, dice l’Istituto, “sono considerati ormai poco attendibili” perché escludono un’ampia fascia di persone che muoiono in casa e non in ospedale. E come da previsioni, a far registrare i numeri più preoccupanti è il Nord Italia: +84% di morti tra marzo e aprile rispetto alla media degli anni precedenti.

I calcoli dell’Inps si basano sul principio che “il numero di decessi è piuttosto stabile nel tempo”. Quindi, “con le dovute cautele, possiamo attribuire una gran parte dei maggiori decessi avvenuti negli ultimi due mesi, rispetto a quelli della baseline riferita allo stesso periodo, all’epidemia in atto”.

E i numeri dicono che, mentre tra gennaio e febbraio i morti in Italia sono stati 114.514, ovvero 10.148 in meno rispetto ai 124.662 attesi, tra marzo e aprile se ne sono contati in tutto 156.429, ovvero 46.909 in più rispetto a quelli previsti. Un aumento significativo che l’Inps attribuisce alla diffusione del Covid e che supera anche i decessi dichiarati nello stesso periodo dalla Protezione civile, ossia 27.938 unità: “A questo punto ci si può chiedere quali sono i motivi di un ulteriore aumento di decessi pari a 18.971?”.

La risposta, secondo l’Inps, sta anche nel fatto che “il numero di pazienti deceduti positivi fornito su base giornaliera dal Dipartimento della Protezione civile è considerato, ormai, poco attendibile in quanto influenzato non solo dalla modalità di classificazione della causa di morte, ma anche dall’esecuzione di un test di positività al virus. Inoltre, anche il luogo in cui avviene il decesso è rilevante poiché, mentre è molto probabile che il test venga effettuato in ambito ospedaliero è molto difficile che questo venga effettuato se il decesso avviene in casa”.

A supporto di questa tesi, fanno sapere dall’Istituto, c’è anche il fatto che le caratteristiche delle vittime rispecchiano quelle di coloro che sono morti a causa della pandemia: “La distribuzione territoriale dei decessi strettamente correlata alla propagazione dell’epidemia e la maggiore mortalità registrata negli uomini rispetto alle donne è coerente con l’ipotesi che la sovra-mortalità sia dovuta a un fattore esterno, in assenza del quale una eventuale crescita di decessi dovrebbe registrare delle dimensioni indipendenti sia dal territorio che dal sesso”.

Se si guarda al primo fattore, ossia alla distribuzione territoriale, dai dati dell’Inps si nota infatti che i decessi tra marzo e aprile al Nord sono aumentati dell’84% rispetto alla media degli anni precedenti, a fronte di un aumento dell’11% al Centro e del 5% al Sud. L’Inps rileva che le province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza presentano tutte una percentuale di decessi superiore al 200% e che quasi tutto il nord-ovest dell’Italia ha un incremento dei decessi superiore al 50%.


  ;)

Mi sono letto l'intero report. Ben scritto anche se mancano alcune spiegazioni metodologiche, tra cui un cenno sulla robustezza del dato nell'ultimo periodo considerato (i sistemi di raccolta dei dati scontano sempre qualche ritardo). La sua lettura da comunque un contributo alla conoscenza sui numeri di questo periodo.

Quello che mi da fastidio, specialmente perché è un report istituzionale, è il tono che sembra stia denunciando chissà cosa. Che i numeri dei deceduti risultati positivi al test (i numeri divulgati dalla Protezione Civile) abbiano certi limiti è ormai cosa nota, limiti non nascosti di certo neanche dalla Protezione Civile stessa. Anche il Report ISTAT-ISS (https://www.istat.it/it/archivio/242149) diffuso venti giorni ragionava su questi limiti e divulgava numeri molto simili a quelli del Report Inps. Come già spiegava che c'è una quota di decessi per altre cause dovute al fatto che i sistemi sanitari sono andati in tilt.

Insomma, a parte il tono da blog in cerca di scoop e la mancanza di qualche dettaglio metodologico, è un report che vale la pena leggere, i numeri sono assolutamente verosimili (e ci mancherebbe altro!)
Re:coronavirus
« Risposta #8912 il: 23 Mag 2020, 14:55 »
Vi chiedo un parere:
sul mio posto di lavoro hanno istituito il tampone obbligatorio per chi si assenta per più di 14 giorni (non perché in quarantena che lì è ovvio che lo fai, ma per ferie o missioni).
Secondo voi ha senso?

Offline orchetto

*****
12338
Re:coronavirus
« Risposta #8913 il: 23 Mag 2020, 15:50 »
Sinceramente io non trovo più senso in nulla, ne in un senso ne in un altro ma non sono un esperto. Fiutando l'aria che tira mi pare che si stia dando a livello micro ampia discrezionalità con paradossi dal troppo severo al troppo lassista, mentre a livello macro molta elasticità, entro paletti di buon senso generico a livello igienico e di distanziamento fisico.
Re:coronavirus
« Risposta #8914 il: 23 Mag 2020, 15:56 »
Tra l'altro mi correggo, non sono 14 giorni ma un "periodo di tempo significativo". Boh ...
Re:coronavirus
« Risposta #8915 il: 23 Mag 2020, 16:54 »
Re:coronavirus
« Risposta #8916 il: 23 Mag 2020, 17:17 »
Can we see a change in the CO2 record because of COVID-19?

https://www.esrl.noaa.gov/gmd/ccgg/covid2.html

(spoiler: no. non sara' possibile distinguere il calo dovuto a questi mesi dalla variabilita' naturale di co2, che e' tanta. il che implica che se pure abbattessimo stabilmente l'output di co2 come fatto in questi mesi non e' detto che si vedrebbe un effetto nel livello atmosferico di co2. quindi, potrebbe dire qualcuno, de che stamo a parla'?)
Re:coronavirus
« Risposta #8917 il: 23 Mag 2020, 19:01 »
https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2766524

Ace 2 nel naso è molto meno espresso nei bambini che negli adulti. Il che potrebbe aiutare a capire perché i bambini si ammalano di meno.
Re:coronavirus
« Risposta #8918 il: 23 Mag 2020, 19:17 »

Online Tarallo

*****
89906
Re:coronavirus
« Risposta #8919 il: 23 Mag 2020, 19:20 »
:lol: ma chi è quel pazzo furioso :lol:
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod