Una generazione cancellata

0 Utenti e 15 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Una generazione cancellata
« il: 26 Feb 2016, 10:53 »
Ieri sera ho toccato con mano.
Una tribuna tevere abbastanza piena, ma un silenzio assordante, rotto dal continuo tifo di un centinaio di turchi che hanno cantato sempre.
Qualche coro, fiammate brevi, poche bandiere.
E poi, quello che mi ha colpito: Una intera generazione mancante.
Quella tra i 18-20 e i 30 anni.
Quella che noi VDM quando avevamo quell'età abbiamo visto tutto il peggio possibile.
A quella generazione mancante, va il mio appello a riappropriarsi della loro passione.
A coloro che li hanno resettati (e chiarisco non è la Società), che l'odio che hanno sparso gli esploda in mano.
Una cosa bella come la Lazio, merita tanto di più.


Offline bizio67

*
12448
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #1 il: 26 Feb 2016, 10:56 »
Ieri sera ho toccato con mano.
Una tribuna tevere abbastanza piena, ma un silenzio assordante, rotto dal continuo tifo di un centinaio di turchi che hanno cantato sempre.
Qualche coro, fiammate brevi, poche bandiere.
E poi, quello che mi ha colpito: Una intera generazione mancante.
Quella tra i 18-20 e i 30 anni.
Quella che noi VDM quando avevamo quell'età abbiamo visto tutto il peggio possibile.
A quella generazione mancante, va il mio appello a riappropriarsi della loro passione.
A coloro che li hanno resettati (e chiarisco non è la Società), che l'odio che hanno sparso gli esploda in mano.
Una cosa bella come la Lazio, merita tanto di più.
Hai ragione e gli unici che erano presenti facevano gli ululati, qualche anziano però li ha rimessi al proprio posto...
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #2 il: 26 Feb 2016, 11:00 »
Hai ragione e gli unici che erano presenti facevano gli ululati, qualche anziano però li ha rimessi al proprio posto...

Confermo. Visti e sentiti con le mie orecchie, sia i pochi ululati di qualche demente, sia coloro che li hanno rimessi a posto.

Offline bizio67

*
12448
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #3 il: 26 Feb 2016, 11:01 »
Confermo. Visti e sentiti con le mie orecchie, sia i pochi ululati di qualche demente, sia coloro che li hanno rimessi a posto.
quando ce vo ce vo
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #4 il: 26 Feb 2016, 11:04 »
Più che altro, in tribuna Tevere siamo una mandria de vecchi, che palle..... :X( :=)) :=)) :=)) :=))

Online rocchigol

*****
10324
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #5 il: 26 Feb 2016, 11:09 »
a me quello che ha colpito e' stato che il primo coro PRO LAZIO e' stato fatto dopo svariati minuti.
prima 4/5 contro lotito e silenzio...
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #6 il: 26 Feb 2016, 11:10 »
Più che altro, in tribuna Tevere siamo una mandria de vecchi, che palle..... :X( :=)) :=)) :=)) :=))

oramai i veri ultras siamo proprio noi... noi 40-50 enni diventati tifosi negli anni 70-80, che abbiamo frequentato la curva ai tempi degli ES, che ci incazziamo, bofonchiamo, ma che la Lazio, la nostra Lazio, non la abbondiamo mai!

Purtroppo molti dei 20-enni di oggi sono stati avvelenati da una curva che per un decennio, sfruttando la Lazio ha solamente pensato a fare politica, discriminazione ed a perseguire interessi di pochi.


Re:Una generazione cancellata
« Risposta #7 il: 26 Feb 2016, 11:11 »
io ero in distinti NO e devo dire che giovani ce n'erano e qualche coro è partito, ma più in generale devo dire che la disaffezione è evidente!

Offline bak

*
20159
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #8 il: 26 Feb 2016, 11:15 »
Però, scusate, ma quante volte qui ed altrove è passata la linea, orribile, del belli comodi. Cioè meglio uno stadio vuoto che avere a che fare con la Curva in genere e con gli ultras in ispecie ?
Io ne ricordo un paio di utenti, che sono transitati in altri siti, di cui mi guardo bene dal fare i nickname, anche se li conosco anche per nome e cognome.
Onori ed oneri, la Lazio ha un bacino di utenza che può tranquillamente sopperire all'assenza della curva o dei gruppi organizzati in genere, perché poi volenti o nolenti, sono quelli che veicolano maggiormente i giovani, per rientrare in tema.

Offline paolo71

*****
12695
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #9 il: 26 Feb 2016, 11:58 »
sarebbero i figli della generazione Cragnotti, quella delle coppe e dello scudo.
Starebbero in curva, ma i loro guru hanno detto di stare a casa.

Offline cry

*
3929
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #10 il: 26 Feb 2016, 12:02 »
io ero in distinti NO e devo dire che giovani ce n'erano e qualche coro è partito, ma più in generale devo dire che la disaffezione è evidente!

Offline Spartano

*
2083
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #11 il: 26 Feb 2016, 12:07 »
sarebbero i figli della generazione Cragnotti, quella delle coppe e dello scudo.

Starebbero in curva, ma i loro guru hanno detto di stare a casa.

Ma perché non pensate a godere di questa vittoria e non la fate finita  :beer: a proposito: sono cresciuto con Cragnotti, mon sono di destra, non faccio ululati e mi sta sulle palle Lotito ma quando posso vado comunque allo stadio. E allora? Volemose bane caxxo! Basta co ste polemiche  :since :asrm
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #12 il: 26 Feb 2016, 12:17 »
Ma che gran rottura di palle questi topic, sempre a polemizzare, godiamoci questa bella vittoria, eddaje porca pupazza, SMILE! :beer:
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #13 il: 26 Feb 2016, 12:20 »
Che altro ci si poteva aspettare dopo oltre 10 anni in cui la Lazialità ed il senso di appartenenza sono stati presi a pugni dalla stessa mano che doveva defenderli e coltivarli?

Cadere dal pero oggi significa, secondo me, non essersi resi conto di quello che ha portato di anni di fredda gestione.

Ma poi non era passata la linea del meglio pochi ma buoni?

Penso che adesso sia arrivato il momento di dimostrare questa assurda teoria.

Offline ES

*****
15433
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #14 il: 26 Feb 2016, 12:58 »
Che altro ci si poteva aspettare dopo oltre 10 anni in cui la Lazialità ed il senso di appartenenza sono stati presi a pugni dalla stessa mano che doveva defenderli e coltivarli?

Cadere dal pero oggi significa, secondo me, non essersi resi conto di quello che ha portato di anni di fredda gestione.

Ma poi non era passata la linea del meglio pochi ma buoni?

Penso che adesso sia arrivato il momento di dimostrare questa assurda teoria.
Io credo che la teoria assurda sia la tua.
Io ho visto Chimenti, Giordano e Manfredonia, ho visto la b a cava, la macchina bruciata a napoli, ho preso le cinghiate in faccia quando gli irridux presero il controllo della curva, e manco ero dentro gli ES, un gruppo che è la storia della Lazio come tifo, e mai, mai e poi mai, alcun personaggio, calciatore, tifoso, presidente, m'ha preso la Lazio dal cuore.
La Lazio è roba mia.
Ci sono  tifosi d'acqua dolce, cresciuti ad anni di new generation del tifo, manipolati come burattini, a cui viene ripetuto che lotito è il male della Lazio, e procura disaffezione. Talmente inculcata sta cosa che sti tifosi d'acqua dolce hanno cominciato a crederci, a forza di ripeterglielo.
La Lazio è roba mia.

Offline geggio

*
5095
giallozozzi
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #15 il: 26 Feb 2016, 13:43 »
Vi sfugge un particolare. La Lazio, gli irriducibili, Lotito non centrano nulla.
I ventenni di oggi sono figli di una societa' di merda. E lo dico con cognizione di causa perché ho lavorato per anni nei locali della Roma by night dove sti giovanotti tirano fuori il meglio.
Mancanza totale di valori, mancanza di guide a casa.
La maggiornaza di questi ragazzi sono l'espressione piú becera di quello che é la societá oggi. Forti e bulli in gruppo, completamente irrispettosi delle persone piú grandi.
Fanno cose, gli si permette di fare cose, che noi non ci sognavamo proprio.
Mala tempora currunt.
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #16 il: 26 Feb 2016, 13:47 »
Per me e' molto piu semplice e basta guardare al Milan. Pienone quando vinceva tutto due anime adesso. I ventenni e trentenni sono diventati della Lazio quando la Lazio era un altra cosa e partiva tra le favorite per ogni competizione ogni anno  si sono innamorati di Signori , Nedved ,  Vieri e Veron e Simeone no di Abele Bikila. Metti una gestione Lotito oggi alla Juve con gli stessi risultati , falla restare 10 anni e poi raccontami quanti ventenni entusiasti trovi.

Offline ES

*****
15433
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #17 il: 26 Feb 2016, 14:05 »
Sono d'accordo con voi,la società di oggi è di merxa, e proprio per questo a questa nuova generazione inculchi quel che vuoi in testa, basta avere dei canali di comunicazione, di qualsiasi genere, basta pure formare un gruppo su whats up.
Su qualsiasi argomento, oggi chi controlla la informazione, dalla piccola alla grande, controlla il numero.
Fino ad arrivare al Paese.
Sono d'accordo con voi, è una società di merxa, ma la colpa non è del numero, ma di chi il numero lo ha creato, con grande strategia. Anche quì, parto dal piccolo, fino al grande.
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #18 il: 26 Feb 2016, 15:05 »
Io credo che la teoria assurda sia la tua.
Io ho visto Chimenti, Giordano e Manfredonia, ho visto la b a cava, la macchina bruciata a napoli, ho preso le cinghiate in faccia quando gli irridux presero il controllo della curva, e manco ero dentro gli ES, un gruppo che è la storia della Lazio come tifo, e mai, mai e poi mai, alcun personaggio, calciatore, tifoso, presidente, m'ha preso la Lazio dal cuore.
La Lazio è roba mia.
Ci sono  tifosi d'acqua dolce, cresciuti ad anni di new generation del tifo, manipolati come burattini, a cui viene ripetuto che lotito è il male della Lazio, e procura disaffezione. Talmente inculcata sta cosa che sti tifosi d'acqua dolce hanno cominciato a crederci, a forza di ripeterglielo.
La Lazio è roba mia.

Evidentemente non sono riuscito a spiegarmi bene. Trovo assurda la teoria del pochi ma buoni perché penso che si debba essere in tanti però visto e considerato che c'è chi lo pensa... credo che questa sia l'occasione migliore per dimostrare l'eventuale validità della teoria.

Se chi ripete che lotito è il male non avesse pezze d'appoggio non avrebbe tutto il seguito avuto per esempio in lazio sassuolo.  ;)
Re:Una generazione cancellata
« Risposta #19 il: 26 Feb 2016, 15:19 »
Ieri sera ho toccato con mano.
Una tribuna tevere abbastanza piena, ma un silenzio assordante, rotto dal continuo tifo di un centinaio di turchi che hanno cantato sempre.
Qualche coro, fiammate brevi, poche bandiere.
E poi, quello che mi ha colpito: Una intera generazione mancante.
Quella tra i 18-20 e i 30 anni.
Quella che noi VDM quando avevamo quell'età abbiamo visto tutto il peggio possibile.
A quella generazione mancante, va il mio appello a riappropriarsi della loro passione.
A coloro che li hanno resettati (e chiarisco non è la Società), che l'odio che hanno sparso gli esploda in mano.
Una cosa bella come la Lazio, merita tanto di più.

Questo interessante topic punge su una questione che mi lascia veramente perplesso e che mi era sembrato di notare anche a me e che è stata una delle ragioni (non l'unica) per cui ho voluto aprire il topic "Quando siete diventati della Lazio?", il cui sondaggio sembra confermare quanto si osserva qui.
 

Powered by SMFPacks Alerts Pro Mod